Ged Senki / I racconti di Terramare - DVD Edizione italiana

Discussioni su gli autori e gli anime Ghibli e Pre-Ghibli

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
Heimdall
Tanuki
Messaggi: 3448
Iscritto il: sab apr 26, 2003 12:39 pm
Località: Rescaldina (Mi)

Re: Ged Senki / I racconti di Terramare - DVD Edizione italiana

Messaggio da Heimdall »

ghila ha scritto:Da quel che ricordo il presunto autore stava mangiando ottimo cibo giapponese, mentre la vera autrice girava per il tavolo con la fotocamera del primo. I complimenti vanno a lei a questo punto. :wink:
Oh, sì: confermo. La mano che ha scattato è quella di Federica/Willow! Mai preteso di essere io! :D
Drachetto ha scritto:Piccola digressione sul film... bellissimo come me lo ricordavo, è entrato nel mio cuore e non ne uscirà.
Ciao Drachetto, ben ritrovato! La tua presenza ed i tuoi commenti sono tra le cose che conservo con maggior piacere e che hanno contribuito ad impreziosire la nostra visione comunitaria del film.
Immagine

Avatar utente
ghila
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1745
Iscritto il: lun gen 24, 2005 11:37 am
Località: Bergamo

Re: Ged Senki / I racconti di Terramare - DVD Edizione italiana

Messaggio da ghila »

Heimdall ha scritto:
ghila ha scritto:Da quel che ricordo il presunto autore stava mangiando ottimo cibo giapponese, mentre la vera autrice girava per il tavolo con la fotocamera del primo. I complimenti vanno a lei a questo punto. :wink:
Oh, sì: confermo. La mano che ha scattato è quella di Federica/Willow! Mai preteso di essere io! :D
OT:
E nemmeno io, carissimo! :D L'ho scritto perchè non volevo passasse che fossi stato io. :si: Diamo a Willow quel che è di Willow! Un saluto anche a Drachetto e milady (come al solito il sottoscritto, per non so quale galanteria dongiovannesca di antica data, si ricorda sempre delle lady incontrate... :P )

Fine OT. Mi sia perdonato.
Raro concedit, numquam negat, semper distinguit

Avatar utente
Drachetto
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 446
Iscritto il: sab giu 21, 2003 1:40 am
Località: Roma

Re: Ged Senki / I racconti di Terramare - DVD Edizione italiana

Messaggio da Drachetto »

Heimdall ha scritto: Ciao Drachetto, ben ritrovato! La tua presenza ed i tuoi commenti sono tra le cose che conservo con maggior piacere e che hanno contribuito ad impreziosire la nostra visione comunitaria del film.
ghila ha scritto: Un saluto anche a Drachetto...
Grazie ad entrambi :oops: Purtroppo per motivi di tempo, impegni e sopratutto 'ignoranza' (intesa come non profonda conoscenza) posto poco o nulla e mi limito ogni tanto a trarre spunti e visioni importanti dai capolavori Ghibli, cose che io da solo non sarei di sicuro riuscito a cogliere. Amo e amerò sempre I racconti di Terramare anche grazie, alla fantastica giornata passata insieme per la visione comunitaria, alle discussioni fatte quella sera stessa a cena e qui sul forum.

Tornando IT, ho visto il lungo documentario sulla colonna sonora... che lavoro incredibile e anche difficile! I temi musicali dei Racconti di Terramare sono molto belli e vedere tutte le problematiche che si sono presentate, gli sforzi profusi, le scelte, ma sopratutto la felice conclusione, mi ha fatto veramente piacere. Per noi utenti finali ma anche per tutte le persone che hanno partecipato al progetto per l'ottimo risultato finale.
Immagine
Il mio vicino Totoro
suona un'ocarina nelle notti illuminate dalla luna
se mai dovessi incontrarlo
una meravigliosa fortuna porterà anche a te!

Avatar utente
ghila
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1745
Iscritto il: lun gen 24, 2005 11:37 am
Località: Bergamo

Re: Ged Senki / I racconti di Terramare - DVD Edizione italiana

Messaggio da ghila »

Non vorrei sembrare disfattista, ma calcolando che a me la colonna sonora del film è sembrata spesso e (mal)volentieri "telefonata", figuratevi il lavoro che c'è dietro una colonna sonora ben riuscita (e mi sovviene Howl) o perfino definibile capolavoro (Mononoke, Sen to Chihiro e via dicendo).
Senza nulla togliere alla splendida canzone-tema del film, alcuni temi, soprattutto quelli pseudo-irlandesi, mi sono parsi parecchio vacui ed è un peccato. Andando brevemente OT (strano...) ricordo con piacere un documentario sulla musica de "il gladiatore", film discutibile, ma con una OST davvero ben fatta. Nell'extra molte scelte musicali sono state sviscerate e spiegate. Cose d'alta classe e tocchi di vero genio (chi non ricorda la vocina iniziale, con la mano che sfiora il grano). Come si chiamava? Ah si, Hans Zimmer... :prostrare: :roll: :wink:
Beh, sono altri livelli ed è un peccato perché certe scene di Terramare sono tutt'altro che scontate e visivamente "telefonate". Nell'epico musicale lo scadere nell'inutile enfatico è il primo baratro a cui fare attenzione. Per questo trovo il lavoro effettuato da Howard Shore per la trilogia di Jackson davvero d'alto prestigio. Almeno ha sempre saltato questo primo baratro che invece il compositore di Terramare ha purtroppo sfiorato più volte.
IHMO, UHLPOD e MICUNEHCJSHD naturalmente! :wink:
Raro concedit, numquam negat, semper distinguit

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Ged Senki / I racconti di Terramare - DVD Edizione italiana

Messaggio da Shito »

ghila ha scritto:Non vorrei sembrare disfattista, ma calcolando che a me la colonna sonora del film è sembrata spesso e (mal)volentieri "telefonata", figuratevi il lavoro che c'è dietro una colonna sonora ben riuscita (e mi sovviene Howl) o perfino definibile capolavoro (Mononoke, Sen to Chihiro e via dicendo).
Per 'telefonata' (strano termine) intendi distante come audio, troppo equalizzata sugli alti (come nell'effetto telefono del mix, per intenderci)?
IN effetti sul DVD ho notato le voci risaltare molto 'in primo piano' a scapito della colonna sonora, ma io ho un misero TV mono. :)

Se invece, infaustamente, avessi usato il termine 'telefonata' nell'uso ermeneutico di un certo, tristo tipo di umorismo televisivo lombardo, ovvero nel senso di 'scontata' (musicalmente parlando) sulle scene, in questo caso non ho nulla da dire, visto la mia scarsa (pressoché nulla) conoscenza musicale...
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Heimdall
Tanuki
Messaggi: 3448
Iscritto il: sab apr 26, 2003 12:39 pm
Località: Rescaldina (Mi)

Re: Ged Senki / I racconti di Terramare - DVD Edizione italiana

Messaggio da Heimdall »

Shito ha scritto:Se invece, infaustamente, avessi usato il termine 'telefonata' nell'uso ermeneutico di un certo, tristo tipo di umorismo televisivo lombardo, ovvero nel senso di 'scontata'
Non è imitazione televisiva: è gergo del calcio da strada, appreso sin da piccoli negli oratori e nei cortili lombardi. Quando un tiro o un passaggio sono scontati e prevedibili, si dice che sono "telefonati", nel senso che è come se l'attaccante avesse preventivamente telefonato al portiere preavvisandolo del fatto che stava per scoccare il tiro.
Se qualcuno in TV (cosa che sinceramente ignoravo vista la mia scarsissima frequentazione del mezzo) utilizza lo stesso termine, è solo perché attinge allo stesso patrimonio semantico. ;)
Immagine

Avatar utente
jobi1
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1890
Iscritto il: ven apr 18, 2003 9:27 pm
Località: Milano

Re: Ged Senki / I racconti di Terramare - DVD Edizione italiana

Messaggio da jobi1 »

si, aggiungo a quanto detto da Heimdall che il termine viene spesso usato in ambiente cestistico (non sapevo sinceramente che fosse usato anche in ambiente calcistico ne tanto meno che fosse solo un termine lombardo)
Immagine Genio matematico, marito ideale nonché maestro jedi jobi1 Kenobi :king: Immagine Immagine

Avatar utente
hypnogeco
Membro
Membro
Messaggi: 111
Iscritto il: dom nov 30, 2003 5:44 pm
Località: Genova

Re: Ged Senki / I racconti di Terramare - DVD Edizione italiana

Messaggio da hypnogeco »

ghila ha scritto:Cose d'alta classe e tocchi di vero genio (chi non ricorda la vocina iniziale, con la mano che sfiora il grano). Come si chiamava? Ah si, Hans Zimmer... :prostrare: :roll: :wink:
Vogliamo parlare di Howl che lascia "delicatamente" Sophie sul terrazzino dopo la passeggiata sopra la citta' e quel sublime sentire le loro mani che si sfiorano? ...brrrrr ..brivido ogni volta!! :prostrare:

Non ho visto lo speciale sulla colonna sonora de il Gladiatore! Devo rimediare e farmi prestare il DVD quanto prima! :wink:


Shito ha scritto:Per 'telefonata' (strano termine) intendi distante come audio, troppo equalizzata sugli alti (come nell'effetto telefono del mix, per intenderci)?
IN effetti sul DVD ho notato le voci risaltare molto 'in primo piano' a scapito della colonna sonora, ma io ho un misero TV mono. :)

Se invece, infaustamente, avessi usato il termine 'telefonata' nell'uso ermeneutico di un certo, tristo tipo di umorismo televisivo lombardo, ovvero nel senso di 'scontata' (musicalmente parlando) sulle scene, in questo caso non ho nulla da dire, visto la mia scarsa (pressoché nulla) conoscenza musicale...
Non vorrei peccare di "presunzione" ma questo delle voci in primo piano e' il classico difetto di tutti i films doppiati. Basta fare una comparazione tra la lingua italiana e quella originale di un qualsiasi DVD per rendersi conto, ancora non ho visto questo in discussione e quindi non posso dare un giudizio diretto sullo stesso ma ad esempio ne "Il castello errante" le differenze tra Italiano/jap sono "disarmanti" senza nulla togliere al lavoro fatto dai tecnici della LR! Il problema e' "cronico" e miscelare in maniera pressoche innavvertibile all'orecchio le voci doppiate con i suoni, i rumori di fondo e la colonna sonora come da originale e' un lavoro molto molto difficile, certosino se si vogliono fare le cose veramente per bene! Nota bene che spesso questa delle voci troppo in primo piano e' dovuto anche al fatto che vengono dati dei master audio senza le voci di cattiva qualita' e nel cercare di adattare al meglio spesso si riverberano le voci non proprio in maniera, diciamo, corrispondente all'ambiente nel quale si svolge una scena piuttosto che "vederle" molto piu grandi di quel che dovrebbero essere rispetto alla posizione relativa di chi va parlando!

Anche io davo un po scontata la colonna sonora de "i racconti di terramare" proprio per questo tema cosi maledettamente "facile" , decisamente "irlandese" , ma dopo la visione del "making of" mi sono ricreduto e lo scoprire quali strumenti sono stati utilizzati (alcuni decisamente distanti anni luce dall'Irlanda) e in che maniera mi ha aperto le orecchie! (con gli amici/conoscenti mi spaccio per tecnico del suono fai-da-te con un modesto ma discretamente attrezzato studio di registrazione.. scusatemi ma queste cose mi fanno un po godere :oops: )

Domanda.. nello speciale della colonna sonora i titoli parlano di "seconda parte" (aiuto, forse prima non ricordo bene..) ..nessuno ne sa niente? ..ci sono altri speciali in proposito? ..saranno forse nell'edizione Jap?

Avatar utente
jobi1
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1890
Iscritto il: ven apr 18, 2003 9:27 pm
Località: Milano

Re: Ged Senki / I racconti di Terramare - DVD Edizione italiana

Messaggio da jobi1 »

strano per un film di animazione che anche in lingua originale è doppiato. Capisco nei film "in presa diretta", ma a livello tecnico tra un paese e l'altro non dovrebbe cambiare nulla su come si esegue un doppiaggio (basti avere si intende le piste separate, non come i ridoppiaggi televisivi warenr in cui non avendo piste separate hanno dovuto rifare tutti gli effetti sonori e la colonna sonora da capo ...chiaramente con risultati veramente pietosi).
Immagine Genio matematico, marito ideale nonché maestro jedi jobi1 Kenobi :king: Immagine Immagine

Avatar utente
ghila
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1745
Iscritto il: lun gen 24, 2005 11:37 am
Località: Bergamo

Re: Ged Senki / I racconti di Terramare - DVD Edizione italiana

Messaggio da ghila »

Shito ha scritto:Per 'telefonata' (strano termine) intendi distante come audio, troppo equalizzata sugli alti (come nell'effetto telefono del mix, per intenderci)[...] oppure ...[...]
Già altri hanno definito per bene il concetto di "telefonata". Mi scuso con tutti per l'utilizzo improprio del termine, ero di corsa e non mi sono nemmeno posto il problema che effettivamente poteva creare difficoltà di comprensione.
Oltre ai significati già espressi da heim e job1 io l'ho sempre sentita utilizzata in ambito musicale dai musicisti di fusion. Per questo la associo molto di più all'ambito da me amato che quello sportivo (da me abbandonato oramai vent'anni fa... :roll: ).
Chiedo venia. In realtà era proprio la seconda ipotesi da te prospettata Shito: a tratti è effettivamente "banale". Ma nemmeno questo termine è giusto. In realtà, per quanto io mi ricordi (devo ancora rivederlo), la musica strumentale non mi ha certo colpito o non ha caricato le scene della "profondità" necessaria. Cioè è spesso stata una "mera" colonna sonora anzichè un attore recitante nella pellicola.
La lezione di Kubrick al riguardo è di fondamentale importanza e ha oramai contaminato il nostro modo di intendere la musica per scene cinematografiche. Il rischio è proprio la banalizzazione, la costruzione di una semplice colonna sonora abbastanza scontata. Certamente, il sottoscritto non avrebbe potuto far meglio, anzi probabilmente sarebbe caduto nel banale anche nella scrittura della bella canzone di Therru (ripeto, è davvero evocativo che la musica non parta durante l'esecuzione a cappella di lei. Questo, ad esempio, vuol dire "non essere telefonata" :) ) quindi mi scuso se sono sembrato saccente. Non era mio volere.

Riguardo invece al tuo discorso circa il remix del suono per il DVD sfondi a mio avviso una porta aperta shito. Proprio come ha scritto hypnogeco in Italia si è abituati ad un volume incredibilmente alto delle voci sull'ambiente. Per questo ho ammirato del tuo lavoro anche l'esserti speso per l'audio in sala in modo che suonasse simile all'originale, anche in questo dettaglio davvero significativo.
In sala ad esempio alcune voci sembravano sommerse dal mare in tempesta iniziale, eppure si distiguevano le parole (grandi fonico uhe!) e sembrava proprio di essere in centro alla scena. E' stata una scelta davvero azzeccata e controcorrente e ringrazio shito per questo.
Probabilmente, rendendosi conto della differenza con "la moda dell'audio" imperante in italia, per il DVD è stato fatto un remaster del mix di shito ed esaltando certe frequenze per far sentire di più le voci potrebbero aver rovinato questo bell'impasto.
Oppure hanno addirittura rifatto il mix. Magari pensando di fare una cosa buona e giusta... peccato però. :roll:
hypnogeco ha scritto:Non vorrei peccare di "presunzione" ma questo delle voci in primo piano e' il classico difetto di tutti i films doppiati. Basta fare una comparazione tra la lingua italiana e quella originale di un qualsiasi DVD per rendersi conto, ancora non ho visto questo in discussione e quindi non posso dare un giudizio diretto sullo stesso ma ad esempio ne "Il castello errante" le differenze tra Italiano/jap sono "disarmanti" senza nulla togliere al lavoro fatto dai tecnici della LR!
L'hai visto al cinema? Sia howl che terramare? Ti assicuro che al cinema l'audio era molto migliore nella caratteristica da te sottolineata. Terramare ancora più di Howl. A mio avviso hanno rimasterizzato tutto. Probablmente hanno mixato con degli steam diversi e per il DVD hanno richiesto allo studio mastering una nuova calibrazione.
Anche io davo un po scontata la colonna sonora de "i racconti di terramare" proprio per questo tema cosi maledettamente "facile" , decisamente "irlandese" , ma dopo la visione del "making of" mi sono ricreduto e lo scoprire quali strumenti sono stati utilizzati (alcuni decisamente distanti anni luce dall'Irlanda) e in che maniera mi ha aperto le orecchie!
L'orchestrazione è solo uno degli aspetti portanti e se è ben fatta rafforza la mia convinzione che l'artista che ha proceduto alla scrittura dell'OST non sia uno sprovveduto. Però il risultato nella "parte irlandese" (definiamola così, sminuendola e me ne scuso) è un tema, accidenti, davvero maledettamente "easy listening". Questo non significa che il comositore non sappia scrivere nulla di meglio, ma che secondo me ha interpretato tali scene in una maniera che io ritengo poco accattivante. Comunque sono proprio curioso di vedere quell'extra, grazie della segnalazione.

OT:
(con gli amici/conoscenti mi spaccio per tecnico del suono fai-da-te con un modesto ma discretamente attrezzato studio di registrazione.. scusatemi ma queste cose mi fanno un po godere :oops: )
Questa è una cosa davvero interessante! Homerecording digitale o hai qualcosa di analogico? Stiamo registrando con il gruppo l'ultimo album e ci stiamo provando nel nostro studio assolutamente non attrezzato, ma sfruttando noleggi e amicizie varie.
Complimenti per la tua passione! :D
FINE OT
Raro concedit, numquam negat, semper distinguit

cipeciop
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 572
Iscritto il: mar gen 04, 2005 3:27 pm

Re: Ged Senki / I racconti di Terramare - DVD Edizione italiana

Messaggio da cipeciop »

Dopo aver visto lo special mi sembra di aver capito che Terashima aveva le idee molto molto confuse! Non sono un musicista, ma mi chiedo: è normale che si componga il tema principale senza tener conto dell'estensione dello strumento che dovrà eseguirlo? E poi uscirsene con: "Beh, se con questo strumento non riesco ad ottenere le note basse allora le creo col sintetizzatore." :scered:
... E le pressioni ricevute da Suzuki (che ha imposto le sue idee anche sulla storia e la sceneggiatura: è il vero autore del film!) hanno complicato ulteriormente le cose. :?

La questione principale che non hanno trattato nello special è: hanno provato a rivolgersi ad altri (Hisaishi) prima di scegliere Terashima? :twisted:

PS Interessante il significato di "telefonata".
Utente che se n'è andato.

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Ged Senki / I racconti di Terramare - DVD Edizione italiana

Messaggio da Shito »

Sulla scelta di Terashima, ovviamente non possiamo sapere. Quel che sappiamo è che Miyazaki Goro se n'è definito non solo soddisfatto, ma favorevole, in quanto "non sarebbe riuscito a sentirsi a suo agio con un veterano come Hisaishi, mentre con un giovane come Terashima il dialogo era paritetico e ho potuto fargli capire cosa volevo ottenere".

Mi chiedo se il minimalismo della colonna sonora di Ged Senki non sia sempre dovuto alla ricercata semplicità (neocalssica) voluta dal regista per stile di disegno, sceneggiatura, tutto. Chiaramente semplicità, linearità, non vuol necessariamente dire scontatezza, anche se si potrebbe dire che la 'non scontatezza' tende comunque e sempre a stupire l'ascoltatore, quindi a carpirne comunque l'attenzione. Mi pare un po' una coperta corta, tra minimalismo effettuale e voglia di non-banalità.

Di per me, non ho nulla contro la banalità. Sarà un retaggio francese, ma io dico "beh, è banale" (c'est banale) in senso non dispregiativo, ma come a dire "certo, è sensato, ovvio, LOGICO". In effetti i francesi sono i padri della logica, a pensarci. Le cose logiche, dico io, sono sempre banali. La sensatezza è banale. La ragionevolezza è banale. Quando si espone una tesi logica e sensata, fosse anche originale (nel senso di inedita), essa diviene banale nell'orecchio di chi ascolta nel momento stesso in cui viene pronunciata, perché la sensatezza è sempre banale. Come diceva Voltaire, nell'uomo non c'è nulla di più vecchio della ragione, del resto, perché in fondo non è proprio la ragione che distingue, caratterizza e indi INDIVIDUA l'uomo (la seconda è un'aggiunta mia, forse originale/inedita, ma sicuramente banale).

Quanto al discorso colonna musica&effetti / colonna parlato.

Per il presa diretta, credo che in doppiaggio noi italiani siamo semplicemente incapaci ad emularne il suono.

Per il 'doppiato di ciò che era originariamente doppiato', il discorso cambia. So dovrebbe in teoria poter ricreare lo stesso suono. Ovviamente ci sono delle difficoltà stilistiche.

La prima, obiettiva, è che il giapponese ha un indice di riconoscibilità acustica molto più alto dell'italiano, perché è privo di incontri consonantici. Indi, "si capisce sempre, anche se appena percettibile". L'italiano tutto il contrario.

La seconda è un discorso di incisione. Con che microfoni, con quale compressione e a quale distanza incidono in Giappone? La mia sensazione è che in Giappone incidano 'molto vicini al microfono' per poter 'prende la voce' nella maniera più pura possibile, e poi 'lavorarci' come se avessero un mero elemento a livello di ingegneria del suono. Penso questo perché ho notato che se si incide a distanza dal microfono, ovvero "facendo campo audio reale" (per gli interni), poi l'inciso è molto meno gestibile sia a livello di volumi che di generale impasto con la colonna. Ma questa è un'idea mia.

La terza è un discorso di mix. Nel mix cinema di Howl e Terramare ho fatto del mio meglio per avvicinarmi all'originale. Feci così anche con FLCL. Ho citato questi prodotti perché sono tutti e tre appartenenti a una 'nouvelle vague' del doppiaggio giapponese, che dà molta presenza alle voci. Però la colonna si sente, resta forte. In sostanza, è un mix audio fatto per essere ascoltato in sala, a volumi alti. E' proprio fatto per essere 'alto', sia voci (alte sopra la musica) che musica (alta in senso assoluto).

Non so se per il DVD sia stato fatto un remix, e se sì se in automatico e meno. Questo fatto -odioso- delle colonne n.1 sta facendo un gran casino. Io sono sempre per il True Stereo anche per questo. Alla fine in genere si 'comprime' un mix 12876487.1 in due canali stereo, e i livelli reciproci (percettivi) di musica (che sta su tutti i canali) e parlato (che sta solo sui centrali) va a farsi benedire. Allora si enfatizzano i centrali (sennò non si sentirebbe nulla) e gli equilibri sempre a farsi benedire vanno.

Non so se sono riuscito a farmi intendere...
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
MaRu
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 291
Iscritto il: mer ott 22, 2003 11:06 am
Località: Cartoonia

Re: Ged Senki / I racconti di Terramare - DVD Edizione italiana

Messaggio da MaRu »

io ancora devo acquistarlo. la fumetteria più vicina al sottoscritto è in mano a un [CENSURA] . Faccio prima a ordinarlo sul web.
Non vedo l'ora.

Avatar utente
Muska
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1702
Iscritto il: lun mag 17, 2004 10:16 pm
Località: La Città Eterna

Re: Ged Senki / I racconti di Terramare - DVD Edizione italiana

Messaggio da Muska »

Shito ha scritto:Sulla scelta di Terashima, ovviamente non possiamo sapere. Quel che sappiamo è che Miyazaki Goro se n'è definito non solo soddisfatto, ma favorevole, in quanto "non sarebbe riuscito a sentirsi a suo agio con un veterano come Hisaishi, mentre con un giovane come Terashima il dialogo era paritetico e ho potuto fargli capire cosa volevo ottenere".
Avevo già riflettuto lungamente sulle scelte stilistico-compositive di Terashima, e le oneste parole di Goro hanno dato il "la" a quella che mi pare la coretta interpretazione di una colonna sonora difficile da decifrare nella sua ragion d'essere, per me almeno, sia alla prima visione che poi ai primi ascolti.
La conduzione delle parti musicali sbarra ogni dubbio sulla "maestria del mestiere", dunque Terashima è palesemente in possesso dei segreti della confraternita (c'est à dire : è un ottimo compositore).
Il punto è quello che con il solito acume Shito ha saputo enucleare qui sotto :
Shito ha scritto:Mi chiedo se il minimalismo della colonna sonora di Ged Senki non sia sempre dovuto alla ricercata semplicità (neocalssica) voluta dal regista per stile di disegno, sceneggiatura, tutto. Chiaramente semplicità, linearità, non vuol necessariamente dire scontatezza, anche se si potrebbe dire che la 'non scontatezza' tende comunque e sempre a stupire l'ascoltatore, quindi a carpirne comunque l'attenzione.
Dunque una "subtle" concezione della OST volta a conciliare l'indirizzo estetico-formale delll'autore con le esigenze sub-strutturali (e dunque anche psicoacustiche) che, non bastasse, vengono in qualche modo fortemente richieste anche dalla produzione; non un lavoro facile, insomma, ma neanche impossibile per la duttilità del compositore.
Il risultato può piacere o meno, ma va riconosciuta almeno una certa armoniosa aderenza concettuale della scrittura musicale alla cifra stilistica immanente nelle scelte creative del nostro Goro, in fondo novello artiere "sensu strictu".
Shito ha scritto:La seconda è un discorso di incisione. Con che microfoni, con quale compressione e a quale distanza incidono in Giappone? La mia sensazione è che in Giappone incidano 'molto vicini al microfono' per poter 'prende la voce' nella maniera più pura possibile, e poi 'lavorarci' come se avessero un mero elemento a livello di ingegneria del suono. Penso questo perché ho notato che se si incide a distanza dal microfono, ovvero "facendo campo audio reale" (per gli interni), poi l'inciso è molto meno gestibile sia a livello di volumi che di generale impasto con la colonna. Ma questa è un'idea mia.
Aggiungo solo qualcosa a quest'altra intuizione, che è fondamentalmente corretta.
Quando si registra a distanza dal microfono, si crea un materiale sonoro molto meno "presente", i vecchi fonici parlavano di "aria" presente sul nastro registrato, ed è un modo di dire che rende bene l'idea... :)
Se dobbiamo parlarne più addentro all'aspetto tecnico, il fatto è che la distanza crea una fasatura del segnale assai diversa da quello che la configurazione generalemente usata (cardioide) produce.
Insomma, quando poi, come dice giustamente Shito, si cerca di incrementare il guadagno di quelle tracce possono venir fuori i guai...
Del resto se coninciamo qui a disquisire della verosimiglianza delle camere di riverberazione elettroniche rispetto al posizionamento polidistanziale delle microfonature non la smettiamo più... :lol:
"Pur sprovvisto di soldati, e solo, combatteva il mondo e i suoi vizi in questo luogo". (Yasushi Inoue).

Avatar utente
Tuffgong
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 589
Iscritto il: ven ott 12, 2007 11:27 am
Località: Cesenatico

Re: Ged Senki / I racconti di Terramare - DVD Edizione italiana

Messaggio da Tuffgong »

Siete "Grandi"!
Queste discussioni sono impagabili. :prostrare:
Immagine
"Ciò che ho realizzato è definita un'eresia da alcuni fan di Lupin, ma io penso che tutte le opere su Lupin, a parte quelle realizzate da noi, siano insignificanti!" H.M