Kurenai no Buta - rigorosamente in italiano

Discussioni su gli autori e gli anime Ghibli e Pre-Ghibli

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
Muska
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1702
Iscritto il: lun mag 17, 2004 10:16 pm
Località: La Città Eterna

Re: Porco Rosso - stralci dal (ri)doppiaggio

Messaggio da Muska »

pippov ha scritto: .. magari ne farei a meno, ecco... :sorriso2:
Che uomo parco: da ammirare.



:lol:
"Pur sprovvisto di soldati, e solo, combatteva il mondo e i suoi vizi in questo luogo". (Yasushi Inoue).

Avatar utente
Ratto Volante
Membro
Membro
Messaggi: 145
Iscritto il: ven feb 27, 2009 1:36 pm
Località: Genova

Re: Porco Rosso - stralci dal (ri)doppiaggio

Messaggio da Ratto Volante »

Piuttosto sarebbe carino avere le due versione quando verranno affrontate opere come Mononoke o Sen to Chihiro, giusto per far capire come non si deve stravolgere un'opera! :sorriso2:
- Una persona è matura. La gente è un animale ottuso pauroso e pericoloso (Agente K)
- La morte è come il sesso al liceo: se sapessi quante volte ci sei andato vicino ti piglierebbe un colpo (George Lass)
- Fletto i muscoli e sono nel vuoto [Rat-Man]

Deepness
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 34
Iscritto il: ven gen 08, 2010 10:07 pm

Re: Porco Rosso - stralci dal (ri)doppiaggio

Messaggio da Deepness »

Cobra70 ha scritto:Lo stesso senso che ha avuto l'aver inserito all'interno dei dischi di "Conan il ragazzo del futuro" il doppiaggio originale presente sui dvd della Yamato Video.
Cobra70
Concordo con quanto detto da pippov poco sopra. Le situazioni sono assai diverse. Conan doveva scontare (come molti altri titoli degli anni 70/80) il fatto di avere un doppiaggio "riconoscibile" e "amato" (in buona misura almeno) da coloro che videro l'anime in quel periodo e che in più occasioni, hanno mostrato "difficoltà" nell'accettare nuove voci e adattamenti, seppur più coerenti e aderenti all'originale. Considerando che i primi destinatari delle versioni home sarebbero stati appunto "i ragazzi degli '80", l'inserimento del doppiaggio storico doveva servire principalmente ad "accontentare" (non perdere) i fans di vecchia data, cercando nel contempo di conquistarne di nuovi "indirizzandoli" verso la nuova edizione (non per caso passata infatti anche in televisione). Io stesso non ho disdegnato la presenza di questo "extra" (essendo io per primo un "vecchio nostalgico"... :mrgreen: ) nella versione più recente dei dvd by dynit, ma nel contempo devo anche aggiungere che la nuova versione mi ha soddisfatto. Il "defunto" doppiaggio di Porco Rosso quindi, non ha motivo di essere riportato alla luce. Lo stesso Shito dice chiaramente che "il 'vecchio' doppiaggio altro non è che una brutta copia di quello eseguito adesso", per cui direi tranquillamente: lasciamolo riposare in pace!
Prepariamoci invece alla visione di un Porco Rosso "inedito" (nel nostro idioma, naturalmente), dal quale sapremo certamente trarre grandi emozioni! :sorriso:

Avatar utente
ghila
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1745
Iscritto il: lun gen 24, 2005 11:37 am
Località: Bergamo

Re: Porco Rosso - stralci dal (ri)doppiaggio

Messaggio da ghila »

Ratto Volante ha scritto:avere le due versione quando verranno affrontate opere come Mononoke o Sen to Chihiro
!!! :)
Ne vedremo delle belle (visto che delle brutte ne abbiamo già viste abbastanza...)! :wink:
Raro concedit, numquam negat, semper distinguit

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Porco Rosso - stralci dal (ri)doppiaggio

Messaggio da Shito »

Sulla questione "doppiaggi storici":

Chi riconosce un errore e non lo corregge, ha commesso un altro errore.

Ovvero:

l'unico posto in qui quei doppiaggi andrebbero messi è il dimenticatoio della damnatio memoriae.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
genbu
Kodama
Kodama
Messaggi: 1283
Iscritto il: gio giu 09, 2005 2:47 pm
Località: Roma

Re: Porco Rosso - stralci dal (ri)doppiaggio

Messaggio da genbu »

A quanto si dice su internet, Il festival internazionale del film di Roma (che si terrà dal 28 ottobre al 5 novenbre)potrebbe porre all'attenzione del pubblico ghibliano una succulenta anteprima.

Mmmm... quindi era questo che si tramava nell'ombra... :D
"Durante la mia fanciullezza i dolori e le gioie superavano quelli di ogni altro. Cantavo e piangevo senza ragione, ma sempre sinceramente. Con l'età mi sono guastato. Ma la mente del bambino ritorna in me durante i sogni." Gong Zizhen

Avatar utente
sdz
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 439
Iscritto il: dom set 05, 2004 7:52 pm
Località: Firenze

Re: Porco Rosso - stralci dal (ri)doppiaggio

Messaggio da sdz »

Confermata la presenza di una retrospettiva succulenta sullo Studio Ghibli! Ecco i titoli
OTSUKA YASUO NO UGOKASU YOROKOBI
KURENAI NO BUTA
OMOHIDE PORO PORO
KAZE NO TANI NO NAUSHIKA
MAJO NO TAKKYUBIN
HEISEI TANUKI GASSEN PONPOKO
YANAGAWA HORIWARI MONOGATARI
MIMI WO SUMASEBA
SEN TO CHIHIRO
MONONOKE HIME

Ed ecco il programma

Non mi pare sia specificato la lingua di proiezione per i titoli già editi Porco Rosso compreso

pippov
Tanuki
Messaggi: 3563
Iscritto il: dom apr 13, 2003 11:59 am

Re: Porco Rosso - stralci dal (ri)doppiaggio

Messaggio da pippov »

Alla faccia dell'anteprima...
Adesso capisco a cosa sarebbero servite le giornate di 72 ore! :scered:

Mi fate paura voi 2... C'è qualcosa che non potete fare? :sorriso2:
Si tratta della mia filosofia di vita. Io rispetto tutti, se qualcuno dice che Mourinho non e' meglio di lui sono d'accordo. Ma non posso vivere in questo mondo competitivo pensando che qualcuno sia meglio di me - Jose' Mourinho

Avatar utente
Muska
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1702
Iscritto il: lun mag 17, 2004 10:16 pm
Località: La Città Eterna

Re: Porco Rosso - stralci dal (ri)doppiaggio

Messaggio da Muska »

pippov ha scritto: Mi fate paura voi 2... C'è qualcosa che non potete fare? :sorriso2:
Sciogliere l'attack speciale che ti tiene incollato a Pescara: quello è troppo per chiunque !
"Pur sprovvisto di soldati, e solo, combatteva il mondo e i suoi vizi in questo luogo". (Yasushi Inoue).

Avatar utente
ghila
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1745
Iscritto il: lun gen 24, 2005 11:37 am
Località: Bergamo

Re: Porco Rosso - stralci dal (ri)doppiaggio

Messaggio da ghila »

sdz ha scritto:YANAGAWA HORIWARI MONOGATARI
Scusate, ma questo film di Takahata non sapevo nemmeno esistesse :aaaaaah:
Raro concedit, numquam negat, semper distinguit

Avatar utente
Muska
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1702
Iscritto il: lun mag 17, 2004 10:16 pm
Località: La Città Eterna

Re: Porco Rosso - stralci dal (ri)doppiaggio

Messaggio da Muska »

ghila ha scritto: YANAGAWA HORIWARI MONOGATARI
Scusate, ma questo film di Takahata non sapevo nemmeno esistesse
E' un meraviglioso documentario sui canali di Yanagawa, un'immersione calma ed appagante in una realtà complessa e assai fragile.
Il DVD si trova facilmente, con i sottotitoli in inglese.

(Approfitto per mandare un abbraccio a tutti e tre, nel frattempo. :) )
"Pur sprovvisto di soldati, e solo, combatteva il mondo e i suoi vizi in questo luogo". (Yasushi Inoue).

tasuku
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 313
Iscritto il: sab nov 04, 2006 11:21 am

Re: Porco Rosso - stralci dal (ri)doppiaggio

Messaggio da tasuku »

Cobra70 ha scritto:
Shito ha scritto:A tutti gli effetti il 'vecchio' doppiaggio altro non è che una brutta copia di quello eseguito adesso, da ogni punto di vista.
Non capisco il senso, o il fine, dell'osservazione di Cobra.
Lo stesso senso che ha avuto l'aver inserito all'interno dei dischi di "Conan il ragazzo del futuro" il doppiaggio originale presente sui dvd della Yamato Video.
Io un senso non lo vedo, da un punto di vista di rispetto dell'originale. Al piu' posso intuire una presunta finalita' commerciale, per non scontentare i fan della nostalgia (e, conseguentemente, invogliarli all'acquisto)
Per la cronaca, chi ha editato quei DVD ha ritenuto che quella fu-sigla italiana fosse talmente "storica" da dover essere inserita anche nella pista audio col nuovo doppiaggio italiano (quello con Patriarca+Padoan), sia in testa che in coda. Riservando le sigle originali alla sola pista giapponese.

Non mi stupisce che quest'editore sia lo stesso che ha deciso di usare recentemente la pronuncia gUndam anziche' gAndam, pur sapendo che la prima pronuncia e' sbagliata.

Avatar utente
PeterParker
Membro
Membro
Messaggi: 76
Iscritto il: lun giu 20, 2005 4:50 pm
Località: Bologna

Re: Porco Rosso - stralci dal (ri)doppiaggio

Messaggio da PeterParker »

C'è da dire che esiste anche una filologia - per così dire - delle traduzioni.

Faccio un esempio, non so quanto calzante ma comprensibile - credo - a tutti: nella trilogia originale di Guerre Stellari i traduttori italiani decisero, per motivi di sonorità della pronuncia, di storpiare o cambiare proprio alcuni nomi dei protagonisti. Così Darth Vader e diventato Dart Fener, Leia è diventata Leila, Han è diventato Ian e, addirittura, R2-D2 è diventato C1-P8 e C3PO è cambiato in D3BO (sorvolando sulla guerra dei cloni, divenuta misteriosamente la guerra dei quoti!).

Quando è stata prodotta la trilogia dei prequel i traduttori hanno scelto di rimanere fedeli all'originale e i due droidi (esattamente gli stessi che avevamo già visto nelle loro future avventure) sono diventati, o meglio sono tornati ad essere, C3PO e R2-D2. Ebbene, pur consapevole della fedeltà all'originale, confesso di aver provato un forte disagio a sentire quei nomi, essendomi ormai affezionato alla versione riadattata.

Spero di aver fatto capire cosa volevo dire!

Avatar utente
Muska
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1702
Iscritto il: lun mag 17, 2004 10:16 pm
Località: La Città Eterna

Re: Porco Rosso - stralci dal (ri)doppiaggio

Messaggio da Muska »

Come ci si può affezionare a qualcosa che ci è stato propinato, ingannati sia per crassa ignoranza, sia (peggio) ad arte per ignobile fine basso-commerciale, da cialtroni incapaci di deontologia professionale ?
Questo io mi chiedo sempre, non riesco proprio a capacitarmi.
Come si può essere solo e solamente presi da una propria esperienza autistica, insignificante in quanto occasionale e fallace (il contrario cioè di "universale e necessaria"), priva della più elementare pulsione epistemologica che dia l'unico senso possibile e valido alla fruizione di un'opera ??
Come si può, insomma, attribuire la pur minimale dignità di "affezione" ad una simile nullità di esperienza, in quanto totalmente fuorviata da un inganno di traduzione e/o adattamento, tantopiù se rifilato colpevolemente e intenzionalmente ?
Siamo così stoltamente storditi da una edonistica e psico-egotica follia di iperattribuzione di importanza a qualsiasi cosa faccia parte della nostra povera, piccola micro-esperienza, e dei nostri ricordi, ben patetici nella fattispecie ?
Io mi sentirei un idiota ad "affezionarmi" ad un falso imbecille qualsivoglia.

Ma se, poniamo, Mozart, nella Sonata in Si bemolle maggiore KV570 ha scritto chiaramente un re diesis alla misura n.6 e il deficiente di turno (buon esempio: Allevi) per suo capriccio vi propina un re naturale, e la impariamo così, non dovremmo essere felici di scoprire il prima possibile che è un inganno e "reimparare" la melodia con la nota corretta con grande sollievo ?
Non è questa la corretta e unica forma di conoscenza, l'unica che possa suscitare una qualche soddisfazione di fruizione ?
Il fatto che l'abbiamo imparata sbagliata può mai essere degno di una qualsivoglia affezione introiezionale ?? :shock:
"Ridatemi il mio doppiaggio , non importa che sia falso, non importa che sia una porcheria: è più importante che sia il mio".
IO.
Io ed io solo.
Contano solo le MIE sensazioni, i MIEI ricordi fasulli, non l'opera, non il sudore e il sangue di chi l'ha confezionata, non il significato vero ed unico, originale.

Cioè: il vuoto annichilente del nulla.
"Pur sprovvisto di soldati, e solo, combatteva il mondo e i suoi vizi in questo luogo". (Yasushi Inoue).

Avatar utente
Arren
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 20
Iscritto il: ven gen 11, 2008 11:11 am
Località: Roma

Re: Porco Rosso - stralci dal (ri)doppiaggio

Messaggio da Arren »

Si tende spesso ad anteporre l'egotica istanza nostalgica all'assoluto dell'originale, a discapito di una qualsivoglia attenzione verso l'univoca veracità di quest'ultimo. Penso che si tratti di un tipo di afflato nostalgico assai pericoloso, poiché si accontenta di appigliarsi ciecamente all'abito infantile senza più sottoporlo a giudizio.

Ciò che si è amato in gioventù nella sua forma deteriore non dovrebbe mai prescindere (in una situazione di ideale maturità) dalla rettifica dell'intelletto. A mio avviso, la nostalgia può diventare virtuosa (o per meglio dire tollerabile) solo laddove quella mutila affezione giovanile vada a convogliarsi in un incentivo allo slancio conoscitivo reale verso l'oggetto.

Altrimenti è solo feticistica idolatria di sé, non c'è verità dell'opera, non c'è contatto comunicativo di alcun genere: come direbbe forse Shito, "ci si limita a specchiarsi sul volto altrui".
La paura senza coscienza, anticamera dell'abulia. La volontà senza vincoli, ciglio della voragine.