Libri su Miyazaki/Studio Ghibli

Discussioni su gli autori e gli anime Ghibli e Pre-Ghibli

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
Valens
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 195
Iscritto il: lun apr 04, 2011 10:38 pm

Libri su Miyazaki/Studio Ghibli

Messaggio da Valens » mar apr 05, 2011 8:56 pm

Un saluto a tutti quanti!

Apro il mio primo thread in questo forum (escluso quello nella sezione delle presentazioni) per parlare di un argomento di grande interesse -almeno per me-.
Mi riferisco alla bibliografia relativa all'opera dello Studio Ghibli e del suo più noto esponente, Hayao Miyazaki, che parrebbe non essere troppo vasta.

Si tratta di un interesse che ha cominciato a serpeggiare in me solo in questo periodo, avendo finora diffidato della critica nostrana (intendo occidentale) sull'argomento.
Qualche giorno fa sono capitato a leggere non di uno, ma di ben quattro libri dedicati allo Studio Ghibli: tre dei questi riguardano Miyazaki, l'ultimo Takahata.

Hayao Miyazaki - Il dio dell'anime - Alessandro Bencivenni

Hayao Miyazaki - Le insospettabili contraddizioni di un cantastorie - Alessia Spagnoli

L'incanto del mondo - Il cinema di Miyazaki Hayao - Anna Antonini

The Art of Emotion - Mario A. Rumor

Credo che il primo e il quarto li conosciate tutti, essendo piuttosto rinomato nella comunità del fan italiani.
Inoltre sono ben felice di sapere che in questi ultimi anni la fama dello Studio Ghibli abbia raggiunto anche l'Italia, che ne è sempre stata se non esclusa, limitata a pochi appassionati.
La presenza di questi libri nelle librerie è un ottimo veicolo per diffondere la conoscenza di questi straordinari autori anche tra i profani.

Attualmente ho acquistato il secondo, che sto ancora leggendo e del quale vi darò un parere più avanti.

Mi piacerebbe molto conoscere la vostra opinione in merito e, al contempo, avere magari qualche suggerimento in merito a qualche altro testo (magari straniero).

Grazie a tutti! :D
Ultima modifica di Valens il mer apr 06, 2011 2:29 pm, modificato 1 volta in totale.

atchoo
Sposino
Messaggi: 3967
Iscritto il: dom apr 13, 2003 1:22 pm

Re: Libri su Miyazaki/Studio Ghibli

Messaggio da atchoo » mer apr 06, 2011 6:22 am

Valens ha scritto:Marco Rumor
Si chiama Mario. :si:
Anzi, Mario A.! :sorriso2:

Avatar utente
dolcemind
Susuwatari
Susuwatari
Messaggi: 1038
Iscritto il: gio ago 10, 2006 12:53 pm
Località: Roma, nei pressi.

Re: Libri su Miyazaki/Studio Ghibli

Messaggio da dolcemind » mer apr 06, 2011 6:49 am

Valens ha scritto:avere magari qualche suggerimento in merito a qualche altro testo (magari straniero).

Grazie a tutti! :D
Sicuramente Starting-point: 1979-1996 (Viz Media) che accoglie direttamente il pensiero di Hayao Miyazaki attraverso
interviste, partecipazione a conferenze, dibattiti, etc. nonchè interviste a chi "lo ha visto crescere" da semplice
disegnatore fino a diventare un autore. E' un libro che permette di capire non "l'interpretazione del pensiero di..."
ma "il pensiero di...". Andrebbe letto prima di ogni altro a mio parere.
:D
p.s:
Qui alcune informazioni:
http://www.viz.com/product?id=5855

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Libri su Miyazaki/Studio Ghibli

Messaggio da Shito » mer apr 06, 2011 9:51 am

Sottoscrivo quello che ha detto il maiale sopra di me.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Valens
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 195
Iscritto il: lun apr 04, 2011 10:38 pm

Re: Libri su Miyazaki/Studio Ghibli

Messaggio da Valens » mer apr 06, 2011 12:28 pm

@ atchoo: Oooops... chiedo venia! :P

@ dolcemind e Shito: Grazie mille! mi informerò!

Comunque al momento il volume di Alessia Spagnoli che sto leggendo merita e a quanto vedo rimanda spesso al testo di Bencivenni. Nonostante alcuni difetti (che elencherò approfonditamente in seguito), mi sembra comunque una lettura consigliata.

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Libri su Miyazaki/Studio Ghibli

Messaggio da Shito » mer apr 06, 2011 2:02 pm

Il terribile della letteratura accademica è che diviene fonte di sé stessa, e quindi autoreferenziale.

E' per questo (tra l'altro) che la darei tutta (o quasi) alle fiamme.

Odio la ridondanza ciclica.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Valens
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 195
Iscritto il: lun apr 04, 2011 10:38 pm

Re: Libri su Miyazaki/Studio Ghibli

Messaggio da Valens » mer apr 06, 2011 2:27 pm

Shito ha scritto:Il terribile della letteratura accademica è che diviene fonte di sé stessa, e quindi autoreferenziale.

E' per questo (tra l'altro) che la darei tutta (o quasi) alle fiamme.

Odio la ridondanza ciclica.
Si sono abbastanza d'accordo per molti versi, va però detto che (almeno a quanto ne so) i libri da me citati sono quantomeno strutturati in maniera diversa,
con il secondo uscito (quello che sto leggendo) che propone un'analisi quantomeno originale: ogni capitolo commenta due film alla volta, accomunati dai protagonisti/temi "gemelli".

L'autrice naturalmente si premura di sottolineare sia le analogie sia le differenze dei lungometraggi messi a confronto, spesso paragonandoli anche alle altre opere del regista.
In tal senso ho apprezzato molto il primo capitolo, dedicato a Nausicaa e a San, davvero ben fatto e finora il più interessante.

Ciò che mi fa storcere il naso è, oltre allo stile scrittorio pieno di colloquialismi (e anche di qualche errore di grammatica, ma faccio finta che sia un brutto scherzo della stampa XD)
e tuttavia aggravato anche da una certa ridondanza in alcuni passi, è il difetto della critica italiana -ma forse non solo-, ovvero l'evidente desiderio di caricare di significato anche degli elementi
in cui esso è al massimo ipotizzabile, specie quando si tratta di sottolineare la connotazione ideologica delle opere miyazakiane. Non che quest'ultime siano un elemento secondario, tutt'altro,
ma in questo caso mi sembra che l'autrice tenda a calcare troppo la mano (penso soprattutto al capitolo relativo a Porco Rosso, forse il più "problematico" da questo punto di vista).

Inoltre a volte la Spagnoli abbandona (forse consapevolmente, ma non mi è sembrato) la sua vena "accademica" per darsi a lodi sperticate in maniera forse troppo "encomiastica"
(mi riferisco in particolar modo ai capitoli dedicati a Lupin III ed a Sherlock Holmes), ma va anche detto che dopotutto un testo critico ha il compito di esprimere il parere soggettivo dell'autore,
nonostante le pretese di oggettività che tuttavia non mancano al libro.

Rimane comunque una lettura piacevole e consigliata! :)

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Libri su Miyazaki/Studio Ghibli

Messaggio da Shito » mer apr 06, 2011 4:35 pm

Non credo che abbia senso associare le opere di un autore secondo una propria logica categorizzante.

Le realtà non ha bisogno di essere messa in cassetti con delle etichette individuali per essere osservata, ed eventualmente compresa.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
*Kiki*
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 342
Iscritto il: mar mar 31, 2009 6:33 pm

Re: Libri su Miyazaki/Studio Ghibli

Messaggio da *Kiki* » gio apr 07, 2011 10:39 am

Fra i libri sullo studio Ghibli oggetto di questa discussione sono compresi anche i romanzi tratti dai film dello studio Ghibli? 8)
Una casa senza libreria è una casa senza dignità,
ha qualcosa della locanda,
è come una città senza librai,
un villaggio senza scuole,
una lettera senza ortografia.

Edmondo De Amicis

Avatar utente
Valens
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 195
Iscritto il: lun apr 04, 2011 10:38 pm

Re: Libri su Miyazaki/Studio Ghibli

Messaggio da Valens » sab apr 09, 2011 6:19 pm

Scusate il ritardo per la risposta.

@ Shito: Forse sono stato io ad esprimermi male. Dedicando i capitoli al paragone fra due film, La Spagnoli non intende dividere l'opera di Miyazaki per categorie, tutt'altro. Anzi, i paragoni tra i "film gemelli" riguardano
per lo più analogie spesso "superficiali", per poi evidenziarne le affinità ed i contrasti con gli altri lavori del Maestro affinchè il lettore possa darsi un'idea della poetica di Miyazaki (ad esempio, il capitolo terzo riguarda "i castelli volanti", ovvero Laputa, Il Castello Errante di Howl e Lupin III e il Castello di Cagliostro: l'autrice ben sa che si tratta di film molto diversi, usa la presenza del castello come semplice punto di partenza). Non che abbia raggiunto l'obiettivo al 100%,
tutt'altro: ora posso dirlo avendo finito il libro. Confermo quanto ho detto precedentemente: un lavoro interessante e fatto piuttosto bene, ma non ci si aspetti un grande ed illuminante testo di critica.

Ora ho iniziato a leggere Hayao Miyazaki: Il Dio Dell'Anime di Bencivenni (non ho saputo resistere alla tentazione di comprarlo :P ).

@ *Kiki*: Non ci avevo pensato ma... perchè no? :D

Avatar utente
*Kiki*
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 342
Iscritto il: mar mar 31, 2009 6:33 pm

Re: Libri su Miyazaki/Studio Ghibli

Messaggio da *Kiki* » mar apr 12, 2011 7:41 am

Bene, allora vorrei sapere se qualcuno ha letto il romanzo da cui è stata tratto il film La città incantata... :) Io l'ho letto velocemente in libreria (laddove si poteva) e non mi è piaciuto molto, sarei curiosa di sapere se altri la pensano diversamente... 8)
Una casa senza libreria è una casa senza dignità,
ha qualcosa della locanda,
è come una città senza librai,
un villaggio senza scuole,
una lettera senza ortografia.

Edmondo De Amicis

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Libri su Miyazaki/Studio Ghibli

Messaggio da Shito » mar apr 12, 2011 10:18 am

Torno a ripeterti che dire che Sen to Chihiro no Kamikakushi sia stato 'tratto' da quel romanzo è del tutto eccessivo.

Sarebbe come a dire che Ponyo è 'tratto' da Iya Iya En, Kaeru no Elta o da i libri di Souseki.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
*Kiki*
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 342
Iscritto il: mar mar 31, 2009 6:33 pm

Re: Libri su Miyazaki/Studio Ghibli

Messaggio da *Kiki* » mar apr 12, 2011 11:16 am

Shito ha scritto:Torno a ripeterti che dire che Sen to Chihiro no Kamikakushi sia stato 'tratto' da quel romanzo è del tutto eccessivo.

Sarebbe come a dire che Ponyo è 'tratto' da Iya Iya En, Kaeru no Elta o da i libri di Souseki.
Va bene, definisci la questione romanzo/film come vuoi (tanto sono solo dettagli poco importanti nel contesto del topic, e del resto qualcuno molto più autorevole di noi scrisse che una rosa anche con un altro nome conserverebbe il suo profumo), ma puoi rispondermi lo stesso se l'hai letto? :wink:
E giacché ci sono: che relazione c'è fra il romanzo Il mio vicino Totoro (della Kappa edizioni, che non ho letto) ed il film omonimo? 8)
Iya Iya En, Kaeru no Elta
Sarebbero? :shock:
Una casa senza libreria è una casa senza dignità,
ha qualcosa della locanda,
è come una città senza librai,
un villaggio senza scuole,
una lettera senza ortografia.

Edmondo De Amicis

Avatar utente
Valens
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 195
Iscritto il: lun apr 04, 2011 10:38 pm

Re: Libri su Miyazaki/Studio Ghibli

Messaggio da Valens » mar apr 12, 2011 1:33 pm

*Kiki*, che io sappia il libro da cui sarebbe stato "tratto" Sen to Chihiro no Kamikakushi c'entra poco o nulla con il capolavoro di Miyazaki.
Quest'ultimo infatti non rappresenta una pur liberissima trasposizione del romanzo (come ad esempio nel caso di Conan il Ragazzo del Futuro o de Il Castello Errante di Howl),
ma semplicemente una fonte di ispirazione (o una delle numerose fonti).
Che poi la Kappa Edizioni abbia deciso di pubblicarlo spacciandolo per "il libro da cui è tratto il premio Oscar La Città Incantata di Hayao Miyazaki" per lucrarvi su è un altro discorso. XD

Invece il romanzo di Totoro è stato curato da Miyazaki stesso, ma nemmeno io l'ho letto.

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Libri su Miyazaki/Studio Ghibli

Messaggio da Shito » mar apr 12, 2011 2:29 pm

Era quello che cercavo di dirle da molti post, anche in altro thread.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Rispondi