Karigurashi no Arrietty - minuziosamente in italiano

Discussioni su gli autori e gli anime Ghibli e Pre-Ghibli

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5377
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Karigurashi no Arrietty - minuziosamente in italiano

Messaggio da Shito » gio giu 02, 2011 2:08 pm

Volevo solo dare ufficialmente il via alle danze.

Intendo usare questo topic per aggiornare il forum sulle lavorazioni, come sempre, alla maniera di 'diario di lavorazione'.

E, perché no, usarlo per rispondere alle curiosità del caso, o quant'altro.

Per ora stiamo pensando ai provini sugli attori.
Ci sono ben sette personaggi da provinare! (come per Ponyo)

E ovviamente, ho iniziato a lavorare anche sul copione. :)

La traduttrice è sempre l'impareggiabile Elisa Nardoni Sato. :)
Ultima modifica di Shito il mer ago 05, 2015 3:05 pm, modificato 3 volte in totale.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Heimdall
Tanuki
Messaggi: 3446
Iscritto il: sab apr 26, 2003 12:39 pm
Località: Rescaldina (Mi)

Re: Arrietty - edizione italiana

Messaggio da Heimdall » gio giu 02, 2011 8:29 pm

Come al solito, Gualtiero, un sentito augurio di buon lavoro. Ad essere del tutto onesto, leggendo in giro quel che si dice di questo film ho maturato qualche pre-giudizio, in senso negativo. Confido ampiamente nella tua sincera passione e nella tua precisa cronaca per farmi apprezzare anche questa opera, come ho apprezzato le altre in passato.
:D
Immagine

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5377
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Arrietty - edizione italiana

Messaggio da Shito » ven giu 03, 2011 12:25 am

E' un film che mi lascia un po' spiazzato.

Si vede tanto il talento animatorio del regista, quanto la sua provenienza animatoria. Ovvero, è palese che l'occhio delle cinepresa è rapito dal divertimento, dal compiacimento di animare proprio bene ogni movimento. Molto Ootsuka Yasuo, mi verrebbe da dire. E non che sia un difetto. Questo e altro (ricerca di colorazioni, ambienti, sonoro soprattutto) rendono il film molto sensuale. Ma per contro, la sensazione è che il significato della pellicola sia ridotto al lumicino, e pure un tantinello pretenzioso, o pretestuoso (che è peggio). Si potrebbe dire: la nemesi perfetta di Gedo Senki, un film 'tutto significato' di un regista intellettuale per cui ogni pezzo di narrazione altro non è che strumento della sua comunicazione.

Credo sia una questione di gusti, e credo che questo film -splendido spettacolo- piacerà molto a molti. :)
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

AxlPG
Membro
Membro
Messaggi: 113
Iscritto il: dom nov 14, 2010 5:53 pm

Re: Arrietty - edizione italiana

Messaggio da AxlPG » ven giu 03, 2011 6:52 pm

Che bello! Sono estremamente fiducioso per questo film!

Avatar utente
Ratto Volante
Membro
Membro
Messaggi: 145
Iscritto il: ven feb 27, 2009 1:36 pm
Località: Genova
Contatta:

Re: Arrietty - edizione italiana

Messaggio da Ratto Volante » sab giu 04, 2011 10:55 pm

Non vedo l'ora! Buon lavoro, Shito!
- Una persona è matura. La gente è un animale ottuso pauroso e pericoloso (Agente K)
- La morte è come il sesso al liceo: se sapessi quante volte ci sei andato vicino ti piglierebbe un colpo (George Lass)
- Fletto i muscoli e sono nel vuoto [Rat-Man]

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5377
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Arrietty - edizione italiana

Messaggio da Shito » dom giu 05, 2011 2:35 pm

Vi parlo oggi dei provini.

Come dicevamo, i personaggi da provinare sono ben sette. Si tratta di selezionare tre candidati per ogni ruolo, e provinarli su scene appositamente selezionate da Studio Ghibli. Poi i provini verrano inviati, insieme a commenti da me redatti, sempre allo Studio, con i responsabili del quale si sceglieranno gli attori per ciascun personaggi. Questa è la procedura standard seguita per tutti i film dello Studio Ghibli.

Devo dire che la selezione delle voci candidate per Karigurashi no Arrietty è particolarmente ostica. Il problema principale è la quadratura tra l'età visiva dei personaggi, la loro età 'narrativa', la loro età vocale e l'età dei doppiatori originali - che per Studio Ghibli andrebbe sempre tenuta come riferimento.

Mi spiego. Arrietty ha quattordici anni. Sembra forse un po' più grande, in aspetto e ragionamenti, di una quattordicenne italiana attuale. Questo perché oggi come oggi credo che le quattordicenni siano perlopiù un po' come delle bambinette che si atteggiano maldestramente a 'grandi' (sembrando quindi ancora più bambinette), mentre Arrietty è una adolescente 'antica', nel senso idealmente collocata in una società molto più antica, con tempi di crescita diversi (le cose che piacciono a Miyazaki, insomma). La doppiatrice originale di Arrietty ha diciassette anni. Ora, il problema è che nella 'nostra tradizione di doppiaggio' simili ruoli sono 'coperti' da delle trentenni. Funziona così: le cinquantenni doppiano le trentenni superfighe, le trentenni doppiano le adolescenti liceali in crisi puberale, e via a scendere. E' chiaramente una cosa grottesca, ma è abbastanza difficile trovare eccezioni funzionali a un simile diffuso canone.

Lo stesso problema si ripropone per il personaggio di Homily, la mamma. Per l'aspetto e la voce che ha, in Italia gli si assegnerebbe subito una doppiatrice over 50, anche vicina ai 60. La doppiatrice originale è tra i trenta e i quaranta - voci che da noi, ripeto, ancora doppiano le tizie da liceo americano (quella bionda è la star, quella mora è la cupa con un'interiorità grande così, e stereotipi a seguire).

Non so come se ne verrà fuori, ma per fortuna il dialogo con Studio Ghibli è sempre ottimo, e sono certo che qualche soluzione si troverà.

Frattanto, ormai calatomi nella scrittura dei testi, sto cogliendo qua e là aspetti interessanti del film. Alcuni dialoghi sono effettiviamente belli. Suppongo che il personaggio di Shou, forse l'unico moderno e figlio di Yonebayashi, sia il punto narrativo più interessante del film (il cardine?). Peraltro, molte scene con Arrietty e famiglia tradiscono palesemente le tendenze del primo Miyazaki (autore del soggetto); tipo: Arrietty che rientra con le foglie prese da rischiose escursioni, con la mamma che la sgrida ma non troppo (conviente), e lei con la sua stanza giardino ricorda molto Nausicaa che riporta l'occhio di Ohm a inizio film. In effetti, Arrietty fa anche molto Sirenetta di Andersen, a pensarci. E se proprio vogliamo, l'idea dell'equilibrio tra umani e prendimprestito (i secondi sopravvivendo 'raccogliendo' cose triviali per i primi) fa molto Earthsea -> equilibrio.

Beh, staremo a sentire... :)

Alla prossima!

-G.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
propaganda
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 43
Iscritto il: dom feb 13, 2011 12:31 pm

Re: Arrietty - edizione italiana

Messaggio da propaganda » dom giu 05, 2011 2:56 pm

Interessante il fatto che lo Studio Ghibli sia così attento al doppiaggio dei suoi anime.Non ero a conoscenza di simili procedure e mi sembrano molto positive.
Ammetto di essere fortemente ignorante in materia e mi chiedevo,queste attenzioni (scegliere insieme le voci dei doppiatori,dovere inviare provini allo studio ecc) sono cosa molto comune nel mondo degli anime (o anche del doppiaggio in generale) ? Oppure è cosa rara ?
Inoltre mi pare di capire che alcuni anime dello studio non abbiano un buon doppiaggio,forse queste procedure non sono applicate da sempre ?

Spero di non andare OT con questa domanda che forse allarga troppo il discorso :D

In ogni caso,ne approfitto per augurare buon lavoro !

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5377
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Arrietty - edizione italiana

Messaggio da Shito » dom giu 05, 2011 4:03 pm

Fare provini e inviarli allo Studio è una cosa tipica del mercato cinematografico di fascia alta.

Procedure analoghe sono sempre state e sono tuttora del tutto inusitate nel mondo del doppiaggio seriale di animazione. Anche perché fare e gestire provini ha un costo, anche significativo.

Non credo che le cattive edizioni di Mononoke Hime e Sen to Chihiro siano imputabili a una cattiva scelta delle voci (in alcuni casi pregevole, direi), quanto piuttosto a ben altri problemi. :(
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
propaganda
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 43
Iscritto il: dom feb 13, 2011 12:31 pm

Re: Arrietty - edizione italiana

Messaggio da propaganda » dom giu 05, 2011 4:29 pm

Ah ok capisco.
Nello specifico parlando di doppiaggi di film Ghibli pensavo all'ultimo Cagliostro in cui mi pare di capire la voce di Lupin non fosse adatta.
Però mi stavo confondendo e non ricordavo che non fosse della Ghibli,quindi mi sà che ora che mi è tornato in mente ho trovato la risposta alla mia domanda XD.

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5377
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Arrietty - edizione italiana

Messaggio da Shito » dom giu 05, 2011 6:09 pm

E' un prodotto TMS, e a giudicare da quante volte e come è stato rimaneggiato, direi sia stato venduto nel modo "dateci gli spiccioli e fateci quel che vi pare", peraltro l'assoluta norma di un tempo... :)
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Raghnar
Kodama
Kodama
Messaggi: 1288
Iscritto il: mer mag 03, 2006 8:12 pm
Località: In Viaggio
Contatta:

Re: Arrietty - edizione italiana

Messaggio da Raghnar » mar giu 07, 2011 8:45 am

Grazie Gualtiero e buon lavoro!

Interessante la digressione sull'età dei doppiatori! :P Spero che la scelta "inusuale" attuata in arietty di quantomeno provare corrispondere età anagrafica dei doppiatori non risulti strana al nostro orecchio (forse un po' "drogato" da questa abitudine) a prodotto finito, ma confido nel tuo buon gusto, ci farai sapere :)
Somewhere, along the edge of the bell curve.
Ph.Me

Avatar utente
monique*
Membro
Membro
Messaggi: 59
Iscritto il: sab dic 04, 2010 12:14 pm
Località: Soave VR

Re: Arrietty - edizione italiana

Messaggio da monique* » gio giu 09, 2011 3:03 pm

:aaaaaah: cavoli mi stavo perdendo il topic e la grandiosa notizia!
ho così poco tempo da passare su internet ultimamente... :(

questo è il primo "diario" che leggo! :D auguro a te Gualtiero e a tutti un buon lavoro!

e grazie per tenerci al corrente di ciò che succede! è molto interessante anche per capire come gira l'industria dello spettacolo! (io faccio il DAMS ma di queste cose non se ne parla molto...)

Grazie!
"L'angelo scese come ogni sera ad insegnarmi una nuova preghiera. Poi d'improvviso mi sciolse le mani e le mie braccia divennero ali, quando mi chiese -conosci l'estate?- io per un giorno, per un momento corsi a vedere il colore del vento.."

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5377
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Arrietty - edizione italiana

Messaggio da Shito » dom giu 12, 2011 1:30 pm

Monique, se hai un po' di pazienza (os e Heimdell ti aiuterà) potrai facilmente trovare tra queste pagine i 'diari di localizzazione italiana' anche di Howl, Terramare, Totoro, Ponyo, Porco Rosso e Ponpoko. :)
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
monique*
Membro
Membro
Messaggi: 59
Iscritto il: sab dic 04, 2010 12:14 pm
Località: Soave VR

Re: Arrietty - edizione italiana

Messaggio da monique* » lun giu 20, 2011 5:55 pm

effettivamente non avevo pensato di spulciare tra le pagine del forum! :oops: devo ancora prenderci un po' la mano... :) ti ringrazio! andrò a cercare sicuramente! :gresorr:
"L'angelo scese come ogni sera ad insegnarmi una nuova preghiera. Poi d'improvviso mi sciolse le mani e le mie braccia divennero ali, quando mi chiese -conosci l'estate?- io per un giorno, per un momento corsi a vedere il colore del vento.."

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5377
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Arrietty - edizione italiana

Messaggio da Shito » mar giu 21, 2011 1:37 am

Sei la benvenuta.

Frattanto, i provini sono stati ultimati, 'montati' e inviati allo Studio Ghibli.

Considerando quanto sono impegnati con Cocquelicot-zaka kara, forse ci sarà da tenere un po' il fiato sospeso.

Ma sarete tra i primissimi a conoscere le voci italiane del cast di Arrietty, me lo garantisco. ;)
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Rispondi