il videogame di Nausicaa

Discussioni su gli autori e gli anime Ghibli e Pre-Ghibli

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
naushika
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 1116
Iscritto il: ven lug 02, 2004 5:59 pm
Località: roma

Messaggio da naushika »

io sogno un gdr con protagonista Nausicaa e i suoi compagni con grafica o di ragnarok o di baldur's gate :)

sayonara!!! :wink: :wink: :wink:
Immagine

atchoo
Sposino
Messaggi: 3967
Iscritto il: dom apr 13, 2003 1:22 pm

Messaggio da atchoo »

naushika ha scritto:io sogno un gdr con protagonista Nausicaa e i suoi compagni con grafica o di ragnarok o di baldur's gate :)

sayonara!!! :wink: :wink: :wink:
Come ti ho detto in chat, penso che un'impostazione, sia nel gameplay che nella grafica, da gdr occidentale non c'entri un fico secco con Nausicaa... :)

Avatar utente
Ani-sama
Kodama
Kodama
Messaggi: 1322
Iscritto il: lun giu 14, 2004 6:18 pm
Località: Antwerpen (BE)

Messaggio da Ani-sama »

Di Nausicaa si può tenere l'ambientazione, che va benissimo.
Io proporrei:
- Un RPG normale (single player) in cui NON si controlla Nausicaa, ma ambientato nel suo mondo un po' di tempo dopo (Nausicaa diventa un NPC che incontri prima o poi, ma nulla di più). Potrebbe essere scritto da Miya stesso, così la qualità della storia è assicurata, e fatto dalla Squaresoft (così è anche bello da giocare). Ovviamente che sia ANCHE per PC, e non solo per la schifosissima :twisted: PS2.
- Un MMORPG (cioè Massive Multiplayer Online Role Play Game) ambientato sempre nel mondo di Nausi, magari con la possibilità di schierarsi da una fazione o dall'altra e fare delle guerre. Ovviamente ci sarebbe anche il lavoro di "allevatore di Oumu :D ). Ovviamente Nausi diventa un NPC, magari segreto, facciamo un super-master che può insegnare abilità stratosferiche...

Che dite?
Il mio amico voleva impostare la famiglia in un modo nuovo / e disse alla moglie "Se vuoi, mi puoi anche tradire" / lei lo tradì, lui non riusciva più a dormire (G. Gaber, Un'idea)

Avatar utente
Dottor Rao
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 513
Iscritto il: mer ago 27, 2003 9:54 pm
Località: Indastria

Messaggio da Dottor Rao »

atchoo, Miyamoto è stato un programmatore geniale e un grandissimo creatore di characters.

Trovo però che la sua vena creativa si sia esaurita da tempo. Intendiamoci, forse sarebbe ancora la persona a cui rivolgersi per un progetto del genere, ma non mi aspetterei molto di più che una certa attinenza alle opere originali.

Miyazaki e Takahata sperimentarono sulla propria pelle che collaborare fra creativi, ciascuno dotato di una forte personalità, era fonte di stress e incomprensioni reciproche.

Forse il problema è che Miyazaki per primo, dovendosi confrontare col videogioco come strumento, preferirebbe partire da idee nuove e originali piuttosto che riadattare i suoi classici alla forma interattiva.

Insomma, facciamo il caso di un rpg ambientato nella valle del vento. Ci sarebbero gli shop, le armi in ceramica da vendere e comprare, le locande in cui riposarsi... I nemici sarebbero i soldati di Dorok o Tolmekia... E poi? Dungeon nella giungla tossica? Incontri casuali a base di insetti inferociti?

No, è inutile, non funziona. Con Nausicaa Miyazaki voleva innanzitutto veicolare un messaggio, e scelse il fumetto perchè pensava che quel tipo di storia non si potesse narrare in altro modo (vale a dire in animazione). Nei videogiochi troppo spesso il messaggio cade in secondo piano; in molti rpg persino l'intreccio è poco più di un gingillo in sottofondo a tanti combattimenti casuali.

Quindi, per farla breve: no, un incontro Miyazaki / Miyamoto non farebbe la mia felicità.
Neanche quella di Miyazaki: uno dei motivi per cui ha progressivamente abbandonato la scena del fantasy è proprio perchè si prestava a questi usi semplicistici. Non è un caso che nessuno mai proponga un videogioco sulle opere della sua maturità...

Delle persone attualmente in giro nel panorama videoludico, è ovvio che Kojima sia l'unico ad aver preso in seria considerazione l'idea di utilizzare il videogioco per veicolare un'ideologia... Ma naturalmente per tematiche e approccio Kojima è più vicino a Oshii che a Miyazaki. Un progetto Oshii/Kojima mi solleticherebbe maggiormente.

Avatar utente
naushika
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 1116
Iscritto il: ven lug 02, 2004 5:59 pm
Località: roma

Messaggio da naushika »

Di Nausicaa si può tenere l'ambientazione, che va benissimo.
Io proporrei:
- Un RPG normale (single player) in cui NON si controlla Nausicaa, ma ambientato nel suo mondo un po' di tempo dopo (Nausicaa diventa un NPC che incontri prima o poi, ma nulla di più). Potrebbe essere scritto da Miya stesso, così la qualità della storia è assicurata, e fatto dalla Squaresoft (così è anche bello da giocare). Ovviamente che sia ANCHE per PC, e non solo per la schifosissima PS2.
- Un MMORPG (cioè Massive Multiplayer Online Role Play Game) ambientato sempre nel mondo di Nausi, magari con la possibilità di schierarsi da una fazione o dall'altra e fare delle guerre. Ovviamente ci sarebbe anche il lavoro di "allevatore di Oumu ). Ovviamente Nausi diventa un NPC, magari segreto, facciamo un super-master che può insegnare abilità stratosferiche...

Che dite?
Nausicaa NPC??? peccato :( io non avrei problemi ad impersonare lei al meglio e fedele al suo modo di fare e pensare...in un gioco online amatoriale e piccolo organizzato da fan di Miya non sarebbe una cattiva idea..dopotutto possiamo ambientare storie e situazioni anteriori agli eventi descritti nel manga e nell'anime...la fantasia è una delle doti più grandi di Miya...perchè non possiamo anche noi dotarci di cuore e fantasia?

per un rpg single la stessa idea può essere proposta...come succede con i rpg della terra di mezzo cioè di ambientare storie in ere antecedenti o posteriori alla terza era.

sayonara!!! :wink: :wink: :wink:
Immagine

atchoo
Sposino
Messaggi: 3967
Iscritto il: dom apr 13, 2003 1:22 pm

Messaggio da atchoo »

Dottor Rao ha scritto:Delle persone attualmente in giro nel panorama videoludico, è ovvio che Kojima sia l'unico ad aver preso in seria considerazione l'idea di utilizzare il videogioco per veicolare un'ideologia... Ma naturalmente per tematiche e approccio Kojima è più vicino a Oshii che a Miyazaki. Un progetto Oshii/Kojima mi solleticherebbe maggiormente.
E non ne uscirebbe un Metal Gear Solid "cammuffato"? Miyazaki e Miyamoto sono (erano?) accomunati dal fatto di vedere le cose "con occhi da bambino"... Cosa non da poco! E poi: appannato Miyamoto? Perchè lo hanno relegato a ruolo di producer! Guarda quante idee "fresche" in Pikmin 1 e 2, giochi curati più direttamente da Shigeru! :)

Avatar utente
Dottor Rao
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 513
Iscritto il: mer ago 27, 2003 9:54 pm
Località: Indastria

Messaggio da Dottor Rao »

atchoo ha scritto:E non ne uscirebbe un Metal Gear Solid "cammuffato"?
non capisco cosa intendi. Tra l'altro Kojima ha fatto tanti giochi anche molto diversi come meccanica da Metal Gear.
atchoo ha scritto:Miyazaki e Miyamoto sono (erano?) accomunati dal fatto di vedere le cose "con occhi da bambino"... Cosa non da poco!
Già, anch'io ero solito pensarla così, ma è falso. In realtà, la visione di Miyazaki è disincantata e le tematiche delle sue opere sono piuttosto adulte. Questo naturalmente vale in massimo grado per il manga di Nausicaa. Guerre civili e morte sono disseminate in un'opera che tratta della quasi estinzione del genere umano.
atchoo ha scritto:E poi: appannato Miyamoto? Perchè lo hanno relegato a ruolo di producer! Guarda quante idee "fresche" in Pikmin 1 e 2, giochi curati più direttamente da Shigeru! :)
Già, è la vulgata corrente: Miyamoto è un genio ma i cattivoni alla nintendo lo imprigionano nel ruolo di burocrate... Non mi convince del tutto, ti dirò. E se è vero che sa tirare fuori cose deliziose come Pikmin, le serie a cui più ha legato il suo nome sono in fase di sclerosi avanzata...

atchoo
Sposino
Messaggi: 3967
Iscritto il: dom apr 13, 2003 1:22 pm

Messaggio da atchoo »

Dottor Rao ha scritto:
atchoo ha scritto:E non ne uscirebbe un Metal Gear Solid "cammuffato"?
non capisco cosa intendi. Tra l'altro Kojima ha fatto tanti giochi anche molto diversi come meccanica da Metal Gear.
Ovvero?
atchoo ha scritto:Miyazaki e Miyamoto sono (erano?) accomunati dal fatto di vedere le cose "con occhi da bambino"... Cosa non da poco!
Già, anch'io ero solito pensarla così, ma è falso. In realtà, la visione di Miyazaki è disincantata e le tematiche delle sue opere sono piuttosto adulte. Questo naturalmente vale in massimo grado per il manga di Nausicaa. Guerre civili e morte sono disseminate in un'opera che tratta della quasi estinzione del genere umano.
E' probabile che Zelda e Mario siano più "leggeri", dato il medium, ma li ritengo per certi aspetti più "adulti" di GTAIII e soci.
atchoo ha scritto:E poi: appannato Miyamoto? Perchè lo hanno relegato a ruolo di producer! Guarda quante idee "fresche" in Pikmin 1 e 2, giochi curati più direttamente da Shigeru! :)
Già, è la vulgata corrente: Miyamoto è un genio ma i cattivoni alla nintendo lo imprigionano nel ruolo di burocrate... Non mi convince del tutto, ti dirò. E se è vero che sa tirare fuori cose deliziose come Pikmin, le serie a cui più ha legato il suo nome sono in fase di sclerosi avanzata...
Magari ti convince poco, ma è un dato di fatto che nel Zelda e nel Mario del GameCube Miyamoto ci sia entrato solo di striscio. Che poi la cosa sia dovuta ad una sua crisi di idee o no... Ma Pikmin dimostra il contrario, no? ;)

Avatar utente
Dottor Rao
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 513
Iscritto il: mer ago 27, 2003 9:54 pm
Località: Indastria

Messaggio da Dottor Rao »

Ovvero Snatcher, Policenauts... Mai giocati? Che piacciano o meno quello che intendevo dire è che non vedo perchè presumere che ogni nuovo gioco abbia a che vedere col nascondino, guardie e ladri etc. Non deve essere per forza "il maggiore motoko nei panni di snake" come insinui.
atchoo ha scritto:E' probabile che Zelda e Mario siano più "leggeri", dato il medium, ma li ritengo per certi aspetti più "adulti" di GTAIII e soci.
Certo, posso dirmi d'accordo, ma mi sembra che sia piuttosto fuori tema rispetto a quello che dicevamo... Non ho mai proposto un gioco di Nausicaa alla gta, no? Inoltre il medium non implica "leggerezza". Secondo quest'ottica, sarebbe Matsuno Yasumi il candidato migliore ad un gdr di Nausicaa, la cui vicenda è più simile a Tactics Ogre o FFT che non a Zelda.
atchoo ha scritto:Magari ti convince poco, ma è un dato di fatto che nel Zelda e nel Mario del GameCube Miyamoto ci sia entrato solo di striscio. Che poi la cosa sia dovuta ad una sua crisi di idee o no... Ma Pikmin dimostra il contrario, no? ;)
Gamecube? Caro amico, ci fraintendiamo. Quando ho detto che la verve creativa di Miyamoto si era assopita, non mi riferivo certo a tempi così recenti. Zelda II provò a innovare nel 1987 e fu un fiasco clamoroso. Risultato: è dal 1991 (Snes) che Zelda si ripete. Con alti e bassi, certo.
Mario 64 è l'iniziatore di un brutto genere (il platform 3D), e comunque anche in questo caso, il picco qualitativo si ha con Super Mario Bros 3, e siamo sempre in era famicom.

Miyamoto è stato il designer più importante degli anni 80 e dei primi novanta, ma penso che la sua genialità risaltasse più come character designer... A livello di gameplay, nessuna creazione è sopravvissuta all'avvento del 3D. Personalmente è da Yoshi's Island (1995) che non vedo Miyamoto a quei livelli. e che il prodotto creativo degli ultimi dieci anni sia pikmin non mi sembra un risultato da portare a riprova di una fervente creatività.

Ma a parte questo... Dicevo che la cosa mi convince poco per un altro motivo. Quale artista seriamente innamorato del suo lavoro può lasciarlo in mani altrui senza preoccuparsi troppo? Negli scorsi anni, Zelda è stato stravolto in continuazione nel character design, ed è stato persino subappaltato alla Capcom in occasione di due spinoff "blu & rosso" dal concept pokemiano.

Non mi piace molto l'idea che per preservare l'aura mitica attorno al creatore della serie, i fan si siano prodigati a dimostrare l'allontanamento etc etc. Semplicemente perchè non è una buona scusa. Anzi, è buona ed attestata dai fatti, ma non è comunque sufficiente.

In altre parole, se qualcuno progettasse una mediocre serie televisiva in 13 episodi basata sulla valle del vento, potrei consolarmi dicendo che Miyazaki non vi ha messo mano, ma certo non biasimo Miyazaki se tenta di impedire che ciò avvenga. Bisogna essere responsabili ed esercitare nei limiti del possibile un certo controllo sulle proprie opere.

Certo, Miyazaki faceva un film ogni due anni o più con vendite risibili sino a Kiki, mentre Miyamoto si è ritrovato nel bene e nel male a dover sfornare giochi in gran quantità perchè vendevano milioni... Ma è una scusante solo fino a un certo punto.

Per come la vedo io, Zelda è una delle serie più conservatrici daun bel po' di tempo. Pensa solo al dietrofront avvenuto di recente in seguito al fatto che i fan hanno storto la bocca di fronte allo splendido stile grafico di cel shading: e allora si torna indietro.

Inoltre, la serie è portatrice di valori che sono la perfetta personificazione di quella "semplificazione fantasy" che Miyazaki rifugge.

Riporto dall'intervista "Reasons why I don't make Slapstick Action Films now" che trovi su nausicaa.net:

"Today's OAVs are negligent in that they fail to properly introduce their action, and are therefore not very entertaining.

As an example of how they are negligent, say there is a God of Darkness and there is a God of Light, and when the light is to be covered with darkness, a Warrior of Light appears. <grin>

Are OAVs like this convincing? No. Of course not. The reason they're not is, first of all, we don't have the religion of Light and Darkness, do we? They are using it for convenience's sake. Nobody believes in it. Do you think filmmakers believe in it? No, they don't. Do they believe in the god Ahura Mazda of Zoroastrianism? No, they don't."

è convincente oggigiorno saltare in sella al pony e andare a suonarle a Ganon? No, certo che non lo è. E' convincente il quadro di partenza, con la principessa e la triforza che incarnano il bene, e il male assoluto dall'altra parte? No, certo che non lo è.

Sarebbe divertente prendere Nausicaa e schiaffarla in un contesto interattivo, che comunque presuppone uno scopo, degli ostacoli da abbattere etc etc? No, in definitiva non lo sarebbe: sarebbe "il videogioco di Nausicaa" inteso in senso dispregiativo: il solito tie-in. Ne più né meno che con lo sparatutto che ha inaugurato questo topic, sarebbe sempre una riduzione mortificante.

I videogiochi possono esprimere e veicolare qualcosa (Ico, Rez). Ma hanno bisogno di riesumare l'universo di Nausicaa per farlo? O non sarebbe piuttosto una mossa smaccatamente commerciale, con o senza Miyamoto?

All'indomani dell'uscita di Nausicaa nelle sale del Giappone, i dirigenti tokuma subito convocarono Miyazaki, e gli chiesero di realizzarne il seguito. Miyazaki si oppose con tutte le sue forze.

L'amara conclusione del manga è la parola fine sulle vicende di Nausicaa. O almeno dovrebbe esserlo a mio parere. Certo, lo studio ghibli ha già un alto coefficiente di "capitalizzazione" dei suoi film, e mi si potrà obbiettare che come si vendono i peluche di totoro si potrebbe vendere il game di Nausicaa. Può darsi. Ma se Miyazaki ha detto basta alla cosa, ha tutta la mia simpatia. E almeno fino a prova contraria, considererei quel gioco esattamente alla stregua di un peluche di totoro: un gadget per fans.

Avatar utente
Giggione
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 592
Iscritto il: ven mar 19, 2004 8:11 pm
Località: Roma

Messaggio da Giggione »

Signori qui si bestemmia :lol:
Zelda: Ocarina of Time è il gioco dei giochi!!

A parte gli scherzi. Prima di tutto bentronato al Dottor Rao :wink: . Per quanto riguarda Zelda io non la vedo proprio come te. Secondo me Zelda in ogni capitolo ha proposto qualcosa di nuovo ed è un gioco che non si è mai ripetuto se non nella formula di base. Ma questo è ciò che si aspetta chi lo compra. Il cel shading secondo me era stupendo ma non puoi farci più di 1 o 2 capitoli perchè dopo un po' diventa stucchevole.
Io non farei troppi paralleli tra videogiochi e anime perchè secondo me è abbastanza degradante per questi ultimi.
Sono d'accordo che i giochi di Myiamoto siano dei veri capolavori e che in qualche modo quest'ultimo sia il Myiazaki dei videogame. Tuttavia non farei un parallelo così stretto.
Io non ritengo inoltre che con il 3D i giochi di Myiamoto ci abbiano rimesso, anzi. Se non fosse per il 3D io non mi sarei mai deciso a comprare una console. Per me Ocarina of Time resta il gioco di tutti i giochi.
Come sono geniali gli Americani, te la mettono lì, la libertà è alla portata di tutti come la chitarra: ognuno suona come vuole e tutti suonano come vuole la libertà -
da L'America di Giorgio Gaber & Sandro Luporini

Avatar utente
ROBERT WESKER
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 220
Iscritto il: mer giu 02, 2004 1:35 pm
Località: Roma! la città eterna

Messaggio da ROBERT WESKER »

madò regà!

i giochi della nintendo son tutti uguali!! dal nes all gcube!

come i final fantasy che di fantasy nn hanno nulla a parte il nome!!

guardate l evoluzione dei vari survival horror game e poi ne riparliamo.

sorry: bentornato doc rao!! :wink:

Avatar utente
Dottor Rao
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 513
Iscritto il: mer ago 27, 2003 9:54 pm
Località: Indastria

Messaggio da Dottor Rao »

Ragazzi, continuate ancora un po' e il mio regista preferito diventerà Takahata.

Almeno nessuno chiede mai il gioco di Omohide Poroporo.


Scherzi a parte, grazie del bentornato. :D

Avatar utente
Ani-sama
Kodama
Kodama
Messaggi: 1322
Iscritto il: lun giu 14, 2004 6:18 pm
Località: Antwerpen (BE)

Messaggio da Ani-sama »

naushika ha scritto:Nausicaa NPC??? peccato :( io non avrei problemi ad impersonare lei al meglio e fedele al suo modo di fare e pensare...in un gioco online amatoriale e piccolo organizzato da fan di Miya non sarebbe una cattiva idea..dopotutto possiamo ambientare storie e situazioni anteriori agli eventi descritti nel manga e nell'anime...la fantasia è una delle doti più grandi di Miya...perchè non possiamo anche noi dotarci di cuore e fantasia?

per un rpg single la stessa idea può essere proposta...come succede con i rpg della terra di mezzo cioè di ambientare storie in ere antecedenti o posteriori alla terza era.

sayonara!!! :wink: :wink: :wink:
No, a me piacerebbe qualcosa davvero in grande stile... Noi possiamo avere cuore e fantasia finché vogliamo, quello che ci manca sono i mezzi e le conoscenze tecniche...
Comunque ti concedo la possibilità di controllare Nausi nel teorico RPG single-player, ma sarebbe un personaggio che, inizialmente NPC, potrebbe diventare controllabile soltanto ad un certo punto nel gioco, non certo dall'inizio...
Il mio amico voleva impostare la famiglia in un modo nuovo / e disse alla moglie "Se vuoi, mi puoi anche tradire" / lei lo tradì, lui non riusciva più a dormire (G. Gaber, Un'idea)

Avatar utente
naushika
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 1116
Iscritto il: ven lug 02, 2004 5:59 pm
Località: roma

Messaggio da naushika »

ti concedo la possibilità di controllare Nausi nel teorico RPG single-player, ma sarebbe un personaggio che, inizialmente NPC, potrebbe diventare controllabile soltanto ad un certo punto nel gioco, non certo dall'inizio...
parli come se fossi tu l'autore del personaggio. :evil:

lasciamo perdere...

sayonara
Immagine

Avatar utente
Giggione
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 592
Iscritto il: ven mar 19, 2004 8:11 pm
Località: Roma

Messaggio da Giggione »

A me non piacerebbe vedere nessuno dei personaggi del maestro in un videogioco. A forza di giocarlo me ne rovinerei il ricordo.
Come sono geniali gli Americani, te la mettono lì, la libertà è alla portata di tutti come la chitarra: ognuno suona come vuole e tutti suonano come vuole la libertà -
da L'America di Giorgio Gaber & Sandro Luporini