il videogame di Nausicaa

Discussioni su gli autori e gli anime Ghibli e Pre-Ghibli

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
Soulchild
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 2353
Iscritto il: ven ago 22, 2003 12:24 pm
Località: Ostia

Messaggio da Soulchild »

Giggione ha scritto:A me non piacerebbe vedere nessuno dei personaggi del maestro in un videogioco.
Non mi sono ancora fatto un'idea precisa sull'argomento (devo ancora riprendermi dal post "fluviale" di Rao :lol: !), ma penso che questa affermazione di Giggione rischi di essere altamente condivisibile :roll: ...
Avatar utente
naushika
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 1116
Iscritto il: ven lug 02, 2004 5:59 pm
Località: roma

Messaggio da naushika »

A me non piacerebbe vedere nessuno dei personaggi del maestro in un videogioco. A forza di giocarlo me ne rovinerei il ricordo.
nessuno ti costringe a giocare con furia e nessuno ti dice di comprarlo :roll:

sayonara
Immagine
atchoo
Sposino
Messaggi: 3967
Iscritto il: dom apr 13, 2003 1:22 pm

Messaggio da atchoo »

Dottor Rao ha scritto:Ovvero Snatcher, Policenauts... Mai giocati? Che piacciano o meno quello che intendevo dire è che non vedo perchè presumere che ogni nuovo gioco abbia a che vedere col nascondino, guardie e ladri etc. Non deve essere per forza "il maggiore motoko nei panni di snake" come insinui.
Innanzitutto io "penso" e non "insinuo". ;)
Dato che è evidente che il nostro pensiero in fatto di videogiochi è davvero lontano (tranne il pensiero sul'epocale e oltre Yoshi's Island), non mi dilungo perchè non mi pare il caso.
Sono d'accordo comunque sul discorso del gioco-giocattolo. Ma se ci sono i pelouches di Totoro perchè non deve esserci un gioco su Nausicaa? Chi ti dice che deve essere per forza un orrido tie-in? Il problema è un altro: un progetto così "destabilizzante" ha in sè grossi rischi. O ne esce un capolavoro assoluto o il gioco rischia di essere peggio dei tie-in su Terminator, Robocop e compagnia bella. Infatti vedrei meglio un progetto amatoriale, spinto solo dalla passione. Di gente con capacità enormi ce ne sono tante. Speriamo. :)
Avatar utente
naushika
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 1116
Iscritto il: ven lug 02, 2004 5:59 pm
Località: roma

Messaggio da naushika »

sarebbe un idea mica malvagia far partire un progetto senza fini di lucro e gestito da collaboratori di Miya e fan insieme per un pò di anni...un lavoro accurato e fatto bene e con passione...magari non trasmetterà gli stessi complessi messaggi ed elementi del manga ma saprà evocare comunque la splendida atmosfera epica del capolavoro.

è tutta questione di passione e pasienza. importante è non legarsi a necessità di fare profitto con un prodotto commerciale.

sayonara :wink: :wink: :wink:
Immagine
Avatar utente
Howl
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 349
Iscritto il: lun giu 07, 2004 1:34 pm
Località: il castello errante

Messaggio da Howl »

atchoo ha scritto:Ma se ci sono i pelouches di Totoro perchè non deve esserci un gioco su Nausicaa?
*Ehm*
Pur essendo un perfetto e solido ignorante per quanto riguarda il mondo dei videogiochi... provo a dare un mia opinione su questo punto: il peluche di Totoro non contiene in sè una "versione alternativa" del film da cui è tratto. Il videogioco di Nausicaa invece, per forza di cose, sì. Questo non toglie che potrebbe essere una versione alternativa stupenda! :si:
atchoo
Sposino
Messaggi: 3967
Iscritto il: dom apr 13, 2003 1:22 pm

Messaggio da atchoo »

Howl ha scritto:Questo non toglie che potrebbe essere una versione alternativa stupenda! :si:
Per questo che auspico un gioco amatoriale spinto da passione, ma anche da competenza. :)
Avatar utente
naushika
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 1116
Iscritto il: ven lug 02, 2004 5:59 pm
Località: roma

Messaggio da naushika »

importante è la finalità. :)

se non è a fini di lucro si può evitare lo scadimento 8)

sayonara!!! :wink: :wink: :wink:
Immagine
Avatar utente
Ani-sama
Kodama
Kodama
Messaggi: 1322
Iscritto il: lun giu 14, 2004 6:18 pm
Località: Antwerpen (BE)

Messaggio da Ani-sama »

naushika ha scritto:parli come se fossi tu l'autore del personaggio. :evil:

lasciamo perdere...

sayonara
Ovvio, cosa credevi? Sono stato io ad avere l'idea di Nausicaa e a venderla al Maestro per finanziare la mia futura dominazione del mondo :twisted: :twisted: :twisted: :wink: :wink: :wink: :D :D :D

Follie a parte, la mia era soltanto una delle tante possibili idee per un videogioco su Nausicaa, e non necessariamente la migliore, ci mancherebbe... :D
Il mio amico voleva impostare la famiglia in un modo nuovo / e disse alla moglie "Se vuoi, mi puoi anche tradire" / lei lo tradì, lui non riusciva più a dormire (G. Gaber, Un'idea)
Avatar utente
Dottor Rao
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 513
Iscritto il: mer ago 27, 2003 9:54 pm
Località: Indastria

Messaggio da Dottor Rao »

atchoo ha scritto: Innanzitutto io "penso" e non "insinuo". ;)
Eh eh, non leggerci alcuna malizia nella mia espressione, lo so che pensi. Hai scritto di un "MG cammuffato" ma non hai approfondito la cosa in alcun modo, e questo è insinuare, non trovi?
atchoo ha scritto:Dato che è evidente che il nostro pensiero in fatto di videogiochi è davvero lontano (tranne il pensiero sul'epocale e oltre Yoshi's Island), non mi dilungo perchè non mi pare il caso.
Sono d'accordo comunque sul discorso del gioco-giocattolo. Ma se ci sono i pelouches di Totoro perchè non deve esserci un gioco su Nausicaa? Chi ti dice che deve essere per forza un orrido tie-in? Il problema è un altro: un progetto così "destabilizzante" ha in sè grossi rischi. O ne esce un capolavoro assoluto o il gioco rischia di essere peggio dei tie-in su Terminator, Robocop e compagnia bella. Infatti vedrei meglio un progetto amatoriale, spinto solo dalla passione. Di gente con capacità enormi ce ne sono tante. Speriamo. :)
Nessuno mi dice che dev'essere per forza un'orrido tie-in. Però se Miyazaki sta "bloccando" la cosa, ha comunque la mia simpatia. Mattiamola così, io al suo posto farei lo stesso.

Traggo da Mangazine n°20:

"Colpi: Non crede che le letture violente possano avere una influenza duratura sui bambini?

Miyazaki: No, l'influenza negativa dei prodotti per bambini, almeno in Giappone, non sta nei contenuti, ma nella quantità. Ormai l'infanzia e l'adolescenza dei giapponesi sono dominate dai manga, dagli anime, dai video-giochi e da un'infinità di altri prodotti. Le aziende violentano psicologicamente i bambini costringendoli a comprare sempre nuovi fumetti, giochi o CD, e così i giapponesi passano l'infanzia a inseguire prodotti e mode senza mai il tempo per sviluppare la propria fantasia e creatività.[...]"

Non l'ho riportata a supporto delle mie tesi, perchè è evidente che qui i giochi non hanno alcuna colpa specifica (cioè, condividono questa sorte con anime e manga)... Penso però che un ragionamento del genere in qualche modo rientri nel rifiuto di Miyazaki a operazioni del genere.

Va da sé che un gioco di natura non commerciale è preferibile anche dal mio punto di vista. Ma non lo giocherei comunque, per le ragioni giustamente scritte da Giggione. ^_^