Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Discussioni su gli autori e gli anime Ghibli e Pre-Ghibli

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
Quell_Uomo
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 26
Iscritto il: gio apr 17, 2003 7:35 pm
Località: Udine
Contatta:

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da Quell_Uomo » mer giu 25, 2014 5:00 pm

Che figata solo da una clip che gira (la scena di Kamaji) c'e gia gente che si lamenta del nuovo doppiaggio :?
-------
Chi mi contraddice, anche se è un Dio
verrà annegato in un Creme Caramel
- Quell' Uomo -

Avatar utente
genbu
Kodama
Kodama
Messaggi: 1283
Iscritto il: gio giu 09, 2005 2:47 pm
Località: Roma

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da genbu » mer giu 25, 2014 5:57 pm

Eccola qui...bella la qualità video

Edit: Sulla pagina Twitter di Lucky Red dicono che domani trasmetteranno una clip di 5 minuti su Mtv ...
"Durante la mia fanciullezza i dolori e le gioie superavano quelli di ogni altro. Cantavo e piangevo senza ragione, ma sempre sinceramente. Con l'età mi sono guastato. Ma la mente del bambino ritorna in me durante i sogni." Gong Zizhen

pippov
Tanuki
Messaggi: 3563
Iscritto il: dom apr 13, 2003 11:59 am

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da pippov » mer giu 25, 2014 9:22 pm

Per molti versi la professione del critico è facile: rischiamo molto poco, pur approfittando del grande potere che abbiamo su coloro che sottopongono il proprio lavoro al nostro giudizio; prosperiamo grazie alle recensioni negative, che sono uno spasso da scrivere e da leggere. Ma la triste realtà a cui ci dobbiamo rassegnare è che nel grande disegno delle cose, anche l'opera più mediocre ha molta più anima del nostro giudizio che la definisce tale. Ma ci sono occasioni in cui un critico qualcosa rischia davvero. Ad esempio, nello scoprire e difendere il nuovo. Stasera mi sono imbattuto in qualcosa di nuovo, un adattamento straordinario di provenienza assolutamente imprevedibile. Affermare che sia l'adattamento, sia il suo artefice abbiano messo in crisi le mie convinzioni sullo "stile shitesco", è a dir poco riduttivo: hanno scosso le fondamenta stesse del mio essere! In passato non ho fatto mistero del mio sdegno per il famoso motto di Shito "Il giapponese non è l'italiano!", ma ora, soltanto ora, comprendo appieno ciò che egli intendesse dire: non tutti possono capire il giapponese, ma un grande adattamento è compensibile a chiunque.

Grazie. ^^
Si tratta della mia filosofia di vita. Io rispetto tutti, se qualcuno dice che Mourinho non e' meglio di lui sono d'accordo. Ma non posso vivere in questo mondo competitivo pensando che qualcuno sia meglio di me - Jose' Mourinho

Nintendo Fever

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da Nintendo Fever » mer giu 25, 2014 11:07 pm

Torno or ora dal cinema.
Riguardo il doppiaggio, la clip de "La Repubblica" mi sembrava strana, ma alla fine era solo quella scena (in particolare solo il modo in cui viene detto da haku 'Nume Kohaku Nigihayami' ma ovviamente non è un nome così semplice da pronunciare...), mi è piaciuto molto: La voce di Chihiro è identica all'originale, la recitazione è Eccellente, anche la doppiatrice di Lin formidabile...
Quanto ad alcune mie piccole perplessità c'è qualcosa che non ho ben capito nella resa italiana ovvero:
Bou è "Piccino" ma la prima volta Yubaaba non dice invece "Bou"? Come mai? È per caso scritto in un modo diverso nel copione originale?
Come mai "Boyfriend drago" (Ryu no Boyfriend) e "Good Luck!" sono stati mantenuti, mentre il "Good Timing, ne?" è stato tradotto con "Tempismo Perfetto, eh?" quest'ultima espressione è entrata a far parte proprio del parlato giapponese come tante altre espressioni inglesi (Un po' come "Present"...)?

Infine la voce di Haku mi è sembrata forse un pelino più matura di quella originale (In effetti il doppiatore Jap era più giovane), Quella di Bou anche mi ha lasciato un po' perplesso, in giapponese ha più una caratterizzazione "da pupetto" e infine quella della rana blu non mi ha fatto impazzire eccetto due tre battute (Il doppiatore di Calcifer mi è piaciuto di più) ma questi sono dei pareri puramente soggettivi.

Ma alla fine della fiera il doppiaggio mi è piaciuto molto (È stato quasi come vederlo in lingua originale), non credevo che mi ci sarei abituato praticamente subito, è stata più dura abituarmi a quello di Mononoke, ci ho impiegato almeno un quarto d'ora, stavolta invece sono subito entrato nel film, complici anche dei dialoghi certamente più semplici, d'altronde sono due filn completamente diversi, Mononoke è anche più pesante come film, vederlo due volte è stata una "Batosta"... Questo invece è più leggero, si sente che è stato messo da parte quasi tutto il lato "critico" del Miyazaki che vuole denunciare le barbarie dell'uomo nei confronti della natura (Anche se la scena del Dio del Fiume con la bicicletta, e tutta l'immondizia che esce fuori vuole comunque rimandare a quel messaggio di critica ambientalista, anche se in questo film non è il messaggio chiave). Inutile dire che andrò a rivederlo certamente entro venerdì, due visioni mi costano più del bluray (ma sommando a quelle di mononoke e facendo la media sono 13€ a film XD) ma ne vale la pena.

Il film al cinema è stato magnifico, eccetto i soliti spostamenti di camera sfocati (riscontrati anche in mononoke) i colori sono magnifici, e me ne ero già accorto dalla clip, nulla a che vedere con quel piattume dei master video del DVD della Optimum. Anche stavolta (come in ogni ghibli degno du questo nome) ci sono stati quei piccoli particolari che non avevo colto, tipo il topolino che oltre a imitare il gesto dello schiacciare l'insetto fa anche quello dello scongiuro, anche il punto in cui yubaaba non lo riconosce e ci rimane male, non avevo notato quel cambio di espressione nel volto del topolino.
Una cosa che non mi è chiara è quando Haku e Chihiro cadono dall'attico di Yubaaba e precipitano in fondo: ci sono come degli spettri, che sembrano attratti da Haku e Chihiro, chi sono? Perché stanno lì?
Un'altra cosa che mi chiedo anche dalle altre volte che l'ho visto, Lin è Umana? Rispetto alle altre donne che hanno delle fattezze più particolari lei si avvicina più all'aspetto di un'umana.

La colonna sonora del film è magnifica e credevo che al cinema rendesse come quella di Mononoke, invece rimane un po' più bassa, Ashitaka Sekki e tutta la colonna sonora sparata a tutto volume è stata la musica più bella che abbia avuto modo di ascoltare in una sala cinematografica, forse a pari merito con quella del Signore degli Anelli.

Comunque nel cinema il film e l'adattamento sono piaciuti secondo me, non ho visto tutti questi grandi eapertoni gesticolanti come per Mononoke, non ho sentito commenti stupidi per Dio Putrido, i bambini in sala si sono divertiti molto, in varie occasioni si sono sganasciati dalle risate, e con loro tutta la sala.

Concludendo:
Caro Shito, grazie per il lavoro svolto (anche se qualcosa l'ho criticata, ma si tratta solo di un mio parere, giusto perché Calci e la ranocchietta hanno in giapponese la stessa voce, e il doppiatore di Calci è stato stupendo, comunque poi col tempo ci farò l'Abitudine a Davide Lepore...), come per Mononoke anche stavolta vedere il film in italiano è stato qualcosa che mi ha chiarito molti aspetti e particolari che coi sottotitoli sono andati perdendosi.

Avatar utente
Sayonara no Natsu
Membro
Membro
Messaggi: 150
Iscritto il: lun mag 12, 2014 4:59 pm

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da Sayonara no Natsu » gio giu 26, 2014 12:00 am

Visto stasera. Premessa: io non sono uno che si spertica in lodi. Non srotolo con facilità il tappeto rosso nè uso aggettivi altisonanti per ogni opera che apprezzo. Tuttavia, dopo essere uscito dal cinema, avevo solo una parola che mi ronzava nel cervello: capolavoro. Sen to Chihiro è il film, insieme a Mononoke hime (la nuova versione), che più apprezzo delle opere di Miyazaki. Vederlo per la prima volta al cinema mi ha ridato quasi le stesse incredibili sensazioni avute quando lo vidi per la prima volta in assoluto. Finite le lodi (superflue direi, dato che già ne sono state fatte in abbondanza in precedenza) vorrei parlare un pò di questa nuova edizione. Comincerei dal doppiaggio. Inutile negarlo: per i primi 20-30 minuti ero costantemente a fare paragoni tra i vecchi e i nuovi doppiatori. Probabilemente, a causa delle ripetute visioni del vecchio adattamento, non sono riuscito, almeno inizialmente, a togliermi dalla testa la sensazione che la predente edizione fosse superiore a questa almeno da questo punto di vista. Per fortuna, sono riuscito a costringermi a non badare troppo al doppiaggio e a godermi dialoghi e film. Ma andiamo con ordine: la voce di Chihiro l'ho trovata molto azzeccata e l'attrice cosi brava da far rimpiangere Erica Necci poco o nulla. Ho notato, però, che nelle scene di tensione non è riuscita a produrre un tono di voce perfettamente adeguato alla circostanza ( per esempio, quando all'inizio della storia ripete a se stessa che era tutto un sogno, ho avuto la sensazione che non riuscisse perfettamente a trasmettere il senso di paura e angoscia che provava la protagonista nel film). Per quanto riguarda Haku, beh, è strano. A volte mi sembrava di ascoltare Emiliano Coltorti ma con 10 anni di meno, in altri casi, invece, avvertivo la differenza di professionalità tra i due attori. Per quanto riguarda Kamaji non sono sicuro. Personalmente preferisco di più la vecchia versione però penso sia dovuto di più all'abitudine che a una vera differenza di capacità recitativa. Per quanto mi riguarda, la doppiatrice di Lin di questa versione è, molto probabilmente, la migliore tra i nuovi attori. Riesce a incarnare perfettamente il carattere della ragazza (IMHO, ovviamente) con grande maestria. Parlando del doppiaggio di Yubaaba/Zeniba c'è solo una cosa che si può dire: date l'oscar seduta stante a Sonia Scotti!!! Avevo aspettative molto alte visto il soggetto. Sonia le ha frantumate TUTTE! Un doppiaggio strepitoso. Ogni battuta recitata con una maestria quasi irreale. Ho avuto i brividi quando ho ascoltato il primo incontro tra Yubaba e Chihiro! E' incredibile come sia riuscita a mescolare cosi tante tonalità: dall'arrabbiatissimo allo sfottente passando dal disperato fino all'altezzoso.


Passando all'adattamento dei testi non posso che lodare il lavoro svolto. Non ci sono giri di parole o frasi fiabesche e le parti della vecchia edizione in cui si calcava molto la mano su alcune parole o discorsi ( esemplare la frase di Zeniba "Guardate! È l'amore." ... Brrr) sono state giustamente eliminate. Non si può non fare i complimenti a Shito anche per la ricerca dietro ogni termine (come lo "Sgattaiolare" o "Depistare" discussi pochi giorni fa) che rende ogni dialogo degno di essere sezionato e approfondito parola per parola (dato che ogni espressione usata sembra essere stata scelta con estrema cura per trasmettere al meglio il senso originale).

Domani ( cioè oggi) andrò quasi sicuramente a rivederlo.

Ah, è probabile che farò fare più incassi io alla Lucky Red che tutta la mia (sciagurata) città: oggi in sala eravamo solo 6 e la metà era rappresentata da me, mio fratello e mia madre. Sigh :/
Ultima modifica di Sayonara no Natsu il gio giu 26, 2014 8:00 am, modificato 1 volta in totale.
Benjamin was the only animal who did not side with either faction. He refused to believe [...] that the windmill would save work. Windmill or no windmill, he said, life would go on as it had always gone on– that is, badly.

Animal Farm

Penauts
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 200
Iscritto il: ven apr 03, 2009 12:47 am

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da Penauts » gio giu 26, 2014 2:14 am

Per molti versi la professione del critico è facile: rischiamo molto poco, pur approfittando del grande potere che abbiamo su coloro che sottopongono il proprio lavoro al nostro giudizio; prosperiamo grazie alle recensioni negative, che sono uno spasso da scrivere e da leggere. Ma la triste realtà a cui ci dobbiamo rassegnare è che nel grande disegno delle cose, anche l'opera più mediocre ha molta più anima del nostro giudizio che la definisce tale. Ma ci sono occasioni in cui un critico qualcosa rischia davvero. Ad esempio, nello scoprire e difendere il nuovo. Stasera mi sono imbattuto in qualcosa di nuovo, un adattamento straordinario di provenienza assolutamente imprevedibile. Affermare che sia l'adattamento, sia il suo artefice abbiano messo in crisi le mie convinzioni sullo "stile shitesco", è a dir poco riduttivo: hanno scosso le fondamenta stesse del mio essere! In passato non ho fatto mistero del mio sdegno per il famoso motto di Shito "Il giapponese non è l'italiano!", ma ora, soltanto ora, comprendo appieno ciò che egli intendesse dire: non tutti possono capire il giapponese, ma un grande adattamento è compensibile a chiunque.

Grazie. ^^
Immagine

Avatar utente
sdz
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 439
Iscritto il: dom set 05, 2004 7:52 pm
Località: Firenze

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da sdz » gio giu 26, 2014 7:42 am

Grande citazione :)

Avatar utente
Heimdall
Tanuki
Messaggi: 3448
Iscritto il: sab apr 26, 2003 12:39 pm
Località: Rescaldina (Mi)

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da Heimdall » gio giu 26, 2014 8:37 am

pippov ha scritto:Per molti versi la professione del critico è facile [...]
Standing ovation, amico mio!! :D
Immagine

Avatar utente
Shun
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 263
Iscritto il: mer mag 14, 2014 9:27 pm

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da Shun » gio giu 26, 2014 10:58 am

VIsto ieri.
Senza fare troppi giri di parole, arrivo al dunque: bellissimo!
Vedere finalmente questo film sul grande schermo, cosa che fino a qualche mese fa ritenevo impossibile, è stato quasi un regalo; fu il primo film che vidi dello Studio Ghibli nel 2010, e poterlo rivedere al cinema, beh è stato magnifico. Grazie a Lucky Red per questo evento speciale!

Parlando ora della nuova versione, posso dire che mi è piaciuta molto, anche se purtroppo devo aver visto talmente tante volte (almeno 5/6) la vecchia versione che ogni tanto nella mia testa frullavano le voci precedenti a livello di doppiaggio; probabilmente quando uscirà il dvd e vedrò qualche altra volta questa nuova versione, riuscirò a scacciare la vecchia abitudine! In particolare, ci tenevo a dire che in quei momenti in cui non avevo la vecchia versione in mente, tutto scorre davvero bene, ed è solo l'abitudine della precedente, che talvolta disturba.
Non avendo visto l'originale giapponese, non posso fare un raffronto tra le voci, ma posso dire che soggettivamente, ho trovato il nuovo doppiaggio davvero bello, per tutti i personaggi. L'unica cosa che mi verrebbe da dire è che il timbro di voce di Sonia Scotti quando doppia Yuubaba al momento del primo incontro con Chihiro, mi aveva impressionato maggiormente nella prima versione, ma per il resto del film, ottima, sia su Yuubaba che su Zeniiba. Forse anche la voce del papà di Chihiro, preferisco, imho, quella precedente. Ad ogni modo a parte questi pareri personali, mi è piaciuto tutto.
Per quanto riguarda l'adattamento, si nota davvero la differenza di tono rispetto alla vecchia versione nostrana, veramente fiabesca e addolcita, qui invece molto schietta. Anche qui, volevo fare un appunto e spezzare una lancia a favore del discorso che spesso viene fatto da Shito.
Per farlo, farò riferimento al momento in cui Chihiro dice a Yuubaba "le sono obbligata". Nella vecchia versione era un semplice: "grazie di tutto, nonnina".
Ciò che posso dire è che la seconda frase, la trovo più naturale e vi sono più abituato, mentre quella nuova la trovo un po' insolita, ma semplicemente perché la sento molto più raramente rispetto alla prima.
Anche termini come "clamore", "sgattaiolare", "pappare" e qualche altro che or ora non mi sovviene, sono termini in italiano. Certo, magari non li userò spesso (in realtà il secondo lo uso abitualmente) come altri loro sinonimi più comuni nel mio parlato quotidiano, ma davvero, lamentarsi per queste cose lo troverei un po' sterile. Magari si potrebbe dire che alcuni termini suonano insoliti, ma d'altronde il registro lessicale è quello usato in giapponese, e come tale deve essere tradotto.
Infine, una menzione speciale alla canzone conclusiva "Itsumo Nando Demo" e alla sua traduzione. Ho versato diverse lacrime. Bellissima.
Se fosse possibile, volevo chiedere se si poteva postare il testo della canzone, mi piacerebbe davvero rileggerlo!

Volevo chiedere alcune cose a Shito (e a chiunque mi possa aiutare) che non mi sono chiare:
- non ho capito cosa intendesse il padre di Chihiro quando parla di "scoppio della bolla"... è una metafora, ad intendere che era finito il boom dei parchi giochi? Scusate ma non ricordo esattamente il discorso...
- il termine "pappare" è stato usato, immagino, perché in originale non era un semplice "mangiare"?
- il fatto che Sen, quando vede il drago inseguito dai pupazzetti di carta, inizi a gridare "Haku!" mentre nella vecchia versione lo aveva già chiamato così vedendolo dal ponte, mi ha sorpreso; sapevo che era così, ma vederlo davvero, fa molto colpo di scena! In pratica da qui in poi si può dire che il ricordo del vero nome di Haku, inizii ad affiorare in Sen, per poi brillare completamente nel finale del film quando lei rammenta l'intero nome di lui?
- non ho ben capito cosa intenda Zeniiba quando dice a Chihiro che lei e sua sorella sono ciascuna la metà di una stessa persona (mi pare di aver capito una cosa così)
- non mi è chiaro quale fosse l'incantesimo sul timbro di Zeniiba e come questo è stato sciolto...

Per il resto, grazie. Davvero. :sorriso:
Ultima modifica di Shun il gio giu 26, 2014 12:20 pm, modificato 1 volta in totale.

luca-san
Susuwatari
Susuwatari
Messaggi: 1072
Iscritto il: ven set 05, 2008 6:35 pm
Località: mantova-koganei
Contatta:

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da luca-san » gio giu 26, 2014 12:01 pm

doppiaggio molto fluido con voci sostanzialmente tutte azzeccate, ribadisco che è sempre un onore e un privilegio vedere un ghibli su grande schermo, solo i dettagli della sfarzosa stanza di yubaba valgon la visione...
Ultima modifica di luca-san il gio giu 26, 2014 12:15 pm, modificato 1 volta in totale.
"Ponyo Ponyo Ponyo sakana no ko Aoi umi kara yatte kita..."

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da Shito » gio giu 26, 2014 12:14 pm

Nintendo Fever ha scritto:Torno or ora dal cinema.
Carissimo, mi fa particolare piacere rispondere al tuo messaggio perché è palese che hai in testa e nelle orecchie l'originale -dico l'originale vero, il film in giapponese. Chiaramente, 'loriginale è l'originale, è il vero e il canone, a cui un doppiaggio non può che sforzarsi di tendere nella previa consapevolezza di non poterlo raggiungere mai. ^^

Ribadito il che:
La voce di Chihiro è identica all'originale, la recitazione è Eccellente
Non esageriamo. La Hiragi fece davvero un capolavoro, ed era una ragazzina giapponese che interpretava una ragazzina giapponese. Noi, per merito della bravura e della grande disciplina della nostra Vittoria, ci siamo impegnati a fare qualcosa di buono - e credo che il risultato sia buono. In particolare, il senso di "normalità" della ragazzina dell'inizio del film, della sua prima parte, credo sia centrato - ed era il centro di tutto il film. Hai fatto caso che quando Chihiro va da Kamajii all'inizio lei lo chiama piano abbastanza, dico debolmente abbastanza, che lui col trambusto del locale caldaie *non la sente*? Non è che la ingrori intenzionalmente... ^^
anche la doppiatrice di Lin formidabile...
Benedetta davvero bravissima e impeccabile sul ruolo, sì.
Bou è "Piccino" ma la prima volta Yubaaba non dice invece "Bou"? Come mai? È per caso scritto in un modo diverso nel copione originale?
No, no, non lo chiama Bou, gli dice 'Buuh!', tipo "Bubusettete!". ^^

Come mai "Boyfriend drago" (Ryu no Boyfriend) e "Good Luck!" sono stati mantenuti, mentre il "Good Timing, ne?" è stato tradotto con "Tempismo Perfetto, eh?" quest'ultima espressione è entrata a far parte proprio del parlato giapponese come tante altre espressioni inglesi (Un po' come "Present"...)?
E' stato tradotto come 'Ottimo tempismo', per la precisione.

Ci ho pensato molto, e sapevo me l'avresti chiesto... ^^

Dunque, in giapponese sia"good luck" che "boyfriend" che "good timing" sono gairaigo (forestierismi) ben entrati nella parlata nazionale.

Chiaramente, che a usarli siano due vecchietti ha un motivo: Kamajii cerca di essere amichevole con la bimba facendo 'il giovane', direi (vedi anche il thumps up), Zeniiba è quella che si sente "alla moda" rispetto alla gemella Yubaaba. Ma in nessuno di quei casi il personaggio giapponese "parla in inglese", solo usa un anglismo.

Per noi, tutto sommato "good luck" e "boyfriend" sono immediati. "Good timing" proprio no. Voglio dire:

https://www.google.it/search?q=%E3%82%B ... 8QeC2ICYDw

Voglio dire: quasi un milione di hit, e nota i primi quattro sono *dizionari monolingua giapponesi* che riportano l'espressione.Se invece cerchi "good timing" (con le virgolette) e anche comuni parole italiane insieme come "ciao" o "benvenuto", nisba. Proprio non è usato da noi come forestierismo.

Avevo anche pensato di inventarmi un anglismo basico ad hoc che fosse più "legginile" per noi italiani, tipo: "Perfect time!", ma alla fine mi è sembrato solo errato, indebito e anche un po' ridicolo. ^^;
Infine la voce di Haku mi è sembrata forse un pelino più matura di quella originale (In effetti il doppiatore Jap era più giovane),
Sì, hai ragione. Suona un po' più matura soprattutto "a tratti", imho. Tuttavia è stata la scelta di Ghibli anche con provini di attori più giovani.
Quella di Bou anche mi ha lasciato un po' perplesso, in giapponese ha più una caratterizzazione "da pupetto"
Sì, hai ragione. In questo caso si tratta del meglio che sono riuscito a fare. Avevamo ptovato anche con un interprete molto più giovane, ma la relativa complessità delle battute rendeva la cosa impossibile.
Nintendo Fever ha scritto: e infine quella della rana blu non mi ha fatto impazzire eccetto due tre battute (Il doppiatore di Calcifer mi è piaciuto di più) ma questi sono dei pareri puramente soggettivi.
Se parli del Calcifer originale, beh: è l'originale! Ovvio che sia meglio. ^^

Se parli del Calcifer italiano (l'impareggiabile Luigi Ferraro), ho ritenuto che per il tono usato dall'attore giapponese sul personaggio di Aogaeru/Ranablu, Davide Lepore fosse proprio la scelta più aderente - che infatti ho felicemente confermato dalla precedente edizione italiana.
Ma alla fine della fiera il doppiaggio mi è piaciuto molto (È stato quasi come vederlo in lingua originale), non credevo che mi ci sarei abituato praticamente subito, è stata più dura abituarmi a quello di Mononoke, ci ho impiegato almeno un quarto d'ora, stavolta invece sono subito entrato nel film, complici anche dei dialoghi certamente più semplici
Secondo me è complice il fatto che la coppia di mamma & papà, insieme alla Chihiro dell'inizio del film, sono tra le parti meglio riuscite di tutto questo nuovo doppiaggio. ^^
d'altronde sono due film completamente diversi
Senza dubbio.
Inutile dire che andrò a rivederlo certamente entro venerdì, due visioni mi costano più del bluray (ma sommando a quelle di mononoke e facendo la media sono 13€ a film XD) ma ne vale la pena.
^^
Anche stavolta (come in ogni ghibli degno du questo nome) ci sono stati quei piccoli particolari che non avevo colto, tipo il topolino che oltre a imitare il gesto dello schiacciare l'insetto fa anche quello dello scongiuro, anche il punto in cui yubaaba non lo riconosce e ci rimane male, non avevo notato quel cambio di espressione nel volto del topolino.
Prima ci rimane male, e poi si arrabbia pure! ^^
Una cosa che non mi è chiara è quando Haku e Chihiro cadono dall'attico di Yubaaba e precipitano in fondo: ci sono come degli spettri, che sembrano attratti da Haku e Chihiro, chi sono? Perché stanno lì?
Me lo sono chiesto anch'io. Una spiegazione ufficiale non c'è.

A me sembrano dei reietti dimenticati, come quelli che non avendo avuto la forza di affermare loro stessi sono stati "buttati via" nella botola, e lì dimenticati, scomparsi. Quel fondo mi sembra proprio un dimenticatoio.
Un'altra cosa che mi chiedo anche dalle altre volte che l'ho visto, Lin è Umana? Rispetto alle altre donne che hanno delle fattezze più particolari lei si avvicina più all'aspetto di un'umana.
E' umana. Lin è uno scampolo da un precedente film poi non realizzato, che si sarebbe dovuto intitolare "Lin la spazzacamini" - anche il design di Yubaaba viene da lì, per ipirazione delle illustrazioni originali di Tenniel per Alice in Wonderland:

Immagine

Così sai anche come mai Yubaaba ha la testa oversized, unita a:

Immagine

Da cui il nome 'Yubaaba' con quell'allungamento), che Miyasan poi ritrasse anche in un successivo corto:

Immagine

Lin, in Sen to Chihiro, inizialmente era stato pensato come uno spirito di donnola. Questa idea venne poi accantonata, ma qualcosa nel suo design è rimasto, non trovi?
La colonna sonora del film è magnifica e credevo che al cinema rendesse come quella di Mononoke, invece rimane un po' più bassa, Ashitaka Sekki e tutta la colonna sonora sparata a tutto volume è stata la musica più bella che abbia avuto modo di ascoltare in una sala cinematografica
Sì, anche a Roma - Cinema Adriano, le musiche erano molto 'basse', strano.
Caro Shito, grazie per il lavoro svolto (anche se qualcosa l'ho criticata, ma si tratta solo di un mio parere
Grazie a te per visione, attenzione, apprezzamento e critiche del tutto sensate, legittime e direi anche molto ben documentate e fondate.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da Shito » gio giu 26, 2014 12:28 pm

Sayonara no Nastu ha scritto:la voce di Chihiro l'ho trovata molto azzeccata e l'attrice cosi brava da far rimpiangere Erica Necci poco o nulla.
E' anche difficile valutare, perché comunque Erika recitò il testo che le diedero, ed era un testo più disneyanizzato. Di mio, per certo trovo che l'interpretazione di Vittoria ora sia molto più corretta in quanto 'da ragazzina normale', come il film vuole e richiede. Nel senso che non si trattava proprio di avere la bella vocina della principessina disney, magica e leziosa, ma l'esatto contrario! ^^
Ho notato, però, che nelle scene di tensione non è riuscita a produrre un tono di voce perfettamente adeguato alla circostanza ( per esempio, quando all'inizio della storia ripete a se stessa che era tutto un sogno, ho avuto la sensazione che non riuscisse perfettamente a trasmettere il senso di paura e angoscia che provava la protagonista nel film).
Perché anche lì, se "esageri" ottieni una recitazione sovraenfatica, iperdrammatica, che non ha nulla di reale. Infatti anche il giapponese lì è "sottotono" per realismo. ^^
Per quanto riguarda Haku, beh, è strano. A volte mi sembrava di ascoltare Emiliano Coltorti ma con 10 anni di meno, in altri casi, invece, avvertivo la differenza di professionalità tra i due attori.
Emiliano era semplicemente troppo troppo grande per il ruolo, ne aveva fatto per forza qualcosa di completamente diverso dall'originale (e dal disegno!).

Tuttavia, al tempo Emiliano non era molto esperto come *doppiatore* (veniva dal teatro, se ben ricordo) - infatti ai tempi molti criticarono la sua interpretazione come "strana". Al contrario, Andrea è un giovane doppiatore con al suo attivo molti protagonisti di doppiaggio.
Per quanto riguarda Kamaji non sono sicuro. Personalmente preferisco di più la vecchia versione però penso sia dovuto di più all'abitudine che a una vera differenza di capacità recitativa.
Entrambi gli attori sono molto molto bravi. Solo, a parte la differenza del testo (il vecchio rendeva Kamajii non solo giustamente burbero, ma anche indebitamente sgradevole con insulti e cattiverie), trovo proprio che il precedente interprete fosse (sia) vocalmente troppo elegante per il ruolo.
Per quanto mi riguarda, la doppiatrice di Lin di questa versione è, molto probabilmente, la migliore tra i nuovi attori. Riesce a incarnare perfettamente il carattere della ragazza (IMHO, ovviamente) con grande maestria.
E' proprio molto azzeccata sul personaggio.
Parlando del doppiaggio di Yubaaba/Zeniba c'è solo una cosa che si può dire: date l'oscar seduta stante a Sonia Scotti!!! Avevo aspettative molto alte visto il soggetto. Sonia le ha frantumate TUTTE! Un doppiaggio strepitoso. Ogni battuta recitata con una maestria quasi irreale. Ho avuto i brividi quando ho ascoltato il primo incontro tra Yubaba e Chihiro! E' incredibile come sia riuscita a mescolare cosi tante tonalità: dall'arrabbiatissimo allo sfottente passando dal disperato fino all'altezzoso.
Sonia è una grande attrice. Una grande attrice e doppiatrice coglie molto dell'originale sin dal primo ascolto. Ma se poi il testo italiano che deve andare a recitare sopra a quell'originale non è conforme a quello, devi reinventare i momenti, i ritmi, i toni recitativi. Un testo di doppiaggio molto fedele permette inevitabilmente anche agli attori di dare il meglio di loro. ^^
Passando all'adattamento dei testi non posso che lodare il lavoro svolto. Non ci sono giri di parole o frasi fiabesche e le parti della vecchia edizione in cui si calcava molto la mano su alcune parole o discorsi ( esemplare la frase di Zeniba "Guardate! È l'amore." ... Brrr) sono state giustamente eliminate. Non si può non fare i complimenti a Shito anche per la ricerca dietro ogni termine (come lo "Sgattaiolare" o "Depistare" discussi pochi giorni fa) che rende ogni dialogo degno di essere sezionato e approfondito parola per parola (dato che ogni espressione usata sembra essere stata scelta con estrema cura per trasmettere al meglio il senso originale).

Domani ( cioè oggi) andrò quasi sicuramente a rivederlo.
Grazie dell'apprezzamento e buona ri-visione! ^^
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da Shito » gio giu 26, 2014 1:37 pm

Twistor ha scritto:magnifico. Grazie a Lucky Red per questo evento speciale!

Parlando ora della nuova versione, posso dire che mi è piaciuta molto, anche se purtroppo devo aver visto talmente tante volte (almeno 5/6) la vecchia versione che ogni tanto nella mia testa frullavano le voci precedenti a livello di doppiaggio; probabilmente quando uscirà il dvd e vedrò qualche altra volta questa nuova versione, riuscirò a scacciare la vecchia abitudine! In particolare, ci tenevo a dire che in quei momenti in cui non avevo la vecchia versione in mente, tutto scorre davvero bene, ed è solo l'abitudine della precedente, che talvolta disturba.
Sei chiaramente una persona molto onesta. Sovrascrivere la propria abitudine percettiva, specie quando poi insieme a quella c'è dell'affetto, è una cosa faticosa e anche dura. Infatti molte persone trovano (inconsciamente) più comodo mettere a tacere il proprio onesto spirito critico a cullarsi nel comodo e avvolgente ricordo. Forse è una cosa anche comprensibile. Ma credo però che lo sforzo di avvicinarsi al vero sia sempre meritevole e venga sempre ripagato con maggiori -più profonde!- soddisfazione e appagamento. :-)
Per quanto riguarda l'adattamento, si nota davvero la differenza di tono rispetto alla vecchia versione nostrana, veramente fiabesca e addolcita, qui invece molto schietta. Anche qui, volevo fare un appunto e spezzare una lancia a favore del discorso che spesso viene fatto da Shito.
Per farlo, farò riferimento al momento in cui Chihiro dice a Yuubaba "le sono obbligata". Nella vecchia versione era un semplice: "grazie di tutto, nonnina".
Quella è la battuta che vale il film.

Chihiro fa un inchino, e dice "Osewa ni narimashita", che è proprio una frase rituale che si pronuncia quando si è in obbligo verso qualcuno che ha fatto qualcosa per noi. Non è un modo di semplice "grazie" (tipo: "arigatou", anche declinato in vari modi e livelli di cortesia e deferenza). Tipicamente, i bambini credono che tutto gli sia dovuto, e infatti "osewa ni narimashita" è un'espressione da adulto, da "mondo degli adulti", da rapporti tra adulti. Quando Lin parla all'inizio a Chihiro le dice "Ehi, tu! Ma non sei capace di dire "sì" o "le sono obbligata?" - e infatti no, Chihiro è una bambina, non è capace. Ma Lin la tratta sin da subito con un modulo relazionale adulto, perché il nuovo mondo/ruolo in cui si trova Chihiro è quello del mondo degli adulti dove "nessuno ti regala niente".

Alla fine, Chihiro fa un inchino e dice di sua sponte "Le sono molto obbligata" anche alla 'strega cattiva'. Perché pur con tutto quello che Yubaaba ha fatto, persino il trabocchetto finale, Yubaaba ha assunto Chihiro, le ha dato un lavoro, da mangiare e da dormire. Quindi si deve dirle: "Le sono molto obbligata", facendo un inchino. In giapponese si direbbe che Chihiro è diventata "rippa" (matura, dignitosa). :-)
Infine, una menzione speciale alla canzone conclusiva "Itsumo Nando Demo" e alla sua traduzione. Ho versato diverse lacrime. Bellissima.
Se fosse possibile, volevo chiedere se si poteva postare il testo della canzone, mi piacerebbe davvero rileggerlo!
Certo!

Abbiamo davvero lavorato molto a questa traduzione, anche direttamente con lo Studio Ghibli, dato che il giapponese si presta spesso a varie letture, specie quando è usato in forma liricha, poetica:



- Sempre, anche per infinite volte -
Liriche di Ksku Wakako, canto di Kimura Yumi


Mi sento chiamata, da qualche parte in fondo al cuore…
vorrei fare sempre sogni emozionati!

Anche se i dispiaceri sono innumerevoli,
al di là di quelli, di sicuro ti incontrerò!

Ogni volta che ripete un errore, una persona
Non fa che conoscere l’azzurro del cielo azzurro.
Anche se il sentiero sembra proseguire interminabile,
queste mani possono abbracciare la luce.

Il cuore silenzioso al momento d'un addio…
il corpo che si azzera tende l’orecchio.

Il mistero dell'essere in vita, il mistero dell'andare a morire…
così i fiori, così il vento, così le città, è per tutti lo stesso.

Sta chiamando, da qualche parte in fondo al cuore…
Sempre, per quante che volte, disegniamo un sogno!

Piuttosto che tenere il conto dei dispiaceri,
Con le stesse labbra, cantiamo delicatamente!

All'interno dei ricordi che vanno a chiudersi, sempre
ascolto un sussurro che non voglio dimenticare.
Anche su uno specchio mandato in frantumi,
si riflette un nuovo paesaggio.

Di primo mattino, la finestra silenziosa…
il corpo che si azzera vada ad appagarsene.

Non cercherò più dall’altra parte del mare…
ciò che splende è sempre qui,
poiché sono riuscita a trovarlo dentro di me!
Volevo chiedere alcune cose a Shito (e a chiunque mi possa aiutare) che non mi sono chiare:
- non ho capito cosa intendesse il padre di Chihiro quando parla di "scoppio della bolla"... è una metafora, ad intendere che era finito il boom dei parchi giochi? Scusate ma non ricordo esattamente il discorso...
La bolla economica ottantina (bubble-keizai), che fu soprattutto (tipicamente) una 'bolla immobiliare'. Cose che si sono viste anche in Europa, e che in Giappone ebbero una rilevanza ancora maggiore.

Se cerchi, anche su Wikipedia troverai molte informazioni. :-)
- il termine "pappare" è stato usato, immagino, perché in originale non era un semplice "mangiare"?
Sì, sono termini molto affini ma diversi: "taberu" e "kuu". ^^
- il fatto che Sen, quando vede il drago inseguito dai pupazzetti di carta, inizi a gridare "Haku!" mentre nella vecchia versione lo aveva già chiamato così vedendolo dal ponte, mi ha sorpreso; sapevo che era così, ma vederlo davvero, fa molto colpo di scena! In pratica da qui in poi si può dire che il ricordo del vero nome di Haku, inizii ad affiorare in Sen, per poi brillare completamente nel finale del film quando lei rammenta l'intero nome di lui?
Non credo. Credo che i ricordi le incomincino a tornare quando lo 'cavalca' per la prima volta (in caduta libera verso il locale caldaie), infatti anche lì hai la 'visione' del corpo del drago come un corso d'acqua. Nel caso del riconoscimento, credo sia 'solo' Chihiro che "sente in sé stessa" che quello è Haku, anche se in effetti "non lo sa". :-)
- non ho ben capito cosa intenda Zeniiba quando dice a Chihiro che lei e sua sorella sono ciascuna la metà di una stessa persona (mi pare di aver capito una cosa così)
Poiché sono gemelle, è un modo di dire giapponese che "due gemelli fanno un adulto completa in due", nel senso che le qualità dell'uno e dell'altro si completano nella qualità di una persona completa e realmente indipendente (un adulto). Nel caso di Zeniiba (la maggiore) e Yubaaba (la minore), la prima è la "parte domestica" e la seconda è la "parte professionale".
- non mi è chiaro quale fosse l'incantesimo sul timbro di Zeniiba e come questo è stato sciolto...
Non lo è proprio nel film. :-/

Posto che quello che ha pestato Sen NON era l'incantesimo di Zeniiba, ma un 'insetto spione' (cfr. la stessa cosa in Howl) posto da Yubaaba nel ventre del drago allo scopo di manipolarlo, allora che ne è stato dell'incantesimo di protezione del sigillo? Chissà.
Per il resto, grazie. Davvero. :sorriso:
Davvero grazie a te.

Ho veramente apprezzato tutti i tuoi post sul contenuto, sul significato del film.

La mia idea è che il senso di adattare nella nostra lingua un film è permettere ai miei connazionali di vederlo, poterlo capire e così poterne anche discutere contenutisticamente come il pubblico originale può fare in originale.

Quindi, ti ringrazio davvero una volta di più. :-)
Ultima modifica di Shito il gio giu 26, 2014 4:50 pm, modificato 4 volte in totale.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
MagicSton
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 17
Iscritto il: lun mag 12, 2014 4:47 am

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da MagicSton » gio giu 26, 2014 2:19 pm

Ma chi, come me, non può andarlo a vedere questi giorni al cinema esiste un modo per non soffrire? :| assurdo che lo abbiano messo solo 3 giorni senza coprire il weekend, stavolta dovrò aspettare l'uscita del bluray per commentarlo e non sarà neanche la stessa cosa di andare al cinema... :(
Grandi rosicate a parte, grazie a tutti voi che mi rendete partecipe di questa nuova versione (che sembra essere splendida) con tutte queste domande! :D
Riguardo alla canzone, la traduzione del titolo quale sarebbe di preciso?

Avatar utente
genbu
Kodama
Kodama
Messaggi: 1283
Iscritto il: gio giu 09, 2005 2:47 pm
Località: Roma

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da genbu » gio giu 26, 2014 2:29 pm

Per quanto riguarda la trasmissione su Mtv della clip speciale, dovrebbe essere oggi alle 21:10 (probabilmente i primi 5 minuti del film)
"Durante la mia fanciullezza i dolori e le gioie superavano quelli di ogni altro. Cantavo e piangevo senza ragione, ma sempre sinceramente. Con l'età mi sono guastato. Ma la mente del bambino ritorna in me durante i sogni." Gong Zizhen

Rispondi