Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Discussioni su gli autori e gli anime Ghibli e Pre-Ghibli

Moderatore: Coordinatori

KwErEnS
Membro
Membro
Messaggi: 147
Iscritto il: ven set 11, 2009 10:03 pm

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da KwErEnS »

Sul film
Le mani di Chihiro e Haku al primo incontro, in volo e all'addio.
La reazione sul volto di Piccino-ratto quando Yubaaba non lo riconosce.
Forse si potrebbero azzardare questi accoppiamenti tra i personaggi di Sen to Chihiro e di Howl? (sono solo suggestioni, eventualmente da approfondire)
Chihiro<>Sophie | Haku<>Howl | Yubaaba<>Suliman | Piccino-ratto<>Hen | Lin<>Sorella | Senza-volto<>Strega | Kamaji<>Calcifer | Padre <> Re.

Sul nuovo doppiaggio
Coinvolgente.
Ho confrontato le clip su Facebook con il dvd che non rivedevo da dieci anni: mi pare che i dialoghi nuovi siano diversi dai precedenti nel contenuto e mi 'suonano' più aderenti alla traccia audio giapponese del dvd (ma non conosco il giapponese).
A volerci proprio trovare un difetto: mi è sembrato che Haku in alcune battute geminasse la 'b' ("ruBBare").

Grazie di cuore a Lucky Red che ha voluto riportare al cinema questo capolavoro (il pubblico nella mia sala non era numeroso), a Cannarsi e agli altri operatori per il generoso impegno.
luca-san
Susuwatari
Susuwatari
Messaggi: 1072
Iscritto il: ven set 05, 2008 6:35 pm
Località: mantova-koganei

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da luca-san »

"Ponyo Ponyo Ponyo sakana no ko Aoi umi kara yatte kita..."
Nintendo Fever

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da Nintendo Fever »

Lo avessero tenuto una settimana o fino alla domenica e sarebbe stato ancora meglio
Avatar utente
Babbana
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 32
Iscritto il: mar apr 30, 2013 10:23 pm

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da Babbana »

Shito ha scritto:In effetti è stato dichiarato dall'autore. Sicuramente nel film non viene esplicitamente detto. Non so in effetti quanto MIyasaki avesse veramente chiara la faccenda. Per come lo conosco, può darsi che non ci avesse neppure pensato davvero, e che abbia risposto: "no, Chihiro non si ricorda" alla bisogna. ^^;
Capisco! Effettivamente sembra proprio un comportamento da Miya-san ^^
Ci sono varie ragioni.

1) Il nome è scritto in katakana, リン, laddove quello di Sen è scritto con un kanji 千. Dico proprio dentro alle immagini del film: se guardiamo il cartellone dove le due, e molti altri, "timbrano il cartellino", la cosa spicca. Quindi si può pensare che avendo il nome scritto in kana, 'Lin' sia un personaggio/nome di origine straniera.

2) In questo film c'è un sacco di 'stile cinese'. I dragoni sembrano dragoni cinesi. C'è molto di cineseggiante anche nelle architetture, non trovate?

3) Lo Studio Ghibli, a mia precisa e apposita domanda sul merito, mi ha confermato che "Lin" (con questa scrittura) è il nome ufficiale del personaggio.

Per contro, Risa in Ponyo è certamente una donna giapponese con un nome giapponese. ^^
Grazie del chiarimento! Vedendolo scritto in katakana avevo pensato che non fosse un nome giapponese, ma, sapendo che esiste il nome Rin, mi era venuto questo dubbio. E, infatti, Lin sembra più un nome cinese! Non ci avevo fatto caso, però, come dici tu, anche nel film c'è un rimando a un'estetica cinese ^^

Riguardo alle somiglianze tra Sen to Chihiro e Howl, non ci avevo mai riflettuto, anche perché entrambi non li vedevo da qualche anno. Adesso che ho rivisto Sen nei prossimi giorni vedrò anche Howl ^^
Però gli accoppiamenti proposti da KwErEnS mi sembrano giusti!
Chihiro e Sophie sono simili, entrambe inizialmente demotivate e insicure. Anche se poi vivono un'avventura diversa, penso che il loro processo di crescita psicologica sia simile. Perché entrambe "imparano" a vivere, riuscendo a esternare ciò che già avevano in sè, ma che la condizione di partenza impediva loro di realizzare.
Ogni cosa di adesso è…
ogni cosa del passato…!
Senz'altro ci rincontreremo…
…in un luogo nostalgico.
Avatar utente
Palla di fuliggine
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 222
Iscritto il: lun mar 30, 2009 10:39 am
Località: Pistoia

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da Palla di fuliggine »

Niente di nuovo per chi frequenta questi lidi, ma è stata pubblicata una breve intervista a Shito su Badtaste, relativa all'adattamento di "Sen to Chihiro no Kamikakushi".

La trovate qui.
Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da Shito »

Babbana ha scritto: Riguardo alle somiglianze tra Sen to Chihiro e Howl, non ci avevo mai riflettuto, anche perché entrambi non li vedevo da qualche anno. Adesso che ho rivisto Sen nei prossimi giorni vedrò anche Howl ^^
Però gli accoppiamenti proposti da KwErEnS mi sembrano giusti!
Chihiro e Sophie sono simili, entrambe inizialmente demotivate e insicure. Anche se poi vivono un'avventura diversa, penso che il loro processo di crescita psicologica sia simile. Perché entrambe "imparano" a vivere, riuscendo a esternare ciò che già avevano in sè, ma che la condizione di partenza impediva loro di realizzare.
In realtà, le somiglianze tra i due film esistono -secondo me- su due differenti livelli.

Uno sono le suggestioni estetiche che Miyasan aveva nel momento, l'altro sono le riflessioni che Miyasan faceva nel momento.

Per esempio, l'intreccio base dei due film è lo stesso. C'è un fanciullino Haku, o un ragazzo Hauru (Howl), che sono entrambi imbrigliati da un contratto. Non sto neppure parlando di quello tra Howl e Calficer, dico quello tra Howl e Suliman, che Howl ha stretto diventando il discepolo di Suliman, così come Haku è diventato il discepolo di Yubaaba. In ogni caso, entrambi hanno stretto il loro contratto per solitudine infantile: Haku "diceva di non avere più un posto a cui tornare", Howl passava le sue estati da solo nella casetta nella prateria (ora sto parlando del contratto con Calficer, ok). Entrambi i contratti si 'risolvono' in qualche modo quando vengono 'svelati' nel loro quid. E gli elementi per farlo, in entrambi i casi vanno trovati nel passato - una sorta di regressione mnemonica.

Ci avevate pensato?

Ah, Howl da ragazzino -nel flashback- è praticamente uguale a Haku. Haku che si trasforma in drago e poi torna ragazzino 'esausto' sembra proprio Howl. Alla fine, persino, nel momento della risoluzione.

Anche La Strega delle Lande ha molto di Yubaaba, specie il blob nero, e anche il vermetto spione, ci aveva fatto caso?

Credo che il punto sia che Miyazaki, dopo Mononoke, incomincia a sentirsi anziano e a riflettere sull'anzianità. Sophie anziana diventa una furbastra, lo dice lei stessa. Ma anche la Strega delle Lande cambia età. C'è questa riflessione sul "sentirsi giovani in un corpo anziano".

Non trovate?
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)
Nintendo Fever

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da Nintendo Fever »

La strega delle lande è anche un po' come il senza volto, che poi diventa tutto carino e innocuo...
Mentre un personaggio simile a Suliman non c'è in Sen to Chihiro. Suliman è proprio quella che mi sta più antipatica tra i personaggi di Miyazaki (Insieme a Muska), non la mando giù. Cioè in Yubaaba ci vedo un po' di tenerezza (Ad esempio quando parla al piccino) Zeniiba dopo un approccio "da cattiva" si rivela essere una nonnina dolcissima.
Suliman no, forse giusto la frase sul finale, ma resta comunque una megera antipatica e odiosa... La strega delle lande è già meglio, ha quel lato dolce che viene fuori alla fine che è impossibile continuare ad odiarla (La mia amica che ha visto con me Sen to Chihiro invece non la perdona proprio XD la detesta fino alla fine, e si arrabbia pure con Howl e Sophie che se la prendono dentro casa, nella scena in cui il castello errante diventa un castello volante XD)

Un'altra somiglianza con Howl è il praticello che si vede nei titoli di coda (alla fine), molto simile al giardino segreto di howl
Avatar utente
shishimaru
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 41
Iscritto il: lun nov 04, 2013 1:53 pm

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da shishimaru »

Scrivo solo ora che davvero ho avuto pochissimo tempo in questi giorni, il film io sono andato a vederlo all'ultimo anche perchè quasi me ne ero dimenticato! :prostrare: nonostante ciò sono riuscito a vederlo venerdì sera nell'ultimo spettacolo a Prato alle 22 purtroppo non lo davano dalle mie parti.

Che dire contentissimo di aver visto per la prima volta al cinema e con la maturità giusta "La città incantata" ai tempi quando lo vidi la prima volta tra adattamento alla disney e me che manco sapevo chi fosse Miyazaki (perdonate ero un ragazzino), non afferrai il film e non entrò nel novero dei miei preferiti.
Ma ora che l'ho rivisto devo dire che sì ora è proprio tra i miei preferiti. In effetti anche grazie ai post vostri e di shito ho approfondito molto il film, ma già ad una prima visione tutto era molto più chiaro di come non fosse prima nel primo adattamento (in effetti nemmeno è venuto nessuno a lamentarsi con tanta veemenza, ma questo è dovuto anche al registro molto semplice e moderno usato dall'autore a differenza di Mononoke).
Ho trovato davvero belle tutte le interpretazioni con menzione particolare per Yuubaba/Zeniba e Lin, bene anche Haku anche se nelle prime battute mi è sembrato incespicare un pò (forse perchè c'erano tante parole da dire in fretta in un momento concitato?) ma per il resto è andato alla grande.
Poi come Miyazaki riesca a donare tanta espressività a Piccino trasformato in topo o pure alle palle di fuliggine è un mistero, tanto di cappello! :gresorr:

Per quanto riguarda la bolla economica giapponese è una metafora che i giapponesi usano paragonando la crescita economica a tipo una bolla di sapone che cresce cresce ma termina per scoppiare e da lì la crisi ed il termina "lo scoppio della bolla" quasi equivalente penso al nostro "scoppio della crisi" che se non sbaglio quella citata nel film dovrebbe essere avvenuta intorno a metà anni '90. Questa cosa però la lessi tra le note del manga di GTO quindi non è tutta farina del mio sacco :sorriso:

Tra le scene del film mi ha incuriosito una scena all'inizio: appena il marito trova la stradina sterrata e deserta si mette a fare il Loeb della situazione correndo a tutta forza ed esaltando la sua macchina "questa è una 4x4!" con la moglie che lo riprende, non so a voi ma a me ha quasi dato un'impressione di una situazione che più di una persona ha sperimentato :lite:
Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da Shito »

shishimaru ha scritto: quando lo vidi la prima volta tra adattamento alla disney e me che manco sapevo chi fosse Miyazaki (perdonate ero un ragazzino)
Toutes les grandes personnes ont d'abord été des enfants... ^^
Per quanto riguarda la bolla economica giapponese è una metafora che i giapponesi usano paragonando la crescita economica a tipo una bolla di sapone che cresce cresce ma termina per scoppiare e da lì la crisi ed il termina "lo scoppio della bolla" quasi equivalente penso al nostro "scoppio della crisi" che se non sbaglio quella citata nel film dovrebbe essere avvenuta intorno a metà anni '90. Questa cosa però la lessi tra le note del manga di GTO quindi non è tutta farina del mio sacco :sorriso:
Veramente il termine bolla economica o bolla finanziaria è un concetto internazionale, molto in uso anche da noi! ^^

https://www.google.it/search?q=bolla+ec ... 8QeT44HoDQ

Più di un milione di hits per "bolla economica", e...

http://it.wikipedia.org/wiki/Bolla_speculativa

http://it.wikipedia.org/wiki/Bolla_immobiliare

Il caso giapponese, riportato sulla wiki *italiana*:

http://it.wikipedia.org/wiki/Bolla_spec ... giapponese
shishimaru ha scritto: Tra le scene del film mi ha incuriosito una scena all'inizio: appena il marito trova la stradina sterrata e deserta si mette a fare il Loeb della situazione correndo a tutta forza ed esaltando la sua macchina "questa è una 4x4!" con la moglie che lo riprende, non so a voi ma a me ha quasi dato un'impressione di una situazione che più di una persona ha sperimentato :lite:
Come dicevo: Toutes les grandes personnes ont d'abord été des enfants... ^^;
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)
Avatar utente
Lonelywolf
Membro
Membro
Messaggi: 55
Iscritto il: gio mag 02, 2013 7:34 pm

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da Lonelywolf »

shishimaru ha scritto:Tra le scene del film mi ha incuriosito una scena all'inizio: appena il marito trova la stradina sterrata e deserta si mette a fare il Loeb della situazione correndo a tutta forza ed esaltando la sua macchina "questa è una 4x4!" con la moglie che lo riprende, non so a voi ma a me ha quasi dato un'impressione di una situazione che più di una persona ha sperimentato :lite:
Personalmente, i genitori di Chihiro li ho trovati piuttosto sciocchi :lol: Al di là della velocità con cui guidava il padre (giustificata dal fatto che si trattava di una strada sterrata in salita), non mi pare prudente addentrarsi in un luogo tanto diroccato e misterioso con la figlia al seguito per pura curiosità, o mancare all'appuntamento con la ditta dei traslochi, o men che meno avventarsi su del cibo non loro. Di fronte a tutto questo, i capricci di Chihiro mi sono onestamente parsi più che sensati.
Sempre a livello personale, mi pare che i genitori presenti nel film siano visti in una luce negativa (nel loro essere genitori). Da un lato abbiamo Chihiro, figlia di due incoscienti che appare piuttosto imbranata e sbadata, dall'altro Piccino, che mi sembra un caso decisamente enfatico ed autoesplicativo. E' un essere enorme dalle fattezze da bimbo, è estremamente capriccioso ed è cresciuto nella bambagia, e si chiama Piccino; mi ricorda davvero i casi di madri protettive che scoraggiano i figli ad addentrarsi nel mondo esterno (Piccino stesso dice che fuori ci sono le malattie) e nel non far mancare loro nulla li scoraggiano ad imparare a fare ed a crescere. Infatti entrando a contatto col mondo esterno (e con l'esempio di Chihiro) Piccino impara a stare in piedi ed insiste addirittura nel volersi muovere da solo (in contrapposizione all'impressione di staticità che mi ha dato quando, rinchiuso nella sua stanza, minacciava Chihiro di spezzarle un braccio per convincerla a restare ferma con lui). La stessa Chihiro allontanandosi dai genitori impara a cavarsela ed a comportarsi adeguatamente con le altre persone. Mi è proprio parso che, lontano dai genitori incapaci visti nel film, entrando a diretto contatto con ciò che li circonda, i figli riescano a crescere bene. Infatti è Chihiro a salvare i genitori, diventati maiali per loro colpa.
Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da Shito »

[doppio post]
Ultima modifica di Shito il mer lug 02, 2014 4:32 pm, modificato 1 volta in totale.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)
Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da Shito »

Si potrebbe dire che l'educazione genitoriale dovrebbe essere un tracciato, una guida e una spinta alla crescita sana (nel corpo e nello spirito) del fanciullo. Un tutore, dico in botanica, non ostacola lo sviluppo naturale di una pianta, ma la sostiene nel suo sviluppo, indirizzandone il verso.

Lettura consigliata: i primi due capitoli (soprattutto) dell'Emile, di Rousseau. ^^

Punto focale suggerito: la critica all'uso del "fasciare" i neonati, assai in voga al tempo.

Quando vedendo Sen to Chihiro penserete da un lato a Finding Nemo, dall'altro alla letteratura filosofica rivoluzionaria francese, e da un altro ancora a ditemi voi cosa, allora saprete che avrete fatto della visione di un film animato un momento davvero prezioso per voi.

L'intrattenimento non deve sedare la mente. La deve stimolare!

Rimodernismo!
Regressione!
Rivoluzione!
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)
Avatar utente
Babbana
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 32
Iscritto il: mar apr 30, 2013 10:23 pm

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da Babbana »

Shito ha scritto:Per esempio, l'intreccio base dei due film è lo stesso. C'è un fanciullino Haku, o un ragazzo Hauru (Howl), che sono entrambi imbrigliati da un contratto. Non sto neppure parlando di quello tra Howl e Calficer, dico quello tra Howl e Suliman, che Howl ha stretto diventando il discepolo di Suliman, così come Haku è diventato il discepolo di Yubaaba. In ogni caso, entrambi hanno stretto il loro contratto per solitudine infantile: Haku "diceva di non avere più un posto a cui tornare", Howl passava le sue estati da solo nella casetta nella prateria (ora sto parlando del contratto con Calficer, ok). Entrambi i contratti si 'risolvono' in qualche modo quando vengono 'svelati' nel loro quid. E gli elementi per farlo, in entrambi i casi vanno trovati nel passato - una sorta di regressione mnemonica.
E' proprio vero, non ci avevo mai pensato!
Shito ha scritto:Ah, Howl da ragazzino -nel flashback- è praticamente uguale a Haku.
Questo l'avevo notato! (Io e mio fratello, la prima volta che abbiamo visto Sen to Chihiro, dicevamo che Haku era lo stesso "attore" che faceva Howl da piccolo ^^" )
C'è questa riflessione sul "sentirsi giovani in un corpo anziano".
Già, trovo bellissimo il fatto che la risoluzione del personaggio di Sophie non stia nel recupero della giovinezza, lo scioglimento della maledizione è secondario alla sua consapevolezza interiore. E' un po' come in Porco, entrambe sono maledizioni che, in un certo senso, si infligge il personaggio stesso, credo.
Nintendo Fever ha scritto:Suliman è proprio quella che mi sta più antipatica tra i personaggi di Miyazaki
Anche a me sta abbastanza indifferente, penso che non sia abbastanza approfondita. Non è "cattivona" alla Muska però rimane un po' insipida come personaggio :?

Non vedo l'ora di rivedere Howl per fare caso anche a tutte queste sfumature che non avevo ancora notato :D
Ogni cosa di adesso è…
ogni cosa del passato…!
Senz'altro ci rincontreremo…
…in un luogo nostalgico.
Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da Shito »

Babbana ha scritto:
C'è questa riflessione sul "sentirsi giovani in un corpo anziano".
Già, trovo bellissimo il fatto che la risoluzione del personaggio di Sophie non stia nel recupero della giovinezza, lo scioglimento della maledizione è secondario alla sua consapevolezza interiore. E' un po' come in Porco, entrambe sono maledizioni che, in un certo senso, si infligge il personaggio stesso, credo.
Concordo fortemente. La scena in cui Howl torna al castello e la trova addormentata nelle sue vere, giovanili sembianze è molto eloquente (oltre che toccante).

E' anche molto significativo il fatto che i due protagonisti, entrambi 'fuori dal loro tempo' a causa della solitudine infantile, ritrovino le loro età nell'amore reciproco.

Pensaci: Howl è un uomo che fa il ragazzino (fugge dalle responsabilità), Sophie è una ragazza che fa la vecchia.

Ma da innamorati, lei diventa "prendimi e portami via, al diavolo tutto il resto" e lui no, diventa "no, devo combatterti per proteggere te". ^^
Nintendo Fever ha scritto:Suliman è proprio quella che mi sta più antipatica tra i personaggi di Miyazaki
Anche a me sta abbastanza indifferente, penso che non sia abbastanza approfondita. Non è "cattivona" alla Muska però rimane un po' insipida come personaggio :?/quote]
A me Suliman ha sempre e solo fatto pensare alla responsabilità dell'età adulta. Mi sembra una anziana madre.

Anche quando con un solo sguardo capisce che Sophie è innamorata di Howl, hai presente?

Non so, a me pare un personaggio molto positivo. L'unica persona dotata di senno, anziana e matura, che cerca di riportare tutti sulla loro vera età: cerca di far fare l'uomo a Howl, la ragazza a Sophie, e la vecchietta alla Strega delle Lande. ^^;
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)
Avatar utente
Iorek
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: ven apr 13, 2007 1:28 pm
Località: Catania

Re: Sen to Chihiro no Kamikakushi - fedelmente in italiano

Messaggio da Iorek »

Ciao a tutti! :)

Anch'io ho approfittato di questo breve passaggio al cinema per gustare il film. L'avevo visto molti anni fa e ormai ricordavo ben poco (il che forse era un bene, viste le varie alterazioni della vecchia versione italiana). Di sicuro ricordavo che non m'era piaciuto molto, cosa che un po' mi dispiaceva, visto che molti lo considerano un capolavoro. Poi, leggendo questa discussione ho riscoperto il film e mi sono reso conto che, semplicemente, non l'avevo capito granché. ^_^'' E, mi duole ammetterlo, la stessa cosa m'è successa con altri Ghibli che avevo visto molto tempo fa, come Mononoke e Kiki. Ma pazienza, a cose del genere si può rimediare!

Ecco, vedendo il film con la giusta chiave di lettura, questa volta l'ho apprezzato davvero molto. Ho focalizzato l'attenzione sul percorso di maturazione di Chihiro, dagl'inizi in cui è lagnosa e attaccata alla veste della mamma, fin a compiacermi quando lei sola sa bene dove e come condurre il Senzavolto, mentre tutta la città dei bagni è in subbuglio. E poi, anche il piccolo di Yubaaba ha un suo percorso di maturazione, una volta allontanato dalle eccessive cure materne. In tutto questo, mi sono anche goduto quel contorno d'ambientazione fantastica che m'affascinava. Poi, tante chicche m'hanno proprio fatto sorridere di gusto: Chihiro spaesata quando vede per la prima volta quelle schiere di spiriti tanto strambi; il bimbone trasformato che ci resta male quando la mamma non lo riconosce; o ancora, quando si scopre che lui e la Yubabina-arpia non vogliono tornare alle loro forme originarie.

Insomma, tutto questo per dire che ora il film è uno dei miei Ghibli preferiti. :) Grazie a voi che avete dato i vostri contributi alla discussione (anche se non scrivo quasi mai, è un piacere leggervi)! E grazie all'inesauribile "pignoleria" di Shito, che a lui comporta una gran mole di lavoro e a me consente di sedermi al cinema col cuore in pace, per gustare l'opera semplicemente per quel che è.

PS: Leggendo gli ultimi sviluppi della discussione, mi sono accorte che Shishimaru ha già detto quel che sto dicendo io. :D