Si alza il vento - andiamo insieme? :-)

Discussioni su gli autori e gli anime Ghibli e Pre-Ghibli

Moderatore: Coordinatori

Nintendo Fever

Re: Si alza il vento - andiamo insieme? :-)

Messaggio da Nintendo Fever »

Ma sono tutti in digitale o solo dove specificato?

Avatar utente
sdz
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 439
Iscritto il: dom set 05, 2004 7:52 pm
Località: Firenze

Re: Si alza il vento - andiamo insieme? :-)

Messaggio da sdz »

La pellicola dovrebbe essere già andata in pensione dall'inizio dell'anno, salvo qualche piccolo cinema ancora da adeguare

Avatar utente
Sayonara no Natsu
Membro
Membro
Messaggi: 150
Iscritto il: lun mag 12, 2014 4:59 pm

Re: Si alza il vento - andiamo insieme? :-)

Messaggio da Sayonara no Natsu »

Per quanto riguarda la visione comunitaria, come ci mettiamo d'accordo? Cioè, ci incontreremo davanti al cinema? E se si, quanto tempo prima dell'inizio dello spettacolo? E inoltre, vale la pena di scambiarci i numeri telefonici o è superfluo? Domando ora perchè stasera partirò e dubito che avrò la possibilità di poter controllare il forum in viaggio...
Benjamin was the only animal who did not side with either faction. He refused to believe [...] that the windmill would save work. Windmill or no windmill, he said, life would go on as it had always gone on– that is, badly.

Animal Farm

Avatar utente
Muska
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1702
Iscritto il: lun mag 17, 2004 10:16 pm
Località: La Città Eterna

Re: Si alza il vento - andiamo insieme? :-)

Messaggio da Muska »

Ciao S. no N. , credo ci sia un generico rendez-vous alle 15,45 all'entrata del Moderno, credo sia quasi impossibile non trovarsi... :)

Però sentiamo Shito per prudenza...
"Pur sprovvisto di soldati, e solo, combatteva il mondo e i suoi vizi in questo luogo". (Yasushi Inoue).

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Si alza il vento - andiamo insieme? :-)

Messaggio da Shito »

tutto giusto ^^
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Sayonara no Natsu
Membro
Membro
Messaggi: 150
Iscritto il: lun mag 12, 2014 4:59 pm

Re: Si alza il vento - andiamo insieme? :-)

Messaggio da Sayonara no Natsu »

D'accordo! A domani allora! ^^
Benjamin was the only animal who did not side with either faction. He refused to believe [...] that the windmill would save work. Windmill or no windmill, he said, life would go on as it had always gone on– that is, badly.

Animal Farm

Avatar utente
Flegias
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 277
Iscritto il: dom set 25, 2005 7:40 pm
Località: Roma

Re: Si alza il vento - andiamo insieme? :-)

Messaggio da Flegias »

Buon film ragazzi! Io andrò sempre domani, ma posso soltanto in serata :( .

Spero vivamente che, come capitato per Sen to Chihiro e Mononoke, qualche cinema decida di tenere il film più a lungo, così magari potrò fare il bis.

Avatar utente
Drachetto
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 446
Iscritto il: sab giu 21, 2003 1:40 am
Località: Roma

Re: Si alza il vento - andiamo insieme? :-)

Messaggio da Drachetto »

...alla fine mi sono preso il pomeriggio di permesso: l'ultimo film del maestro Miyazaki va visto insieme :)
Immagine
Il mio vicino Totoro
suona un'ocarina nelle notti illuminate dalla luna
se mai dovessi incontrarlo
una meravigliosa fortuna porterà anche a te!

bocchan
Membro
Membro
Messaggi: 53
Iscritto il: lun set 15, 2014 1:11 pm

Re: Si alza il vento - andiamo insieme? :-)

Messaggio da bocchan »

Sayonara no Nastu ha scritto:Lol rimango un pò sbigottito a leggere queste cose... Sarà che nei cinema della mia (sventurata) città, mi è capitato più volte di essere L'UNICO in sala (se non erro in questi ultimi 2-3 anni è successo 4 volte). E la cosa bella (triste?) è che non è accaduto in qualche cinemuccio secondario bensì nei 2 cinema più grandi della mia (lo dico e lo dirò per sempre) sventurata città. Ad ogni modo, ciò che intendo dire è che mi fa strano pensare che ci sia cosi tanta gente persino l'ultimo giorno di proiezione XD
In che città abiti? E' successo più di una volta anche a me di essere l'unico spettatore in sala, persino in una città medio-grande come Genova, persino quando si trattava di titoli di innegabile successo (come CAPTAIN AMERICA - IL PRIMO VENDICATORE o come TROPA DE ELITE), proiettati per giunta in sale scintillanti situate in zone centrali ed in orari accessibili. E non è mica un fenomeno recente, mi ricordo che già 15/20 anni fa mi era capitato di essere l'unica persona presente in sala in occasione della proiezione di TUTTI GIU' PER TERRA (tratto dal best-seller di Giuseppe Culicchia) (ero andato a vederlo in una delle sale di Chiavari, e quello era l'unico giorno per il quale quel film era stato messo in programma) e di SOS LARIBIANCOS (tratto dal romanzo di Francesco Masala). Perfino quando le proiezioni sono gratuite, ad esempio nel corso della retrospettiva sul cinema d'animazione cubano presentata qualche anno fa a Rapallo (nell'ambito di Cartoons on the Bay), mi succede di essere da solo! A proposito di Rapallo, in quella città mi ero ritrovato solo anche alla proiezione di NON PENSARCI (con Valerio Mastandrea).

Viceversa, durante un mio soggiorno di studio a Toronto nell'estate del 2001, mi era capitato di vedere alcuni rari film di Kon Ichikawa proiettati nel corso di una retrospettiva a cura del locale istituto giapponese di cultura, e la sala era sempre strapiena!

Evidentemente, nel nostro Paese la gente è troppo impegnata a idolatrare l'ultimo modello di telefonino, e non ha proprio il tempo (né i soldi, visto che li spendono tutti in telefonini, tatuaggi, rate della macchina e benzina) di andare al cinema (né di leggere un libro che sia uno).

Avatar utente
Sayonara no Natsu
Membro
Membro
Messaggi: 150
Iscritto il: lun mag 12, 2014 4:59 pm

Re: Si alza il vento - andiamo insieme? :-)

Messaggio da Sayonara no Natsu »

Eccomi! Uff, perdonami se ti rispondo solo ora, ma è un periodo un po' così e, tra impegni e problemucci vari (a cui si è pure aggiunto il tempo per completare il messaggio su Marnie...), finisce sempre che riesco a stare al computer assai poco (inoltre, a parte la mia dannata lentezza nel redigere un qualunque messaggio, devo ammettere di essermi accorto del tuo messaggio non molto tempo addietro XD). Comunque, nonostante sia un po' patetico da parte mia, visto che ormai ci siamo...

Per rispondere alla tua domanda, io abito a Messina. Ovviamente, non è nemmeno paragonabile alle grandi metropoli, però non è nemmeno così piccina da giustificare simili situazioni. Certo, come tu stesso già scrivi, questo è un fenomeno che non colpisce esclusivamente i film d'essai, ma, anzi, arriva ad intaccare anche i grandi successi e perciò non dovrebbe sorprendere più di tanto il fatto che i titoli anche solo un po' più di nicchia non vada a guardarli nessuno o quasi, ma rimane comunque piuttosto sconfortante vedere sale vuote anche per film che in altre nazioni hanno avuto un buon successo nonostante non è che le nostre culture o i nostri stili di vita siano poi così diversi gli uni dagli altri.
bocchan ha scritto: Evidentemente, nel nostro Paese la gente è troppo impegnata a idolatrare l'ultimo modello di telefonino, e non ha proprio il tempo (né i soldi, visto che li spendono tutti in telefonini, tatuaggi, rate della macchina e benzina) di andare al cinema (né di leggere un libro che sia uno).
Oh, be', qui sfondi una porta aperta.^^ E' una situazione che purtroppo cononosco bene e che mi ha sempre rattristato molto. Ma ti dirò, però, che oramai da un po' di tempo non sono più molto interessato agli atteggiamenti, alle mode e alle "trasgressioni" che si susseguono senza sosta, nel senso che non mi faccio più coinvolgere emotivamente. Certo, quando ho modo di osservarle da vicino, spesso non le apprezzo, magari le trovo vagamente immorali o sciocche (talvolta persino disgustose), ma, in genere, a meno che non venga espressamente chiesto il mio parere, evito di mettermi a pontificare su questo o quell'atteggiamento, o a criticare la gente per come spende i propri soldi o il proprio tempo. Sono io, in fondo, "l'anormale" (nessun vittimismo, te lo assicuro^^), e ciò significa che mi dovrei mettere, senza nessuna certezza che servirvisse a qualcosa, a litigarmi con buona parte delle persone con cui ho a che fare. E siccome non ne avrei né la voglia né il tempo (pure perché sarebbe materialmente impossibile XD), lascio fare e mi limito ad osservare da lontano, conservando sì le mie opinioni, ma senza andare a farle pesare su gli altri, e lasciando, diciamo così, "ai posteri l'ardua sentenza". In un certo senso, seguo un concetto tipo "vivi e lascia vivere" ^^. Certo, c'è pure da dire che quando vedo quelle che dovrebbero essere semplici passioni personali deragliare al punto da diventare qualcosa di realmente dannoso o immorale (un esempio banale potrebbe essere quello dei cellulari che divengono dei veri e propri status symbol, finendo col condizionare spesso i rapporti sociali), be', a quel punto difficilmente riesco a non sbottare... (nonché a non diventare un pochettino più pessimista, cinico e disfattista verso la razza umana tutta, ma vabbè... ^^).

Detto questo, però, permettendomi una mia piccolissima riflessione, vorrei aggiungere che, a dire il vero, io sono piuttosto incline a credere che non siano realmente queste mode o questi atteggiamenti, anche nelle loro forme più esasperate e perverse, il vero problema. Ad esempio, il fatto indubbiamente vero che molti utilizzano parecchio del loro tempo e dei loro soldi per cose spesse volte banali o inutili, io non riesco realmente a vederlo come la causa del problema, per dire, che la gente legga poco. Anzi, per assurdo, sarebbe più verosimile affermare che le cose sono invertite, cioè che è proprio perché la gente legge poco (per molti motivi diversi e più profondi), che poi si lancia in talune follie. Il mio punto di vista è piuttosto semplice, e si potrebbe riassumere con questo interrogativo: qualora fosse possibile eliminare immediatamente qualsiasi oggetto o compartamento deviato e deviante (semplifico molto, ovvio), cambierebbe realmente qualcosa, o semplicemente si cercherebbero nuove forme di "svago"? Ossia, la gente si droga perché esiste la droga, oppure la droga esiste perché la gente si droga (= desidera drogarsi)? Siccome un fenomeno non può essere la causa di sé stesso (non la causa scatenante, quantomeno), e che, inoltre, un prodotto continua ad essere creato solo se c'è richiesta, io sono propenso a credere che sia la seconda ipotesi. Seguendo questo ragionamento, non faccio fatica a dire che tutti quegli aspetti della mondanità che possiamo criticare più o meno piccatamente, non sono altro, in fondo, che semplici sfoghi di determinate situazioni, e non le loro cause. Perciò, come un infermo potrebbe trarre un po' di sollievo assumendo degli antipiretici o antidolorifici, magari anche noi potremmo ricavare benifici dall'eliminazione di questo o quella piaga, ma, in ambedue i casi, i rispettivi sistemi non sarebbero veramente risolutivi, poiché non eliminerebbero in alcun modo i reali problemi che ci affliggono (e da cui derivano le nostre pene).
Benjamin was the only animal who did not side with either faction. He refused to believe [...] that the windmill would save work. Windmill or no windmill, he said, life would go on as it had always gone on– that is, badly.

Animal Farm

bocchan
Membro
Membro
Messaggi: 53
Iscritto il: lun set 15, 2014 1:11 pm

Re: Si alza il vento - andiamo insieme? :-)

Messaggio da bocchan »

Concordo pienamente :)