Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Discussioni su gli autori e gli anime Ghibli e Pre-Ghibli

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5406
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da Shito » lun nov 23, 2015 12:34 am

bocchan ha scritto:
Shito ha scritto:Nausicaä fu un grande successo di pubblico - cavalcando l'onda dell'Anime Boom.

Laputa andò benino, niente di che. Infatti era molto più 'classico'.

Totoro e Hotaru ripresero al cinema in due i costi di produzione di uno dei due.

Kiki fu il vero boom. Ma proprio boom.
Questo spiega come mai, fino ad una quindicina di anni fa, Kiki's Delivery Service era praticamente l'unico film dello Studio Ghibli di cui esisteva una versione home-video italica (tutti gli altri film dello Studio Ghibli erano pressoché introvabili, perlomeno in Italia, all'epoca. [...]
No, questo non spiega niente. Hai composto una lunga sequela di tue assunzioni del tutto speculative, personali, e malamente motivate.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Haku91
Membro
Membro
Messaggi: 133
Iscritto il: mer ago 26, 2015 9:12 pm

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da Haku91 » lun nov 23, 2015 2:46 am

bocchan ha scritto:Questo spiega come mai, fino ad una quindicina di anni fa, Kiki's Delivery Service era praticamente l'unico film dello Studio Ghibli di cui esisteva una versione home-video italica (tutti gli altri film dello Studio Ghibli erano pressoché introvabili, perlomeno in Italia, all'epoca. E Porco Rosso restò introvabile per molti altri anni ancora. Mi ricordo che alla fine me lo procurai in versione francese, durante un mio viaggio a Parigi nel 2007. In tale occasione mi procurai anche il famoso film "tabù" di Sokurov sull'Imperatore, che comunque poi uscì anch'esso in Italia).
Scusa ma non capisco queste tue affermazioni. Per "pressoché introvabili" cosa intendi, che non erano ancora usciti? La Buena Vista distribuì in DVD Kiki e Mononoke nel 2002 e Laputa nel 2004, mentre La città incantata uscì nel 2003 per la Universal. Quindi nel 2004 ci si trovava con quattro film Ghibli disponibili in home video, mentre una quindicina di anni fa l'unico era Mononoke e solo in VHS (che uscì proprio nell'ottobre 2000).

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5406
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da Shito » lun nov 23, 2015 4:12 am

Sempre non contando La tomba delle lucciole, a catalogo per Yamato dal 1995 o giù di lì.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Haku91
Membro
Membro
Messaggi: 133
Iscritto il: mer ago 26, 2015 9:12 pm

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da Haku91 » lun nov 23, 2015 1:16 pm

Shito ha scritto:Sempre non contando La tomba delle lucciole, a catalogo per Yamato dal 1995 o giù di lì.
Giusto, l'avevo dimenticato. Quindi nel 2004 erano cinque in DVD, mentre 15 anni fa erano due in VHS.

Avatar utente
nodisco
Membro
Membro
Messaggi: 163
Iscritto il: mer mag 27, 2015 10:06 am

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da nodisco » lun nov 23, 2015 6:13 pm

Haku91 ha scritto:
Shito ha scritto:Sempre non contando La tomba delle lucciole, a catalogo per Yamato dal 1995 o giù di lì.
Giusto, l'avevo dimenticato. Quindi nel 2004 erano cinque in DVD, mentre 15 anni fa erano due in VHS.
Considerando il Miyazaki pre-Ghibli c'era anche Il castello di Cagliostro, dal 1992 in VHS e poi in dvd dal (credo) 2002

bocchan
Membro
Membro
Messaggi: 53
Iscritto il: lun set 15, 2014 1:11 pm

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da bocchan » mar nov 24, 2015 1:15 am

Sì, anch'io mi ero procurato la vhs LUPIN III - IL CASTELLO DI CAGLIOSTRO già all'inizio degli anni '90 (ne uscì una versione semi-illegale -molto economica- in edicola prima ancora che uscisse la versione "ufficiale" da videoteca. Che io non comprai perché avevo arraffato l'edizione semi-illegale non appena l'avevo vista in un'edicola della mia città). E so anche che, pochi anni dopo, uscì la vhs di UNA TOMBA PER LE LUCCIOLE. Però io adesso pensavo ai DVD (non alle VHS) (in effetti ho sbagliato a scrivere HOME-VIDEO, avrei dovuto scrivere DVD), e mi riferivo unicamente ai titoli prodotti dallo STUDIO GHIBLI (quindi niente Lupin III) prima dell'uscita di PRINCESS MONONOKE nei cinema. E ho scritto "una quindicina di anni fa" proprio perché non ero sicuro della data esatta, parlavo semplicemente di quel che vedevo nelle videoteche CIRCA quindici anni fa (ma apprezzo il fatto che mi abbiate corretto precisando che tale situazione l'avevo riscontrata con ogni probabilità nel 2002, e non nel 2000. In effetti confermo che è così, quindi si parla di TREDICI anni fa e non di QUINDICI anni fa. Molto bene! Mi fa piacere che mi abbiate aiutato a ricordare meglio quei tempi ormai lontani.)... E comunque la questione che mi premeva rimarcare è che, dopo il successo epocale di MONONOKE HIME, chi -negli anni immediatamente successivi all'uscita di quel film- avesse cercato di procurarsi in dvd (in versione italiana) le precedenti produzioni dello Studio Ghibli (come avevo provato a fare io, dopo che avevo visto al cinema MONONOKE HIME) avrebbe trovato solo KIKI'S DELIVERY SERVICE (come appunto era capitato a me), film di cui all'epoca non m'importava un fico secco, mentre avrei visto più volentieri NAUSICAA, LAPUTA, PORCO ROSSO ed anche TOTORO.

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5406
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da Shito » mar nov 24, 2015 2:35 am

Ciò che intendevo dire è che il successo che i vari film possano avere riscosso, o meno, in Giappone ai tempi della loro uscita non c'entra niente sul fatto che "omg come mai non li hanno distribuiti in Italia1!!!!1".

Non li avevano distribuiti in Italia semplicemente perché non c'era una solida base di pubblico per spingere un investitore a distribuirli.

Che brutto quando una cosa che magari per anni ci è sembrata grande e misteriosa al punto da ossessionarci quasi, poi ci si rivela per tutta la sua franca banalità, vero?

Allora, succede che per fare Mononoke Hime si era speso tanto che era necessario creare un enorme evento. Sennò andava a gambe all'aria non solo Ghibli, ma tutta la Tokuma Shoten. Al ché, Suzuki pensa che "vendere in America a Disney sarebbe UN BUON VEICOLO PUBBLICITARIO per il Giappone!", nel senso che sì: Suzuki/Ghibli fecero il "famoso" (ma per chi?) accordo di distribuzione con la Disney americana SOLO COME PRETESTO PUBBLICITARIO PER IL MERCATO GIAPPONESE INTERNO. Ci sono filmati in cui Suzuki lo dichiara, scritti ufficiali in cui lo ribadisce.

Ma le cose si muovono. Poi ci sarà Sen to Chihiro: Orso e poi Oscar dorati. Ooooh!

E allora un po' di cose si smuovono. La Disney pensa di distribuire il catalogo e ci sbatte il muso.

E poi Lucky Red trova una giusta dimensione delle cose.

La storia è semplicemente questa.

Sì, siamo in Italia. A noi l'animazione giapponese dai '90 in poi è arrivata dall'Atlantico, che vi credete.

La testa di un sacco di persone del pubblico è infatti così colonizzata che berciano perché vorrebbero i film Ghibli che parlano come gli stupidi musical della Disney. E che dicono che Miyasan è "il Walt Disney giapponese". La categorie mentali sono queste. Per molti, ma non per tutti. E come si dice a volte: "Anche se tutti, noi no!". ^^
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
nodisco
Membro
Membro
Messaggi: 163
Iscritto il: mer mag 27, 2015 10:06 am

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da nodisco » mar nov 24, 2015 11:30 am

bocchan ha scritto:dopo il successo epocale di MONONOKE HIME, chi -negli anni immediatamente successivi all'uscita di quel film- avesse cercato di procurarsi in dvd (in versione italiana) le precedenti produzioni dello Studio Ghibli (come avevo provato a fare io, dopo che avevo visto al cinema MONONOKE HIME) avrebbe trovato solo KIKI'S DELIVERY SERVICE (come appunto era capitato a me), film di cui all'epoca non m'importava un fico secco, mentre avrei visto più volentieri NAUSICAA, LAPUTA, PORCO ROSSO ed anche TOTORO.
Beh ma questo è un discorso che si applica a tantissimi altri titoli, anche al di fuori dei film d'animazione giapponese: basti pensare che a tutt'oggi non esistono i dvd italiani di "Nashville" di Altman, "Fedora" di Billy Wilder, "Passaggio in India" di David Lean, e persino di film italiani come "Il giovedì" di Dino Risi o "Lo straniero" di Visconti.
Quelli dello Studio Ghibli poi pian pianino son stati pubblicati, ormai mancano solo pochi titoli e quelli di Miyazaki ci sono (finalmente) tutti, non ci si può certo lamentare.
A me piacerebbe vedere edizioni dvd/bd italiane di "Mind Game" e dei tre film Mushi "Le mille e una notte", "Cleopatra" e "Belladonna", ma chissà se qualcuno le pubblicherà mai...

Avatar utente
Ash
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 41
Iscritto il: mar nov 05, 2013 2:12 pm

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da Ash » mar nov 24, 2015 12:00 pm

Shito ha scritto:Ciò che intendevo dire è che il successo che i vari film possano avere riscosso, o meno, in Giappone ai tempi della loro uscita non c'entra niente sul fatto che "omg come mai non li hanno distribuiti in Italia1!!!!1".

Non li avevano distribuiti in Italia semplicemente perché non c'era una solida base di pubblico per spingere un investitore a distribuirli.

Che brutto quando una cosa che magari per anni ci è sembrata grande e misteriosa al punto da ossessionarci quasi, poi ci si rivela per tutta la sua franca banalità, vero?

Allora, succede che per fare Mononoke Hime si era speso tanto che era necessario creare un enorme evento. Sennò andava a gambe all'aria non solo Ghibli, ma tutta la Tokuma Shoten. Al ché, Suzuki pensa che "vendere in America a Disney sarebbe UN BUON VEICOLO PUBBLICITARIO per il Giappone!", nel senso che sì: Suzuki/Ghibli fecero il "famoso" (ma per chi?) accordo di distribuzione con la Disney americana SOLO COME PRETESTO PUBBLICITARIO PER IL MERCATO GIAPPONESE INTERNO. Ci sono filmati in cui Suzuki lo dichiara, scritti ufficiali in cui lo ribadisce.

Ma le cose si muovono. Poi ci sarà Sen to Chihiro: Orso e poi Oscar dorati. Ooooh!

E allora un po' di cose si smuovono. La Disney pensa di distribuire il catalogo e ci sbatte il muso.

E poi Lucky Red trova una giusta dimensione delle cose.

La storia è semplicemente questa.

Sì, siamo in Italia. A noi l'animazione giapponese dai '90 in poi è arrivata dall'Atlantico, che vi credete.

La testa di un sacco di persone del pubblico è infatti così colonizzata che berciano perché vorrebbero i film Ghibli che parlano come gli stupidi musical della Disney. E che dicono che Miyasan è "il Walt Disney giapponese". La categorie mentali sono queste. Per molti, ma non per tutti. E come si dice a volte: "Anche se tutti, noi no!". ^^
Hai fatto bene a fare chiarezza.
Però non bollerei i film Disney come "stupidi musical", anche perché si rischia di attribuire indirettamente la patente di "stupido" anche a chi li guarda e li apprezza.
E' certo che stiamo parlando di storie e background culturale lontani anni luce da Miyazaki, ma da qui a definire tutta la produzione Disney, indistintamente, come "stupida" ce ne passa.
Sono film per bambini? certamente. Sono storie banali, autoassolventi, rassicuranti? sì, in massima parte sì. Sono film che sfruttano ampiamente il ricorso a canzoncine orecchiabili ed infantilistiche? pure. Ma sono anche film di animazione realizzati in modo splendido, che hanno fatto sognare generazioni di bambini e non solo: pensare che lungometraggi come "Biancaneve", "Alice nel Paese delle Meraviglie", "La carica dei 101", "Gli Aristogatti", "Il re leone" o "Il gobbo di Notre-Dame", per non parlare di "Fantasia" o di "Mary Poppins", possano essere degradati genericamente a "stupidi musical" mi pare una inutile banalizzazione.
Ultima modifica di Ash il mar nov 24, 2015 12:01 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5406
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da Shito » mar nov 24, 2015 12:34 pm

Beh, diciamo che avendo lavorato troppo su cose di Takahata, negli ultimi anni, la mia percezione delle cose si è irrigidita. Mi torna in mente il giudizio di Tomino sui film Disney, ovvero ammirazione per la capacità di produzione e disprezzo per la stupidità dei contenuti.

Sono bambinate. Come la si chiama una bambinata spacciata agli adulti se non una stupidata, o peggio?

L'intrattenimento è una via di escapismo, no? Il diletto, il sollazzo, sono forme di sedazione, no?

E' solo che guardare in faccia la realtà, la realtà del sé, costa troppa destrutturazione. Per questo la gente si offende dinanzi a uno specchio incrociato per caso. Viviamo nel mondo dell'illusione del benessere. E' un Castello del Dio Drago, un Paese dei Gatti, ma la realtà non cambia.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Shi no Tenshi
Membro
Membro
Messaggi: 84
Iscritto il: ven ago 29, 2014 1:33 pm

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da Shi no Tenshi » mar nov 24, 2015 8:18 pm

Onestamente non ho mai sopravvalutato i film disney, né ho mai neanche lontanamente pensato fossero prodotti da spacciare agli adulti.
Eppure, proprio in quest'ottica di "prodotti commerciali per bambini", riguardarli a distanza di tempo me li ha fatti rivalutare. Perchè sì, sono prodotti commerciali per bambini dal contenuto superfluo e sempre eufemistico. Ma guardatevi il 90% di prodotti dedicati ai bambini, quelli sì che sono idioti. I film disney non trattano i bambini come degli idioti, il loro "mezzo" è egregio. Poi, sinceramente, chi se ne frega dei contenuti, mi hanno stufato. I contenuti nei film li puoi trovare da solo, ovunque, plasmando la realtà secondo la tua percezione. Qualcuno ha detto che per fare un'opera "non serve un'idea che dev'essere spiegata con un mezzo così da poter generare l'opera", ma "è l'opera stessa che genera, dopo e tramite un mezzo, l'idea". Apprezzo questa logica.

p.s. - io sono OVVIAMENTE un escapista. Ma non lo chiamerei "intrattenimento" semplicemente perché non mi intrattiene da altro. La mia vita si basa su questo, è il resto ad esserne un contorno.

tasuku
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 312
Iscritto il: sab nov 04, 2006 11:21 am

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da tasuku » mar nov 24, 2015 9:51 pm

Shi no Tenshi ha scritto:I film disney non trattano i bambini come degli idioti
Pero' sono sempre carichi della solita morale. Quel tipo di animazione e' fatta proprio per per educare i bimbi alla classica morale americana e quei valori vengono rappresentati in modo retorico. Il mondo occidentale forse non se ne rende conto in quanto da tempo sedato e bombardate da modelli di vita americani.

In Zambot 3 Tomino sapeva che stava facendo una serie per bambini.
Ai tempi della trasmissione televisiva in Giappone ci furono proteste dalle associazioni di genitori per la violenza mostrata.
A riguardo Tomino ha detto: "E' inutile cercare di affrontare le cose in modo nervoso o isterico, non e' necessario opporsi alla guerra con nervosismo, ne' d'altra parte bisogna diventarne amanti. Volevo far comprendere ai bambini questo stato d'equilibrio. [...] Ai genitori voglio dire che forse loro hanno dimenticato la guerra, e all'epoca non ho mai contestato le loro accuse. Ho permesso che mi dicessero "come sei crudele", rispondendo semplicemente di si'. L'ho fatto perche' ho pensato che dopo 20 anni loro non avrebbero piu' rappresentato la nuova generazione del Paese, e per me sarebbero potuti morire pensandola come preferivano".
(Fonte dell'intervista: booklet dvd Dynit)
Ultima modifica di tasuku il mar nov 24, 2015 9:59 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Shi no Tenshi
Membro
Membro
Messaggi: 84
Iscritto il: ven ago 29, 2014 1:33 pm

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da Shi no Tenshi » mar nov 24, 2015 9:58 pm

Tomino fa parte di questo indicativo 10%.
Anche se Zambot bisogna dire che, più che essere per bambini, è per "ragazzi". La differenza è grande.

tasuku
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 312
Iscritto il: sab nov 04, 2006 11:21 am

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da tasuku » mar nov 24, 2015 10:02 pm

Shi no Tenshi ha scritto:Anche se Zambot bisogna dire che, più che essere per bambini, è per "ragazzi". La differenza è grande.
No, Zambot era pensato proprio per bambini.

D’altronde in Giappone l'animazione e' destinata ai soli bambini, oltre che agli otaku (che sono dei ritardati).
Guardare animazione dopo i 14 anni non e' socialmente accettato.

Avatar utente
Shi no Tenshi
Membro
Membro
Messaggi: 84
Iscritto il: ven ago 29, 2014 1:33 pm

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da Shi no Tenshi » mar nov 24, 2015 10:08 pm

Per me dopo 10 anni non sei un bambino, ma qua rientriamo un po' nel soggettivo...
Comunque di Zambot non ne so niente, quindi non posso giudicare. Dico però che gli Shonen non sono esattamente per bambini, eh! Per bambini-bambini possono essere Hamtaro, Shimajiro, la serie di Kirby...
Le cose in cui "combattono e dicono le parolacce" sono per ragazzi e\o bambini GRANDI.
Sì, beninteso che non sto attaccando Tomino né Zambot o cose sul genere, quindi non credo che la pensiamo diversamente.

Rispondi