Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Discussioni su gli autori e gli anime Ghibli e Pre-Ghibli

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5406
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da Shito » mar nov 24, 2015 10:14 pm

Per farti capire, in Zanbot i "cattivi" fanno le bombe umane. Mettono le bombe nel corpo di civili, li mandano nei supermarket e li fanno esplodere.

Questa cosa accade anche alla bella bimba che piace al protagonista.

I protagonisti sono dei reietti, tutta l'umanità li prende a schiaffi dandogli anzi la colpa del conflitto esso tutto.

Alla fine i protagonisti, che sono una famiglia in tre generazioni, si sacrificano tutti.

E viene fuori che il capo dei cattivi altro non era che un computer programmato da una precedente civiltà terreste, programmato per epurare ogni terrestre 'cattivo'. Indi: tutti i terrestri (la logica euristica non era il suo forte).

Sopravvive il ragazzino protagonista, solo e senza nulla.

----

This is Tomino for you.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

bocchan
Membro
Membro
Messaggi: 53
Iscritto il: lun set 15, 2014 1:11 pm

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da bocchan » mar nov 24, 2015 10:35 pm

Premetto che i film della Disney non mi hanno MAI particolarmente entusiasmato, neppure quand'ero un bambino, anche se avevo apprezzato alcuni titoli, ad esempio POMI D'OTTONE E MANICI DI SCOPA, ROBIN HOOD, LA SPADA NELLA ROCCIA, FANTASIA.

Anche a me risulta che i film d'animazione della Disney, anche quelli più elaborati (come lo splendido FANTASIA), abbiano SEMPRE avuto come target SOLO I BAMBINI. E non sto parlando di adolescenti, sto parlando proprio di BAMBINI. Poi, posso capire che in Giappone persino nei film per bambini tutto sia molto meno edulcorato che nei film della Disney, però -sinceramente- se io dovessi dare un giudizio sull'"intelligenza" dei cartoni animati giapponesi (sì, io li chiamo ancora così) che sono stati prodotti in Giappone negli ultimi 25/30 anni e che sono giunti in Italia, dovrei auto-censurarmi. Dico solo, e mi sto trattenendo e cercando di essere il più eufemistico possibile, che fino a 25/30 anni fa i manga e gli anime cercavano solitamente anche di INSEGNARE qualcosa, non erano fini a se stessi come può essere un videogioco, in Giappone venivano prodotte centinaia di serie che insegnavano alla gioventù cosa c'era nel mondo intorno a loro, c'erano adattamenti dei capolavori della letteratura occidentale (Tom Sawyer, Huck Finn, Il Milione, Pinocchio, Cuore, ecc. ecc.) (anche il mio anime preferito, ossia Conan, è tratto da un libro occidentale!), c'erano serie che adattavano storie della tradizione giapponese, c'era insomma una base culturale, anche nelle serie fantascientifiche/robotiche (ad esempio, in Jeeg Robot d'acciaio ci sono innumerevoli richiami alla preistoria giapponese). Ora vorrei sapere che cosa impara, uno che legge un manga o che guarda un anime prodotto nell'ultimo quarto di secolo. Qualcuno dirà che "impara a stare nella società" o roba del genere (facendo cosa? Coprendosi di tatuaggi? Fumando spinelli? Bramando l'ultimo modello di smartphone/i-phone? Perché il mio giudizio sarà pure malamente motivato, ma le caratteristiche delle nuove generazioni che colpiscono maggiormente la mia attenzione sono queste, oltre al fatto che divorano manga sul cui contenuto mi astengo dal dare giudizi)... mah. Ed aggiungo pure che forse non è un caso se il Giappone, che fino a 25/30 anni fa era un Paese all'avanguardia in tutti i settori, e che aveva tutta la mia ammirazione, sotto molti punti di vista si è fatto superare da tempo persino dalla Corea del Sud. E forse non è un caso neppure se da un po' di anni, quando vado in giro per i musei d'Europa (ad esempio a vedere la casa di Goethe a Francoforte, o quella di Freud a Vienna), vedo più studenti coreani che giapponesi a cercare di IMPARARE qualcosa sul Paese che si sono recati a visitare, sulla sua cultura ecc. Però, tutto sommato, non dovrei lamentarmi del fatto che i giovani turisti giapponesi ormai passano le loro giornate in Italia principalmente affollando le boutique di Prada, Gucci ecc.... In fondo così ci portano più soldi, no? Giusto? E pazienza se non sanno più neanche cos'è Pompei (che comunque sta cadendo a pezzi, e di questo passo non ne resterà pietra su pietra... Stava molto meglio sotto la lava). Ma probabilmente quel che penso io di chi è nato nel 1996 è pressappoco quel che pensano di me (che sono del 1976) coloro che sono nati nel 1956. Perlomeno, comunque, di me non possono dire che spendo tutti i miei soldi per mantenere una bella macchina o/e una bella moto, visto che non ho mai avuto il minimo interesse per tutto ciò e ho sempre preferito spostarmi in treno, in pullman, in aereo ecc., condotta di vita che oltretutto mi ha sempre permesso di rivolgere la mia attenzione a qualcosa di diverso dalla guida, dalla strada su cui mi trovo a viaggiare, dall'esigenza di far benzina, di pagare le rate dell'auto, di far riparare/revisionare l'auto, di rinnovare l'assicurazione auto, il bollo auto ecc. ecc.
Ultima modifica di bocchan il mar nov 24, 2015 11:54 pm, modificato 6 volte in totale.

bocchan
Membro
Membro
Messaggi: 53
Iscritto il: lun set 15, 2014 1:11 pm

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da bocchan » mar nov 24, 2015 10:43 pm

tasuku ha scritto:
Shi no Tenshi ha scritto:Anche se Zambot bisogna dire che, più che essere per bambini, è per "ragazzi". La differenza è grande.
No, Zambot era pensato proprio per bambini.

D’altronde in Giappone l'animazione e' destinata ai soli bambini, oltre che agli otaku (che sono dei ritardati).
Guardare animazione dopo i 14 anni non e' socialmente accettato.
Mi fai venire in mente quel che diceva un po' di tempo fa il direttore del settimanale IL GIORNALINO, Don Gorla, ad un convegno (sui fumetti) a Chiavari a cui erano presenti anche Cofferati (in quanto appassionato di fumetti), Renzo Calegari, Giancarlo Berardi (il cui studio, peraltro, è situato a metà strada tra casa mia e la villa di Beppe Grillo, a Genova) e non ricordo chi altri. Don Gorla diceva che il periodico da lui diretto era intenzionalmente indirizzato UNICAMENTE ai "giovani" (e con questo termine indicava i pre-adolescenti) (ossia, appunto, gli under-14), e coloro che continuavano a leggerlo oltre tale soglia venivano da lui stesso definiti "diversamente giovani" (con una punta di disprezzo che mi aveva fatto venire in mente il disprezzo a cui la figlia di Sean Connery si sentiva esposta in Giappone nel film SOL LEVANTE, tratto dall'omonimo celebre romanzo di Michael Crichton) :)
Ultima modifica di bocchan il gio nov 26, 2015 12:23 pm, modificato 4 volte in totale.

Haku91
Membro
Membro
Messaggi: 133
Iscritto il: mer ago 26, 2015 9:12 pm

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da Haku91 » mar nov 24, 2015 11:36 pm

I film Disney non sono per bambini, sono per famiglie. Trovo che siano due definizioni ben diverse. Fantasia poi credo abbia come target un pubblico di una certa cultura ed età, è un prodotto totalmente indigesto a chi abbia meno di 11 anni (ad essere buoni). Credo anche che vederli a un'età adulta faccia aprire gli occhi davanti a certe cose e chiuderli davanti ad altre. Personalmente con la maturazione ho svalutato film come Robin Hood, La spada nella roccia e Il re leone, mentre ho incominciato ad apprezzare molto Alice nel paese delle meraviglie che da bambino non sopportavo.

Avatar utente
Shi no Tenshi
Membro
Membro
Messaggi: 84
Iscritto il: ven ago 29, 2014 1:33 pm

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da Shi no Tenshi » mar nov 24, 2015 11:49 pm

Scherzi? Fantasia lo guardavo e riguardavo che avevo 3 anni e lo adoravo. È un film molto "visivo", e queste cose ai bambini piacciono. A me, almeno, piacevano.
Poi non c'è grossa differenza tra una cosa come "L'apprendista stregone" e un corto di Tom e Jerry, eh!
Ultima modifica di Shi no Tenshi il mar nov 24, 2015 11:52 pm, modificato 1 volta in totale.

bocchan
Membro
Membro
Messaggi: 53
Iscritto il: lun set 15, 2014 1:11 pm

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da bocchan » mar nov 24, 2015 11:51 pm

FANTASIA a me era piaciuto molto, benché io lo avessi visto in tenera età (è anche vero, comunque, che non ero esattamente un bambino come gli altri. Nel senso che avevo una spiccata tendenza a "non seguire il gregge" ma a seguire i miei gusti personali -e infatti so che FANTASIA fu un mezzo flop-, anche quando erano in contrasto coi gusti di TUTTI gli altri, che suppongo sia una cosa quasi blasfema, in Giappone... "il chiodo che spunta dev'essere battuto" e bla bla bla...)... Ovviamente non potevo capire molte cose, ma era comunque una visione molto piacevole. Invece, anch'io non potevo soffrire ALICE NEL PAESE DELLA MERAVIGLIE (e neppure l'odiata MARY POPPINS)...

Haku91
Membro
Membro
Messaggi: 133
Iscritto il: mer ago 26, 2015 9:12 pm

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da Haku91 » mer nov 25, 2015 12:11 am

Shi no Tenshi ha scritto:Poi non c'è grossa differenza tra una cosa come "L'apprendista stregone" e un corto di Tom e Jerry, eh!
Certo, ma io parlo dell'intero film incluse le varie presentazioni di Deems Taylor (che sono state ripristinate integralmente qualche anno fa). Un altro film molto adulto (gargoyles a parte) è Il gobbo di Notre Dame, con una storia tematicamente pesantuccia che ha al centro discriminazione, lussuria e il rapporto masochistico tra servo e padrone. Insomma, non si può generalizzare con due parole 55 film realizzati nell'arco di 80 anni da miriadi di registi e sceneggiatori diversi...

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5406
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da Shito » mer nov 25, 2015 12:24 am

L'infantilità è il pensiero che il bene trionfi, o che debba trionfare.

Vallo a dire a Setsuko.

Ah, già, ma Seita è una povera vittima. E' il mondo che è cattivo, la zia è str0nza, la guerra è brutta.

Come disse S. Morgestern: "La vità è dolore. Chiunque dica altro sta vendendo qualcosa".

Appunto.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Penauts
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 200
Iscritto il: ven apr 03, 2009 12:47 am

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da Penauts » mer nov 25, 2015 12:59 am

mah, dipende da che parte la guardi

Avatar utente
Shi no Tenshi
Membro
Membro
Messaggi: 84
Iscritto il: ven ago 29, 2014 1:33 pm

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da Shi no Tenshi » mer nov 25, 2015 1:06 am

Haku91 ha scritto:Insomma, non si può generalizzare con due parole 55 film realizzati nell'arco di 80 anni da miriadi di registi e sceneggiatori diversi...
Già, vero.

Anche se, sì, la disney ha degli standard, e riconosco che in alcune tematiche rigorosamente riproposte (come il bene che trionfa sul male; la gestione dei sentimenti e dell'amore a prima vista; le persone che imparano e maturano...) ha traviato un po' alcuni aspetti del pensiero di chi guardava quei film a rotta di collo.
Ma se la Disney e i suoi preconcetti sono così popolari, non bisogna farne una colpa. In generale, sono film ottimi e basta (molti, non tutti). Difetti e punti di vista discutibili si riscontrano anche in Miyazaki e Takahata. Bollando i classici disney come "schifezze" semplicemente si restringe di molto l'insieme di "sufficienza accettabile". Il fatto è che i film non sono SOLO "cose che insegnano", lasciano qualcosa nel bene o nel male che sia.

bocchan
Membro
Membro
Messaggi: 53
Iscritto il: lun set 15, 2014 1:11 pm

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da bocchan » mer nov 25, 2015 1:21 am

Shito ha scritto:L'infantilità è il pensiero che il bene trionfi, o che debba trionfare.

Vallo a dire a Setsuko.

Ah, già, ma Seita è una povera vittima. E' il mondo che è cattivo, la zia è str0nza, la guerra è brutta.

Come disse S. Morgestern: "La vità è dolore. Chiunque dica altro sta vendendo qualcosa".

Appunto.
Già, però anche la madre di Seita e Setsuko -che suppongo facesse quel che doveva fare, e forse anche di più- non è che abbia fatto una bella fine, sebbene abbia fatto esattamente quel che la "società" le imponeva di fare (e benché avesse esortato i propri figli a fare altrettanto, figli che avrebbero fatto la sua stessa fine, se l'avessero seguita). Anzi, ha fatto una fine decisamente peggiore di quella che hanno fatto i suoi due figli "degenerati", "rammolliti", "indegni", "svergognati", "infantili" (ah, ma dimenticavo che sono dei bambini, è ovvio che sono "infantili"!) o come li si voglia definire. Perlomeno, loro hanno sofferto di meno. Almeno dal punto di vista fisico. Dal punto di vista psicologico hanno probabilmente sofferto di più, ma suppongo che questo sia un fattore secondario, anzi del tutto irrilevante, giusto?

Avatar utente
Shi no Tenshi
Membro
Membro
Messaggi: 84
Iscritto il: ven ago 29, 2014 1:33 pm

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da Shi no Tenshi » mer nov 25, 2015 1:40 am

...beh, oddio! Ti dirò, penso che morire di fame sia brutto brutto. Ma proprio brutto brutto brutto.
Mi sa che la madre fisicamente ha sofferto meno, eh!

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5406
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da Shito » mer nov 25, 2015 3:07 am

bocchan ha scritto:
Shito ha scritto:L'infantilità è il pensiero che il bene trionfi, o che debba trionfare.

Vallo a dire a Setsuko.

Ah, già, ma Seita è una povera vittima. E' il mondo che è cattivo, la zia è str0nza, la guerra è brutta.

Come disse S. Morgestern: "La vità è dolore. Chiunque dica altro sta vendendo qualcosa".

Appunto.
Già, però anche la madre di Seita e Setsuko -che suppongo facesse quel che doveva fare, e forse anche di più-
La madre di Seita viziava i figli. Vedi come Seita da bambino mangia scomposto la zarusoba. Indegno del figlio di un ufficiale!
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5406
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da Shito » mer nov 25, 2015 3:25 am

Shi no Tenshi ha scritto:...beh, oddio! Ti dirò, penso che morire di fame sia brutto brutto. Ma proprio brutto brutto brutto.
Mi sa che la madre fisicamente ha sofferto meno, eh!
Da come rantolava, non so.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

bocchan
Membro
Membro
Messaggi: 53
Iscritto il: lun set 15, 2014 1:11 pm

Re: Hotaru no Haka - precisamente in italiano

Messaggio da bocchan » mer nov 25, 2015 9:48 am

Per quel che ne so, alla morte per fame ci si arriva con un progressivo indebolimento, fino ad una perdita di coscienza (che precede la morte). Infatti vediamo morire pressappoco in quel modo sia Setsuko sia Seita. Rispetto a quel che ha sofferto la madre, è una sorta di eutanasia. O, perlomeno, io preferirei morire di fame, piuttosto che bruciato vivo e/o lacerato dalle ferite provocate dalle schegge sprigionate da un'esplosione (come -di fatto- succede alla mamma).

Rispondi