Kaze no Tani no Nausicaä - sospiratamente in italiano

Discussioni su gli autori e gli anime Ghibli e Pre-Ghibli

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
shishimaru
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 41
Iscritto il: lun nov 04, 2013 1:53 pm

Re: Kaze no Tani no Nausicaä - sospiratamente in italiano

Messaggio da shishimaru »

Ultimamente seguo poco il foro e mi dispiace, ma che felicità vedere finalmente Nausicaa sul grande schermo!
Mancano pochi minuti all'entrata in sala e ringrazio Shito per la passione che continua a deducare nel suo lavoro, d'altra parte non capisco come mai a ogni uscita ghibli qui si debba andare a criticare ogni singolo dialogo tanto che ogni volta Shito spiega in modo trasparente le sue scelte per nulla geloso del suo contributo a trovarne di persine così disponibili!

E concludo con un augurio di buona visione a tutti :D

Avatar utente
Muska
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1702
Iscritto il: lun mag 17, 2004 10:16 pm
Località: La Città Eterna

Re: Kaze no Tani no Nausicaä - sospiratamente in italiano

Messaggio da Muska »

Shito ha scritto:Io vorrei vederlo lì, o domani sera o dopodomani. Andiamo insieme? :-)

In ogni caso, da oggi "Mostro Tarlo" è un ricordo del passato.

Grazie a tutti voi.

Anche io andrò a vederlo domani sera, forse, ma non so l'orario... :)
"Pur sprovvisto di soldati, e solo, combatteva il mondo e i suoi vizi in questo luogo". (Yasushi Inoue).

Avatar utente
Lonelywolf
Membro
Membro
Messaggi: 55
Iscritto il: gio mag 02, 2013 7:34 pm

Re: Kaze no Tani no Nausicaä - sospiratamente in italiano

Messaggio da Lonelywolf »

Visto per la prima volta oggi pomeriggio, mi è parso un po' un prototipo dei film successivi di Miyazaki Hayao. Da un punto di vista narrativo/dei contenuti mi ha ricordato in particolare Laputa e Mononoke Hime (in particolare una versione "meno adulta" di quest'ultimo), e ci sono già tanti dei personaggi-tipo delle opere a venire. Penso che Nausicaä rappresenti in modo lampante l'ideale kore di Miyazaki di cui si era già parlato più volte; voglio dire, avevo già assistito alla scena del morso di Toeto ma la ragazzina virtuosa che parla a degli insetti giganti (suona più ilare di quanto intendessi, penso XD) mi ha aperto dei nuovi orizzonti. Se non fosse per la scena in cui perde la pazienza alla morte del padre penso la si potrebbe definire una specie di santa martire. Kshana invece è decisamente il prototipo di Eboshi, anche se, contrariamente a quanto accade in Mononoke Hime, in questo film "vince" la kore. Per questo dico che Kaze no Tani no Nausicaä è un film meno adulto di Mononoke Hime: se nel primo la kore è una supereroina che risolve i problemi creati dagli altri umani dove l'adulta fallisce con il suo formidabile kyoshinhei, nel secondo nessuna delle due parti ha il sopravvento sull'altra.
Preso in modo isolato, ho gradito nel film tutto il comparto tecnico ed il dinamismo della narrazione; il motivo principale per cui mi è piaciuto assistere alla proiezione, però, è stato il fatto che mi ha aiutato a chiudere il cerchio su Miyazaki Hayao. Davvero, se avessi visto Nausicaä tempo fa avrei riconosciuto molto più facilmente cosa si intendesse per kore :)

Nota: sarà stata anche l'influenza del nome della protagonista, ma a tratti la recitazione dell'anziana del villaggio mi ha ricordato il teatro greco.

Ah, ed ovviamente è un film istruttivo anche in prospettiva Anno:
Immagine
Hanno pure delle lance XD

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Kaze no Tani no Nausicaä - sospiratamente in italiano

Messaggio da Shito »

Anno sostiene che "Nausicaä non è la tipica eroina di Miyazaki, quelle sono come Lana o Clarisse o Sheeta. Nausicaä ha un seno prosperoso e un'impronta materna molto forte. Per Miyazaki, Nausicaä è speciale, perché condivide il suo lato oscuro. Nausicaä è una protagonista assassina."

In effetti Nausicaä è forse il personaggio femminile più ambivalente che Miyazaki abbia mai creato. Normalmente, in Miyazaki abbiamo questa dicotomia, questa disgiunzione tra la fanciullina immacolata e la donna amareggiata che ha durato la vita. I binomi: Lana-Monsly, Clarisse-Fujiko, Sheeta-Dola, Fio-Gina eccetera. Sempre così.

Ma Nausicaä è un prodotto rivolto all'adolescenza, non all'infanzia. Ha una complessità diversa. Anche la coppia Nausicaä-Kshana sembra più che mai una medaglia con le sue due facce, e in effetti lo stesso è per la loro rielaborazione San-Eboshi, no? Anche quello era un film "non per bambini, ma per adolescenti". Era, come sempre dicevamo, la riconsiderazione dei medesimi temi.

Parlando di questi film, in ogni caso, il commentario di Katayama e Anno è davvero illuminante. Quello che emerge soprattutto è:

1) Nausicaa venne realizzato come un film indipendente, che raccoglieva molti giovani talenti molto diversi tra loro, e

2) Miyazaki ha fondato il suo modo artigianale di lavorazione di un film animato con quella produzione, e

3) Miyazaki stava cercando di staccarsi dai 'cartoni animati' e guardare al 'cinema'.

Sono tutte cose che vengono dette e ripetute molte volte da Anno e Katayama.

L'interessante, ma anche quello che credo per noi sia più difficile cogliere, è che per i giapponesi dire "manga" è dire "bambinata". La radice è quella di una "cosa non seria, una facezia". Come dire che "comics" ha in sé il senso di comicità, proprio nell'etimo. La stessa cosa per "manga" - tant'è che ci fu la famosa corrente post-tezukiana che voleva chiamarli "gekiga" (immagini drammatiche), perché i contenuti e i tenori delle opere ormai mal si adattavano al termine "manga". Ora, dapprima in Giappone i cartoni animati si chiamavamo 'terebi manga' (cartoni in TV) e 'manga eiga' (film a cartoni). C'era sempre l'idea della bambinata, per staccarsi dal quale il fandom adotto il termine 'anime'. E si era già negli Ottanta, eh! Il trailer originale i Laputa (1986), per esempio, ancora parla di "manga eiga". Ma Laputa era del resto un film per bambini (di otto anni, per l'esattezza).

Ma nel commentario, Anno soprattutto ogni volta che c'è una scena comica, un po' slapstick, ripete sempre "aaah ,qui è stile manga, stile manga!", e Katayama gli spiega come Miyazaki si stesse proprio sforzando di rivolgere il suo sguardo 'al cinema' (che è percepito come una cosa seria): Per esempio, in Conan quando il protagonista fa le facce buffe, deformate, solleva pesi giganteschi o usa i piedi, quello in Giappone è "manga", come stile. Anche Lupin-Cagliostro, è pieno di "stile manga", a partire dalla prima fuga che apre il film. Se ci si pensa, si vede l'eredità dei 'cartoni animati' stile WB, tipo Tom&Jerry, o tipo Road Runner.

Nelle parole di Ootsuka Yasuo, collega anziano di Miyazaki: "Se non fosse stato per l'incontro con Takahata, Miyazaki avrebbe speso tutta la sua vita dietro a cose sciocche come i manga". Nel senso di: bambinate. Ma Takahata era diverso. Takahata è un regista che viene proprio dall'idea di regia cinematografica, europeista. Ama il surrealismo intrinseco del neorealismo, e lo riproduce con l'animazione - lui che non disegna. Miyazaki, al contrario, era un entusiasta del disegno e dell'animazione, un artigiano che ha sempre voluto fare "le storie animate belle ed emozionati per dare divertimento, consolazione e speranza ai bambini" (sono parole sue, ribadite più volte in tante sedi). Miyazaki si appassionò di animazione guardando due particolari film *per bambini* quando lui faceva *l'università*, e i film erano 'Hakujaden' e 'La regina delle nevi". Al contrario, Takahata capì le potenzialità dell'animazione come mezzo espressivo vedendo "La bergere e le ramonoeur" (quello con i testi di Prevert). A Miyazaki interessava il mezzo, e in quel film francese trovate tante scene, tanti modelli poi riemersi nei film di Miyazaki. A Takahata interessava il simbolismo espressivo insito in quella "specie di surrealismo che è l'animazione" (sic.)

Quando Miyazaki vide la prima regia cinematografica di Takahata, ovvero quell'Hols no Daibouken dove aveva lavorato lui stesso, disse: "Pakusan, ma tu non stai più facendo i cartoni animati. Tu stai facendo Prevert, tu stai facendo Edith Piaf!" Secondo Ootsuka, questa epifania cambiò radicalmente Miyazaki Hayao.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Lonelywolf
Membro
Membro
Messaggi: 55
Iscritto il: gio mag 02, 2013 7:34 pm

Re: Kaze no Tani no Nausicaä - sospiratamente in italiano

Messaggio da Lonelywolf »

Non posso non concordare sul fatto che questo non sia un film rivolto all'infanzia, non penso che ci sia nemmeno bisogno di discuterne. E' un fatto anche che Nausicaä assassini anche delle persone, ma è anche vero che si duole di aver ucciso i soldati responsabili della morte di Jihl. Penso che tu abbia ragione in effetti a dirla non una fanciullina.
D'altro canto, a me è parsa molto forte l'impronta della kore in Nausicaä nel suo modo di porsi verso gli ohm. Peraltro, ricordo male o proprio tu tempo fa mi hai sottoposto tempo fa lo stralcio di Nausicaä che addomestica Teto come esempio di kore per Miyazaki (chiedo davvero conferma, non ho più i log di quella conversazione)? In questo consideri l'ambivalenza, ossia nella coesistenza di qualcosa di adulto e qualcosa di fanciullesco?
(P.S.: grazie per il contributo della seconda parte del post, anche se non lo commento :) )

Avatar utente
dolcemind
Susuwatari
Susuwatari
Messaggi: 1039
Iscritto il: gio ago 10, 2006 12:53 pm
Località: Roma, nei pressi.

Re: Kaze no Tani no Nausicaä - sospiratamente in italiano

Messaggio da dolcemind »

FANTASTICO!
Sala gremita, mi son commosso.
La principessa di Qu era più bella che mai!

Avatar utente
shishimaru
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 41
Iscritto il: lun nov 04, 2013 1:53 pm

Re: Kaze no Tani no Nausicaä - sospiratamente in italiano

Messaggio da shishimaru »

Che dire entro in sala cercando il mio posto mi ritrovo accanto a dei miei amici in modo casuale tipo da incontro predestinato :lol: :shock: .

Per il film prime impressioni a caldo (ma non proprio è passata qualche ora) ho adorato veramente questa pellicola mille e mille volte di più di quando la vidi tra le mie mura domestiche col vecchio sonoro e non parlo solo del doppiaggio ma proprio di tutto il comparto :prostrare:

E' stata un'esperienza intensa mi sentivo a momenti coinvolto nel film curioso il punto in cui si vede come le corazzate cadono giù con pochi colpi e gli anziani esclamano "certo che sono proprio fragili queste navi!" tipo mezzo secondo prima in sala un'altra persona aveva fatto la stessa osservazione :lol: . Poi il vento sinonimo di vita, il vento che al villaggio serve per azionare i mulini che estraggono acqua dal sottosuolo e che si ricollega a Miyazaki e allo studio Ghibli nome che deriva da un aereo che sua volta prendeva nome appunto da un vento del nord africa se non erro, e di certo non è un caso che abbia voluto chiudere la carriera di regista (almeno nelle sue attuali intenzioni) con "Si alza il Vento".

Poi le donne anche qui figura chiave, sono proprio le donne a permette a Nausica di scappare dalla nave per tentare di andare a fermare ciò che sembra inevitabile, una catastrofe causata dalla paura stessa degli uomini che addirittura decidono di sacrificare la loro stessa patria per sconfiggere "il nemico" che ha delle motivazioni che son ben diverse dal semplice "voglio comandare il mondo", Kshana forse è uno dei personaggi più sfaccettati del film insieme a Nausicaa, forte e decisa ma anche ingenua quando appena soccorsa da Nausicaa una volta dentro il Mar Marcio estrae la pistola e si sente dire "tu non sai niente" da una ragazza più giovane di lei e lì l'ho vista esitare come se quelle che per lei erano certezze cascassero giù come cartelli di carta.

Questi un po' i miei pensieri sparsi frammentati dalla stanchezza e dalla necessità di un riposino :sleep:

'notte e buona visione per i prossimi due giorni

Avatar utente
sihaya73
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 34
Iscritto il: ven giu 02, 2006 4:50 pm

Re: Kaze no Tani no Nausicaä - sospiratamente in italiano

Messaggio da sihaya73 »

Finalmente ieri sera sono andata a vedere Nausicaa. Eravamo in otto in sala. Il film ovviamente l'avevo già visto e aspettavo con entusiasmo il nuovo doppiaggio che ho apprezzato e assaportato parola per parola così come mi è piaciuta la voce della doppiatrice di Nausicaa, molto dolce e musicale. L'effetto sul grande schermo poi è tutt'altra cosa. Ho percorso 70km per andare a vederlo ed ero pure sola, ma ne è valsa la pena! Sarei andata pure a piedi! Complimenti a Shito e a tutto lo staff per il magnifico e meticoloso lavoro svolto. Adesso Nausicaa è ancora più bello!
Dimenticavo: finalmente non sentirò più "mostro tarlo". Tutte le volte mi si drizzavano i capelli! :D

Avatar utente
Heimdall
Tanuki
Messaggi: 3448
Iscritto il: sab apr 26, 2003 12:39 pm
Località: Rescaldina (Mi)

Re: Kaze no Tani no Nausicaä - sospiratamente in italiano

Messaggio da Heimdall »

sihaya73 ha scritto:Eravamo in otto in sala.
Uh, che peccato! Io e Cobra70 siamo andati con mio fratello e la sua compagna al multisala The Space di Cerro Maggiore alla proiezione delle 19:15 e la sala era quasi piena.

Abbiamo goduto appieno della nuova versione e del grande schermo: peccato per il fatto che l'audio fosse altissimo, al limite della distorsione dei suoni, tanto che alla fine della proiezione abbiamo pensato (in realtà l'ha fatto il buon Cobra, che è sempre avanti! ;) ) di farlo presente al personale di sala perché lo abbassasse un po' per le successive visioni, ottenendo in cambio una risposta del tipo: "E perché, dovete rivederlo ancora?". Per la serie che uno segnala un problema solo se lo riguarda direttamente, altrimenti chissene. :(
Immagine

Avatar utente
sihaya73
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 34
Iscritto il: ven giu 02, 2006 4:50 pm

Re: Kaze no Tani no Nausicaä - sospiratamente in italiano

Messaggio da sihaya73 »

Si....purtroppo tutte le volte in cui sono andata a vedere i film del Maestro ho trovato la sala praticamente vuota. Ovviamente il tizio che sgranocchia le patatine e tira i calci alla mia poltrona si siede dietro di me con tutta la sala libera.... Ovvio..... :? Anche io ho trovato l'audio altissimo. Era anche abbastanza fastidioso. Ah! Il film è cominciato puntuale ma si vedeva solo il video mentre come audio c'era la musica disco :shock: Sono schizzata fuori a chiedere di riproiettarlo. Poi per fortuna tutto bene. Quando è finito avevo gli occhi lucidi per l'emozione. Nausicaa è sempre stato il mio film preferito e lei è la mia eroina.

Avatar utente
Drachetto
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 446
Iscritto il: sab giu 21, 2003 1:40 am
Località: Roma

Re: Kaze no Tani no Nausicaä - sospiratamente in italiano

Messaggio da Drachetto »

Shito ha scritto:Io vorrei vederlo lì, o domani sera o dopodomani. Andiamo insieme? :-)
Ciao, ti avevo mandato un messaggio privato qui ma forse lo hai mancato.
Se ancora non l'hai visto, io domani (mercoledi) sera posso, spettacolo delle 19:30 o delle 22:00
Immagine
Il mio vicino Totoro
suona un'ocarina nelle notti illuminate dalla luna
se mai dovessi incontrarlo
una meravigliosa fortuna porterà anche a te!

Avatar utente
charliebrown490
Membro
Membro
Messaggi: 54
Iscritto il: dom ago 10, 2014 9:03 am

Re: Kaze no Tani no Nausicaä - sospiratamente in italiano

Messaggio da charliebrown490 »

Alla fine, complice la vicinanza del cinema all'ufficio, sono andato a vederlo.

Premetto che non è mai stato fra i miei preferiti -lo trovo troppo pieno di rabbia e, come dire, non del tutto concluso- queste le mie note:

- non sono riuscito a capire il verbo utilizzato all'inizio per descrivere l'azione del Mar Marcio... forse "avviluppare"?
- idem per la nuova traduzione dell'esoscheletro, ho dovuto cercare su Google la parola "esuvia"... ignorante io, per carità, ma un termine un po' meno forbito?!
- Nausicaa a Yupa da prima del lei ("Me lo lascerebbe?" riferito a Teto) e poi del voi... Ho sentito male?
- "Tolmekia" bisognava proprio pronunciarlo "Torumekia"?
- belle e azzeccate le voci, forse troppo riconoscibile quella di Pino Insegno.

Per il resto inutile soffermarsi sul carattere un po' fané dei vari "sinanco", "per dove si guardi", etc. Saranno pure corretti ma non incontrano il mio gusto.

Avatar utente
Giggione
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 592
Iscritto il: ven mar 19, 2004 8:11 pm
Località: Roma

Re: Kaze no Tani no Nausicaä - sospiratamente in italiano

Messaggio da Giggione »

Dopo tanto attendere e tanto soffrire rischio di perdermelo... :grrr:
Non so se riesco ad andarci domani sera...
Certo che dopo 30 anni almeno di venerdì o di sabato potevano anche farlo. Per chi lavora è veramente difficile riuscire ad organizzarsi durante la settimana... :?
Come sono geniali gli Americani, te la mettono lì, la libertà è alla portata di tutti come la chitarra: ognuno suona come vuole e tutti suonano come vuole la libertà -
da L'America di Giorgio Gaber & Sandro Luporini

Avatar utente
Garion-Oh
Membro
Membro
Messaggi: 55
Iscritto il: mar apr 21, 2015 2:17 pm

Re: Kaze no Tani no Nausicaä - sospiratamente in italiano

Messaggio da Garion-Oh »

charliebrown490 ha scritto: Per il resto inutile soffermarsi sul carattere un po' fané dei vari "sinanco", "per dove si guardi", etc. Saranno pure corretti ma non incontrano il mio gusto.
L'importante è che siano corretti. Non serve cambiare dei termini per andare incontro ai gusti del pubblico.

L'esoscheletro di un insetto si chiama esuvia. Tutto qui. Le altre opzioni sono sbagliate. E Miyazaki usa proprio un termine preciso. Cmq non preoccuparti, anche in Giappone accusano Miyazaki di usare dialoghi troppo forbiti nei suoi film.

Il nome Torumechia è ufficiale dai materiali d'epoca. Si scrive così.
planet earth is blue and there's nothing i can do

iaco99
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 1
Iscritto il: mar ott 06, 2015 9:59 pm

Re: Kaze no Tani no Nausicaä - sospiratamente in italiano

Messaggio da iaco99 »

Era il 1984 o il 1985, avevo 10 anni e, all'interno di una trasmissione della Rai vidi la prima parte di Nausicaa. Il giorno dopo, trasmettevano la seconda, dovevo andare da qualche parte forse una festa di compleanno. Mi impuntai con mia madre - se lo ricorda ancora - e non ci andai.
Non sapevo chi fosse Miyazaki, ma solo Conan mi era piaciuto tanto.

Era il 1997, credo, era notte a casa di un mio Amico, doveva assolutamente mostrarmi il suo nuovissimo modem 14.4.
"Ci si può trovare tutto qua sopra, si chiama Altavista per questo" "proviamo: scrivi nausicaa screenplay". Fu la mia prima ricerca in Internet, scoprii Nausicaa.net

Leggo il forum da una decina d'anni, non sono mai intervenuto. Lo faccio adesso.
Ieri ho potuto portare mio figlio, che ha quasi l'età che avevo io nel 1985, a vedere Nausicaa.
Grazie.