Yume to Kyouki no Oukoku - sorprendentemente in italiano

Discussioni su gli autori e gli anime Ghibli e Pre-Ghibli

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Yume to Kyouki no Oukoku - sorprendentemente in italiano

Messaggio da Shito » lun apr 20, 2015 2:11 pm

Per gli amici si chiama 'Yumekyou'. Sarebbe: Il regno dei sogni e della follia. La traduzione è correttissima, eh!

Mi sto davvero abituando a film Ghibli con titoli italiani corretto: Si alza il vento, La storia della Principessa Splendente, Nausicaä della Valle del Vento, La tomba delle lucciole... WOW!

Ma beh, in effetti è già da un po' che lavoro al testo di questo film. D'altro canto, viste le date di uscita nelle sale, non potrebbe che essere così, no?

Quindi, per l'uscita nelle sale, si è deciso di presentare questo film "con audio in italiano".

Vedete, ho scritto "con audio in italiano". Non ho scritto "doppiato in italiano".

Dato che qui stiamo parlando di un 'docufilm' (film di documentario), non abbiamo personaggi, ma persone. Quindi, sarebbe insensato doppiarli, giusto? E comunque, sarebbe impossibile. Perché il film è stato in massima parte girato dalla regista Sunada Mami "andando a zonzo" per lo Studio Ghibli, telecamera in mano, per più anni - durante la realizzazione di Kaze Tachinu / Si alza il vento. Quindi ovviamente non esiste neppure una traccia audio 'senza le voci' (la cosiddetta 'colonna audio M/E', da musica/effetti (sonori), o 'colonna internazionale').

Quindi l'audio italiano del caso sarà un 'oversound', come si usa per le interviste, avete presente? In realtà ci sto pensando molto. Perché in un intervista tu hai una persona che parla nitidamente dinanzi alla telecamera. Qui le riprese sono spesso molto più estemporanee, e così l'audio. I temi del dialogo non sono quelli di semplici interviste. Quindi credo che opterò per un 2oversound in simil-synch", ovvero un oversound ma con dei tempi più vicini a una sorta di doppiato.

Si tratta chiaramente di qualcosa di un po' inedito, in tutti gli ambiti. Dico Ghiblianamente. Il symil-synch va molto di moda tra i cosiddetti 'reality' stranieri, robaccia che gira su TV satellitari (credo/temo). Quelle cose che ti fanno rimpiangere di avere vista e udito, insomma. Ma anche lì, seppur maldestramente occultato, c'è un copione. I tempi sono comunque un po' scenici. Qui no.

Sarà un casino, e entro un certo limite credo che improvviserò.

Per ora, parliamo del contenuto. Del copione.

Il contenuto è interessante. Anche se si tratta, tutto sommato, di un "the making of Kaze Tachinu", del genere di quelli visti ormai più volte per ogni nuovo film Ghibli nella trasmissione The Professional di NHK, qui con la volontà cinematografica si notano 1) l'intenzione regista e 2) uno spettro di documentazione più ampio.

Sempre intorno a Kaze Tachinu, a Miyazaki su Kaze Tachinu, si parla di Ghibli e della sua nascita e del suo essere, di Suzuki e Takahata, un po' di Gorou, un po' di più di Anno. Il grande assente, se vogliamo, è Hisaishi. Ma del resto la musica la componi fuori dallo Studio, fuori dal Regno dei Sogni e della Follia.

Man mano che mi sono addentrato nel testo, ho apprezzato sempre di più questo docufilm. A una prima visione mi era parso anche noioso. Ok, si parla di cose che, tutto sommato, mi sono tutte quante già note. Quindi non faccio proprio testo, no? Poi ho incominciato, col testo preciso, mentre lo adattavo, a vedere la "comunicazione registica". Tipo: riprendere una capretta di Heidi mentre si MIyasan accenna al suo primo periodo di lavoro forsennato con Takahata, e lo fa con nostalgia. Sapendo precisamente cosa stanno dicendo, e quando, incominci ad apprezzare un cambio scena, uno scorcio.

La lingua è giapponese reale. Il che mi fa ridere, perché mi fa balzare all'occhio QUANTO siano 'fasulli' TUTTI i dialoghi di OGNI film/finzione giapponese. In questo docufilm non c'è una frase che sia intera, che sia completa. Non c'è un soggetto che non sia moderato da un '-tteyuu', o da un 'nanka kou'. Sempre. Del resto, è giapponese reale.

Se qui si traducesse fedelmente, fedelmente come io adatto i 'film normali', verrebbe fuori una cosa assurda tipo:

"Quella che sia chiama animazione, no, tipo che, ecco, insomma, e infatti si dice che è un artigianato, tipo, no?"

Questa è la forma della frase "L'animazione è un artigianato", con tutte le forme 'calmieranti' del giapponese. Ovvero: apposizioni fraseologiche fatte per relativizzare i sostantivi, avverbi fatti per circostanziare l'asserto verbale, interrogative retoriche di conferma. Eccetera.

Ovviamente, è impossibile. E' semplicemente impossibile pensare di trasporre il giapponese 'reale' in modo preciso. Preciso come ho fatto parlare in italiano Kiki, Pazu, Fio, Ashitaka, Sen. Con tutte le loro differenze, eh. Ma qui è impossibile, perché ci sono parti morfosintattiche del tutto 'evanescenti', e sono, direi, un buon 10%-15% del testo. Tra l'altro pronunciate in modo così rapido, così "inconsistente", da non avere peso reale nel flusso del parlato.

Quindi debbo 'ineditamente' (per me) discernere cosa sia contenuto preciso e cosa no, operare un sacco di scelte e selezioni, e rendere in maniera comunque più funzionale del mio solito. Non dico domesticata, ma funzionale. Comunicativamente funzionale. Ancora, sarà particolare. E sarà di certo un casino.

Ma ci sono parti molto belle, eh. Davvero molto belle.

Ci risentiamo presto, dunque. Eventualmente al cinema.

E poi -ah!- un piccolo punto.

Con tutto che è oversound... CHE VOCI ITALIANE dare a gente come Miyasan, Pakusan, Suzuki-san, Gorou-kun?

I due "personaggi" più adorabili del "film" sono Sankichi e Nishimura, comunque.

Vorrei un film diretto da Gorou-kun, prodotto da Nishimura, con Sankichi come assistente di produzione, e Sadamoto Yoshiyuki come character designer e sakuga-kantoku.

Sarebbe grandioso.
Ultima modifica di Shito il dom giu 21, 2015 1:55 pm, modificato 3 volte in totale.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Jo3y
Membro
Membro
Messaggi: 149
Iscritto il: gio nov 17, 2011 12:43 pm

Re: Yume to Kyouki no Ouzoku - ineditamente in italiano

Messaggio da Jo3y » lun apr 20, 2015 4:36 pm

Come sempre, buon lavoro! Sono curioso di vedere come sarà questo docu-film :)

luca-san
Susuwatari
Susuwatari
Messaggi: 1072
Iscritto il: ven set 05, 2008 6:35 pm
Località: mantova-koganei
Contatta:

Re: Yume to Kyouki no Ouzoku - ineditamente in italiano

Messaggio da luca-san » lun apr 20, 2015 7:48 pm

già il fatto che non sia "doppiato" come fai osservare, limita il mio disappunto per la scelta di non portarlo in sala sottotitolato: ho fiducia nel tuo lavoro e mi auguro di postare i complimenti per questa decisione una volta uscito dalla sala...

p.s.: quindi deduco che l'anteprima venerdì al far east di Udine avrà solo i sub...
"Ponyo Ponyo Ponyo sakana no ko Aoi umi kara yatte kita..."

Avatar utente
Shun
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 263
Iscritto il: mer mag 14, 2014 9:27 pm

Re: Yume to Kyouki no Ouzoku - ineditamente in italiano

Messaggio da Shun » lun apr 20, 2015 9:01 pm

Buon lavoro! Curiosissimo di vederlo! Quasi quasi preferisco le interviste ai film :sorriso2:

Goo
Membro
Membro
Messaggi: 71
Iscritto il: mer mag 14, 2014 12:44 am

Re: Yume to Kyouki no Ouzoku - ineditamente in italiano

Messaggio da Goo » mar apr 21, 2015 12:27 am

Incomprensibilmente in italiano ;)
Certo è ovvio che essendo destinato al cinema deve essere "doppiato", ma qui sarebbe proprio da saltare direttamente al DVD/BR, anche perché il cinema per i documentari ha poco (o meno) senso.

Tuttavia andrò lo stesso per favore alla LR e al lavoro svolto, o meglio in realtà muoio dalla voglia di sentire la voce di Miyazaki :lol:
Un po' comunque mi rammarico perché l'ho già visto in inglese ritenendo impossibile questa release, e devo dire che è un ottimo documentario anche se purtroppo non c'è niente di Takahata e Kaguya, sarebbe stata un'occasione perfetta per dare visibilità al film ma anche comparare due mondi così diversi durante la realizzazione dei rispettivi film.

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Yume to Kyouki no Ouzoku - ineditamente in italiano

Messaggio da Shito » mar apr 21, 2015 11:51 am

Goo ha scritto:anche perché il cinema per i documentari ha poco (o meno) senso.
Però questo film nasce proprio come prodotto cinematografico sin da principio, in patria.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Shun
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 263
Iscritto il: mer mag 14, 2014 9:27 pm

Re: Yume to Kyouki no Ouzoku - ineditamente in italiano

Messaggio da Shun » mer apr 22, 2015 12:05 pm


Avatar utente
Quell_Uomo
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 26
Iscritto il: gio apr 17, 2003 7:35 pm
Località: Udine
Contatta:

Re: Yume to Kyouki no Ouzoku - ineditamente in italiano

Messaggio da Quell_Uomo » dom apr 26, 2015 9:35 pm

Concedetemi l'OT ma oggi son stato a visitare la mostra "Volandia" vicino a Malpensa, allestita all'interno delle ex fabbriche della Caproni e ovviamente il mio pensiero non poteva andare che allo Studio Ghibli e a Porco Rosso in particolare :D :D
-------
Chi mi contraddice, anche se è un Dio
verrà annegato in un Creme Caramel
- Quell' Uomo -

Goo
Membro
Membro
Messaggi: 71
Iscritto il: mer mag 14, 2014 12:44 am

Re: Yume to Kyouki no Ouzoku - ineditamente in italiano

Messaggio da Goo » dom apr 26, 2015 11:49 pm

Quell_Uomo ha scritto:Concedetemi l'OT ma oggi son stato a visitare la mostra "Volandia" vicino a Malpensa, allestita all'interno delle ex fabbriche della Caproni e ovviamente il mio pensiero non poteva andare che allo Studio Ghibli e a Porco Rosso in particolare :D :D
Si Alza il Vento forse, perché Porco Rosso?
Comunque bastava scrivere il messaggio nella discussione del rispettivo film per evitare l'OT :?

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Yume to Kyouki no Ouzoku - ineditamente in italiano

Messaggio da Shito » sab mag 02, 2015 4:06 pm

Le incisioni si sono concluse. :-)

Chi riesce a indovinare la "voce italiana" di Miyasan? ^^

E quelle di Suzuki-san, Gorou-san e Paku-san? :-)
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Sayonara no Natsu
Membro
Membro
Messaggi: 150
Iscritto il: lun mag 12, 2014 4:59 pm

Re: Yume to Kyouki no Ouzoku - ineditamente in italiano

Messaggio da Sayonara no Natsu » sab mag 02, 2015 6:35 pm

10 a 1 che Gorou lo hai "doppiato" tu ma sotto mentite spoglie...

XD :tongue:
Benjamin was the only animal who did not side with either faction. He refused to believe [...] that the windmill would save work. Windmill or no windmill, he said, life would go on as it had always gone on– that is, badly.

Animal Farm

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Yume to Kyouki no Ouzoku - ineditamente in italiano

Messaggio da Shito » sab mag 02, 2015 7:04 pm

Ci mancherebbe che fossi così tanto cretino.

Sono cretino, ma non così tanto. ^^;
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Sayonara no Natsu
Membro
Membro
Messaggi: 150
Iscritto il: lun mag 12, 2014 4:59 pm

Re: Yume to Kyouki no Ouzoku - ineditamente in italiano

Messaggio da Sayonara no Natsu » sab mag 02, 2015 10:12 pm

Ed io che ti vedevo così bene nel suo ruolo... :cry:

Ma a parte gli scherzi, personalmente mi verrebbe da pensare, ovviamente sopratutto a causa della mia conoscenza solo superficiale del mondo dei doppiatori, che trovare voci adatte a Miyasan e compagnia sia un lavoro alquanto "rognoso". Sparerei per Miyazaki un Rodolfo Bianchi, ma, davvero, sarebbe solo indice del fatto che non so proprio che pesci pigliare XD Ammetto che a questo punto sono un pochino curioso riguardo alle tue scelte ^^ Curioso, oltre che sui doppiatori, anche sul risultato finale, dato che scrivevi, appena un paio di settimane fa, "Sarà un casino, e entro un certo limite credo che improvviserò." Mi piacerebbe sapere come alla fine ti sei barcamenato in un lavoro diciamo "diverso" da quello che fai di solito. Mmm, effettivamente le cose che mi incuriosiscono vanno ad aumentare ma, fortunatamente, non dovrò aspettare poi chissà quanto per soddisfare la mia brama di risposte. :D

P.S.: eih! Non puoi rubarmi il lavoro! In un gruppo ci può essere solo uno scemo, e quello sono io! (il fatto stesso che ho inserito questo poscritto, me lo conferma XD)
Benjamin was the only animal who did not side with either faction. He refused to believe [...] that the windmill would save work. Windmill or no windmill, he said, life would go on as it had always gone on– that is, badly.

Animal Farm

Avatar utente
Cobra70
Ghibliano D.O.C.
Ghibliano D.O.C.
Messaggi: 754
Iscritto il: sab ott 14, 2006 12:51 pm
Località: Legnano (MI)

Re: Yume to Kyouki no Ouzoku - ineditamente in italiano

Messaggio da Cobra70 » dom mag 03, 2015 12:29 pm

Shito ha scritto:Le incisioni si sono concluse. :-)

Chi riesce a indovinare la "voce italiana" di Miyasan? ^^
Qu

Avatar utente
bio
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 41
Iscritto il: gio mar 31, 2005 9:50 pm

Re: Yume to Kyouki no Ouzoku - ineditamente in italiano

Messaggio da bio » dom mag 03, 2015 5:34 pm

Shito ha scritto:Le incisioni si sono concluse. :-)

Chi riesce a indovinare la "voce italiana" di Miyasan? ^^
Direi la voce di Porco Rosso, Massimo Corvo.

Rispondi