Tenkuu no Shiro Laputa - nuovamente in italiano

Discussioni su gli autori e gli anime Ghibli e Pre-Ghibli

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5406
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Shito » dom mag 06, 2012 12:18 pm

Il maestro delle ricerche però è Arcuum, infatti le mie sono tutte indagini fatte con lui. :-)
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5406
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Shito » dom mag 06, 2012 9:35 pm

Ah, e comunque lo stesso M. faceva notare la casuale assonanza con il 'Sita' che tu citavi. ^^
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Boulayo
Membro
Membro
Messaggi: 80
Iscritto il: sab ago 15, 2009 8:00 pm

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Boulayo » lun mag 07, 2012 9:32 am

Ieri sono riuscito a vedere Il castello nel cielo al cinema finalmente!!!
Per fortuna che non è scomparso subito dalle sale.
Non faccio nessun commento sul film, che ormai ho già visto più volte, piuttosto vorrei far notare che la parola chiave di questo doppiaggio è:

"CINCISCHIARE"!

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5406
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Shito » lun mag 07, 2012 2:24 pm

"guzuguzu" ^^
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
genbu
Kodama
Kodama
Messaggi: 1280
Iscritto il: gio giu 09, 2005 2:47 pm
Località: Roma

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da genbu » lun mag 07, 2012 3:18 pm

ex- gingillarsi :D
"Durante la mia fanciullezza i dolori e le gioie superavano quelli di ogni altro. Cantavo e piangevo senza ragione, ma sempre sinceramente. Con l'età mi sono guastato. Ma la mente del bambino ritorna in me durante i sogni." Gong Zizhen

KwErEnS
Membro
Membro
Messaggi: 146
Iscritto il: ven set 11, 2009 10:03 pm

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da KwErEnS » mer mag 09, 2012 1:08 pm

I bambini in sala domenica scorsa erano tanti, forse anche per via del maltempo, e ogni tanto urlavano "Fantastico!" :) . Le sfocature dell'immagine nelle scene dell'incendio penso che fossero un effetto presente nella pellicola originale perché la proiezione a cui ho assistito era in digitale. Purtroppo l'audio era costantemente in ritardo. Per quanto riguarda il doppiaggio, Pazu mi è piaciuto molto mentre la voce di Shita mi è sembrata un po' smorta e nasale. I dialoghi mi parevano più scorrevoli, anche se a un certo punto mi è sembrato di sentire un "in arcione" che mi ha... disarcionato.

vietcong
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: mer mag 16, 2012 10:08 am

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da vietcong » mer mag 16, 2012 10:14 am

ancora non sono riuscito a vederlo, spero regga un altro weekend perché non è facile trovare sale che lo proiettino in "seconda serata".. Volevo chiedere a chi ha un'idea più precisa in merito: ho visto che finora il film ha incassato un mezzo milione di euro, come è considerato questo dato, buono o si sperava di più?

vietcong
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: mer mag 16, 2012 10:08 am

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da vietcong » mer mag 16, 2012 10:21 am

a proposito della diffusione del film, la settimana scorsa mi è capitato un episodio che mi ha colpito piacevolmente. In pausa pranzo in un caffè, un uomo e una donna sui trent'anni parlano di varie cose e il discorso cade sul cinema: "l'hai visto il film di miyazaki?" Uno dei due l'aveva già visto e commentava favorevolmente, ma a colpirmi è stata proprio l'espressione "il film di Miyazaki", indice di un tipo di riconoscimento che hanno i registi importanti e anche carismatici, di cui si vede il film pure a prescindere dal genere, come i vari Spielberg, Tarantino ecc...
La mia sensazione peraltro è che non fossero due super-otaku da come parlavano, ma persone di buona cultura senza quel background da fan tipo me che a quattordici anni mi fiondavo a comprare "mangazine" ogni volta che c'era qualcosa su Miyazaki in copertina...

Avatar utente
Valens
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 195
Iscritto il: lun apr 04, 2011 10:38 pm

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Valens » mer mag 16, 2012 11:35 am

vietcong ha scritto:a proposito della diffusione del film, la settimana scorsa mi è capitato un episodio che mi ha colpito piacevolmente. In pausa pranzo in un caffè, un uomo e una donna sui trent'anni parlano di varie cose e il discorso cade sul cinema: "l'hai visto il film di miyazaki?" Uno dei due l'aveva già visto e commentava favorevolmente, ma a colpirmi è stata proprio l'espressione "il film di Miyazaki", indice di un tipo di riconoscimento che hanno i registi importanti e anche carismatici, di cui si vede il film pure a prescindere dal genere, come i vari Spielberg, Tarantino ecc...
La mia sensazione peraltro è che non fossero due super-otaku da come parlavano, ma persone di buona cultura senza quel background da fan tipo me che a quattordici anni mi fiondavo a comprare "mangazine" ogni volta che c'era qualcosa su Miyazaki in copertina...
Beh, credo sia ormai piuttosto normale. Ormai le pubblicità e gli articoli relativi parlano dei "film di Miyazaki", non dei film dello Studio Ghibli.
Basti vedere come le copertine di "Arrietty" e de "I Sospiri del mio Cuore" portino la scritta "scritto da Hayao Miyazaki" in bella vista. ^^

vietcong
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: mer mag 16, 2012 10:08 am

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da vietcong » mer mag 16, 2012 3:31 pm

sì certo, ma dvd e giornali sono contesti comunicativi di un certo tipo, dove si può anche "proporre" un certo nome rivolgendosi magari a pochi specialisti, la strada è un test assolutamente genuino...

Avatar utente
blefaro
Membro
Membro
Messaggi: 116
Iscritto il: lun gen 02, 2012 11:22 am

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da blefaro » ven mag 25, 2012 11:13 am

Visto l'altro giorno al cinema con mio figlio di 4 anni: contentissimi entrambi.
Rispetto al DVD che avevo è tutt'altra cosa, anche se non c'è grandissimo approfondimento psicologico dei personaggi le scene aeree su grande schermo acquistano una spettacolarità che lascia senza fiato.
non si può vincere contro uno stupido

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5406
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Shito » ven mag 25, 2012 2:18 pm

Sì, credo anche io che Laputa sia -insieme a Mononoke Hime- il più "cinematografico" di tutti i film di MIyasan. E' proprio il respiro della regia, il fuoco della camera e il ritmo della sceneggiatura a essere tutto così legato alla fruizione sul grande schermo.

Ho notato che Laputa al cinema risulta molto meno 'noioso' che sul piccolo schermo. E' davvero un mondo in cui perdersi, se lo si vuole, laddove una fruizione più distaccata, più 'intellettuale' può più facilmente stancare tra le pieghe di grandi affreschi del tutto destinati a perdere il loro potere fascinante qualora ridimensionati su una diagonale ridotta.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Goidil
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 31
Iscritto il: sab mar 29, 2008 8:58 pm

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Goidil » mer lug 18, 2012 9:49 am

Ciao a tutti,

ho visto (o meglio rivisto) Laputa ieri sera al cinema all'aperto in un piccolo comune zona Varese. A parte il fatto che se d'inverno non facesse un freddo cane, io andrei sempre ai cineforum nei parchi e nei cortili piuttosto che accomodarmi nei luoghi casinari e soffusi quali sono i multisala.
Il film lo avevo visto a suo tempo una volta sola, per cui a parte la trama in generale poco altro mi ricordavo. Devo dire che come scritto qui sopra ci troviamo di fronte a una pellicola molto movimentata, esagerata nelle animazioni (come piace a me), nelle esplosioni e sopratutto in cui non c'è un minuto di stanca, di riflessione, di noia.
In particolare non mi ricordavo così evocativa e poetica la parte finale, specie la scoperta di Laputa. Nè tutti i riferimenti/anticipazioni volontarie o meno di Porco Rosso...

Mi permetto una piccola critica sul doppiaggio. Non mi è piaciuta la voce della piccola Sheeta. A onor del vero ho avuto una repulsione verso quella vocina sin dal primo istante, ma posso capire l'ingenuità e fragilità iniziale. Mi chiedo però se non si poteva impostare un certo percorso con la doppiatrice, una graduale acquisizione di forza d'animo con conseguente modifica all'impostazione della voce, meno cristallina e più grave. Diciamo che il personaggio a mio avviso cambia sensibilmente quando s'imbarca sull'aereonave dei pirati e lì inevitabilmente nel cucinare e nel manovrare l'aquilone perde smarrisce parte della propria giovinezza.

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5406
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Shito » sab lug 21, 2012 11:10 am

Credo che Sheeta sia un puro agente, un puro oggeto -tanto quanto Clarice, per intenderci- all'interno del film.

Se Laputa è un po' un romanzo di formazione di Pazu, e ben mostra la sua crescita, al contrario di Sheeta nessuno -e men che meno Miyazaki- si premura di dirci nulla.

E' orfana. I suoi genitori? Boh. La sua infanzia? Boh. I suoi sentimenti? Boh.

Non servono. Sheeta è adorabile, è carina, è poverina. Fine. Non serve altro. E' la tipica loli di quel tipo di animazione.

Il motore immobile che nella sua ineccepibile purezza d'animo e debolezza fisica muove tanto la malvagità quanto la bontà dell'uomo.

Dici che matura sulla nave dei pirati perché cucina? Sheeta (ci dice che) mandava avanti una fattoria da sola, poverina. Cucinava, lavava, stirava, accudiva gli animali, seminava e raccoglieva le messi, tutta da sola! Figurati. :-)

Non credo ci sia alcun tipo di crescita in Sheeta. La morale 'globale' che Sheeta fa a Muska alla fine del film, forse il punto più elevato del suo personaggio, è una riminiscenza infantile, qualcosa che aveva sempre saputo (la Canzone di Gondoa). Quando Sheeta abbandona Pazu per 'sacrificio' ancora nella prima parte del film, appare già donna con lui bambino, quando poi giunta su Laputa apparirà ben più bambina.

Direi quindi di no, non vedo maturazione o crescita nel personaggio di Sheeta, che è ai miei occhi puro oggetto narrativo femminile alla maniera di Miyazaki giovene (= un certo tipo di narrativa otaku).
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5406
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Shito » gio lug 26, 2012 6:25 pm

BTW:

http://www.youtube.com/watch?v=W-C0nh8dC7M

Grandiosa recitazione... ^^
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Rispondi