Tenkuu no Shiro Laputa - nuovamente in italiano

Discussioni su gli autori e gli anime Ghibli e Pre-Ghibli

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
Jigen
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 423
Iscritto il: dom apr 13, 2003 11:49 pm
Località: Treviso

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Jigen » gio lug 26, 2012 7:06 pm

TerminalVideo e Dvd-Store danno il dvd e il BD del "Castello nel cielo" in uscita il 26/9 :)
Immagine
C'ENTRA, nel senso di: "aver a che fare/riguardare"
si scrive CON L'APOSTROFO!!!

Avatar utente
Ani-sama
Kodama
Kodama
Messaggi: 1322
Iscritto il: lun giu 14, 2004 6:18 pm
Località: Hasselt (BE)
Contatta:

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Ani-sama » dom dic 02, 2012 6:41 pm

Sono finalmente riuscito a vedermi Laputa al cinema, approfittando di una proiezione in seconda visione (con un discreto numero di marmocchi).

Sul film credo sia stato già detto molto, qui volevo approfittare di Shito per chiedergli giusto due o tre cose sulle differenze che ho notato tra l'adattamento vecchio (BV, 2003, se non erro) e quello attuale.

-> "Dannazione" è diventato ovunque "diamine". Che diamine! :mrgreen:
-> Verso il finale, Sheeta scappa da Muska. Batte sulla porta e dice "dischiuditi". Prima era "apriti".
-> Prima del suo monologo, sempre Sheeta dice, rivolto a Muska, "non ti rimetterò la pietra". (giusto? l'audio al cinema era un po' carente). Nella versione precedente ricordo un più semplice "restituirò". O forse "consegnerò"?

Sono un po' curioso di sapere la ratio di tali modifiche. Mi incuriosisce in particolare il "rimetterò". Qual è l'originale?

Grazie in anticipo! :)
Il mio amico voleva impostare la famiglia in un modo nuovo / e disse alla moglie "Se vuoi, mi puoi anche tradire" / lei lo tradì, lui non riusciva più a dormire (G. Gaber, Un'idea)

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5406
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Shito » lun dic 03, 2012 11:30 am

Ani-sama ha scritto: -> "Dannazione" è diventato ovunque "diamine". Che diamine! :mrgreen:
-> Verso il finale, Sheeta scappa da Muska. Batte sulla porta e dice "dischiuditi". Prima era "apriti".
-> Prima del suo monologo, sempre Sheeta dice, rivolto a Muska, "non ti rimetterò la pietra". (giusto? l'audio al cinema era un po' carente). Nella versione precedente ricordo un più semplice "restituirò". O forse "consegnerò"?
Ehilà!

Dunque: in parole molto povere, il nuovo copione rispetto al precedente è molto molto più corretto e preciso sull'originale, sia a livello di contenuto che a livello di forma, e al tempo stesso è meno retorico e più dialogico. Ci sono errori obiettivi del vecchio doppiaggio, come 'i picchi di quelle nuvole', qui corretti. Ci sono cose ora rese in maniera al tempo stresso più precisa sull'originale, e più scorrevvole/idiomatica in italiano ("torchiare", "sgambettare" e molti molti altri casi), ci sono cose semplicemente più precise. La lista sarebbe sterminata, ma se vorrai -per quanto ora come ora il vecchio copione mi imbarazzi un po', sarei disponiblissimo a tracciarne una lista.

Nei casi specifici che citi, non certo i più significativi:

-Diamine invece di dannazione: nel rendere una assai generica esclamazione di rabbia/scontento, ho trovato che 'diamine' fosse più rapido e meno lessemicamente 'carico' (dannazione fa molto idea trascendente, come semantica), indi più appropriato.

-Ho disambiguato 'akeru' (aprire) e 'hiraku' (schiudere, dischiudere). C'è anche da dire che dove Sheeta implora la seconda cosa, in effetti non si capisce neppure bene se una porta ci sia. Sembra piuttosto che, avendo prima visto Muska fare qualcosa di simile, implori alla parete stessa, allo sbarramento in senso astratto e lato, di 'aprirsi'. Oltre alla disambiguazione geometrica sull'originale, ho dunque inteso usare un verbo che trovo più semanticamente adatto all'idea 'astratta': per intenderci: aprendo una porta, un portone, o proprio l'oggetto che si apre, si dischiude un passaggio, un ingesso, ciò che risulta divenire accessibile in senso lato.

-Lo stesso verbo viene usato da Pazu quando, dalla finestra da cui si vedere l'esercito razziare Laputa, parla dell'infausta ipotesi in cui Muska ottenesse la pieta. A memoria, ma potrei sbagliare, il verbo dovrebbe essere 'watasu' (controllerò). C'è il senso di 'passare, tramandare (in sento proprio) qualcosa a qualcuno'. Questo perché si tratta di un concetto immateriale. Quando Pazu usa il verbo la prima volta, l'aeropietrà *è* in mano a Muska: non si tratta quindi di 'consegnare', ma proprio di 'passare', in senso ideale, come un testimone (immateriale), o 'rimettere', nel senso di affidare uffilciamente, rimettere un titolo o un compito o un privilegio. Nel secondo caso (è lo stesso verbo), del resto Sheeta non ha neppure la pieta con sé (ce l'ha Pazu). E ancora il senso è piuttosto ideale, come dire: "non passerò lo scettro, il potere, alla tua persona".

:-)
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Ani-sama
Kodama
Kodama
Messaggi: 1322
Iscritto il: lun giu 14, 2004 6:18 pm
Località: Hasselt (BE)
Contatta:

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Ani-sama » lun dic 03, 2012 10:23 pm

Ti ringrazio!

Immagino che non saranno le modifiche più significative, ma vedi, ciò che salta all'orecchio non è necessariamente l'essenziale. :wink:

Ho detto prima che non avrei speso parole riguardo al film. Invece no, vorrei almeno sottolineare quello che per me - in questa visione più matura, chissà poi quanto matura - è il personaggio più riuscito dell'intero film: "mammina" Dola. Non so nemmeno cosa dire di preciso a proposito, a me sembra che la sua stessa caratterizzazione (anche soltanto facciale, tipo nella scena del dialogo origliato dall'interfono) parli da sola. :)
Il mio amico voleva impostare la famiglia in un modo nuovo / e disse alla moglie "Se vuoi, mi puoi anche tradire" / lei lo tradì, lui non riusciva più a dormire (G. Gaber, Un'idea)

Avatar utente
Heimdall
Tanuki
Messaggi: 3448
Iscritto il: sab apr 26, 2003 12:39 pm
Località: Rescaldina (Mi)

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Heimdall » lun dic 03, 2012 11:27 pm

Shito ha scritto:Ho disambiguato 'akeru' (aprire) e 'hiraku' (schiudere, dischiudere). C'è anche da dire che dove Sheeta implora la seconda cosa, in effetti non si capisce neppure bene se una porta ci sia. Sembra piuttosto che, avendo prima visto Muska fare qualcosa di simile, implori alla parete stessa, allo sbarramento in senso astratto e lato, di 'aprirsi'. Oltre alla disambiguazione geometrica sull'originale, ho dunque inteso usare un verbo che trovo più semanticamente adatto all'idea 'astratta': per intenderci: aprendo una porta, un portone, o proprio l'oggetto che si apre, si dischiude un passaggio, un ingesso, ciò che risulta divenire accessibile in senso lato.
Nella vita molte cose sono opinabili, inclusa la qualità di Gualtiero come adattatore e direttore del doppiaggio; penso però che spiegazioni come questa possano tacitare tutti coloro i quali parlano vanamente di "sciatteria" o di "traduzione fatta di malavoglia".
Io sarò sincero: quando ho sentito "Dischiuditi!" al cinema, mi si è accapponata la pelle e ho pensato lì per lì a un impreziosimento lessicale in luogo di "Apriti!", di quelli, per capirsi, che magari possono essere evitati. La conoscenza personale e professionale di Gualtiero, però, ha fatto in modo che il pensiero durasse lo spazio di qualche secondo: nelle righe sopra c'è la dimostrazione che il proprio semplice criterio di senso comune non basta a giudicare un lavoro del genere.
Ancora chapeau.
Immagine

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5406
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Shito » mar dic 04, 2012 8:24 pm

Ani-sama ha scritto:Ti ringrazio!

Immagino che non saranno le modifiche più significative, ma vedi, ciò che salta all'orecchio non è necessariamente l'essenziale. :wink:

Ho detto prima che non avrei speso parole riguardo al film. Invece no, vorrei almeno sottolineare quello che per me - in questa visione più matura, chissà poi quanto matura - è il personaggio più riuscito dell'intero film: "mammina" Dola. Non so nemmeno cosa dire di preciso a proposito, a me sembra che la sua stessa caratterizzazione (anche soltanto facciale, tipo nella scena del dialogo origliato dall'interfono) parli da sola. :)
Tra l'altro, il fatto che si parli di 'mammina' credo sia un altro upgrade del nuovo copione. In giapponese è 'mama', il modo più infantile per dire 'mamma', tipico dei bimbi piccoli. Non è 'okasan', 'kasan' o nulla di simile. E' evidente come enfatizzi la caratterizzazione infantile di Shalulu, Lui e Anli. ^^
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

KwErEnS
Membro
Membro
Messaggi: 146
Iscritto il: ven set 11, 2009 10:03 pm

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da KwErEnS » lun lug 08, 2013 4:41 pm

Mi pare che le torri di Laputa assomiglino a quelle del Castello di Gondar, che però è a pianta quadrata:
Immagine
Il posto in cui viveva Sheeta si chiamava Gondoa: che ci sia un legame? :?

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5406
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Shito » lun lug 08, 2013 5:20 pm

Direi che assai probabile... anche perché, a parte che in giapponese si dice ゴンダール (che è molto vicino a ゴンドア, Gondoa), noto che il luogo è in Etiopia, dove credo abbiano forse circolato aerei della Caproni (Ghibli?), e magari Saint Exupery, insomma posti che probabilmente Miyasan è andato a 'studiarsi' per interesse personale.

nice catch!

Peraltro, credo che il nome di Dola venga da:

http://en.wikipedia.org/wiki/Didier_Daurat

si noti in calce il riferimento a Saint-Exupery. In giapponese i due nomi si scrivono nello stessissimo modo (ドーラ). Questo catch è di ArcuumOcra, btw. ^^
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
genbu
Kodama
Kodama
Messaggi: 1280
Iscritto il: gio giu 09, 2005 2:47 pm
Località: Roma

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da genbu » mer ago 21, 2013 9:38 pm

articolo dal The Economist:
"How did a Japanese anime film set a Twitter record?"
...pfff
"Durante la mia fanciullezza i dolori e le gioie superavano quelli di ogni altro. Cantavo e piangevo senza ragione, ma sempre sinceramente. Con l'età mi sono guastato. Ma la mente del bambino ritorna in me durante i sogni." Gong Zizhen

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5406
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Shito » dom giu 01, 2014 2:13 pm

Immagine
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Nintendo Fever

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Nintendo Fever » dom giu 01, 2014 2:34 pm

È muska?

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5406
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Shito » dom giu 01, 2014 2:36 pm

Diciamo che il colore dell'abito lo suggerirebbe... ^^;
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Flegias
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 277
Iscritto il: dom set 25, 2005 7:40 pm
Località: Roma

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Flegias » mar giu 03, 2014 1:05 pm

:scered: Devo assolutamente prendere il disco del film e controllare il punto. Quando si dice l'estrema attenzione per i dettagli...

Nintendo Fever

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Nintendo Fever » mar giu 03, 2014 3:24 pm

Io non ci avevo proprio fatto caso :lol: , eppure da quando ho il BD ho rivisto Laputa 3/4 volte... Ma penso che neanche dopo 10/15 visioni si riesca a percepire ogni più minuscolo dettaglio di un film ghibli, ed è una cosa davvero stupenda!

Avatar utente
Muska
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1701
Iscritto il: lun mag 17, 2004 10:16 pm
Località: La Città Eterna

Re: Tenku no Shiro Laputa - Nei cinema Italiani dal 25 April

Messaggio da Muska » mar giu 03, 2014 5:39 pm

Concordo, molto divertente ! :D

(Dunque potrei essere sopravvissuto al precipizio come Holmes nel recente film...).
:sorriso2:
"Pur sprovvisto di soldati, e solo, combatteva il mondo e i suoi vizi in questo luogo". (Yasushi Inoue).

Rispondi