IL CASTELLO ERRANTE DI HOWL (CON SPOILER!!)

Discussioni su gli autori e gli anime Ghibli e Pre-Ghibli

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
Willow
Kodama
Kodama
Messaggi: 1355
Iscritto il: dom ott 26, 2003 6:26 pm
Località: Foresta di Fangorn (RM)

Messaggio da Willow »

Una domanda però mi punge,come mai Miyazaki aveva annunciato, poco prima di lanciare Mononoke, di lasciare il cinema?
Hayao "l'irriducibile", lo chiameremo! Durante la lavorazione di Mononoke ha dovuto affrontare problemi di salute di carattere nervoso, che lo avevano portato ad affermare che non avrebbe portato a termine Mononoke investendo i ruoli he ricopre di solito (praticamente, tutti tranne quello di Produttore ^_^'), e che quello sarebbe stato il suo ultimo film proprio a causa dei suoi problemi di salute e dell'esaurimento nervoso... e invece ne ha fatti altri due... a quanto pare della parola di Miyazaki, a volte, non bisogna tener conto :wink:
Sicuramente il successo di Mononoke lo ha incentivato a lavorare con sempre maggiori energie, visto che Chihiro è stato un successo ancora più grande!
"Una serie di sfortunati eventi può, di fatto, essere il primo passo di un viaggio..."
http://www.ricciolunatico.splinder.com ----> le mie creazioni ^^

Avatar utente
spaced jazz
Susuwatari
Susuwatari
Messaggi: 1120
Iscritto il: mer lug 30, 2003 9:47 pm
Località: Café Alpha

Messaggio da spaced jazz »

Willow ha scritto:
Una domanda però mi punge,come mai Miyazaki aveva annunciato, poco prima di lanciare Mononoke, di lasciare il cinema?
Hayao "l'irriducibile", lo chiameremo! Durante la lavorazione di Mononoke ha dovuto affrontare problemi di salute di carattere nervoso, che lo avevano portato ad affermare che non avrebbe portato a termine Mononoke investendo i ruoli he ricopre di solito (praticamente, tutti tranne quello di Produttore ^_^'), e che quello sarebbe stato il suo ultimo film proprio a causa dei suoi problemi di salute e dell'esaurimento nervoso... e invece ne ha fatti altri due... a quanto pare della parola di Miyazaki, a volte, non bisogna tener conto!
Anche se in realtà Howl's Moving Castle doveva inizialmente essere diretto da Mamoru Hosoda che poi ha abbandonato, rivoluzionando l'ambizione del progetto.
Immagine

Avatar utente
Ani-sama
Kodama
Kodama
Messaggi: 1322
Iscritto il: lun giu 14, 2004 6:18 pm
Località: Antwerpen (BE)

Messaggio da Ani-sama »

E inoltre avevo letto (chi si ricorda più dove!) di un "progetto segreto" che Miya coverebbe da un bel po' di anni... e non credo si trattasse di "Howl".
se faranno lo stesso lavoro fatto con Mononoke Hime e la Città Incantata( parlo di doppiaggio adattamenti non c'è timore)
Ma sì, l'Italia è una patria di doppiatori e difficilmente saltano fuori doppiaggi fatti male... Chissà se si può sperare in qualche voce "illustre", come di solito succede per i film disney...
Il mio amico voleva impostare la famiglia in un modo nuovo / e disse alla moglie "Se vuoi, mi puoi anche tradire" / lei lo tradì, lui non riusciva più a dormire (G. Gaber, Un'idea)

Avatar utente
Willow
Kodama
Kodama
Messaggi: 1355
Iscritto il: dom ott 26, 2003 6:26 pm
Località: Foresta di Fangorn (RM)

Messaggio da Willow »

spaced jazz ha scritto:Anche se in realtà Howl's Moving Castle doveva inizialmente essere diretto da Mamoru Hosoda che poi ha abbandonato, rivoluzionando l'ambizione del progetto.
Sei pessimista sulla riuscita del film?... una sorta di Kiki 2, in senso che pensi lo abbia fatto "controvoglia", e di conseguenza risulterebbe inferiore a film come Mononoke e Chihiro?
Ma sì, l'Italia è una patria di doppiatori e difficilmente saltano fuori doppiaggi fatti male... Chissà se si può sperare in qualche voce "illustre", come di solito succede per i film disney...
Oh no!!! :scered:
Le canzoni cantate da Giorgia!!! (Atchoo mi capisce :wink: )
Il doppiaggio di Kiki mi piace moltissimo, e anche quello di Chihiro, quelli di Laputa e Mononoke di meno (quest'ultimo soprattutto a causa dei cambiamenti dovuti alla versione americana, come ha detto Hat)... ma è vera la leggenda che solo in Italia i film vengono doppiati, mentre all'estero, in molti paesi, vengono proiettati in lingua originale sottotitolati (se si, beati loro Immagine)?
"Una serie di sfortunati eventi può, di fatto, essere il primo passo di un viaggio..."
http://www.ricciolunatico.splinder.com ----> le mie creazioni ^^

Avatar utente
spaced jazz
Susuwatari
Susuwatari
Messaggi: 1120
Iscritto il: mer lug 30, 2003 9:47 pm
Località: Café Alpha

Messaggio da spaced jazz »

Willow ha scritto:
spaced jazz ha scritto:Anche se in realtà Howl's Moving Castle doveva inizialmente essere diretto da Mamoru Hosoda che poi ha abbandonato, rivoluzionando l'ambizione del progetto.
Sei pessimista sulla riuscita del film?... una sorta di Kiki 2, in senso che pensi lo abbia fatto "controvoglia", e di conseguenza risulterebbe inferiore a film come Mononoke e Chihiro?
Oh, no! Ero pessimista quando sapevo che era affidato a Hosoda, probabilmente sarebbe diventato un film minore alla "Cat Returns".
Una volta in mano a Miyazaki, c'è stato sicuramente un salto qualitativo come impegno finanziario e spessore artistico :wink:
E poi le musiche (ovvero tutto ciò che conosco del film) sono troppo belle per un film mediocre :)

Comunque, personalmente vorrei che lo Studio affidasse un film "lungo" a Yoshiyuki Momose :wink:
Immagine

Avatar utente
naushika
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 1116
Iscritto il: ven lug 02, 2004 5:59 pm
Località: roma

Messaggio da naushika »

E poi le musiche (ovvero tutto ciò che conosco del film) sono troppo belle per un film mediocre
ci sarà sempre alla regia musicale Joe Hisaischi?
Immagine

atchoo
Sposino
Messaggi: 3967
Iscritto il: dom apr 13, 2003 1:22 pm

Messaggio da atchoo »

Willow ha scritto:ma è vera la leggenda che solo in Italia i film vengono doppiati, mentre all'estero, in molti paesi, vengono proiettati in lingua originale sottotitolati (se si, beati loro Immagine)?
Non sempre vengono doppiati, ma lo sono di sicuro nella stragrande maggioranza dei paesi europei. Beati loro? Io ne ricaverei solo dei gran mal di testa accompagnati da senso di nausea per cui... :)

Avatar utente
spaced jazz
Susuwatari
Susuwatari
Messaggi: 1120
Iscritto il: mer lug 30, 2003 9:47 pm
Località: Café Alpha

Messaggio da spaced jazz »

naushika ha scritto:
E poi le musiche (ovvero tutto ciò che conosco del film) sono troppo belle per un film mediocre
ci sarà sempre alla regia musicale Joe Hisaischi?
Naturalmente sì!
Immagine

Avatar utente
spaced jazz
Susuwatari
Susuwatari
Messaggi: 1120
Iscritto il: mer lug 30, 2003 9:47 pm
Località: Café Alpha

Messaggio da spaced jazz »

atchoo ha scritto:
Willow ha scritto:ma è vera la leggenda che solo in Italia i film vengono doppiati, mentre all'estero, in molti paesi, vengono proiettati in lingua originale sottotitolati (se si, beati loro Immagine)?
Non sempre vengono doppiati, ma lo sono di sicuro nella stragrande maggioranza dei paesi europei. Beati loro? Io ne ricaverei solo dei gran mal di testa accompagnati da senso di nausea per cui... :)
Io devo dire che apprezzo molto la lingua originale, non vedo l'ora ad esempio di sorbirmi Conan in giapponese, al posto del mediocre doppiaggio italiano, peccato che i dvd Yamato siano sprovvisti dei sub...
Immagine

Avatar utente
gattobus
Membro
Membro
Messaggi: 120
Iscritto il: mar giu 03, 2003 10:25 am
Località: Garage di Totoro (PC)

Messaggio da gattobus »

Bhè che io sappia molti film stranieri per la Francia e la Spagna sono doppiati, ma molti altri sono sottotitolati, di certo bravi come gli italiani non ce nè :oops:
Il tutto è dovuto al fatto che agli albori del cinema parlato, per l'Italia il cinematografo era un intrattenimento nazional-popolare cioè per il "popolo" e c'era un altissimo tasso di analfabetismo da qui la necessità del doppiaggio (supportato da una fiorente industra del cinema che poteva permetterselo), cosa che non era per altri paesi, a confronto per assudo metto gli USA, anche lì il cinema era nazional-popolare ma solo per il "prodotto interno", i film stranieri erano si importati ma per una certa "classe" di fruitori che ovvimente preferivano un prodotto non doppiato o cumunque non ne sentiva la necessità conoscendo il francese o il tedesco ad esempio. :roll:

Certi film si possono gustare anche sottotiolati, ma certi sarebbero impossibili da vedere, non so tipo un film di Woody Allen, quando ci sono troppi dialoghi l'adattamnto ne risente troppo a discapito dei dialoghi stessi, mentre un film come Tototo :D con i sottotitoli è godibilissimo :P

Piccola curiosità, due anni fa sono stata in vacanza in Russia (paese con un tasso di cultura media elevatissimo), alla TV davano Vacanze Romane, era difficile capire se fosse doppiato o in lingua originale ..... il doppiaggio consisteva in questo :
- voce maschile che doppiava, uomini, donne, bambini :shock: con una piatezza da "lista della spesa" :?
- voci origilani bassissime di sottofondo :shock:

Avatar utente
Heimdall
Tanuki
Messaggi: 3448
Iscritto il: sab apr 26, 2003 12:39 pm
Località: Rescaldina (Mi)

Messaggio da Heimdall »

gattobus ha scritto:Piccola curiosità, due anni fa sono stata in vacanza in Russia (paese con un tasso di cultura media elevatissimo), alla TV davano Vacanze Romane, era difficile capire se fosse doppiato o in lingua originale ..... il doppiaggio consisteva in questo :
- voce maschile che doppiava, uomini, donne, bambini :shock: con una piatezza da "lista della spesa" :?
- voci origilani bassissime di sottofondo :shock:
OT
E' una pratica diffusa in molti paesi dell'est europeo: basta sintonizzarsi sui canali satellitari polacchi o ungheresi per beccarsi qualche film tipo "Fantozzi" o "La dolce vita" con la voce maschile che traduce in stile interprete tutti i dialoghi, sovrapponendo la propria voce a tutte le altre. Certo che la faccenda è di un piattume disperante poiché non si sente la recitazione originale (né, spesso, i rumori originali del film, poiché il volume basso coinvolge tutti i suoni!) né c'è un bravo doppiatore per rendere il senso dei dialoghi.
Va da sé che non per tutti i film è così: ad esempio i film Disney o i blockbuster americani (cioè i film "da cassetta") sono tranquillamente doppiati. L'"interprete" costa di meno di un doppiaggio. Inoltre - poveretti - i loro doppiatori, per quello che capisco, non valgono i nostri :mrgreen: . Non tanto per la qualità dell'interpretazione (che in un film doppiato in polacco posso apprezzare fino ad un certo punto :)) ma per il fatto che i doppiatori parlano in un esasperante fuori sincrono rispetto al labiale.
/OT
Per quanto mi riguarda, non ho una predilezione fissa tra i sottotitoli e il doppiaggio. Mi piace il dvd perché mi dà la possibilità di scegliere senza precludermene alcuna. Diciamo che in linea di massima se un film lo voglio vedere per diporto, o in un momento di stanchezza, mi garba il doppiaggio (e, normalmente, per i disegni animati lo preferisco). Se il film è un pezzo di bravura attoriale o del regista, allora mi predispongo alla visione con sottotitoli, però devo essere mentalmente più fresco. :D
Concordo col fatto che film molto parlati sono un mezzo incubo da vedere con sottotitoli: o guardi il film o leggi i dialoghi; e poi, per dirla tutta, Woody Allen senza la voce di Lionello ormai non mi fa più ridere :D.
Immagine

Avatar utente
Yanez
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 171
Iscritto il: sab mar 20, 2004 10:51 pm
Località: Cassola (Vi)

Messaggio da Yanez »

Il doppiaggio di Kiki mi piace moltissimo, e anche quello di Chihiro, quelli di Laputa e Mononoke di meno (quest'ultimo soprattutto a causa dei cambiamenti dovuti alla versione americana, come ha detto Hat)... ma è vera la leggenda che solo in Italia i film vengono doppiati, mentre all'estero, in molti paesi, vengono proiettati in lingua originale sottotitolati (se si, beati loro )?

Non sono il solo allora a cui il doppiaggio di Laputa nn è piaciuto.....troppo "artificioso"....
Ma sì, l'Italia è una patria di doppiatori e difficilmente saltano fuori doppiaggi fatti male... Chissà se si può sperare in qualche voce "illustre", come di solito succede per i film disney...

Speriamo di no, sentire Frizzi o...i fichi d'india, nooooooooo!!!!!??? :shock: :shock:

Avatar utente
Willow
Kodama
Kodama
Messaggi: 1355
Iscritto il: dom ott 26, 2003 6:26 pm
Località: Foresta di Fangorn (RM)

Messaggio da Willow »

atchoo ha scritto:
Willow ha scritto:ma è vera la leggenda che solo in Italia i film vengono doppiati, mentre all'estero, in molti paesi, vengono proiettati in lingua originale sottotitolati (se si, beati loro Immagine)?
Non sempre vengono doppiati, ma lo sono di sicuro nella stragrande maggioranza dei paesi europei. Beati loro? Io ne ricaverei solo dei gran mal di testa accompagnati da senso di nausea per cui... :)
Evviva!! Un modo per metterti fuori combattimento!!!
... me lo segno :si:
spaced jazz ha scritto:Comunque, personalmente vorrei che lo Studio affidasse un film "lungo" a Yoshiyuki Momose :wink:
Come mai proprio lui? (gnurant)
E' il regista di Ghiblies se non sbaglio? (di più, nin zo!)
gattobus ha scritto:Piccola curiosità, due anni fa sono stata in vacanza in Russia (paese con un tasso di cultura media elevatissimo), alla TV davano Vacanze Romane, era difficile capire se fosse doppiato o in lingua originale ..... il doppiaggio consisteva in questo :
- voce maschile che doppiava, uomini, donne, bambini :shock: con una piatezza da "lista della spesa" :?
- voci origilani bassissime di sottofondo :shock:
Mmmmm.... ma a quel punto al posto dell'interprete non sarebbero meglio i sottotitoli?? Diventa una specie di documentario immagino Immagine
Gattobus studi cinema? Grazie delle risposte comunque :wink:
hdibifrost ha scritto: Per quanto mi riguarda, non ho una predilezione fissa tra i sottotitoli e il doppiaggio. Mi piace il dvd perché mi dà la possibilità di scegliere senza precludermene alcuna. Diciamo che in linea di massima se un film lo voglio vedere per diporto, o in un momento di stanchezza, mi garba il doppiaggio (e, normalmente, per i disegni animati lo preferisco). Se il film è un pezzo di bravura attoriale o del regista, allora mi predispongo alla visione con sottotitoli, però devo essere mentalmente più fresco. :D
Si hai ragione, anche io a volte preferisco "andare incontro alle mie capacità mentali" guardandoli in italiano!!! Quando comincio a vederci doppio, significa che è ora di mettere l'italiano :wink:
... ma la preferenza è sicuramente per i film in lingua originale :wink:
"Una serie di sfortunati eventi può, di fatto, essere il primo passo di un viaggio..."
http://www.ricciolunatico.splinder.com ----> le mie creazioni ^^

Avatar utente
spaced jazz
Susuwatari
Susuwatari
Messaggi: 1120
Iscritto il: mer lug 30, 2003 9:47 pm
Località: Café Alpha

Messaggio da spaced jazz »

Willow ha scritto:
spaced jazz ha scritto:Comunque, personalmente vorrei che lo Studio affidasse un film "lungo" a Yoshiyuki Momose :wink:
Come mai proprio lui? (gnurant)
E' il regista di Ghiblies se non sbaglio? (di più, nin zo!)
Yoshiyuki Momose è uno storico e fidato collaboratore di Takahata.
Per dire, è lui che ha fatto lo storyboard di Only Yesterday, e anche in Yamadas ha un ruolo di primo piano, ha quindi una sensibilità artistica che apprezzo molto.
Cito questi due film non a caso perchè Ghiblies 2 presenta caratteristiche a loro comuni, ed è diretto in modo geniale 8)
Immagine

Avatar utente
andywarhol
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 607
Iscritto il: mar lug 08, 2003 8:02 pm
Località: Roma

Messaggio da andywarhol »

Sulla questione sottotitoli/doppiaggio secondo me molto dipende dal film di partenza, molti film doppiati perdono completamente lo spirito originale specialmente se sono presenti dialetti, slang o inflessioni di pronuncia varie... ad esempio un film della stagione neorealista perde moltissimo se adattato in un'altra lingua, oppure si rischia di penalizzare grandi interpretazioni che sulla parlata caratteristica basano gran parte della loro forza (mi viene da pensare a Pacino in Scarface ad esempio...)
gattobus ha scritto:Bhè che io sappia molti film stranieri per la Francia e la Spagna sono doppiati, ma molti altri sono sottotitolati, di certo bravi come gli italiani non ce nè
Verissimo, ma questo fattore è una lama a doppio taglio: da un lato godiamo di ottimi doppiaggi, dall'altro a volte ci si ritrova con adattamenti fin troppo "creativi", con tanto di dialoghi inventati e film stravolti nello spirito (e noi Miya-fan ne sappiamo qualcosa no? :wink: )
Immagine