Lupin III: Il Castello di Cagliostro

Discussioni su gli autori e gli anime Ghibli e Pre-Ghibli

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Lupin III: Il Castello di Cagliostro

Messaggio da Shito »

Credo che precedentemente neppure il DVD ne facesse parte, l'hanno incluso a posteriori. Evidentemente i diritti per il BD sono ancora svincolati dall'etichetta della collezione, chissà. :-)
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)
mr.hunky
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 39
Iscritto il: lun lug 09, 2007 2:23 pm

Re: Lupin III: Il Castello di Cagliostro

Messaggio da mr.hunky »

Shito ha scritto:
Gli adattamenti sono tutti e tre indicibili.
Disse quello che si fece bello davanti le telecamere di yamato...
Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Lupin III: Il Castello di Cagliostro

Messaggio da Shito »

Chiederò il permesso all'autore della tesi di pubblicare gli stralci di comparazione puntuale battuta per battuta, tranquillo. ^^

Io farmi bello? Impossibile. Sono troppo brutto. Non è soddisfando la richiesta di un collega che posso ottenere simili magie. ^^;
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)
Avatar utente
Paco
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 31
Iscritto il: ven lug 19, 2013 7:24 pm

Re: Lupin III: Il Castello di Cagliostro

Messaggio da Paco »

Shito ha scritto:Chiederò il permesso all'autore della tesi di pubblicare gli stralci di comparazione puntuale battuta per battuta, tranquillo. ^^
Sarebbe interessante, attendiamo fiduciosi allora. :)
Vorrei aggiungere una domanda che potrebbe sembra OT, ma comunque in tema: Secondo voi questa locandina che bramo da tempo e che non riesco a trovare...l'ha fatta Miyazaki? Immagine
mr.hunky
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 39
Iscritto il: lun lug 09, 2007 2:23 pm

Re: Lupin III: Il Castello di Cagliostro

Messaggio da mr.hunky »

Shito ha scritto:Chiederò il permesso all'autore della tesi di pubblicare gli stralci di comparazione puntuale battuta per battuta, tranquillo. ^^


Io farmi bello? Impossibile. Sono troppo brutto. Non è soddisfando la richiesta di un collega che posso ottenere simili magie. ^^;
1) lo può fare anche il mio cane guardandosi le tre versioni, senza comparazioni puntuali per le vostre erezioni intellettuali.

2) Hai capito benissimo cosa intendevo. La tua vanità non ha confini. Se ti avessero fatto la domandona davanti la telecamera, glielo avresti detto in faccia che il loro adattamento di cagliostro fa cagare?

3) Ma dove sono finiti quelli davvero in gamba in questo forum? Entity, pippov, atchoo?? Qui abbiamo un vanesio e i suoi tirapiedi. Sembra una setta.
Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Lupin III: Il Castello di Cagliostro

Messaggio da Shito »

mr.hunky ha scritto:
Shito ha scritto:Chiederò il permesso all'autore della tesi di pubblicare gli stralci di comparazione puntuale battuta per battuta, tranquillo. ^^


Io farmi bello? Impossibile. Sono troppo brutto. Non è soddisfando la richiesta di un collega che posso ottenere simili magie. ^^;
1) lo può fare anche il mio cane guardandosi le tre versioni, senza comparazioni puntuali per le vostre erezioni intellettuali.

2) Hai capito benissimo cosa intendevo. La tua vanità non ha confini. Se ti avessero fatto la domandona davanti la telecamera, glielo avresti detto in faccia che il loro adattamento di cagliostro fa cagare?

3) Ma dove sono finiti quelli davvero in gamba in questo forum? Entity, pippov, atchoo?? Qui abbiamo un vanesio e i suoi tirapiedi. Sembra una setta.

1) No, il tuo cane non potrebbe, perché ovviamente la tesi e il suo autore sono in ambito nipponista, partono dall'originale, dalla sua ritraduzione puntuale (riportata integralmente in tesi) e quindi paragonano le tre edizioni italiane *a quella*, ovvero all'unico referente assoluto. Sì, in base a tali obiettivi elementi spiegherei agli autori di ciascuna delle tre edizioni perché esse sono inqualificabili, in faccia, per telefono o dove si voglia. Sono cose che ho fatto più volte.

2) No davvero. Sono un professionista, attivo in un settore. Se dopo un evento da me tenuto su un tema dei colleghi mi chiedono un'intervista sul tema, dovrei negarmi come una primadonna? Ma dai, non sono vanesio io, sei piuttosto ridicolo tu, nella tua invidiosa acredine ai limiti del ridicolo. Questo sì, lo capirebbe anche il tuo cane. Quanto all'intervista, avrei detto e spiegato perché anche l'edizione italiana di Hotaru no Haka è indegna. Ma siccome non avrei accettato tagli, suppongo non me l'abbiano chiesto per una ragione, focalizzandosi solo sui film in quanto tali.

3) Il tempo passa e i tempi cambiano. Il tempo che si dedica a un dato hobby cambia anch'esso nel tempo, suppongo.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)
mr.hunky
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 39
Iscritto il: lun lug 09, 2007 2:23 pm

Re: Lupin III: Il Castello di Cagliostro

Messaggio da mr.hunky »

Spiegaci, o illuminato, l'utilità di tale spreco di intelletto umano correndo dietro a paragoni tra un testo e l'altro. Stiamo parlando di un film, non di un cadavere da tavolo operatorio. Ed è quello che fai parlando dei film ghibli. Non bei film da assaporare, bensì prodotti da disumanizzare e da plasmare a tua immagine: io dico che miyazaki ha detto. Non: miyazaki ha detto. Parli di poesia, e non vedo poesia nella sterile analisi. Io lascerei che fossero le immagini a parlare. Sarebbe così semplice, naturale, democratico. ma tu non li sopporti i giudizi della plebaglia tanto più quando urlati, e allora diventano sinonimo di acredine, invidia, ridicolaggine.

Quanto ai doppiaggi imperfetti di cagliostro, qualcuno li ama così come sono. tu ci sputi sopra senza ritegno e rispetto. Sarà mica perchè non vi hai ancora apposto il tuo nome?
Tutto ciò che non hai doppiato fa schifo, è solo un caso?

Se il pensiero che ho espresso fa di me un invidioso, ebbene sarò allora un invidioso. Di cosa o di chi, lo ignoro. Visto che non stimo il tuo lavoro.
Ma non me la prenderei più di tanto, Superstar, qui hai abbastanza claque per una vita intera. qui e in tutti i forum in cui leggo il tuo nome. e sono tanti. qualcosa vorrà dire, no?
Avatar utente
Heimdall
Tanuki
Messaggi: 3448
Iscritto il: sab apr 26, 2003 12:39 pm
Località: Rescaldina (Mi)

Re: Lupin III: Il Castello di Cagliostro

Messaggio da Heimdall »

Ok. Le ragioni di Hunky sono chiare e Shito, se vuole, può replicare nel merito a quest'ultimo post. Ulteriori post fuori argomento non saranno di alcuna utilità agli altri frequentatori del forum. Se poi Hunky ha qualcos'altro da comunicare a Shito (ed eventualmente viceversa), potrà senz'altro farlo ricorrendo alla messaggistica privata, grazie.
Immagine
mr.hunky
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 39
Iscritto il: lun lug 09, 2007 2:23 pm

Re: Lupin III: Il Castello di Cagliostro

Messaggio da mr.hunky »

Per una volta d'accordo con heimdall.
Io sono a posto così. quello che dovevo dire l'ho detto.
si parla tanto di parole, significato, in questo forum.
ebbene: "indicibile" ha il sapore del disprezzo latente.
un "non mi piace" sarebbe apparso atto di diplomazia da veri "professionisti".
adieu les enfants
Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Lupin III: Il Castello di Cagliostro

Messaggio da Shito »

mr.hunky ha scritto:Spiegaci, o illuminato, l'utilità di tale spreco di intelletto umano correndo dietro a paragoni tra un testo e l'altro.
Naturalmente, distinguere il fatto dall'opinione, ovvero:

"Traduzione corretta o non corretta" -> fatto.

"Mi piace o non mi piace " -> opinione.

Il fatto è oggettivo, l'opinione e soggettiva.

Il paragone dei testi, tutti rapportati obiettivamente all'originale, serve semplicemente a discernere cosa sia corretto e cosa no, in quale misura, in quale modo, e perché. Non cosa sia 'bello', il bello è un giudizio di valore - appunto -, ma cosa sia 'giusto' (nel senso di: corretto), che è dato oggettivo. Questo è l'obiettivo della tesi in questione, infatti.

Nel caso di Cagliostro, quale delle tre edizioni italiane è la meno scorretta? Il punto è questo.

Tutta la retorica che segue alla tua pur retoricissima domanda altro non è che un miscuglio di fatto e opinione, ovvero una mistificazione in cui cerchi di far passare elementi soggettivi per valori obiettivi.
ma tu non li sopporti i giudizi della plebaglia tanto più quando urlati, e allora diventano sinonimo di acredine, invidia, ridicolaggine.
Non mi sembra di averti mai negato risposta, argomentazione, attenzione. Quindi? Ti contraddici, o meglio: contaddici la realtà sotto gli occhi di tutti. :-)

Non ho mai evitato o svicolato da un confronto che fosse uno, anche i più accesi e denigratori.
Quanto ai doppiaggi imperfetti di cagliostro, qualcuno li ama così come sono.
Sono appunto questioni di gusti. I gusti sono soggettivi. Ciascuno ha i propri. Dei gusti tutto sommato non è utile discutere, come ben dicevano i latini.

La discussione reale, quella che porta alla enucleazione di una ragione e di un torto, è quella che si fonda su elementi obiettivi.

Nel mio caso, io fondo il mio criterio di gusto sulla correttezza essa stessa, ovvero: "non è giusto ciò che è bello, ma è bello ciò che è giusto".

In questo modo, e solo in questo, le scelte che opero come professionista possono avere un fondamento obiettivo: la correttezza.

tu ci sputi sopra senza ritegno e rispetto. Sarà mica perchè non vi hai ancora apposto il tuo nome?
No, il mio nome non c'entra e non vale nulla in assoluto.

Il mio criterio è, ancora una volta, quello della correttezza. Maggiore o minore correttezza. Tutto qui.

Tutto ciò che non hai doppiato fa schifo, è solo un caso?
Non è un caso. E' il frutto di un mondo che ragiona in base a canoni molti diversi dai miei, un mondo che viaggia su binari personalistici e soggettivi, e non tiene in alta considerazione l'obiettività della correttezza. Aggiungerei: insistendo sul disinteresse reale e sulla competenza di merito del pubblico generale, come tu dimostri, che della correttezza se ne infischia.

Mi domando come tu faccia a dire che ti piace l'opera di un autore quando non l'hai mai veduta per quella che è, molto spesso.

In effetti me lo sono sempre domandato, e non dico di te, dico in generale.

Un mio assioma è "nessuno che voglia dirsi amare un'opera potrà dirsi tollerarne lo scempio".
Ma non me la prenderei più di tanto, Superstar, qui hai abbastanza claque per una vita intera. qui e in tutti i forum in cui leggo il tuo nome. e sono tanti. qualcosa vorrà dire, no?
No, sono tutte cose insignificanti. L'importante per me è solo presentare ai miei connazionali le opere su cui lavoro nella maniera più *corretta* possibile, in modo che il pubblico dei miei connazionali possa farsi un'idea di quelle opere sulla loro realtà, non su una loro deformazione. Peraltro, credo di avere detrattori forse più numerosi dei miei "estimatori", ma ancora non importa. Io come professionista sono un servo delle opere su cui lavoro.
Ultima modifica di Shito il lun mar 03, 2014 3:23 pm, modificato 3 volte in totale.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)
Avatar utente
Valens
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 195
Iscritto il: lun apr 04, 2011 10:38 pm

Re: Lupin III: Il Castello di Cagliostro

Messaggio da Valens »

Chiedo scusa se m'intrometto nella discussione.

Mr. hunky, non ho intenzione di difendere Shito dal momento che questi è perfettamente in grado di farlo da solo. Vorrei capire, tuttavia, il motivo delle critiche da te mosse a lui frequentemente (oserei dire con una certa acredine, almeno da quanto mi sembra di capire leggendo i tuoi interventi).

In sostanza: che cos'è che non ti piace dei doppiaggi curati da Shito e perché? Credimi, è una domanda assolutamente serena.

Non so se mi sono perso qualche altro diverbio in passato sull'argomento in cui hai espresso le tue motivazioni, in tal caso mi scuso.
Avatar utente
dolcemind
Susuwatari
Susuwatari
Messaggi: 1041
Iscritto il: gio ago 10, 2006 12:53 pm
Località: Roma, nei pressi.

Re: Lupin III: Il Castello di Cagliostro

Messaggio da dolcemind »

Valens ha scritto:Chiedo scusa se m'intrometto nella discussione.

Mr. hunky, non ho intenzione di difendere Shito dal momento che questi è perfettamente in grado di farlo da solo. Vorrei capire, tuttavia, il motivo delle critiche da te mosse a lui frequentemente (oserei dire con una certa acredine, almeno da quanto mi sembra di capire leggendo i tuoi interventi).

In sostanza: che cos'è che non ti piace dei doppiaggi curati da Shito e perché? Credimi, è una domanda assolutamente serena.

Non so se mi sono perso qualche altro diverbio in passato sull'argomento in cui hai espresso le tue motivazioni, in tal caso mi scuso.
Guarda è una questione trita e ritrita e si ci son stati altri diverbi in passato e sì non è stato nemmeno l'unico.
Vado anche io pesantemente OT rispondendo.
Io non capisco come si faccia ad essere così pervicaci nelle proprie considerazioni.
Almeno si fosse onesti, tutto credo si risolverebbe. Ci son due scuole di pensiero:
1) Il miglior doppiaggio è quello che meglio rende l'originale, anche a costo di richiedere allo spettatore uno sforzo di comprensione.
2) Il miglior doppiaggio è quello che meglio rende la colloquialità, naturalità (vogliamo chiamarla così?) dei discorsi Giapponesi all'orecchio di un Italiano.

Il primo punto è ovviamente oggettivo. Il secondo è solo soggettivo.
Quando Gualtiero ribadisce queste cose e spiega il suo modo di adattare e come deve essere fruito("comprensione dell'intrattenimento alieno" se non sbaglio), alcuni gli contestano il punto 2) che come vedi è come dire io faccio una torta e ti si risponde: eh si ma io volevo la pizza!
Una critica onesta sarebbe:
Io spendo per vedere, non ho voglia di comprendere appieno l'opera ma voglio solo essere intrattenuto. Sta a te adattatore rendermi al meglio, con tutte le dovute approssimazioni, quello che è sullo schermo in modo che io possa comprenderlo. Ed allora non sei un appassionato o forse sei un appassionato pigro. Ed allora ci sta tutto. Ci sta pure "Ha vinto ancora la natura" (o com'era?) invece di "non si può vincere contro gli stupidi!", perchè è una frase perfetta di un epilogo di un intrattenimento animato buonista, alla Disney insomma come siamo abituati in Italia.
Ecco che son caduto nel flame.
:tongue:
Ultima modifica di dolcemind il lun mar 03, 2014 2:54 pm, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Heimdall
Tanuki
Messaggi: 3448
Iscritto il: sab apr 26, 2003 12:39 pm
Località: Rescaldina (Mi)

Re: Lupin III: Il Castello di Cagliostro

Messaggio da Heimdall »

dolcemind ha scritto: Vado anche io pesantemente OT rispondendo.
[...]
Ecco che son caduto nel flame.
Direi che non sei né OT né in un flame caro Dolcemind. ;) L'invito era volto soprattutto ad evitare che si ripetessero film già visti, come puntualmente è accaduto (ho rimosso due post di Mr. Hunky che contenevano pesanti insolenze a Shito e pure al sottoscritto, e comminato le sanzioni di conseguenza). Se vogliamo continuare a parlare di doppiaggi, anche in generale, contributi come il tuo e quello di Valens sono i benvenuti. :D
Immagine
Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Lupin III: Il Castello di Cagliostro

Messaggio da Shito »

dolcemind ha scritto: "non si può vincere contro gli stupidi!"
Tra l'altro è ancora più bella, ci sono tornato di recente per ovvi motivi, e più precisamente sarebbe: "Non si può vincere su uno stupido", nel modo di dire fa massima assai filosofeggiante tipo "Non puoi convincere uno scettico", "L'ignorante in primis ignora di ignorare", cose così. Sai, nel senso è che lo stupido non si rende neppure conto di avere perso: non lo puoi "battere", vince sempre lui - nella sua non-cognizione. ^^

Solo che in giapponese è molto breve e rapida, come battuta, quindi non so come riuscirò a metterla in bocca al nostro bonzo Jiko. :-(
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)
Avatar utente
dolcemind
Susuwatari
Susuwatari
Messaggi: 1041
Iscritto il: gio ago 10, 2006 12:53 pm
Località: Roma, nei pressi.

Re: Lupin III: Il Castello di Cagliostro

Messaggio da dolcemind »

Shito ha scritto:
Tra l'altro è ancora più bella, ci sono tornato di recente per ovvi motivi, e più precisamente sarebbe: "Non si può vincere su uno stupido", nel modo di dire fa massima assai filosofeggiante tipo "Non puoi convincere uno scettico", "L'ignorante in primis ignora di ignorare", cose così. Sai, nel senso è che lo stupido non si rende neppure conto di avere perso: non lo puoi "battere", vince sempre lui - nella sua non-cognizione. ^^

Solo che in giapponese è molto breve e rapida, come battuta, quindi non so come riuscirò a metterla in bocca al nostro bonzo Jiko. :-(
ecco appunto. :D
Non si può (far) rinsavire uno stupido!

Ma son perle ai porci. Non per tutti per fortuna.