Cosa è... Arte?

Non sapete dove postare? fatelo qui!

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Cosa è... Arte?

Messaggio da Shito »

Secondo me il Mosè di M. rappresenta l'ormai pacificato 'give-up' del saggio dinanzi all'umanità.

Voglio dire: ha LA VERITA' in mano, letteralmente. E si volta dall'altra parte, dita tra le barba, come a dire "tanto ormai ho capito che anche questa Verità non serve, con l'umanità".

Lo sguardo del Mosè di M. è quello del David, ma invecchiato. L'incertezza, l'inquietudine del giovane umano David diviene in vecchiaia la consapevolezza dell'inutilità del titanismo.

IMHO, eh.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Julius
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 174
Iscritto il: gio apr 26, 2007 6:16 pm

Re: Cosa è... Arte?

Messaggio da Julius »

O forse quella verità è servita per un po', come le religioni servono. Semplicemente Mosé aveva dato una eudemonia, a cui forse inizialmente credeva anche lui e poi... :shock: Forse Michelangelo si ritrova vecchio e con la piena consapevolezza che non c'è salvezza, innanzitutto per lui? Paolucci dice che sapeva che aveva peccato in vita, perché gli piaceva il corpo maschile... :loool: e quindi che non c'era posto per lui in paradiso... Sicuramente si era dato alla bella vita, però non così sporca come riportano i siti web gay. Ossenò, un'arte così viva non sarebbe riuscita a farla. A volte credo che la fortuna di M sia stata la morte prematura della madre. L'ha divinizzata così tanto da farne arte, imho. Studi scientifici recenti dimostrano che sia stato un mammone (ma va?!), un compulsivo, un taccagno, etc. Tutta questa ricerca è davvero utile! :twisted: Rivoglio umanità per l'arte... :!:
Guardate come sta a chi gli importa veramente:
http://www.firmiamo.it/notrasferimentoaccademia/list
e guardate sempre nei dintorni, invece di pensare ai loro figli pensano ai loro cani:
http://www.firmiamo.it/ilcaniledilecco

183 volenterosi amanti dell'arte (solo per il marmo di quel palazzo...) < 2.099 cani di lecco

Per me è una shockante realtà: il mio prof. di liceo diceva sempre che se avesse dovuto scegliere tra la nostra classe e l'ultima copia della Divina, non ci avrebbe pensato due volte a sacrificarci. A ognuno la sua scelta.

Avatar utente
dolcemind
Susuwatari
Susuwatari
Messaggi: 1039
Iscritto il: gio ago 10, 2006 12:53 pm
Località: Roma, nei pressi.

Re: Cosa è... Arte?

Messaggio da dolcemind »

Shito ha scritto: Voglio dire: ha LA VERITA' in mano, letteralmente. E si volta dall'altra parte, dita tra le barba, come a dire "tanto ormai ho capito che anche questa Verità non serve, con l'umanità".
Considerando che la statua è stata scolpita due volte (la seconda in piena maturità anagrafica) per togliere lo sguardo e posizione frontale, potrebbe essere un segno di maturità non solo anagrafica. :)
Altri hanno dato differenti interpretazioni tra cui una suggestiva (ma molto criticata) è quella di Antonio Forcellino che prese parte al restauro dell'opera:
Forse sulla scelta di girare il volto del profeta pesò anche la presenza dell’Altare delle catene sul lato opposto del transetto dove era collocato il Mosè. Questo altare era il simbolo della superstizione cattolica e il fondamento di quel potere temporale che continuava a rivendicare una Chiesa in cui Michelangelo non si riconosceva più. Un’antica tradizione raccontava che un frammento delle catene che avevano tenuto prigioniero san Pietro si era miracolosamente saldato ad un frammento ritrovato in Palestina quando Eudossia sposò Valentiniano, segnando l’unità simbolica dell’impero sotto la nuova fede cristiana. Se Mosè avesse posato lo sguardo diritto in avanti, com’era nel primo progetto, avrebbe posato lo sguardo proprio su quell’altare, mentre con la mirabolante modifica volgeva lo sguardo verso la luce che scendeva da una finestra aperta proprio alla sua sinistra e oggi purtroppo tamponata. Il raggio di luce che illuminava i suoi “corni” al tramonto sarebbe stato il completamento spirituale a cui tutto il movimento tendeva.

A.Forcellino, Michelangelo. Una vita inquieta, Laterza, Roma-Bari, 2005

Io invece mi chiedo se le due statue ai lati (la Vita Attiva e la Vita Contemplativa furono messe solo per motivi di opportunità e non per dare corpo ad un preciso significato che coinvolga anche la figura del Mosè).
Tra le cose migliori della mia università c'è senza alcun dubbio l'essere accanto a questa meraviglia. :D

Avatar utente
Julius
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 174
Iscritto il: gio apr 26, 2007 6:16 pm

Re: Cosa è... Arte?

Messaggio da Julius »

Guarda, piuttosto che Forcellino (meglio Wikipedia; è come studiare la storia francese su Versailles no bara - è un romanzo! -), io ti consiglio di approcciarti alle poesie michelangiolesche. Non si capisce nulla, è vero, però è una visione diretta. Ha scritto frasi assurdamente belle per quanto sono pregne, ma spesse volte non si capisce se dice una cosa o il suo contrario. L'ultima edizione che trovi in libreria dovrebbe essere la più aggiornata.
Per quanto riguarda il Mosè non mi risulta che lo abbia scolpito due volte, ma piuttosto abbia cambiato la posizione.
Rispondendo al Forcellino: Michelangelo non è che abbia sempre visto bene la Chiesa. Ci sono certe poesie che sembrano delle vere e proprie bestemmie, ma da cattolico. Ovviamente, già si rendeva conto della corruzione di Roma.
Il Mosè faceva parte della tomba pensata per la Basilica di San Pietro, progetto a cui Michelangelo dedicò la sua vita. Poi, soldi, Bramante, eredi, fu una vera e propria tragedia, perché lui ci teneva tantissimo. Tutta in marmo, con tante figure (tra cui i prigioni), tutte di sua mano... ma ci sono solo i vari progetti. Il migliore del 1505, libero nello spazio, non addossato a una parete!

Possibile ricostruzione:
Immagine

Finché hanno sepolto il supremo Giulio II nella sua chiesa di quando era solo ancora il cardinale della Rovere: San Pietro in Vincoli, uno degli altri posti michelangioleschi in cui per vedere il Mosè devi studiare orari improbabili :loool: (Ma tu sei ad architettura? :D)
Non so quale sia stato il significato preciso delle due donne: rappresentano la Vita contemplativa (Rachele) e attiva (Lia), come dicevi tu, e sono figure del Purgatorio di Dante, perché Michelangelo era pure un dantista. Posso dirti sicuramente che il Mosè era stato pensato per tutta un'altra collocazione (statua lavorata molto prima) e sta lì riciclata a forza (in quanto nata per essere vista dal basso), perché alla fine questa tomba doveva pure consegnarla... Inoltre, solo le statue a piano terra sono michelangiolesche, come potrai vedere sopra fanno schifo... :roll: I miei sacri appunti dicono:
Erano gli anni dell'esplosione del dissenso religioso, aperto da Martin Lutero che ha infiammato l'Europa intera. Nella Chiesa stessa vi erano gruppi favorevoli alla riforma morale. La tematica per Michelangelo è primaria. La scultura di Rachele ci fa capire come è profondamente implicato in questa ondata di meditazione di carattere spirituale. L'arte sta diventando un modo per sollecitare lo spettatore alla fede.

Avatar utente
dolcemind
Susuwatari
Susuwatari
Messaggi: 1039
Iscritto il: gio ago 10, 2006 12:53 pm
Località: Roma, nei pressi.

Re: Cosa è... Arte?

Messaggio da dolcemind »

Julius ha scritto:Guarda, piuttosto che Forcellino (meglio Wikipedia; è come studiare la storia francese su Versailles no bara - è un romanzo! -), io ti consiglio di approcciarti alle poesie michelangiolesche. Non si capisce nulla, è vero, però è una visione diretta. Ha scritto frasi assurdamente belle per quanto sono pregne, ma spesse volte non si capisce se dice una cosa o il suo contrario. L'ultima edizione che trovi in libreria dovrebbe essere la più aggiornata.
E' un'idea, perchè no? il Forcellino mi interessava perchè ebbe una parte importante nell'opera del ristauro.
Julius ha scritto: Per quanto riguarda il Mosè non mi risulta che lo abbia scolpito due volte, ma piuttosto abbia cambiato la posizione.
Beh si, intendevo questo. Se ci pensi ha compiuto un vero e proprio miracolo.
Julius ha scritto: Finché hanno sepolto il supremo Giulio II nella sua chiesa di quando era solo ancora il cardinale della Rovere: San Pietro in Vincoli, uno degli altri posti michelangioleschi in cui per vedere il Mosè devi studiare orari improbabili :loool: (Ma tu sei ad architettura? :D)
beh semmai "ero" ma ad ingegneria. Avevo anche casa nelle vicinanze.
:)
Julius ha scritto: Non so quale sia stato il significato preciso delle due donne: rappresentano la Vita contemplativa (Rachele) e attiva (Lia), come dicevi tu, e sono figure del Purgatorio di Dante, perché Michelangelo era pure un dantista.
Sempre il Forcellino da queste statue ricava una superiorità della vita contemplativa alla vita attiva e quindi della Fede sulle Opere che ben si sposerebbe con quanto scrivi(Salvezza per sola fede: la salvezza non si ottiene a causa delle buone azioni; si ottiene solamente avendo fede in Dio, che può salvare chiunque Egli voglia. Dalla Dottrina Luterana su wikipedia :) ):
Julius ha scritto: Erano gli anni dell'esplosione del dissenso religioso, aperto da Martin Lutero che ha infiammato l'Europa intera. Nella Chiesa stessa vi erano gruppi favorevoli alla riforma morale. La tematica per Michelangelo è primaria. La scultura di Rachele ci fa capire come è profondamente implicato in questa ondata di meditazione di carattere spirituale. L'arte sta diventando un modo per sollecitare lo spettatore alla fede.

Avatar utente
Julius
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 174
Iscritto il: gio apr 26, 2007 6:16 pm

Re: Cosa è... Arte?

Messaggio da Julius »

Be', come si può vedere il discorso non è semplice, c'erano fattori religiosi da calcolare in mezzo. Bisognerebbe pensare anche alla pittura che Michelangelo faceva nel contempo: quella dell'affresco del Giudizio Universale è più morigerata rispetto alla volta :?:
Non dico no al Forcellino, dico semplicemente che è un romanziere, quindi a volte romanza. Anch'io ero interessata al restauro, peccato che il signore non si sia presentato a una giornata da lui organizzata... romanità :evil:

La riforma tedesca fa sorgere molti problemi in Italia: in arte tutta la diatriba della censura del Giudizio, dove Daniele da Volterra più che il Braghettone è il Salvatore del dipinto :king: (di questo so tutto perché ho seguito un intero corso).

Ma dov'è ingegneria rispetto alla chiesa? OGNI volta che vado a vedere la tomba mi chiedono dov'è :!:

Avatar utente
dolcemind
Susuwatari
Susuwatari
Messaggi: 1039
Iscritto il: gio ago 10, 2006 12:53 pm
Località: Roma, nei pressi.

Re: Cosa è... Arte?

Messaggio da dolcemind »

Julius ha scritto:
Ma dov'è ingegneria rispetto alla chiesa? OGNI volta che vado a vedere la tomba mi chiedono dov'è :!:
E' il palazzo accanto. Più che accanto direi attaccato.
Nell'immagine il chiostro che si vede è della mia (ex) università:
Immagine


Come vedi condividono con la Basilica di San Pietro in Vincoli un tetto ed una parete. :)