La musica del Forum

Non sapete dove postare? fatelo qui!

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
ghila
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1745
Iscritto il: lun gen 24, 2005 11:37 am
Località: Bergamo

Re: La musica del Forum

Messaggio da ghila »

Grazie shito per il link ad un periodo musicale da me tanto amato da farlo diventare parte del repertorio!
Dirò la verità, pur riconoscendo a Beasly onestà, grande forza comunicativa e buonissima tecnica, non riesco a farmelo piacere totalmente e per assurdo proprio per la naturalità vocale che tutti gli riconoscono.
Sono più vicino all'Orfeo di Zanasi ad esempio o Villazon (qui fin troppo lirico). Fra paretensi Zanasi ha cantato anche con "la venexiana", uno degli ensemble vocali italiani migliori per la riproposizione della musica antica, a mio dire paragonabilissimi ai king' singers o al celeberrimo Consort di Rooley (qui impegnato in un bel madrigale monteverdiano).

Comunque Shito, hai scoperchiato un calderone fumante per quanto mi riguarda... ora cercherò di trattenermi dal consigliarvi l'intero ciclo monteverdiano, ma sarà dura! :sorriso2:
Raro concedit, numquam negat, semper distinguit
Avatar utente
Muska
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1702
Iscritto il: lun mag 17, 2004 10:16 pm
Località: La Città Eterna

Re: La musica del Forum

Messaggio da Muska »

Carissimo Ghila, migliore regalo di Natale non potresti fare, Monteverdi ha scritto forse la più affascinante e raffinata musica italiana di tutti i tempi.
Aderisco con entusiasmo. :)
"Pur sprovvisto di soldati, e solo, combatteva il mondo e i suoi vizi in questo luogo". (Yasushi Inoue).
Avatar utente
ghila
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1745
Iscritto il: lun gen 24, 2005 11:37 am
Località: Bergamo

Re: La musica del Forum

Messaggio da ghila »

Caro Muska... tu mi inviti a nozze! :D
Ok, allora per prima cosa cominciamo con una comparazione per far intendere a tutti quando scrivo "Sting mi rovina dowland". Utilizzerò chiaramente Dowland perché, per fortuna, il nostro beneamato cantante dei Police (Dio li abbia in gloria) non s'è mai permesso di distruggere il più grande compositore italiano di tutti i tempi (Monteverdi appunto).
Non discuto l'onestà intelletuale con la quale ha voluto cimentarsi un repertorio assolutamente fuori dalla sua portata, quanto naturalmente il risultato finale. E ancora, non lo discuto perché sono un antirivoluzionario che pretende una filologia di emissione certa (impossibile) la quale cozzerebbe anche con la voce naturalissima del sopra citato Beasley. Ma perché utilizza degli stilemi vocali prettamente pop, all'interno di melodie che presuppongono invece una totale assenza di stilemi e una naturalezza vocale (falsa, come falsa è tutta l'arte del canto tecnico!) che LASCI cantare la melodia e l'intreccio armonico! Il percorso comunicativo di questo tipo di canto antico, sia esso solista o a più voci, si snoda attraverso la proposizione di melodie accompagnate che comandano l'intenzione e l'esecuzione, e per giungere a questo la prima parola d'ordine di un cantante è il raggiungimento di una omogeneità vocale sublime sorretta da un declamato che metta sempre in condizioni l'ascoltatore (e l'esecutore in primis) di sentire ogni parola, fino alla fine (come nel teatro, Paolo Poli docet!) e che ogni parola abbia il giusto spazio, senza però che una prevalga sull'altra se non attraverso l'ausilio, appunto, della melodia dalla quale la parola stessa prende linfa e vita.
In pratica, ecco il nostro eroico messere impegnato nel tentativo delle messe in voce antiche e del declamato belcantistico.
sigh...
primi appunti dopo sole 5 note.
Parte "Come ag.." e non finisce la frase. Non si sente, d'accordo accennare, d'accordo che nel parlato si mangiano le parole (NEL PARLATO!!!), ma qui è palese l'abitudine al microfono e ad un compressore FET sparato a mille che ti solleva anche i respiri. mmmmh
"sweet LOOVE that NOOW inv...": due aperture che non servono perché la melodia discendente prevede fraseggio che qui manca totalmente con quei due accenti sulla O inglese (per altro mancante di armonici). "invite", come vedete è come "again". Non detta. Moooolto pop. mmmmmmmmmmh
"thhyyyyy..." prosegue con un portamento degno di un primo anno di conservatorio
"to doo" la u è chiusa, gutturale, poi prosegue con un portamento poi...

Insomma w i police, fine. Ah no, w anche quello che suona il liuto nel video: un figo!

Qui invece nell'interpretazione del solita del solito Consort di Rooley.
Questa è la vocalità richiesta, che fa a botte con compressori, vocalità presunte, tentativi di esecuzione "sentita" che in realtà distrugge la grande caratteristica portatrice di "sentimento" di questo repertorio che è la "melodia accompagnata".
Una volta fatto proprio il metodo di emissione e comprensione dell'interpretazione, molto più sottile (e profondo!) di quanto oggi è concesso nei canoni artistici vocali, siamo pronti per l'avventura ai limiti dell'umano, con il nostro beneamato Monteverdi. :)
Raro concedit, numquam negat, semper distinguit
Avatar utente
Ani-sama
Kodama
Kodama
Messaggi: 1324
Iscritto il: lun giu 14, 2004 6:18 pm
Località: Antwerpen (België)

Re: La musica del Forum

Messaggio da Ani-sama »

Santo Cielo Ghila, ho seguito i tuoi links monteverdiani... Ma che bello! Una scoperta! :o

Mi daresti consigli per avvicinarmi in modo sensato all'autore? Più in generale, come posso avvicinarmi in modo sensato alla musica, andando un po' oltre gli ascolti superficiali?
Haast en spoed is zelden goed.
Avatar utente
ghila
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1745
Iscritto il: lun gen 24, 2005 11:37 am
Località: Bergamo

Re: La musica del Forum

Messaggio da ghila »

Eh, solo se mi spieghi cosa campeggia nella tua firma in modo comprensibile per i comuni mortali :P
Non voglio fare pubblicità (inutile) o cross-posting (non mi piace mai), ma se sei davvero così interessato comincia con la lettura di questo mio vecchio post del mio blog, preparato per una serie di lezioni che tenni in un liceo (e mai veramente corretto quindi non venirti a lamentare dell'itaGliano! ;) )

Qualsiasi domanda sorga dopo questa lettura (da farsi con relativi ascolti che trovi sulla radio blog) sarò felicissimo di tentare delle risposte.
Monteverdi è una meraviglia da ascoltare.
Quando lo fai, semplicemente, vieni! ;)
Raro concedit, numquam negat, semper distinguit
Avatar utente
Ani-sama
Kodama
Kodama
Messaggi: 1324
Iscritto il: lun giu 14, 2004 6:18 pm
Località: Antwerpen (België)

Re: La musica del Forum

Messaggio da Ani-sama »

Ti ringrazio davvero tanto. Con calma me lo leggo. Intanto mi sto dilettando ad ascoltarlo... Probabilmente capirò ben poco della sua portata - almeno finché lo ascolto così, alla buona -, ma è emozionante, davvero emozionante.
Haast en spoed is zelden goed.
Avatar utente
ghila
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1745
Iscritto il: lun gen 24, 2005 11:37 am
Località: Bergamo

Re: La musica del Forum

Messaggio da ghila »

Ani-sama ha scritto:Ti ringrazio davvero tanto. Con calma me lo leggo. Intanto mi sto dilettando ad ascoltarlo... Probabilmente capirò ben poco della sua portata - almeno finché lo ascolto così, alla buona -, ma è emozionante, davvero emozionante.
Se ci metti al corrente di cosa stai ascoltando, possiamo tentare un'analisi, anche se quest'ultima è sempre uno strupro, ma l'arte in fondo consente anche questo. :)
Raro concedit, numquam negat, semper distinguit
Avatar utente
Raghnar
Kodama
Kodama
Messaggi: 1286
Iscritto il: mer mag 03, 2006 8:12 pm
Località: In Viaggio

Re: La musica del Forum

Messaggio da Raghnar »

ghila ha scritto:Eh, solo se mi spieghi cosa campeggia nella tua firma in modo comprensibile per i comuni mortali :P
Con tutti i discorsi che ti ho fatto.
Ghila, my boy, you disappoint me! XD
Somewhere, along the edge of the bell curve.
Ph.Me
Avatar utente
ghila
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1745
Iscritto il: lun gen 24, 2005 11:37 am
Località: Bergamo

Re: La musica del Forum

Messaggio da ghila »

Raghnar ha scritto:Con tutti i discorsi che ti ho fatto.
Ghila, my boy, you disappoint me! XD
Ti assicuro che qulasiasi cosa tu mi abbia spiegato, se l'avessi fatto in siffatta maniera, non avrei capito.
Ehm...
sempre che io abbia capito a questo punto... :|
Raro concedit, numquam negat, semper distinguit
Avatar utente
Raghnar
Kodama
Kodama
Messaggi: 1286
Iscritto il: mer mag 03, 2006 8:12 pm
Località: In Viaggio

Re: La musica del Forum

Messaggio da Raghnar »

ghila ha scritto:
Raghnar ha scritto:Con tutti i discorsi che ti ho fatto.
Ghila, my boy, you disappoint me! XD
Ti assicuro che qulasiasi cosa tu mi abbia spiegato, se l'avessi fatto in siffatta maniera, non avrei capito.
Ehm...
sempre che io abbia capito a questo punto... :|
mica ho capito! O_o
Somewhere, along the edge of the bell curve.
Ph.Me
Avatar utente
ghila
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1745
Iscritto il: lun gen 24, 2005 11:37 am
Località: Bergamo

Re: La musica del Forum

Messaggio da ghila »

Raghnar ha scritto:mica ho capito! O_o
In breve: cosa significano quei simboli massonici nella firma di Ani-sama?!
Presumo dalla tua risposta qualche legge d'indeterminatezza nucleare che tentasti di spiegarmi, ma non ho ancora il patentino di gran maestro della loggia. :sorriso2:
Se invece vedevi nella mia richiesta un chiarimento sulla TUA firma Ragh, oh egocentrico che non sei altro, sappi che mi è assolutamente CHIARA! :tongue:
Fine OT sorry for all!
Raro concedit, numquam negat, semper distinguit
Avatar utente
Raghnar
Kodama
Kodama
Messaggi: 1286
Iscritto il: mer mag 03, 2006 8:12 pm
Località: In Viaggio

Re: La musica del Forum

Messaggio da Raghnar »

ghila ha scritto:
Raghnar ha scritto:mica ho capito! O_o
In breve: cosa significano quei simboli massonici nella firma di Ani-sama?!
Era una battuta la mia :P

Ma i simboli massonici lasciali ai "matematici segaioli del [censura] dall'aspetto porcelloso" (come fu parafrasato il professore di Metodi Matematici da quello di Fisica 4). Tu sai benissimo cosa significano anche senza usare i simboli! :)
Somewhere, along the edge of the bell curve.
Ph.Me
Avatar utente
Ani-sama
Kodama
Kodama
Messaggi: 1324
Iscritto il: lun giu 14, 2004 6:18 pm
Località: Antwerpen (België)

Re: La musica del Forum

Messaggio da Ani-sama »

Ma a matematica non si usano simboli per mero autocompiacimento (anche se forse un po' ce n'è :mrgreen: ). La scelta di un simbolismo efficace può essere illuminante. Pensate che la notazione che ormai tutti usano per indicare una funzione (la classica freccia) è stata lo spunto per una teoria! E i fisici dovrebbero una volta per tutte darsi una regolata e non stuprare giornalmente la matematica come fanno, applicando procedimenti formali senza che vi sia una giustificazione rigorosa. :twisted:

Chiusa parentesi. :D Tornando a Monteverdi, in queste ore ho ascoltato qualcosa dell'Orfeo (cercando su internet si trovano brani tratti dallo stesso spettacolo del link iniziale di Ghila). Posso condividere qualche considerazione di "ciò che sento". Nessuna pretesa, cerco soltanto di descrivere cosa mi comunica direttamente ciò che ho ascoltato. Si tratta di sensazioni personali di uno che non ha certo una preparazione musicale. :)

I brani cantati, ad esempio quello inizialmente linkato "Rosa del ciel" (ma volendo anche i madrigali) mi danno una sensazione... diversa rispetto a ciò che ho ascoltato nella mia vita. Ecco... è un po' come se alla voce umana fosse data una rilevanza speciale, una sorta di autonomia, non saprei come altro dire. La mia percezione è che l'accompagnamento musicale degli strumenti - quando è presente - sia votato ad esaltarla. Ho trovato pure molto emozionanti le parti corali. Mi ha colpito poi il pezzo strumentale introduttivo, per intenderci qui circa al 2.22 (prima che esca fuori "la musica"). Per qualche ragione, mi ricorda un po' (a livello di sensazioni uditive, sonorità percepite) ciò che ho ascoltato (per dire) di Vivaldi. Possibile?
Haast en spoed is zelden goed.
Avatar utente
ghila
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1745
Iscritto il: lun gen 24, 2005 11:37 am
Località: Bergamo

Re: La musica del Forum

Messaggio da ghila »

Ani-sama ha scritto:I brani cantati, ad esempio quello inizialmente linkato "Rosa del ciel" (ma volendo anche i madrigali) mi danno una sensazione... diversa rispetto a ciò che ho ascoltato nella mia vita.
Come non quotarti!!!
Ecco... è un po' come se alla voce umana fosse data una rilevanza speciale, una sorta di autonomia, non saprei come altro dire.
Certo, è la voce che comanda gli affetti! La melodia e la voce! Oggi come oggi è l'arrangiamento a fornire "l'emozione", piega inaspettata che ha preso quel che in gergo è definita orchestrazione e che è una parte (fondamentale, ma non unica) del bagaglio di un compositore.
Al tempo non c'era vera e propria orchestrazione (se non, come ho scritto su blog, nel combattimento) pertanto gli affetti andavano pensati e mossi attraverso l'utilizzo di altre caratteristiche.
La mia percezione è che l'accompagnamento musicale degli strumenti - quando è presente - sia votato ad esaltarla.
Ed essendo pura seconda prattica tutto questo che tu hai ben delineato, è ancella e compagna fedele della parte testuale, senza la quale la musica non potrebbe essere stata nemmeno concepita.
E' proprio una visione ontologica della musica molto particolare, di quel periodo, che però ha fornito uno degli esempi di arte musicale più straordinaria che il mondo ricordi!
Ho trovato pure molto emozionanti le parti corali.
il contrappunto del primissimo seicento è allievo della durissima pratica cinquecentesca, ma libero dai suoi vincoli tradizionali per cambio radicale di visione. E' stato a mio avviso uno dei momenti musicali più felici, nonostante il fatto che se io ripenso all'intera storia della musica che ci viene narrata non trovo mai momenti di "sconforto".
Mi ha colpito poi il pezzo strumentale introduttivo, per intenderci qui
Notato che la toccata di Orfeo è diventata l'intro dell'eurovisione della rai :)
circa al 2.22 (prima che esca fuori "la musica"). Per qualche ragione, mi ricorda un po' (a livello di sensazioni uditive, sonorità percepite) ciò che ho ascoltato (per dire) di Vivaldi. Possibile?
nel mondo della mente e dei richiami mnemonici tutto è possibile. :)
Che poi ti ricordi un compositore successivo e armonicamente non del tutto dissimile può essere, ma credo ti inganni molto più semplicemente l'orchestrazione molto simile (occhio non uguale) utilizzata. :)

Ho appena scovato questo pezzo: fortuna desperata di Heinrich isaac. Jordi Savall alla conduzione. Quando partono le scale ascendenti dei violini che contrappuntano il canto fermo mi pare di volare. Certo, è da ascoltare originale e su impianto. Meglio dal vivo.

Non ti par una sospensione della vita? Come se possa esistere davvero qualcosa oltre l'atomo? Come se non esistesse il tempo nonostante sia il tempo che conceda tutta questa sospensione? Non ti pare un mistero? A me si e te lo dice uno che questo mistero lo comprende, anche se non a pieno, ma che sente che mistero rimane perché la musica non è solo scrittura e teoria tecnica. E non è neanche esecuzione. E comprensione. E non solo sovrastrutturazione emotiva. E più in alto ancora.
La matematica è inventata dall'uomo o l'uomo ha scoperto qualcosa che è sempre esistito?
La musica è inventata dall'uomo o l'uomo ha scoperto qualcosa che è sempre esistito?

:)
Raro concedit, numquam negat, semper distinguit
Avatar utente
Ani-sama
Kodama
Kodama
Messaggi: 1324
Iscritto il: lun giu 14, 2004 6:18 pm
Località: Antwerpen (België)

Re: La musica del Forum

Messaggio da Ani-sama »

ghila ha scritto:
Ho appena scovato questo pezzo: fortuna desperata di Heinrich isaac. Jordi Savall alla conduzione. Quando partono le scale ascendenti dei violini che contrappuntano il canto fermo mi pare di volare. Certo, è da ascoltare originale e su impianto. Meglio dal vivo.
Intorno al secondo minuto, poco dopo che parta una voce più acuta, c'è un passaggio che mi ha dato i brividi... pensa! :) Si tratta di istanti, eppure...

Buon Natale, comunque. :)
Haast en spoed is zelden goed.