Il povero Daniele

Non sapete dove postare? fatelo qui!

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Il povero Daniele

Messaggio da Shito » mar lug 06, 2010 9:58 pm

Però, trollate incrociate a parte, il passaggio sul tremendo restauro della Sistina -tremendamente palese in primi nella figura del profeta Daniele, che abraso dagli acidi ha perduto il chiaroscuro volumetrico- era da antologia, dai. :cry:

Anche il fatto che l'avessi introdotto con un ponte sulla Passione di Cristo era raffinato... :aureola: (<- smiley in caso di doppio senso)
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Penauts
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 200
Iscritto il: ven apr 03, 2009 12:47 am

Re: Il povero Daniele

Messaggio da Penauts » gio lug 08, 2010 2:07 pm

Però, trollate incrociate a parte, il passaggio sul tremendo restauro della Sistina -tremendamente palese in primi nella figura del profeta Daniele, che abraso dagli acidi ha perduto il chiaroscuro volumetrico- era da antologia, dai.
Dici davvero? Non è che è capitato a te come capita a me quando, abituato a costruire attorno a una cosa un mondo, me lo vedo crollare scoprendo poi che il presupposto sul quale si reggeva non era voluto dal creatore ma dal Tempo? La fuliggine e il fumo costruiscono bei chiaroscuri inventati, ma la potenza cromatica e volumetrica di Michelangelo così come l'ho conosciuta, e ho imparato ad amare, nel tondo Doni meglio corrisponde al dopo-restauro che al prima. Anche se io "prima" non l'ho mai vista dal vivo, il che si ricollega al mio discorso iniziale. (nota che sono restauro-scettico, non c'è nessuna vena polemica nella domanda, solo desiderio di conoscenza-condivisione)

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Il povero Daniele

Messaggio da Shito » gio lug 08, 2010 2:19 pm

Dico davverissimo.

Confrontare i panneggi di Daniele, per dirne uno, e tutto quello che io chiamo il 'terzo layer' volumetrico delle architetture (soprattutto) della sua figura nelle versioni pre e post 'glorioso resaturo' ha dell'imbarazzante e fa male al cuore.

NESSUNO negherebbe che ci fosse uno spesso strato di sedimento, e che rimuoverlo sarebbe stata cosa buona e giusta.

Altrettanto, NESSUNO che confrontasse 'con occhi non velati' due immagini come queste:

Immagine
(versione ad alta risoluzione QUI)

non si accorgerebbe della perdita di volumetria chiaroscurale sul panneggio, oltre alla cancellazione di un evidentemente autentico pentimento, e ancora alla scomparsa della nettissima ombreggiatura diagonale sotto lo scrittorio, e ancora infinite cose.

Semplicemente, MIchelangelo usava spandere un 'ultimo layer' (per chi ama Photoshop) a secco, e con esso non solo ritoccare e raffinare le ombreggiature, ma bilanciare il colore nelle sfumature diffuse.
Semplicemente, tutto questo è andato perso.

Semplicemente per sempre.

Ho ben presente tutte le fandonie sparse da Colalucci sul presunto modo di lavorare solo a buon fresco di Michelangelo, ma sono idiozie divulgate con un ben preciso intento.
Ho ben presente tutto il drama commerciale sui 'colori manieristi di Michelangelo' (tanto nella Paolina per far raffronto non può entrarci nessuno o quasi..), che entro un certo limite sono altre idiozie.
Soprattutto ho occhi per vedere quello che anche un infante, un illetterato e puranche un orango forse distinguerebbe, e io distinguo e comprendo. Tristemente.
Ultima modifica di Shito il dom gen 13, 2013 4:08 pm, modificato 1 volta in totale.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Penauts
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 200
Iscritto il: ven apr 03, 2009 12:47 am

Re: Il povero Daniele(2010).

Messaggio da Penauts » gio lug 08, 2010 2:25 pm

oh cristo è devastante......... non avevo mai avuto occasione di vedere il "prima" e il "dopo", e avrei preferito non vederlo. Praticamente non esistoo più i neri, ed è evidentissimo nella "falsa architettura" in basso a sinistra, dove le decorazioni a conchiglia scompaiono. E i panneggi! :scered:

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Il povero Daniele

Messaggio da Shito » gio lug 08, 2010 3:01 pm

Eh, io e la mia consorte ci perdiamo le notti di sonno. :(

La cosa davvero triste è che tutto è stato fatto con cognizione di quel che si devastava, coperta poi con bugie belle e buone.

Per cosa, poi?

Per creare un 'evento' che ri-commercializzasse abbastanza proprio ciò che ameremmo (o avremmo amato) considerare eterno.

E' molto, molto, molto triste. E un po' di più.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Betty
Sposina
Messaggi: 2237
Iscritto il: sab set 13, 2003 6:42 pm
Località: Bassano Del Grappa(VI)
Contatta:

Re: Il povero Daniele

Messaggio da Betty » gio lug 08, 2010 6:41 pm

uhmm..vale il principio di Heisenberg anche per i restauri: i colori possono essere ripristinati come (quasi) nell'originale ma non senza modifiche del disegno, anche se microscopiche (non è questo il caso purtroppo).
Insomma, o l'uno o l'altro ma non tutte e due insieme.

luca-san
Susuwatari
Susuwatari
Messaggi: 1072
Iscritto il: ven set 05, 2008 6:35 pm
Località: mantova-koganei
Contatta:

Re: Il povero Daniele

Messaggio da luca-san » gio lug 08, 2010 7:28 pm

ehm...che topic e'"il povero daniele" ???????
"Ponyo Ponyo Ponyo sakana no ko Aoi umi kara yatte kita..."

Avatar utente
Betty
Sposina
Messaggi: 2237
Iscritto il: sab set 13, 2003 6:42 pm
Località: Bassano Del Grappa(VI)
Contatta:

Re: Il povero Daniele

Messaggio da Betty » gio lug 08, 2010 7:35 pm

ti copincollo shito:
Shito ha scritto:Però, trollate incrociate a parte, il passaggio sul tremendo restauro della Sistina -tremendamente palese in primi nella figura del profeta Daniele, che abraso dagli acidi ha perduto il chiaroscuro volumetrico- era da antologia, dai. :cry:

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Il povero Daniele

Messaggio da Shito » gio lug 08, 2010 8:57 pm

Betty ha scritto:uhmm..vale il principio di Heisenberg anche per i restauri: i colori possono essere ripristinati come (quasi) nell'originale ma non senza modifiche del disegno, anche se microscopiche (non è questo il caso purtroppo).
Insomma, o l'uno o l'altro ma non tutte e due insieme.
La cosa terribile è che, fermo restando che un restauro fosse auspicabile, anche dire 'non abbiamo per ora sufficiente tecnologia' sarebbe stato dignitoso.

Nessuno può sapere cosa verrà sviluppato in futuro, e cosa avrebbe permesso di conservare in una più 'moderna' pulitura.

Tutti ora sappiamo, e i restauratori già sapevano, cosa stavano distruggendo per sempre in quella che è stata fatta.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Raghnar
Kodama
Kodama
Messaggi: 1286
Iscritto il: mer mag 03, 2006 8:12 pm
Località: In Viaggio
Contatta:

Re: Il povero Daniele

Messaggio da Raghnar » ven lug 09, 2010 3:12 am

Si ma cancellare un ombra non è questione di tecnologia, è idiozia al cubo! =_='
Somewhere, along the edge of the bell curve.
Ph.Me

atchoo
Sposino
Messaggi: 3967
Iscritto il: dom apr 13, 2003 1:22 pm

Re: Il povero Daniele

Messaggio da atchoo » ven lug 09, 2010 5:08 am

Avevo letto qualche cosa qualche anno fa e, sinceramente, mi stupii della superficialità dell'operazione: praticamente si decise che tutto l'ultimo 'layer' fosse da pulire a prescindere, senza effettivamente distinguere tra opera umana e sporcizia. L'acido non può capirlo, ma uno studio diligente dell'opera sì. Voglio dire, hanno cancellato pure gli occhi dipinti 'a secco'...
E ora l'unica tecnologia in grado di sistemare questo disastro è quella che ci consentirebbe di viaggiare nel tempo.

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: Il povero Daniele

Messaggio da Shito » ven lug 09, 2010 10:23 am

Infatti Colalucci ebbe a ribaidre più e più volte che 'no, Michelangelo lavorava solo a buon fresco!', per dire che tutto quel che aveva rimosso era *solo* sporcizia e frutto di restauri precedenti.

Peccato che poi le persone abbiano gli occhi per accorgersi del livello di presa in giro insita in simili dichiarazioni. :(
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Penauts
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 200
Iscritto il: ven apr 03, 2009 12:47 am

Re: Il povero Daniele

Messaggio da Penauts » ven lug 09, 2010 1:02 pm

Peccato che poi le persone abbiano gli occhi per accorgersi del livello di presa in giro insita in simili dichiarazioni.
Beate loro, perchè le sibille gli occhi non li hanno più...
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/c ... dafter.jpg

Niente "reversibilità" immagino, eh?
A Leonardo è andata persino peggio http://upload.wikimedia.org/wikipedia/c ... inci_5.jpg quello che ne resta è quasi una sinopia colorata...

Avatar utente
dolcemind
Susuwatari
Susuwatari
Messaggi: 1038
Iscritto il: gio ago 10, 2006 12:53 pm
Località: Roma, nei pressi.

Re: Il povero Daniele

Messaggio da dolcemind » ven lug 09, 2010 1:50 pm

E' una vicenda tristemente nota.
Così ebbe a dire JAMES BECK(vi consiglio il libro sull'arte violata)
23 maggio 1994
"Nel Rinascimento, dipingere voleva dire dare rilievo alle figure, ma questi restauri hanno annullato tale principio, come si può vedere confrontando le fotografie prima e dopo il restauro. E` venuto meno il senso della fisicalità della figura, tanto caro a Michelangelo."
"Ogni opera d'arte richiede lo sforzo di analisi e interpretazione. Gli interventi alla Cappella Sistina, che hanno eliminato le velature e i ripensamenti, oltre che la patina del tempo, hanno tolto lo sforzo di vedere, sembra Walt Disney, i contorni sono netti e definiti come in Andy Warhol. I restauratori hanno ridipinto anche sui pentimenti dell'artista. La figura del Cristo, al centro dell'affresco, e anche al centro di tutta l'arte italiana, è stata fortemente cambiata: sembra Matisse. E` tutto piatto, perchè sono intervenuti sul gioco luci - ombre che in Michelangelo è legato alla scultura, ma nel restauro è stato appiattito. E` pop art." Si infiamma soprattutto sul cosiddetto "colorismo" di Michelangelo, emerso proprio dal recente restauro della Sistina. Beck ritiene che questa sia la dimostrazione del cattivo intervento di restauro: "Michelangelo non è un colorista. Tintoretto diceva di voler usare i colori di Tiziano e il disegno di Michelangelo, non i colori di Michelangelo. Questa storia del Michelangelo colorista è una barzelletta. E` invece vero che questi colori emergono perchè hanno eliminato i veli voluti dall'artista stesso."

Esaminate anche la veste del "povero Daniele", c'è proprio un cambiamento delle linee oltre che del chiaroscuro e
della profondità.
Vi consiglio di andare a vedere a S.Pietro in Vincoli a Roma il Mosè di Michelengelo prima
che qualche geniale restauratore possa interpretare la volontà originaria dell'autore
e "RI"-scolpirla seduta in posizione frontale e simmetrica.

Penauts
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 200
Iscritto il: ven apr 03, 2009 12:47 am

Re: Il povero Daniele

Messaggio da Penauts » ven lug 09, 2010 2:26 pm

Giusto per non stigmatizzare il concetto di restauro nella sua interezza: ecco l'Annunciazione di Antonello da Messina "prima" e "dopo" (il prima è quella a sinistra NON quella a destra! :tongue: )

Immagine

Quando il tutto è affidato a persone assennate i risultati si vedono

Rispondi