Il povero Daniele

Non sapete dove postare? fatelo qui!

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
Julius
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 174
Iscritto il: gio apr 26, 2007 6:16 pm

Re: Il povero Daniele

Messaggio da Julius »

James Beck è morto, gli artisti come Andy Warhol che si opposero pure... la storia viene tristemente cambiata e venduta come buona da critici che, non avendo mai fatto nulla di proprio, sono talmente occupati nelle loro gabbie mentali per non accorgersi dell'evidenza su cose che amano, o forse semplicemente dicono di amare? :(
E per dire che il restauro è stato importante per una serie di motivi che non giustificano il rovinare l'opera "altrui", vengono pure pagati dallo Stato!
E' pericoloso far interagire la scienza con l'arte.

Avatar utente
Muska
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1702
Iscritto il: lun mag 17, 2004 10:16 pm
Località: La Città Eterna

Re: Il povero Daniele

Messaggio da Muska »

Ciao Julius, mi fa piacere rileggerti qui. :)

Capisco, credo, il tuo sentire, e da tempo rimugino, con i soliti dubbi, ma anche oramai con qualche tragica certezza, sulla problematica in oggetto.
E sono preoccupato soprattutto, ora, per il futuro dello stato degli affreschi, perfino al di là dell'eventuale irreparabile danno subito.
E' vero, può essere pericolosa quell'interazione, e spesso lo è non solo con l'arte, ma anche con la vita, lo dico serenamente senza dimenticare i tanti risultati positivi che in molti casi invece è positivo registrare.
Just my 5 cents.
"Pur sprovvisto di soldati, e solo, combatteva il mondo e i suoi vizi in questo luogo". (Yasushi Inoue).

Avatar utente
Raghnar
Kodama
Kodama
Messaggi: 1286
Iscritto il: mer mag 03, 2006 8:12 pm
Località: In Viaggio

Re: Il povero Daniele

Messaggio da Raghnar »

Non credo sia minimamente colpa della scienza se qualcuno cancella le ombre o rovina i chiaroscuri.
Anzi, la scienza fornisce degli strumenti in modo tale che sia misurabile oggettivamente quanto si sta ledendo l'opera generale senza affidarsi unicamente all'occhio, per quanto esperto, di un restauratore che invece può non accorgersi di ombre o non apprezzare determinati chiaroscuri.

Poi c'è chi ne abusa, poi c'è che se ne fa schermo per coprire le vaccate fatte, ma sinceramente non credo siano problemi della scienza e tali individui vanno catalogati alla voce "imbecilli" non scienziati.
Somewhere, along the edge of the bell curve.
Ph.Me

Avatar utente
ghila
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1745
Iscritto il: lun gen 24, 2005 11:37 am
Località: Bergamo

Re: Il povero Daniele

Messaggio da ghila »

Incredibile e deprecabile. All'ennesima potenza.
Sembra davvero che uno abbia usato photoshop senza avere il minimo pudore e la benché minima consapevolezza! Tutti a sparare di saturazione e contrasti, con il risultato di appiattire l'immagine, in una gara dove chi perde è sempre il grigio medio. Davvero, sembra uno scherzo da quanto praticamente è stato rovinato.
Ma non si accorgevano di cosa combinavano man mano che il lavoro procedeva?

:(
Raro concedit, numquam negat, semper distinguit

Avatar utente
Julius
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 174
Iscritto il: gio apr 26, 2007 6:16 pm

Re: Il povero Daniele

Messaggio da Julius »

Sì, certo che se ne accorgevano. Ovvero i nostri grandi restauratori (i migliore del mondo! :roll: ) sono stati più volte richiamati da freschi americani appassionati d'arte italiana. Il loro sforzo è stato inutile. Ora questo restauro viene tramandato come una cosa positiva. Chi conosceva e aveva studiato un'altra volta sistina viene semplicemente incolpato di non conoscere la storia dell'arte.
Imho: forse se si restaura un'opera questa diventa un'altra opera e il restauro si pratica nascondendosi dietro all'inganno scientifico (ossenò non si avrebbe il coraggio). Non che questo 'inganno' sia sempre negativo, però anche sì.

atchoo
Sposino
Messaggi: 3967
Iscritto il: dom apr 13, 2003 1:22 pm

Re: Il povero Daniele

Messaggio da atchoo »

Julius ha scritto:Ora questo restauro viene tramandato come una cosa positiva.
Insomma... Di voci contro ce ne sono parecchie e credo che verranno tramandate anche queste, no?
Le prove fotografiche sono digitali, non dovranno mai essere restaurate. E mostreranno per sempre cosa è stato fatto.

Avatar utente
Julius
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 174
Iscritto il: gio apr 26, 2007 6:16 pm

Re: Il povero Daniele

Messaggio da Julius »

Ce n'erano parecchie e non credo che si abbia l'interesse di tramandarle. Sicuramente rimaranno le foto, però se alla gente si vende il contrario di quello che è, la situazione è schizofrenica.

atchoo
Sposino
Messaggi: 3967
Iscritto il: dom apr 13, 2003 1:22 pm

Re: Il povero Daniele

Messaggio da atchoo »

Hai poca considerazione della capacità critica della "gente"... E purtroppo non posso darti torto.

Avatar utente
dolcemind
Susuwatari
Susuwatari
Messaggi: 1039
Iscritto il: gio ago 10, 2006 12:53 pm
Località: Roma, nei pressi.

Re: Il povero Daniele

Messaggio da dolcemind »

E' stato davvero un peccato o meglio un sacrilegio.
Non so quanto di più bello ci sia stato dell'opera dell'intelletto umano.
Qui una rappresentazione 3D di cosa è adesso la cappella:
http://www.vatican.va/various/cappelle/ ... index.html

Diffido sempre di chi ha pochi dubbi, il cuor leggero.
Per me valgono le parole di Bertolt Brecht: "sia lode al dubbio!", che non vuol dire
sia lode all'indecisione.

Avatar utente
Raghnar
Kodama
Kodama
Messaggi: 1286
Iscritto il: mer mag 03, 2006 8:12 pm
Località: In Viaggio

Re: Il povero Daniele

Messaggio da Raghnar »

Julius ha scritto:Imho: forse se si restaura un'opera questa diventa un'altra opera
Non credo, se si evitano scempi. Un'opera non dura per sempre, ed il tempo lascia il suo segno e la sua patina. Anche un'opera incupita nei secoli è "un'altra opera" se la mettiamo così e riuscire a rimuovere questo viraggio secolare, con criterio, può restituire la veridicità dell'opera originale.
Julius ha scritto:e il restauro si pratica nascondendosi dietro all'inganno scientifico (ossenò non si avrebbe il coraggio).
Inganno per quale motivo?
Somewhere, along the edge of the bell curve.
Ph.Me

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Il povero Daniele

Messaggio da Shito »

Rag, se la scienza per sua natura (o meglio, per tipica e tipilogica natura di chi la pratica) non tendesse all'inebriata autolegittimazione di sé, forse non dovremmo vivere con la paura di un conflitto atomico, sai?
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Raghnar
Kodama
Kodama
Messaggi: 1286
Iscritto il: mer mag 03, 2006 8:12 pm
Località: In Viaggio

Re: Il povero Daniele

Messaggio da Raghnar »

Shito ha scritto:Rag, se la scienza per sua natura (o meglio, per tipica e tipilogica natura di chi la pratica) non tendesse all'inebriata autolegittimazione di sé, forse non dovremmo vivere con la paura di un conflitto atomico, sai?
Ci sono diverse argomentazioni in un thread di 6 pagine che smentiscono tale affermazione ed in cui è possibile discutere di questo ed altro. Non vedo cosa c'entrino conflitti atomici con lo stupro di un affresco.
Somewhere, along the edge of the bell curve.
Ph.Me

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Il povero Daniele

Messaggio da Shito »

Se rileggi anche solo quelle due righe, capirai che in entrambi i casi è il caso della scienza che autolegittima l'uso del sé, in quella credenza fideistica dissimulata che la scienza stessa finisce sempre per essere.

"Just for I can, should I...?"

La risposta, a casa mia, è sempre NO.

Ci sono interessantissimi (e soprattutto intensissimi) articoli che riconducono quello che è accaduto alla Sistina proprio alla compiaciuta convinzione scienfica che 'si potesse, e quindi si dovesse, farlo, poiché si era in grado di farlo". Del resto, sappiamo che Fermi ebbe a dire "so che non dovrei, ma è un così bello esperimento!".

Ora è più chiaro?
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Raghnar
Kodama
Kodama
Messaggi: 1286
Iscritto il: mer mag 03, 2006 8:12 pm
Località: In Viaggio

Re: Il povero Daniele

Messaggio da Raghnar »

Dove sta la Scienza quando si cancella un ombra od una Greca?
Solo nella visione paranoide di qualcuno che deve prendere ogni pretesto per dar contro ad una forma di conoscenza che ha degli scopi, vincoli e ruoli ben precisi tirandola in ballo al di fuori di tali scopi, vincoli e ruoli e additandola di chissàquali nefandezze.

La scienza può aiutare, con misure di varia natura, a determinare quanta di quella patina del tempo si sia depositata sui mirabili affreschi.
Il restauratore può sfruttare questa conoscenza come strumento, a pari del pennello e del libro di storia dell'Arte, per comprendere e restaurare l'opera.
Il cretino può fottersene di entrambi ed usare il pennello come un rullo da imbianchino per cancellare un motivo su un'arcata.

La scienza è uno strumento, il restauro è un'opera, il restauratore una persona.
Accuseresti il martello che ha compiuto lo scempio sulla Pietà?
Chiaro così?

Per poi parlare di Fermi ed altre questioni, c'è l'altro thread.
Somewhere, along the edge of the bell curve.
Ph.Me

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Il povero Daniele

Messaggio da Shito »

Raghnar ha scritto:Accuseresti il martello che ha compiuto lo scempio sulla Pietà?
Sì.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)