La biblioteca Ghibliana...

Non sapete dove postare? fatelo qui!

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
sauron1317
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 333
Iscritto il: gio nov 24, 2005 7:20 pm
Località: Cinisello Balsamo (MI)

Messaggio da sauron1317 »

Per fortuna nessuno che ha nominato il Codice da Vinci, altrimenti ricorrevo al suicidio. :lol:

* Consiglio di lettura.

* Domanda:

Qualcuno che invece mi consiglia qualche lettura cult e affermatissima del cyberpunk?
Avatar utente
ghila
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1745
Iscritto il: lun gen 24, 2005 11:37 am
Località: Bergamo

Messaggio da ghila »

sauron1317 ha scritto:Per fortuna nessuno che ha nominato il Codice da Vinci
Welcome to Studio Ghibli Fans Club's forum :wink:
Raro concedit, numquam negat, semper distinguit
Avatar utente
Yume
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 213
Iscritto il: gio set 09, 2004 9:18 am
Località: Calisto

Messaggio da Yume »

Esaggggerati!!
Certo che il Codice da Vinci non è un libro che consiglierei né che mi sarei mai sognata di comprare (me l'hanno prestato) ma non mi vergogno mica a dire che l'ho letto... anzi l'ho trovato pure divertente....

Consiglio invece, restando più o meno nel "genere" ma con ben altro spessore, Il Pendolo di Foucault
Life is what happens to you while you're busy making other plans
Avatar utente
ghila
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1745
Iscritto il: lun gen 24, 2005 11:37 am
Località: Bergamo

Messaggio da ghila »

Yume ha scritto:Esaggggerati!!
Detto poi da me, un Harrypotteriano di scarsa cultura, è il massimo....

:P
Raro concedit, numquam negat, semper distinguit
Avatar utente
Flegias
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 277
Iscritto il: dom set 25, 2005 7:40 pm
Località: Roma

Messaggio da Flegias »

sauron1317 ha scritto:Qualcuno che invece mi consiglia qualche lettura cult e affermatissima del cyberpunk?
Mi rendo conto di dire sicuramente un' ovvietà, ma se non l' hai già letto procurati il "Neuromante" di William Gibson, vero capostipite del cyberpunk, e in genere tutti i romanzi del suddetto autore usciti fino a oggi.
Avatar utente
sauron1317
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 333
Iscritto il: gio nov 24, 2005 7:20 pm
Località: Cinisello Balsamo (MI)

Messaggio da sauron1317 »

Ho appena letteralmente cestinato un libro!

Si tratta di "Tokyo Blues" di Haruki Murakami.

La mia pazienza è arrivata fino a pagina 167/350. Poi sono un essere umano annch'io e credo di meritarmi di meglio.

Allora. O quell'uomo non sa scrivere o c'è da mettere al rogo il traduttore bislacco. Il suo periodare è sì scorrevole, ma oltremodo paratattico. Inoltre con totale assenza di phatos, sembra di leggere un articolo di cronaca.

Anche quando racconta gli episodi sessuali, che squallore: "Il mio membro vigoroso cercava la sua vagina bagnata." e robe simili.

Passiamo agli argomenti.
Spoiler:
Kizuki è amico di Watanabe, la ragazza di Kizuki è Naoko. Si frequentano e fanno amicizia. Kizuki si suicida, per alcuni anni Naoko e Watanabe non si frequentano più. Viene il tempo dell'università, e entrambi la frequentano a Tokyo. Si incontrano casualmente in metropolitana.
E qui, nel descrivere le loro passeggiate si trovano pagine leggibili.
Poi trombano, diavolo, e la narrazione cade all'impicchiata, immediatamente dopo. (Potevate aspettare la fine del libro?)
Insomma, lei ha problemi psicologici e si ritira in una casa di cura sui monti. Lui frequenta l'università e vive varie avventure.
Un giorno, dopo mesi, lui riceve una lettera da Naoko che lo invita a venirla a trovare a quell'eremo. Lì lui conosce una donna matura, Reiko, che gli racconta tutta la sua storia.
I due poco alla volta sembrano riacquistare confidenza.
Poi mi sono fermato.

L'idea non è male, anzi è parecchio valida.
Sarebbe l'idea del ricordo della giovinezza che sfuma in mito (come trovo sul retro del libro). Sarebbe il raccontare la ricerca dell'identità dell'adolescenza. Raccontare la ricerca di sè ricordando. Tema tanto complesso, quanto dignitoso, quanto profondo.

Peccato che il libro intero si rifiuta costantementa di far trasparire ogni cenno vero e genuino di emotività dei personaggi. Sembra quasi una fiction pornografica, negli intrighi di lussuria. Davvero il libro conferisce superficialità al tema che si propone di affrontare, fallendo oltremodo nella propria missione.

Poi lasciamo perdere la penosa tecnica narrativa.
Avenimento. Ripresa. Dialogo.
I primi due punti descriti a modi cronata. Il terzo, quando i personaggi cercano di sondare loro stessi riportano solo i fatti del passato, facendo cadere inevitabilmente il lettore nella noia.

Ora io mi chiedo. Come cavolo ha fatto una porcata immonda del genere a vendere "nel giro di un anno un milione di copie" ?

E vi chiedo.

Questo scrittore, che è il signor Haruki Murakami, si rivoluziona degli altri libri oppure anche quelli sono delle complete follie editoriali?
Rivoluziona almeno tutti i punti che ho elencato o anche tutte le altre pubblicazioni sono dei fallimenti?


@Flegias: grazie del consiglio.
Avatar utente
Muska
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1702
Iscritto il: lun mag 17, 2004 10:16 pm
Località: La Città Eterna

Messaggio da Muska »

sauron1317 ha scritto:Ho appena letteralmente cestinato un libro!
Si tratta di "Tokyo Blues" di Haruki Murakami.
Sauron, l'autore era stato segnalato proprio qui come molto sopravvalutato.
Dunque se hai voluto tentare l'hai fatto a tuo rischio e pericolo, non puoi lamentartene troppo in questa sede... :D

Prova, se vuoi, a leggere un'opera di Murakami Ryu, piuttosto. :wink:
"Pur sprovvisto di soldati, e solo, combatteva il mondo e i suoi vizi in questo luogo". (Yasushi Inoue).
Avatar utente
spaced jazz
Susuwatari
Susuwatari
Messaggi: 1120
Iscritto il: mer lug 30, 2003 9:47 pm
Località: Café Alpha

Messaggio da spaced jazz »

Muska ha scritto:
sauron1317 ha scritto:Ho appena letteralmente cestinato un libro!
Si tratta di "Tokyo Blues" di Haruki Murakami.
Sauron, l'autore era stato segnalato proprio qui come molto sopravvalutato.
Ma, tanto per la cronaca, anche segnalato dal sottoscritto come eccellente scrittore, anzi sicuramente fra i miei preferiti :wink:
Immagine
Avatar utente
Markl
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 496
Iscritto il: sab mar 04, 2006 2:41 pm
Località: Mantova

Messaggio da Markl »

Sauron1317 ha scritto:Anche quando racconta gli episodi sessuali, che squallore
Evidentemente non hai mai letto nessun libro di Pier Vittorio Tondelli... :roll: .. altre sponde nè...
Avatar utente
kamui
Membro
Membro
Messaggi: 89
Iscritto il: mar gen 31, 2006 2:37 pm
Località: Tokyo

Messaggio da kamui »

spaced jazz ha scritto:
Muska ha scritto:
sauron1317 ha scritto:Ho appena letteralmente cestinato un libro!
Si tratta di "Tokyo Blues" di Haruki Murakami.
Sauron, l'autore era stato segnalato proprio qui come molto sopravvalutato.
Ma, tanto per la cronaca, anche segnalato dal sottoscritto come eccellente scrittore, anzi sicuramente fra i miei preferiti :wink:
idem con patate... :D
"Il falso e il meraviglioso sono più umani dell'uomo reale" (Paul Valery)
Avatar utente
sauron1317
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 333
Iscritto il: gio nov 24, 2005 7:20 pm
Località: Cinisello Balsamo (MI)

Messaggio da sauron1317 »

Supponiamo che volessi dare un'altra possibilità ad Haruky Murakami, prima di impalarlo definitivamente su roghi di sterco. :twisted:

Quale altro libro suo mi consigliereste (motivando la scelta)? :roll:
Avatar utente
ghila
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1745
Iscritto il: lun gen 24, 2005 11:37 am
Località: Bergamo

Messaggio da ghila »

In questo periodo ho cominciato invece "Gomorra" di Roberto Saviano.

Spinto da una splendida intervista in quel di Radio3 di Marino Sinibaldi al giovane autore (anno di leva 1979!), da due ottimi articoli apparsi nel blog di Loredana Lipperini, e conoscendo Roberto come uno degli autori sul blog di "nazione indiana", ho subito acquistato il libro e ora lo sto divorando.

Il libro ha una scrittura fresca, una struttura solida ma inusuale; non è giornalismo nonostante sia un'inchiesta sulla Camorra; non è romanzo nonstante sia scritto da un Io narrante in puro stile narrativo; non è un saggio anche se riporta sentenze e intercettazioni; non è un poliziesco nonostante l'impianto dell'intreccio sia molto simile al genere...

Insomma, io mi sento assolutamente di consigliarlo!
Raro concedit, numquam negat, semper distinguit
Avatar utente
Yume
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 213
Iscritto il: gio set 09, 2004 9:18 am
Località: Calisto

Messaggio da Yume »

Io adoro le follie editoriali e Murakami Haruki è una di queste.

Riprova con Dance Dance Dance.
Life is what happens to you while you're busy making other plans
Avatar utente
kamui
Membro
Membro
Messaggi: 89
Iscritto il: mar gen 31, 2006 2:37 pm
Località: Tokyo

Messaggio da kamui »

sauron1317 ha scritto:Supponiamo che volessi dare un'altra possibilità ad Haruky Murakami, prima di impalarlo definitivamente su roghi di sterco. :twisted:

Quale altro libro suo mi consigliereste (motivando la scelta)? :roll:
se non ti è piaciuto Tokyo blues addirittura da doverne interrompere la lettura non mi sento di consigliarti altri suoi libri. Essendo una delle sue opere più rappresentative potresti trovarti davanti l'ennesima fiction pornografica condita da una penosa tecnica narrativa...
"Il falso e il meraviglioso sono più umani dell'uomo reale" (Paul Valery)
Avatar utente
Muska
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1702
Iscritto il: lun mag 17, 2004 10:16 pm
Località: La Città Eterna

Messaggio da Muska »

spaced jazz ha scritto: Ma, tanto per la cronaca, anche segnalato dal sottoscritto come eccellente scrittore, anzi sicuramente fra i miei preferiti :wink:
Già, vero...
Infatti, Spaced, amiamo le tue recensioni musicali, ma neanche tu sei perfetto.
:D
"Pur sprovvisto di soldati, e solo, combatteva il mondo e i suoi vizi in questo luogo". (Yasushi Inoue).