La biblioteca Ghibliana...

Non sapete dove postare? fatelo qui!

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
Palla di fuliggine
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 222
Iscritto il: lun mar 30, 2009 10:39 am
Località: Pistoia

Re: La biblioteca Ghibliana...

Messaggio da Palla di fuliggine » mar dic 23, 2014 9:15 am

Shito ha scritto:E dimmi se finalmente la frase è correttamente tradotta con:

"Ci guadagno, disse il volpino, a causa del colore del grano".

Ogni altra traduzione sarebbe errata.
Perché "volpino"? In originale la frase è "J'y gagne, dit le renard, à cause de la couleur du blé."

Nel testo mi pare che non sia mai chiamato "le petit renard", quindi direi che volpe è corretto.
Assolutamente d'accordo con te che il titolo del libro dovrebbe essere "Il principino", visto che in italiano esistono i diminuitivi.

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: La biblioteca Ghibliana...

Messaggio da Shito » mar dic 23, 2014 7:23 pm

Perché è un fennec, che in francese si chiama "le renard du desert".

Perché in francese 'renard' è maschile. Il fatto che in italiano sia femminile (LA volpe) sbilancia tutto. Il rapporto di amicizia (addomesticamento) che il Principino ha col fennec è un rapporto di amicizia tra amici dello stesso sesso, a cui si appone quel rapporto esclusivo di amore per la sua Rosa (femminile), per la cui responsabilità a posteriori il principino si suiciderà.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Palla di fuliggine
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 222
Iscritto il: lun mar 30, 2009 10:39 am
Località: Pistoia

Re: La biblioteca Ghibliana...

Messaggio da Palla di fuliggine » mar dic 23, 2014 8:53 pm

Giusta osservazione, quindi ritieni più giusto inserire una connotazione diminuitiva pur di salvaguardare il "sesso", per così dire?
Ampiamente condivisibile. Ho letto il testo non so più quante volte (in francese) e non mi ero mai posto il problema! :D E' proprio vero che "l'essenziale è invisibile agli occhi"!

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: La biblioteca Ghibliana...

Messaggio da Shito » mar dic 23, 2014 9:36 pm

E' anche per il fatto che mentre in francese "le renard" e "le renard du desert" sono lo stesso nome, di cui uno poi specificato, quindi tutto sommato è obv (sono in un deserto, incontra un renard, sarà ben un renard du desert, no?), in italiano "volpe" e "fennec" vengono percepiti come razze diverse, distanti.

E i fennec sono dei volpini, in effetti. Per l'esattezza, il più piccolo canide esistente sulla Terra. Difficile da addomesticarsi, estremamente fedele (tra i mammiferi più monogami del pianeta, davvero).

Saprai che il buon Antoine, a seguito delle esperienze che lo portarono alla stesura de Il Principino, fu un appassionato di fennec per la vita.

Vallo a dire a Teto. ^^

E a tal proposito...
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Shun
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 263
Iscritto il: mer mag 14, 2014 9:27 pm

Re: La biblioteca Ghibliana...

Messaggio da Shun » sab dic 27, 2014 8:28 pm

Dato che in questi giorni sono passato in libreria, per curiosità ho anche controllato la nuova traduzione del Petit Prince.
"Bien sur" è tradotto tutte e tre le volte con "Certo", mentre per quanto riguarda la frase "J'y gagne, dit le renard, à cause de la couleur du blé" la nuova traduzione è " 'Ci guadagno', disse la volpe, 'per via del colore del grano' ".

ps: poiché nel 2015 usciranno nuove versioni del libro (http://www.illibraio.it/scadono-diritti ... ie-162964/), non ho comprato questa nuova edizione... vedremo l'anno prossimo!

@Shito: per puro caso ho letto qui sotto che oggi è il tuo compleanno, quindi approfitto del commento per farti gli auguri! :)

KwErEnS
Membro
Membro
Messaggi: 146
Iscritto il: ven set 11, 2009 10:03 pm

Re: La biblioteca Ghibliana...

Messaggio da KwErEnS » ven gen 02, 2015 12:17 pm

Grazie, Twistor, Shito e Palla di fuliggine. Non sapevo che fossero scaduti i diritti di pubblicazione. :o
Ho visto in tv che è già disponibile in edicola l'edizione Fabbri-Giunti a 3,90 euro.

KwErEnS
Membro
Membro
Messaggi: 146
Iscritto il: ven set 11, 2009 10:03 pm

Re: La biblioteca Ghibliana...

Messaggio da KwErEnS » mer gen 14, 2015 2:35 pm

Ieri sono riuscito a fare un salto in libreria e ho confrontato un po' di edizioni de "Il piccolo principe" riguardo i seguenti punti:
"Renard"
"Bien sur", "Bien sur", "Bien sur"
"J'y gagne… à cause de la couleur du blé"

Riporto di seguito le traduzioni che ho trovato, sperando di non commettere errori di trascrizione.
EDIT: tutti ricontrollati e confermati l'8 feb 2015.

Mondadori Meridiani - L. Carra
"La volpe"
"Esattamente", "Certo", "Certo"
"Il mio guadagno è il colore del grano"

Mondadori Oscar Junior - L. Candiani
"La volpe"
"Certo", "Certo", "Certo"
"Il mio guadagno è il colore del grano"

Barney - R. Piumini
"La volpe"
"Proprio così", "In effetti", "Sicuro"
"No, ci guadagno per il colore del grano"

Fanucci - C. McGilvray
"La volpe"
"Certo", "Certo", "Certo"
"Invece sì perché ora amo il colore del grano"

Giunti - A. Colasanti
"La volpe"
"Certo", "Certo", "Certo"
"Invece sì perché ora amo il colore del grano"

Newton Compton - E. Trevi
"La volpe"
"Certo", "Certo", "Certo"
"Ci guadagno grazie al colore del grano"

Mondadori Oscar Bestsellers - L. Carra
"La volpe"
"Certo", "Certo", "Certo"
"Ci guadagno il colore del grano"

Gribaudo - Y. Melaouah
"La volpe"
"Certo", "Certo", "Certo"
"Ci guadagno a causa del colore del grano"

Il battello a Vapore - T. Buongiorno
"La volpe"
"Proprio così", "Lo so", "Lo so"
"Ci guadagno il colore del grano"

Edit: inseriti gli ultimi tre l'8 feb 2015.


Sellerio editore Palermo - M. Di Leo
"Ci guadagno sul colore del grano"

Edit: inserito l'ultimo il 27 gen 2016.
Ultima modifica di KwErEnS il mer gen 27, 2016 10:21 am, modificato 3 volte in totale.

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: La biblioteca Ghibliana...

Messaggio da Shito » mer gen 14, 2015 3:02 pm

Stai cercando di spingermi a produrre la mia traduzione quanto prima, dillo.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Shun
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 263
Iscritto il: mer mag 14, 2014 9:27 pm

Re: La biblioteca Ghibliana...

Messaggio da Shun » mer gen 14, 2015 8:30 pm

Grazie KwErEnS per aver riportato tutti questi riferimenti!
Sono stupito di come ci si permetta di cambiare in modo random le frasi! Mi chiedo da dove abbiano tirato fuori il termine "amo", Giunti e Fanucci...

ps. volevo segnalare che oltre al petit prince, si stanno stampando nuove versioni di altri lavori di Antoine De Saint Exupéry, come "Terra degli uomini", "Volo di notte", "L'aviatore" etc. cito la notizia:
http://www.booksblog.it/post/121282/il- ... el-romanzo

Vengono citate le editrici Barney, NewtonCompton e Mondadori (L.Carra)... chiaramente dopo aver letto quanto riportato da KwErEnS sono un po' titubante su quale versione prendere, e così a occhio direi che NewtonCompton potrebbe essere quella un po' più fedele (o un po' meno fantasiosa)...

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: La biblioteca Ghibliana...

Messaggio da Shito » mer gen 14, 2015 9:36 pm

Semplicemente l'Italia ha una pessima, pessima tradizione culturale di "traduzione".

Di mio, pensavo dapprima fosse una cosa dei "cartoni animati", perché in fondo sono "solo cartoni animati".

Poi scoprii che anche i prodotti live-action, seriali o cinematografici, vengono trattati allo stesso modo quando non peggio.

E allora pensai fosse una cosa dell'audiovisivo, perché non è mica letteratura!

Poi scoprii che anche con la letteratura era lo stesso. Da sempre.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Shun
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 263
Iscritto il: mer mag 14, 2014 9:27 pm

Re: La biblioteca Ghibliana...

Messaggio da Shun » mer gen 14, 2015 10:30 pm

Uff... chissà che storie ho letto finora...
Ammetto che io penso sempre alla buona fede di chi lavora, e quindi non avevo mai pensato che ci potessero essere degli scempi; certo qualche cambiamento intraducibile sì, ma delle invenzioni no... e invece...
Ora nel caso in questione la frase del grano da come l'ho sempre intesa (anche se la traduzione bompiani era "ci guadagno il colore del grano") è che la volpe ci guadagna il ricordo che la visione del grano dorato gli farebbe scaturire nell'animo, e quindi il guadagno è ricordo--->emozione legata ad esso; se la precedente edizione bompiani non è sbagliata, questo viene in effetti detto qualche pagina prima dalla volpe stessa, e quindi nel momento dell'addio lo sottolinea. Ma scrivere una fandonia come "ci guadagno l'amore per il grano", o "ci guadagno il colore del grano" al posto del corretto "ci guadagno per via/a causa del colore del grano" potrebbe far intendere che la volpe ci guadagni il "colore del grano" (?)...

Boh, non so che dire, mi viene in mente Mononoke Hime e quella traduzione "sei..." al posto di "vivi"... perché bisogna cambiare una cosa così semplice?!

Per dire, nel caso delle critiche al lavoro di Shito, posso capire il non apprezzamento soggettivo per certe frasi (anch'io ti avevo criticato questo) che non sono "addomesticate" nella sintassi SVO, ma almeno tutte le parole originali sono giustamente riportate e tutti i corretti significati di frasi e dialoghi si manifestano.

Bah... qui intanto avevo trovato questo video, in cui il traduttore L.Carra (Mondadori) parla del lavoro sulla nuova traduzione del PetitPrince:
https://www.youtube.com/watch?v=X0bY-Z3d_7w

Sono sgomento, mi sembra un giro di parole che però perde il senso pratico delle cose. Niente di mistico, niente timore reverenziale, il libro è chiaro, limpido, non c'è da inventarsi nulla...! Le metafore, se la traduzione è corretta e non inventa, vengono fuori da se stesse...

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: La biblioteca Ghibliana...

Messaggio da Shito » mer gen 14, 2015 11:19 pm

Twistor ha scritto:Uff... chissà che storie ho letto finora...
Ammetto che io penso sempre alla buona fede di chi lavora, e quindi non avevo mai pensato che ci potessero essere degli scempi; certo qualche cambiamento intraducibile sì, ma delle invenzioni no... e invece...
Ora nel caso in questione la frase del grano da come l'ho sempre intesa (anche se la traduzione bompiani era "ci guadagno il colore del grano") è che la volpe ci guadagna il ricordo che la visione del grano dorato gli farebbe scaturire nell'animo, e quindi il guadagno è ricordo--->emozione legata ad esso; se la precedente edizione bompiani non è sbagliata, questo viene in effetti detto qualche pagina prima dalla volpe stessa, e quindi nel momento dell'addio lo sottolinea.
Però la tua buona comprensione ha corretto una cattiva traduzione.

"Ci guadagno il colore del grano" -> il colore del grano è il complemento oggetto, è quello che la volpe "guadagna" esso stesso.

Ma come tu spieghi, non è così. La volpe non guadagna il colore del grano. Non è che prima non lo conoscesse. Solo, ora quel colore per la volpe ha una nuova significanza, un nuovo valore emotivo. Ed è quello ciò che la volpe ci guadagna.

Infatti:

"Ci guadagno A CAUSA del colore del grano" (che ora mi darà emozioni che prima non mi dava <- come poco dopo sarà chiaramente illustrato).
Ultima modifica di Shito il gio gen 15, 2015 4:22 pm, modificato 1 volta in totale.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Shun
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 263
Iscritto il: mer mag 14, 2014 9:27 pm

Re: La biblioteca Ghibliana...

Messaggio da Shun » gio gen 15, 2015 3:14 pm

Shito ha scritto:Però la tua buona comprensione ha corretto una cattiva traduzione.
Eh, in quel caso sono stato fortunato e l'intuito ha centrato il punto, però chissà quante cose mi sono perso e ci siamo persi in generale su altri libri/film/altro (per chi non ha poi confrontato con gli originali)... che poi soprattutto per libri e manga, ci si può avvalere della nota a piè di pagina, che può integrare una traduzione un po' complicata... :?

KwErEnS
Membro
Membro
Messaggi: 146
Iscritto il: ven set 11, 2009 10:03 pm

Re: La biblioteca Ghibliana...

Messaggio da KwErEnS » gio gen 15, 2015 5:39 pm

Come dicevo, spero di non aver commesso errori di trascrizione. Nella libreria Feltrinelli dove sono stato c'era un espositore interamente riservato a 'Il piccolo principe', quindi il confronto tra le diverse versioni è agevole per chi volesse ripeterlo. Le frasi che ho citato si trovano nel capitolo XXI, più o meno vicino al disegno della volpe.
Penso che ciò sia un buono stimolo a iniziare a studiare un po' di francese. (Non ne so nulla, sopra ho scritto "Bien sur" al posto di "Bien sûr").
Nella mia ignoranza mi azzarderei a tradurre "le renard" (s.m.) con "il fennec" perché s.m. presente nei principali vocabolari di italiano, a meno che "zool." non sia da intendersi come una limitazione d'uso.

Come libretto, intendo come forma (non mi esprimo sul contenuto), quello della Newton Compton mi sembra il più bello.

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard
Contatta:

Re: La biblioteca Ghibliana...

Messaggio da Shito » gio gen 15, 2015 7:12 pm

KwErEnS ha scritto:Nella mia ignoranza mi azzarderei a tradurre "le renard" (s.m.) con "il fennec" perché s.m. presente nei principali vocabolari di italiano, a meno che "zool." non sia da intendersi come una limitazione d'uso.
Sarà probabilmente la mia stessa scelta. ^^
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Rispondi