BATMAN BEGINS - BAT-NINJA!

Film, al cinema o a casa

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
naushika
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 1116
Iscritto il: ven lug 02, 2004 5:59 pm
Località: roma

Messaggio da naushika »

non stavo scherzando.

volevo solo dire Clint Eastwood tutto qui.
Immagine
Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Messaggio da Shito »

D84 ha scritto:Ma certo che era Clean, Shito. Non era ovvio? Naushika stava solo scherzando, sicuramente.
Boh, pensando che la serie è passata dal tritacarne del giapponese, quel 'kliin' poteva corrispondere a una vera e propria panoplia di scritture. :-)
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)
D84
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 707
Iscritto il: sab ago 28, 2004 5:49 pm

Messaggio da D84 »

[quote="naushika"]
Ultima modifica di D84 il lun mar 15, 2010 10:41 pm, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Messaggio da Shito »

Tornando alla bat-bomba, resta il fatto che questa bat-pellicola è una vera bat-idiozia...

Gosh!
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)
Avatar utente
Heimdall
Tanuki
Messaggi: 3448
Iscritto il: sab apr 26, 2003 12:39 pm
Località: Rescaldina (Mi)

Messaggio da Heimdall »

Shito ha scritto:Tornando alla bat-bomba, resta il fatto che questa bat-pellicola è una vera bat-idiozia...
Avendo:
a) un mezzo pomeriggio libero;
b) voglia di infilarmi in un qualsiasi posto con l’aria condizionata;
c) una tessera con riduzione;
mi è capitato di sorbirmi due ore di bat – ninja [gli altri film che davano al multisala vicino a casa mia erano persino peggio].

La critica tambureggiava al suono di “il rancio è ottimo e abbondante” (che s’inventano per rifilarti prodotti sempre più scadenti facendoti anche credere di darti chissaché). Si millantavano debiti di questo film con “Year one” di Frank Miller, che – anche se a Shito non farà piacere :wink: – a me era piaciuto assai. Le voci più audaci mormoravano persino: “Batman è di sinistra”…
Ebbene, qualsiasi ispirazione a Miller, se c’è, è ben nascosta (ah, sì: il sergente Gordon assomiglia a quello dei fumetti).

Il film è di una stupidità atroce. Le enormi falle nella sceneggiatura sono già state esposte con caustica lucidità da Shito, e le sottoscrivo tutte.
“Non sono un carnefice” – e dà fuoco alla lamasseria; lamasseria tibetana nella quale – è ormai evidente – ciascun personaggio dei comics deve trascorrere per contratto un periodo della sua esistenza.
Abbiamo poi il consueto minestrone culturale americano: nella lamasseria tibetana Bruce Wayne apprende le tecniche dei ninja giapponesi: chissenefrega, tanto sono tutti gialli con gli occhi a mandorla.

Le banalità imperversano per tutto il film: per non fare sorgere sospetti sulla propria doppia vita, Bruce Wayne è costretto a fare il viveur, accompagnandosi con due o tre discinte entreneuses per volta e regalandoci perle come questa:
Cameriere: “Signore, devo chiederle di andarsene e di portare via le sue accompagnatrici…”
Bruce Wayne: “Che c’è di male? Stanno solo facendo il bagno…”
C: “Sì, signore, ma è la vasca dei pesci e sono… senza vestiti”
BW sfodera il libretto degli assegni e si accinge a compilarne uno.
C: “Ma signore, non è una questione di soldi…”
BW: “Questi soldi non sono per Lei, ma per comprare tutto l’albergo!”.

Aria nuova in cucina! Se pagavano me [molto meno di quello che avranno pagato chiunque abbia scritto questa porcheria], forse qualcosa di più originale mi veniva in mente.

Abbiamo i super cattivoni, la setta delle ombre, presso cui ha studiato anche l’aspirante Bat ninja, che vogliono distruggere Gotham City:
Bruce Wayne: “Ma perché volete distruggere Gotham City?”
Super Cattivone: “Perché ogni volta che una civiltà tocca il suo vertice, raggiunge anche il massimo della corruzione: siamo stati noi a far cadere l’impero romano e a determinare la sconfitta di Napoleone.” [Già letto su Martin Mystére, e lì mi era parso più plausibile.]
BW: “Datemi ancora un po’ di tempo per redimerla, ché ce la posso fare!”
SC: “No, è troppo tardi.”

[Chiaramente ho citato a spanne, ma posso garantirvi che non mi sono allontanato molto...]

Potrei infine intavolare un lungo discorso sul “capitalismo riveduto e corretto”, ma le argomentazioni si farebbero troppo politiche, e quindi mi limito ad un accenno.
Il padre di Bruce è un tycoon, saggio uomo di famiglia ricca, che ha creato un impero finanziario partendo da una già nutrita rendita terriera. Ma il brav’uomo, lungi dal sedersi sugli allori, ha ben pensato di mutarsi in filantropo, utilizzando una cospicua parte delle sue notevoli fortune per aiutare lo sviluppo sociale, civile ed economico di Gotham: costruisce una rete di trasporto pubblico a basso costo, ecc… Una sola riflessione: si può credere che un miliardario americano abbia costruito la sua fortuna senza il benché minimo sfruttamento del lavoro locale o estero, o a scapito dell’impoverimento delle materie prime di altri paesi?
Non ci sono differenze, disuguaglianze, sperequazioni a Gotham? Certo che ci sono, ma sono dovute al fatto che ci sono dei cattivi così cattivi che pensano solo al loro losco interesse e non si abbeverano alla filantropica fonte di casa Wayne. Conseguenza: se la setta delle ombre vuole distruggere Gotham, forse forse, ma sì, fanno bene perché ci sono dei cattivi che proprio non si possono redimere, e così è giusto optare per una bella soluzione veterotestamentaria in stile diluvio universale o Sodoma e Gomorra.

Trovo che sia l’ennesimo, sbracato, tentativo della cultura americana di venderci il proprio modello sociale, economico e culturale.
Ultima modifica di Heimdall il lun giu 27, 2005 10:56 am, modificato 1 volta in totale.
Immagine
Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5407
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Messaggio da Shito »

La cosa TREMENDA di questo film è che riesce, *nel contempo* a:

1) essere un bruttto Batman, del tutto lontano dalle atmosfere del personaggio

2) essere un brutto film per se


voglio dire, di solito o la 1 o la 2. Un film poco purista ma bello per sé, un film brutto in se ma che tentava il purismo.

Macché!

Con tutto il rispetto, il primo Batman di Burton, pure con un Wayne scampanato, rendeva le atmosfere.

Qui Gotham non sembra neppure Gotham. Neppure una reinterpretazione, dico, sono più gotico io!

Ma la cosa inquietante è che tutto, tutto è di un insignificanza paurosa.

Il cattivo? A malapena ci si accorge che nel film c'è ANCHE un villain di Batman (scarecrow).

La stessa storia di Wayne, la sua infanzia... scivola via come un grasso 'ma chissene?'.

Sembra un intero film di sole comparse e comparsate.

Pazzesco.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)
Avatar utente
Ale K
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 446
Iscritto il: dom dic 26, 2004 2:44 pm

Messaggio da Ale K »

Vi dirò ragazzi che a me il film è piaciuto e non poco... l'unica parte che non ho molto apprezzato è la mezz'ora finale, dove si è lasciato troppo andare all'azione e han voluto fare troppo i "fighi"...
Heimdall ha scritto:“Non sono un carnefice” – e dà fuoco alla lamasseria
Quando ho fatto notare questa cosa ad un amico che aveva visto il film è morto dal ridere... non ci aveva fatto caso :D
Comunque gli avevan appena detto che avrebbero raso al suolo Gotham, doveva difendere gli americani da quei brutti ceffi!! :wink:

PS: per la cronaca... io mi son divertito parecchio pure guardando Sin City! :D
Avatar utente
hanamichi
Membro
Membro
Messaggi: 117
Iscritto il: mar nov 18, 2003 2:27 pm
Località: Milano

Messaggio da hanamichi »

Cosa dire: spezzo una lancia a favore di un film che definire "brutto" è davvero esagerato! Può non piacere (ma ripeto a me è davvero piaciuto) ed essere eccessivo in alcune scene, ma pur sempre di un fumettone si tratta...quanto all'atmosfera per me rimane quella di Burton la più azzeccata per il personaggio (vale a dire quella dei primi due Batman).
Insomma se si vuole filosofia da film del genere, cosi come da tutti i film american ispirati a fumetti, credo che ci si sbagli di grosso...
Immagine

Chi controlla il rimbalzo controlla la partita...
Avatar utente
ghila
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1745
Iscritto il: lun gen 24, 2005 11:37 am
Località: Bergamo

Messaggio da ghila »

Comunque, al di là delle recensioni, faccio i complimenti perchè questo topic è davvero colmo di ottime bat-tute! :lol:

Ok, me ne vado :(
Raro concedit, numquam negat, semper distinguit
Avatar utente
naushika
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 1116
Iscritto il: ven lug 02, 2004 5:59 pm
Località: roma

Messaggio da naushika »

andata a vederlo!!!

caruccio ma niente di eccezionale...Gordon pesce lesso non mi è piaciuto :? che c'entrava Freeman? Wayne aveva un deposito segreto da far invidia all'inventore di 007 come ci è finito Wayne in Mongolia? e come mai ci è finito in prigione ?assolutamente risibile l'idea di gas che fanno paura e quell'effetto scenico da bambini di 3 anni ( buuuuu ecco la brutta facciaaaa buuuu )cmq molto interessante la citazione di Metropolis con quel treno. La batmobile "da guerra" è carina ma le scene di inseguimento le ho trovate tutte prevedibili e ormai canoniche ( stavo x sonnecchiare e il mio fid x fortuna non mi guardava ).Un film non certo brutto..da vedere per una calda serata di estate quando non hai altro da fare

voto 6 + :twisted:
Immagine
Avatar utente
bigdrugo
Membro
Membro
Messaggi: 62
Iscritto il: lun giu 27, 2005 9:55 am

Messaggio da bigdrugo »

naushika ha scritto:andata a vederlo!!!

caruccio ma niente di eccezionale...Gordon pesce lesso non mi è piaciuto :? che c'entrava Freeman? Wayne aveva un deposito segreto da far invidia all'inventore di 007 come ci è finito Wayne in Mongolia? e come mai ci è finito in prigione ?assolutamente risibile l'idea di gas che fanno paura e quell'effetto scenico da bambini di 3 anni ( buuuuu ecco la brutta facciaaaa buuuu )cmq molto interessante la citazione di Metropolis con quel treno. La batmobile "da guerra" è carina ma le scene di inseguimento le ho trovate tutte prevedibili e ormai canoniche ( stavo x sonnecchiare e il mio fid x fortuna non mi guardava ).Un film non certo brutto..da vedere per una calda serata di estate quando non hai altro da fare

voto 6 + :twisted:
di certo non sei un fan di batman! :lol:
Avatar utente
Heimdall
Tanuki
Messaggi: 3448
Iscritto il: sab apr 26, 2003 12:39 pm
Località: Rescaldina (Mi)

Messaggio da Heimdall »

Sono decisamente d’accordo sul primo Batman di Burton: sicuramente il migliore finora e, anzi, un bel film in assoluto. In quel caso abbiamo avuto il regista – che secondo me è un fuoriclasse in grado di fare la differenza – e un grande villain interpretato da Jack Nicholson, capace di sfoderare nuovamente il ghigno di "Shining". Ma anche Keaton, pur essendo forse il meno prestante dei vari Bruce Wayne cinematografici (a parte Adam West, con la sua pancetta da pensionato) è risultato il più vero, il più intenso di tutti.

Non sono un fan di Batman e quindi le mie perplessità non vertono sulla fedeltà o meno al personaggio di carta: la mia critica si incentra proprio sulle sbracature del film. Shito ha efficacemente fatto notare come nessun personaggio risulti approfondito o dotato di un pur minimo spessore: sembra un film di comparse. Sono tutte macchiette: è una macchietta il Bruce Wayne che compra l’albergo come un qualsiasi cafone arricchito, è una macchietta il maggiordomo Alfred (“Non ti arrendi mai?” “Con voi mai, signorino Bruce” – battuta ripetuta almeno un paio di volte nel film), è una macchietta Rutger Hauer cattivissimo "squalo" della finanza, è una macchietta Morgan Freeman, onesto e fedele funzionario della Wayne SpA, con la sua solita faccia compassata di circostanza che abbiamo visto in altri mille film [deve aver pensato che non valeva la pena sforzarsi troppo nell'interpretazione], e così via.
Da un film di solito pretendo il rispetto per lo spettatore: la setta delle ombre che fa finta di essere gli uomini in nero di Martin Mystére (quindi una società segreta esistente dalla notte dei tempi coinvolta in pressoché tutti i grandi eventi storici dalla caduta di Atlantide allo sbarco sulla luna) è un’idea vecchia, già abbondantemente sfruttata in passato e qui in particolare usata in maniera maldestra; è un’idea strasfruttata pure quella del villain di turno che avvelena l’acqua di tutta una città. Che la setta segreta voglia distruggere un’intera città facendomi la moralina "vertici storici della civiltà = vertici della corruzione" è un’idea così banale che mi offende.

Spettacolari gli effetti speciali e le scene d’azione (anche se, ha ragione naushika, la scena dell’inseguimento sa tanto di dejà vu), ma – come spesso si è detto – a me piacerebbe che gli effetti speciali fossero al servizio dei contenuti. Invece, troppo spesso, li sostituiscono.

Chiaramente un film di Batman non può essere "Il settimo sigillo" di Bergman o "Il decalogo" di Kieszlowski - e neppure lo pretendo -, ma mi aspetto almeno che la trama stia in piedi. Un esempio (virtuoso) per tutti possono essere i due "Uomo ragno" di Sam Raimi. Sicuramente sono film disimpegnati, c'è un minimo di concessione alla retorica dell’eroe, personaggi a tutto tondo (Peter Parker, Zia May, M.J., persino lo stesso Doc Ock) e grandi scene d’azione, veramente grandi, ma perfettamente inserite nel tessuto della narrazione (e, vi posso garantire, non sono un fan storico neppure dell’Uomo Ragno).
Immagine
Avatar utente
Yume
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 213
Iscritto il: gio set 09, 2004 9:18 am
Località: Calisto

Messaggio da Yume »

Straquoto. Neanch'io sono una fan particolarmente accanita né dell'uomo pipistrello né del testa di ragnatela e infatti ho visto solo i "numeri uno" di entrambe le saghe (più, lo confesso, l'improbabile film dell'Uomo Ragno degli anni '70... ehm) però si trattava in entrambi i casi di film obiettivamente ben fatti. Ovvio che nessuno pretende la filosofia in film del genere, ma pur trattandosi di un film di intrattenimento, l'interpretazione di Jack "ever danced with the devil in the pale moonlight?" Nicholson si ricorda negli anni.
Posso dire qual è stata a mio parere la chicca assoluta in Spiderman?
L'attore che interpretava J. Jonah Jameson.... UGUALE!!!! Pareva fotocopiato dal fumetto!!
Life is what happens to you while you're busy making other plans
Avatar utente
Ale K
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 446
Iscritto il: dom dic 26, 2004 2:44 pm

Messaggio da Ale K »

Heimdall ha scritto:e un grande villain interpretato da Jack Nicholson, capace di sfoderare nuovamente il ghigno di "Shining"
Pare che nel prossimo film ci sarà nuovamente il personaggio del Joker (ormai è iniziata una saga parallela), dopo un'interpretazione come quella di Jack Nicholson non so se sarà una buona idea... quale attore potrebbe, oggi, tenergli testa? :?

Comunque, per ritornare al film, ritengo le vostre critiche molto intelligenti, al punto da poter essere usate anche per un discorso generale sul cinema contemporaneo, e non solo per un caso specifico, però... però io in sala me la sono spassata alla grande!!! :D :D :D
Anche durante l'inseguimento, che reputo una delle parti meno riuscite e più banali del film, mi son divertito! Avevo la mia ragazza di fianco che commentava tutte le stupidate, e io le rispondevo "Zitta, zitta che va bene così!!" :D :D
E poi volete mettere quell'inutilissimo passaggio continuo dalla guida verticale a quella orizzontale... fantastico, mi sembrava di esser tornato bambino! :lol:

Evidentemente ero nello spirito giusto per quel genere di film!!
Avatar utente
yupa80
Membro
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: sab mar 05, 2005 10:12 pm
Località: Roma

Messaggio da yupa80 »

Beh, io ci sn andato domenica, pronto a vedere una gran stupidata (memore dei vari prequel insulsi a cui ormai ci stiamo lentamente abituando).

A parte le scene sceme nel monastero tibetano, a parte le solite inesattezze tecniche, a parte la trama poco credibile... devo dire che mi è visivamente piaciuto. E' assolutamente privo di grafica al computer che, ultimamente, è abusata in tutte le pellicole con effetti speciali. La computer-grafica non è adatta a tutto (almeno, non ancora) ed un uso massiccio ha l'effetto di "snaturalizzare". L'uso dei modellini in vecchio stile ha ancora un suo fascino.

Inoltre, poteva stravolgere maggiormente l'atmosfera dei film precedenti, dei fumetti o della serie a cartoni (si, mi piaceva da morire!), attualizzando la vicenda. Ma si percepisce ancora il profumo di "mondo parallelo", anche se molto affievolito. Non ci sono riferimenti espliciti alle nazioni odierne (cosa che avrei temuto) o a situazioni contemporanee. (a parte il GPS della batmobile o il riferimento alla Guerra di Secessione Americana, che avrei sicuramente abolito...)

Ma passiamo alle stupidate scientifiche:
1. un generatore di microonde vaporizzerebbe tutta l'acqua nel raggio d'azione, anche quella all'interno degli organismi viventi, uomini compresi. Avrebbero potuto inventare qualcosa di alternativo, che so io, le fogna-onde, che hanno la peculiare caratteristica di bollire solo ed unicamente l'acqua delle fognature (???)
2. Quando anche il generatore fosse giunto alla wayne tower, avrebbe solo fatto saltare lo snodo centrale, provocando una caduta di pressione nel resto della rete idrica. Cercare di far saltare tutte le tubature di Gotham dalla Wayne tower è un pò come cercare di spezzare tutti gli anelli di una catena contemporaneamente tirandola agli estremi. Una cosa un tantinello difficile.

Certo che da Christopher Nolan ci saremmo aspettati molto di più...

P.S. Ma perché Katie Holmes ogni volta che recita deve fare la bocca storta?
Ultima modifica di yupa80 il mar giu 28, 2005 12:39 pm, modificato 1 volta in totale.