AVATAR

Film, al cinema o a casa

Moderatore: Coordinatori

Avatar utente
entity
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 459
Iscritto il: mar mag 20, 2003 8:18 am

AVATAR

Messaggio da entity » lun gen 18, 2010 7:01 am

Ieri sera sono andato avedere AVATAR, tecnicamente parlando è un delirio visivo come pochi film.
La sceneggiatura è diciamo piena di citazioni, in alcuine scene mi ha ricordato molto Nausicaa.

Avatar utente
Ani-sama
Kodama
Kodama
Messaggi: 1322
Iscritto il: lun giu 14, 2004 6:18 pm
Località: Hasselt (BE)
Contatta:

Re: AVATAR

Messaggio da Ani-sama » gio gen 21, 2010 7:17 pm

Riporto un commento di Shito fatto in un'altra discussione.
Shito ha scritto:Avatar sembra un videogioco.
Non è un complimento.
Ma è un gran successo.
Non è una sorpresa.
Be', in realtà è stata la prima cosa che ho pensato quando ho visto le immagini riportate in televisione. Per il resto non mi esprimo, visto che non sono andato a vederlo...
Il mio amico voleva impostare la famiglia in un modo nuovo / e disse alla moglie "Se vuoi, mi puoi anche tradire" / lei lo tradì, lui non riusciva più a dormire (G. Gaber, Un'idea)

atchoo
Sposino
Messaggi: 3967
Iscritto il: dom apr 13, 2003 1:22 pm

Re: AVATAR

Messaggio da atchoo » gio gen 21, 2010 7:57 pm

Sembra un videogioco a chi non videogioca. :)
Da assiduo frequentatore di un forum di videogiocatori non "di primo pelo" (ci sono anche utenti prossimi agli -anta) posso dirti che Avatar è stato accolto con scetticismo. Il 3D, l'effetto speciale, la CG sono stati presto dimenticati e ci si è soffermati sui limiti della sceneggiatura. Ovviamente i pareri sono contrastanti: c'è anche chi lo adora e lo considera mitologia dei giorni nostri.

Avatar utente
Ani-sama
Kodama
Kodama
Messaggi: 1322
Iscritto il: lun giu 14, 2004 6:18 pm
Località: Hasselt (BE)
Contatta:

Re: AVATAR

Messaggio da Ani-sama » gio gen 21, 2010 8:08 pm

Anche io, devo dire, sono rimasto un po' scettico. Per carità, non sono necessariamente contro l'orgia visiva! Non vorrei però che - solito discorso - dietro gli effettoni vi sia poco o niente. Magari invece mi sbaglio, e la mirabolante tecnica è veramente al servizio della creazione di un mondo fantastico dotato di reale profondità.
Il mio amico voleva impostare la famiglia in un modo nuovo / e disse alla moglie "Se vuoi, mi puoi anche tradire" / lei lo tradì, lui non riusciva più a dormire (G. Gaber, Un'idea)

Avatar utente
im-edith
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 428
Iscritto il: gio lug 17, 2003 2:04 pm
Località: Lecce
Contatta:

Re: AVATAR

Messaggio da im-edith » gio gen 21, 2010 8:11 pm

entity ha scritto:La sceneggiatura è diciamo piena di citazioni, in alcuine scene mi ha ricordato molto Nausicaa.
E c'è anche molto molto molto di Laputa, direi.
Ma, spingendomi oltre, direi che più che di citazioni potremmo parlare di un miscuglio di cose già viste e riviste messe tutte assieme. Io l'ho trovato ben banale, cose prese a destra e sinistra e originalità pochissima. Grande impatto tecnico e scenografico, spettacolarità di scene corali, specie sulle "masse" come fu per il Signore degli Anelli con l'esercitone di Sauron (e in questo fa emozione l'essere al cinema, più che altro).
L'unica trovata originale e che poteva essere veramente esplorata in maniera significativa è il fatto dell'Avatar, appunto, tema attualissimo dai molteplici risvolti. Ha dato nome al film, ma il protagonista ci si è soffermato per lo spazio di... 15 secondi? Il resto è un susseguirsi di cose scontataggini (leggete bene questo temine, che mischia due parole:P)

Tanta fatica sprecata, dal mio punto di vista. Standard americano perfetto, trama prevedibile fino al particolare, cioè esattamente quello che al pubblico piace. Mi stupisce come il cinema americano stia diventando sempre di più "l'evento spettacolare" ciò di cui usufruisci come quando vai al luna park per 2 ore calcolate di divertimento, per poi uscirne e scordartene. Cioè è l'evento che intrattiene per quelle due ore, e se deve far parlare di sé lo fa ricordando le scene emozionanti. Dire "hai visto come precipitava l'elicottero" è come dire "hai visto come andavamo giù forte sulle montagne russe".
Zero ragionamenti sulla trama, zero possibilità di pensare a significati nascosti, zero metafore, zero messaggi se non quelli evidenti, abusati e spiattellati lì davanti in maniera fin troppo ipocrita.

Uno degli ultimi due film pixar vale 100 volte un Avatar, IMHO.
Mi chiedo perché quando spendono tanto su un film a livello tecnico dimenticano spesso tutto il resto, ma sinceramente preferisco viceversa. Ripenso a capolavori del cinema che avevano fondali di cartone dipinto che si vedevano finti lontano un miglio, eppure cavolo... c'era sostanza!

Del resto, gli ho dato i miei soldi anche io contribuendo a far schizzare gli incassi alle stelle. Porca miseria >.<
Dal Salento con furore... Dove nessun cinema trasmette film Ghibliani (almeno non quando escono nel resto d'Italia!)
Dottor Rao ha scritto:Nascevi un secolo addietro e non c'erano i film di Miyazaki, praticamente un'esistenza inutile

atchoo
Sposino
Messaggi: 3967
Iscritto il: dom apr 13, 2003 1:22 pm

Re: AVATAR

Messaggio da atchoo » gio gen 21, 2010 8:23 pm

Leggo però che di scene topiche, davvero memorabili, ce ne sono ben poche, per alcuni *nessuna*. Questa è una delle principali critiche mosse al film, visto che molte altre erano facilmente prevedibili.
Sono curioso di vedere che scelte faranno per il seguito: vorranno approfondire determinate tematiche o si limiteranno a proporre un baraccone bis?

Avatar utente
sdz
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 439
Iscritto il: dom set 05, 2004 7:52 pm
Località: Firenze

Re: AVATAR

Messaggio da sdz » ven gen 22, 2010 12:10 pm

Forse è vero, scene memorabili non ci sono, ma il film mi è piaciuto comunque molto. Ha un impatto generale visivo grandioso. Una finestra su un mondo lisergico :)

batou
Membro
Membro
Messaggi: 142
Iscritto il: mer set 13, 2006 4:30 pm
Località: Campania
Contatta:

Re: AVATAR

Messaggio da batou » ven gen 22, 2010 3:14 pm

Io non credo che il motivo dell'Avatar sia stato trascurato,anzi , forse la classicità della trama (l'eroe che salva il mondo,etc...) ha reso ancora più evidente il suo significato. L'Avatar è la possibilità di un riscatto,di una fuga da un mondo grigio e meschino , di una vita piena in un mondo puro e meraviglioso.
Non c'è solo il legame con i videogiochi (e dei gdr in particolare), io credo che fin dall'alba dei tempi ci sia sempre stata questa esigenza di immedesimarsi in degli eroi e di ritrovare attraverso storie mitiche ed epiche un qualcosa che si è perso e di cui si ha nostalgia. Una volta gli avatar erano Ercole,Achille,etc... ,ora ci sono gli eroi cinematografici e videoludici. Il finale è abbastanza chiaro : la negazione totale di sè a favore dell'immersione nel mondo ideale di Pandora. Un film quindi ambiguo , per alcuni aspetti accostabile ad Avalon di Oshii,di cui Cameron è dichiarato estimatore.

Avatar utente
Cobra70
Ghibliano D.O.C.
Ghibliano D.O.C.
Messaggi: 754
Iscritto il: sab ott 14, 2006 12:51 pm
Località: Legnano (MI)

Re: AVATAR

Messaggio da Cobra70 » ven gen 22, 2010 6:26 pm

Mi ha coinvolto la questione dei legami da creare... nonosctante la difficoltà di crearli.
Mi ha colpito l'aspetto spirituale e il legame con la terra.
Mi è fatto pensare il rispetto di quanto ci sta attorno come meritevole di esistere come e quanto noi.
E ho trovato ben gestito il contrasto tra le due fazioni opposte del comportamento e la possibilità che ciascuno di noi ha di poter scegliere al di fuori della logica generale in cui siamo immersi.
Alla fine riesce a fare di questa capacità di lottare contro logica, il suo punto di forza (insieme ad un aspetto grafico e tecnologico di indubbia qualità).
Il film ti coivolge per farti capire che è possibile andare contro il capitalismo più gretto e la pura logica del profitto... tanto da avere come effetto collaterale non certo indesiderato proprio quel profitto che il film ti insegna a combattere!
Soldi a vagonate garantite... ma uno spettacolo decisamente molto bello!
Cobra70

Avatar utente
im-edith
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 428
Iscritto il: gio lug 17, 2003 2:04 pm
Località: Lecce
Contatta:

Re: AVATAR

Messaggio da im-edith » ven gen 22, 2010 11:25 pm

Umh... I vostri interventi mi fanno riflettere.
Io ho vissuto come dei cliché triti e ritriti tutta l'opposizione delle fazioni, il legame con la terra, la lotta contro il sistema ecc ecc.
Sono diventata troppo cinica? O mi sono forse stufata dell'ipocrisia di certe produzioni? Almeno in Wall-e c'era l'auto-critica finale...
Io non credo che il motivo dell'Avatar sia stato trascurato,anzi , forse la classicità della trama (l'eroe che salva il mondo,etc...) ha reso ancora più evidente il suo significato. L'Avatar è la possibilità di un riscatto,di una fuga da un mondo grigio e meschino , di una vita piena in un mondo puro e meraviglioso.
L'Avatar per me ha un altro significato che non è questo. L'Avatar è un'incarnazione altra da noi, la possibilità di un io parallelo (se non addirittura multiplo) come un'entità a sé stante. Che poi noi tendiamo a mettere in questo Avatar ciò che ci manca nella vita reale per renderlo perfetto e renderne perfetta l'esistenza in mondi altrettanto perfetti, questo è un modo di usarlo e un'illusione che ci fa bene crearci. Che il regista ha creato perché è la maniera appunto più semplicistica, spettacolare e coinvolgente per affrontare il tema.
Ma siamo Avatar noi su questo forum, anche. E' Avatar l'Hacker che buca i sistemi ed è Avatar il tipo che adesca la ragazzina online.
Ci sono Avatar e Avatar, non solo Avatar di eroi che salvano il mondo. Scusate, ma nei gdr quanti scelgono di impersonare personaggi biechi e cattivissimi? Allora ribadisco: no, il tema dell'Avatar non è stato approfondito per nulla. C'è tutta una sensibilità del rapporto anima-corpo, del rapporto tra reale e artificiale, un'etica su cosa è "me" e cosa è "altro da me ma a me collegato", di "quanto sono IO senza il mio corpo?" che è stata completamente trascurata. A parte, ripeto, 10 secondi di ragionamento in cui il protagonista
Spoiler:
dice di non riconoscere più quale dei due mondi sia quello vero, e quando è che è sveglio e quando sogna.
Troppo poco, si poteva giocare sul tema in maniera estremamente più profonda e interessante.
Per quanto mi riguarda, avrei apprezzato un finale in cui
Spoiler:
l'avatar del protagonista muore e lui rimane con il suo corpo reale ma la selvaggia decide di amarlo e stare con lui lo stesso. Meglio ancora se lo abbandonasse proprio per quello, a causa del suo corpo. Poco romanticismo ed estremo realismo.
Vabeh, ma io non farei mai miliardi di incassi al botteghino:P
Dal Salento con furore... Dove nessun cinema trasmette film Ghibliani (almeno non quando escono nel resto d'Italia!)
Dottor Rao ha scritto:Nascevi un secolo addietro e non c'erano i film di Miyazaki, praticamente un'esistenza inutile

atchoo
Sposino
Messaggi: 3967
Iscritto il: dom apr 13, 2003 1:22 pm

Re: AVATAR

Messaggio da atchoo » ven gen 22, 2010 11:36 pm

In effetti, im-edith, in tanti si aspettano approfondimenti sul tema nel seguito, visto che un "baraccone bis" potrebbe non essere sufficiente al prossimo giro.
E chissà che il tuo finale non si realizzi davvero.

Avatar utente
sdz
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 439
Iscritto il: dom set 05, 2004 7:52 pm
Località: Firenze

Re: AVATAR

Messaggio da sdz » sab gen 23, 2010 11:13 am

Ma il tema del film, per quanto semplice, non voleva essere per come la vedo un approfondimento del tema del doppio, del reale e virtuale: molto più semplicemente per quanto auto-consolatorio e auto-assolvente (e probabilmente molto ipocrita) è un film che prendendo spunto pesantemente dalle
Spoiler:
vicende dei nativi americani (Balla coi lupi, Pocahontas) è anche una condanna di un modello imperialista/consumista-rapace che ha svuotato di valori e umanità la società per un ritorno ad una natura idealizzata, al mito del buon selvaggio, alla comunione di anime. La scelta in fondo del finale è notevole: cambio razza e perché gli alieni sono più umani di noi. Temi già affrontati, ovvio. Per certi versi quasi un Miyazaki versione pre-Mononoke :mrgreen: (o prima parte di Nausicaa) E a livello visivo il tutto è studiato per farti innamorare di questo eden. Un ingenuità però dichiarata.
Difetti nel film se ne possono trovare tanti, ma secondo me regge benissimo a livello coinvolgimento: era da tempo che non vedevo un filmone di fantasy/fantascienza che mi colpisse, anche se principalmente a livello visivo. E dal punto di vista tecnico è quello che mi ha fatto dire appena terminata la visione "Da oggi con la volontà e un budget adeguato, so che è possibile fare tutto" :) In questo caso l'integrazione perfetta fra attori e CGI, il realismo delle ambientazioni e la credibilità del perfomance-capture per creare i Na'Vi è parte stessa del successo della pellicola.

batou
Membro
Membro
Messaggi: 142
Iscritto il: mer set 13, 2006 4:30 pm
Località: Campania
Contatta:

Re: AVATAR

Messaggio da batou » dom gen 24, 2010 5:55 pm

sdz ha scritto:Ma il tema del film, per quanto semplice, non voleva essere per come la vedo un approfondimento del tema del doppio, del reale e virtuale
Chissà... Ad un certo punto il personaggio interpretato da Sigourney Weaver definisce Pandora come una grande "rete" dove tutti gli esseri sono connessi. Mi pare non ci sia bisogno di aggiungere altro...

Avatar utente
im-edith
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 428
Iscritto il: gio lug 17, 2003 2:04 pm
Località: Lecce
Contatta:

Re: AVATAR

Messaggio da im-edith » dom gen 24, 2010 6:42 pm

sdz ha scritto:Ma il tema del film, per quanto semplice, non voleva essere per come la vedo un approfondimento del tema del doppio, del reale e virtuale
No infatti, purtroppo non voleva esserlo. Ma se avesse voluto esserlo avrebbe potuto dire cose nuove e interessanti invece che quelle banali e sentite già in mille salse sul tema ambientalista, il mito del buon selvaggio, l'uomo che distrugge la natura, il popolo che segue i valori che contano mentre gli uomini sono accecati dal dio denaro bla bla bla.
Il film si chiama Avatar però, mica Pandora, la cosa è molto ipocrita XD

Per quanto riguarda un sequel... speravo di no -_-'
Dal Salento con furore... Dove nessun cinema trasmette film Ghibliani (almeno non quando escono nel resto d'Italia!)
Dottor Rao ha scritto:Nascevi un secolo addietro e non c'erano i film di Miyazaki, praticamente un'esistenza inutile

Avatar utente
sdz
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 439
Iscritto il: dom set 05, 2004 7:52 pm
Località: Firenze

Re: AVATAR

Messaggio da sdz » lun gen 25, 2010 8:22 am

batou ha scritto: Chissà... Ad un certo punto il personaggio interpretato da Sigourney Weaver definisce Pandora come una grande "rete" dove tutti gli esseri sono connessi.
Se ci sono altri fini alla "matrix" non saprei, mi pare semplicemente un mezzo per giustificare "scientificamente" la simbiosi fra le creature viventi di Pandora
im-edith ha scritto: Il film si chiama Avatar però, mica Pandora, la cosa è molto ipocrita XD
Hai ragione, d'altronde mica si può far cambiare idea al regista su quale storia voleva raccontare :)
im-edith ha scritto: Per quanto riguarda un sequel... speravo di no -_-'
Speravo di no anch'io, il finele era perfettamente autoconlcusivo.

Rispondi