Volume monografico su Miyazaki - mi serve il vostro aiuto

Discussioni su gli autori e gli anime Ghibli e Pre-Ghibli

Moderatori: Shito, Coordinatori

Avatar utente
Cla
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 316
Iscritto il: mer gen 19, 2005 9:07 am
Località: Ancona

Messaggio da Cla » sab mag 21, 2005 7:07 am

Forse lo avete già visto, ma vorrei darvi un link molto interessante e soprattutto con materiale da scaricare:
http://digilander.libero.it/nonsolomang ... azaki1.htm
Spero presto di avere qualcosa in mano dei vostri lavori.
Ciao :wink:

Ciemme
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 26
Iscritto il: sab mag 07, 2005 6:25 pm

Messaggio da Ciemme » mar mag 24, 2005 11:18 am

Sto leggendo "Il meraviglio paese oltre nebbia" e sono talmente influenzato da "La città incantata" che immagino i personaggi a cartoni e non in carne ed ossa. :D

Volevo chiedervi se, oltre a quello della Yoshimoto in "Amrita", esistono altri riferimenti alle opere di Miyazaki in letteratura.

Avatar utente
yupa80
Membro
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: sab mar 05, 2005 10:12 pm
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da yupa80 » mar mag 24, 2005 11:51 am

Citazioni di Miya in altre opere?
Questo topic è tutto sulle citazioni, anche se la maggior parte non sono propriamente letterarie. :roll:
viewtopic.php?t=551

Sicuramente Miyazaki è stato fonte di ispirazione per molti, ma in questo momento non mi viene in mente nulla di nuovo. :oops:
Cmq, buon lavoro e continua così! :)

Avatar utente
Ani-sama
Kodama
Kodama
Messaggi: 1321
Iscritto il: lun giu 14, 2004 6:18 pm
Località: Bonn, Nordrhein-Westfalen
Contatta:

Messaggio da Ani-sama » mar mag 24, 2005 3:16 pm

Oh, poi c'è quel riferimentodi Sky Captain and the World of Tomorrow che - a quanto pare - cita Laputa spudoratamente.
Il mio amico voleva impostare la famiglia in un modo nuovo / e disse alla moglie "Se vuoi, mi puoi anche tradire" / lei lo tradì, lui non riusciva più a dormire (G. Gaber, Un'idea)

Ciemme
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 26
Iscritto il: sab mag 07, 2005 6:25 pm

Messaggio da Ciemme » mar mag 24, 2005 3:39 pm

Grazie.
Per adesso mi sto concentrando sulle citazioni letterarie visto che il mio articolo sarà molto probabilmente sull'ispirazione letteraria nelle opere di Miyazaki.

Ne approfitto per farvi un paio di domande. Chiedo anticipatamente scusa se risulteranno stupide o comunque già dibattute.

Ho appena rivisto "La città incantata" e mi chiedevo:

1) Perchè l'entrata del tunnel posta all'inizio del film è diversa da quella che si vede alla fine, quando i nostri ne escono?
2) Quando Yubaba prende possesso (letteralmente) del nome di Chihiro resta qualcosa scritto sul foglio. Cosa?
3) Sia sul treno (attaccato ad un pacco) che tra le immagini che accompagnano i titoli di coda ho notato il disegno di un occhio. Mi pare, ma dovrei controllare, simile a quello della torre di "On your Mark". C'è qualche riferimento che mi sfugge nel continuo ricorso a questo simbolo?

Avatar utente
spaced jazz
Susuwatari
Susuwatari
Messaggi: 1120
Iscritto il: mer lug 30, 2003 9:47 pm
Località: Café Alpha

Messaggio da spaced jazz » mar mag 24, 2005 10:12 pm

Ciemme ha scritto: 2) Quando Yubaba prende possesso (letteralmente) del nome di Chihiro resta qualcosa scritto sul foglio. Cosa?
Sen, il nuovo nome.
Immagine

Avatar utente
ghila
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1744
Iscritto il: lun gen 24, 2005 11:37 am
Località: Bergamo
Contatta:

Messaggio da ghila » mer mag 25, 2005 7:13 am

spaced jazz ha scritto:
Ciemme ha scritto: 2) Quando Yubaba prende possesso (letteralmente) del nome di Chihiro resta qualcosa scritto sul foglio. Cosa?
Sen, il nuovo nome.
E adesso ne sparo io una grossa... Sen non significa forse niente? Nessuno? Se ciò è vero sarebbe tutto perfettamente in linea con la perdità d'identità di Chihiro che avviene quando essa perde il suo nome. Sarebbe un particolare raffinato e profondo che riprende vecchi (ma sempre attuali!) discorsi di perdità dell'identià dell'uomo moderno, l'essere numero, uno-nessuno-centomila ecc ecc.

E se adesso si scopre che Sen significa "tutto"??!! :oops: In questo caso scusatemi per il post semi-inutile :P
Raro concedit, numquam negat, semper distinguit

Avatar utente
Howl
Membro Senpai
Membro Senpai
Messaggi: 349
Iscritto il: lun giu 07, 2004 1:34 pm
Località: il castello errante

Messaggio da Howl » mer mag 25, 2005 7:42 am

Andando a memoria, mi pare che "Sen" volesse dire "mille"... Però in effetti forse c'erano anche altri significati, non ricordo benissimo.

Avatar utente
yupa80
Membro
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: sab mar 05, 2005 10:12 pm
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da yupa80 » mer mag 25, 2005 9:44 am

Ciemme ha scritto: 3) Sia sul treno (attaccato ad un pacco) che tra le immagini che accompagnano i titoli di coda ho notato il disegno di un occhio. Mi pare, ma dovrei controllare, simile a quello della torre di "On your Mark". C'è qualche riferimento che mi sfugge nel continuo ricorso a questo simbolo?
E' un simbolo ricorrente nelle opere di Miya. Oltre che in On your Mark, è spesso presente anche nel manga di Nausicaa (è il simbolo dell'Impero Dorok). Inoltre, lo strano copricapo dei sacerdoti di Dorok mi ricorda molto quello dei sacerdoti di "On Your Mark" o degli esseri nel battello de "La città incantata".

Per quanto riguarda le ispirazioni letterarie di Miyazaki, penso ti sia già noto ma cmq non perdo l'occasione per sottolineare il ciclo di Dune di Frank Herbert come ispirazione per Kaze no Tani no Nausicaa.

Mi pare di aver capito che ti servano riferimenti sia su le opere da cui Miyazaki trae spunto sia su quelle che si ispirano a Miyazaki, vero?

P.S. Ma come hai fatto a notare gli occhi sul treno e nella sigla finale??? :shock:
Complimenti! :D

Avatar utente
Ani-sama
Kodama
Kodama
Messaggi: 1321
Iscritto il: lun giu 14, 2004 6:18 pm
Località: Bonn, Nordrhein-Westfalen
Contatta:

Messaggio da Ani-sama » mer mag 25, 2005 2:34 pm

Howl ha scritto:Andando a memoria, mi pare che "Sen" volesse dire "mille"... Però in effetti forse c'erano anche altri significati, non ricordo benissimo.
Sì, dici bene. Sen = mille 「千」. Inoltre mi ricordo che l'esperta di giapponese qui [D84 :) ] diceva che 'Chihiro' significa "mille domande". 'Chi' è evidentemente un'altra pronuncia dell'ideogramma da me riportato. :)
Il mio amico voleva impostare la famiglia in un modo nuovo / e disse alla moglie "Se vuoi, mi puoi anche tradire" / lei lo tradì, lui non riusciva più a dormire (G. Gaber, Un'idea)

Avatar utente
ghila
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1744
Iscritto il: lun gen 24, 2005 11:37 am
Località: Bergamo
Contatta:

Messaggio da ghila » mer mag 25, 2005 2:59 pm

Ani-sama ha scritto:
Howl ha scritto:Andando a memoria, mi pare che "Sen" volesse dire "mille"... Però in effetti forse c'erano anche altri significati, non ricordo benissimo.
Sì, dici bene. Sen = mille 「千」. Inoltre mi ricordo che l'esperta di giapponese qui [D84 :) ] diceva che 'Chihiro' significa "mille domande". 'Chi' è evidentemente un'altra pronuncia dell'ideogramma da me riportato. :)
Ma perchè mi ostino a scrivere post senza documentarmi a dovere?! :oops: Scusatemi :(
Per la cronaca in OT (più documentata) la nostra beneamata esperta D84 dovrebbe tornare presto! :)
Raro concedit, numquam negat, semper distinguit

Avatar utente
kaorj
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1624
Iscritto il: mar apr 08, 2003 8:33 am
Località: Mestre (VE)

Messaggio da kaorj » mer mag 25, 2005 5:11 pm

Ciemme ha scritto:Grazie.
Per adesso mi sto concentrando sulle citazioni letterarie visto che il mio articolo sarà molto probabilmente sull'ispirazione letteraria nelle opere di Miyazaki.
Ciao (in ritardo) :sorriso:

Per quanto riguarda le “ispirazioni” credo che quelle più esplorate riguardino “Nausicaä della Valle del Vento”.
Se la protagonista sembra un’incrocio tra la Nausicaä della mitologia greca di Omero e “La principessa che amava gli insetti” - [Tsutsumi Chunagon Monogatari], opera giapponese scritta nel 12° secolo (la storia di una giovane nobile considerata eccentrica perché amava osservare gli insetti), il personaggio ed il suo mondo trovano radici anche in lavori che appartengono in senso più o meno stretto alla sfera Fantasy.
Una prima influenza riconosciuta da Miyazaki stesso, è il romanzo “Il lungo meriggio della terra” (“Hothouse”) di Brian Aldiss dove la vegetazione ha preso possesso della terra e dove gli uomini sono quasi ridotti allo stato di scimmie. Il mare della putrefazione... cioè volevo dire, il “MarMarcio”, che ricopre il mondo di Nausicaä, in cambiamento costante, vivo, e che esercita un profondo fascino su Nausicaä, direi che deve molto alle descrizioni della vita del mondo vegetale di questo romanzo.
Un'altra ispirazione è "La trilogia di Earthsea" di Ursula K. La Guin, soprattutto nel primo libro “Il Mago”.
Altra importante influenza è come già sottolineato da altri, "Dune" di Frank Herbert dove vi sono numerosi richiami: ovviamente i “VermiRe” che percorrono il “MarMarcio”, ed i Vermi delle sabbie, ma anche la nascita della spezia e la nascita della foresta purificata; la serra segreta di Nausicaä e la serra di Arrakeen, ecc…

Se non te l’hanno già consigliato, trovi un ottimo articolo che esplora più approfonditamente la matrice “fantasy” di Hayao Miyazaki scritto da Andrew Osmond (tradotto in italiano) qui:
http://www.intercom.publinet.it/manga/nausicaa3.htm

Avatar utente
yupa80
Membro
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: sab mar 05, 2005 10:12 pm
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da yupa80 » gio mag 26, 2005 12:03 pm

kaorj ha scritto: Una prima influenza riconosciuta da Miyazaki stesso, è il romanzo “Il lungo meriggio della terra” (“Hothouse”) di Brian Aldiss dove la vegetazione ha preso possesso della terra e dove gli uomini sono quasi ridotti allo stato di scimmie. Il mare della putrefazione... cioè volevo dire, il “MarMarcio”, che ricopre il mondo di Nausicaä, in cambiamento costante, vivo, e che esercita un profondo fascino su Nausicaä, direi che deve molto alle descrizioni della vita del mondo vegetale di questo romanzo.
Non lo conoscevo... un'altra voce da aggiungere alla mia lista personale dei libri da leggere :)
kaorj ha scritto: Un'altra ispirazione è "La trilogia di Earthsea" di Ursula K. La Guin, soprattutto nel primo libro “Il Mago”.
Davvero? E in cosa in particolare?

Comunque, grazie per il riferimento! (non conoscevo quell'articolo, ma sembra molto interessante) :)

Avatar utente
naushika
Ghibliano
Ghibliano
Messaggi: 1116
Iscritto il: ven lug 02, 2004 5:59 pm
Località: roma

Messaggio da naushika » gio mag 26, 2005 5:46 pm

Ursula non è stata anche autrice del bellissimo "la mano sinistra delle tenebre? :? "

un bel romanzo sci-fi che affronta il tema della irriducibile diversità e dell'ermafroditismo e dell'amicizia virile ( bello l'episodio in cui il protagonista affronta i ghiacci insieme al suo/a amico/a del quale percepisce una profonda saggezza ).

riguardo a Nausicaa è incredibilmente chiaro il "legame" con Dune con la figura di Sheaana anche lei domatrice dei vermi delle sabbie oltre alla classica figura al maschile di Paul Atreides.

non so invece se Kevin Kostner abbia visto Conan per il suo Waterwold ( chissà... )
Immagine

Avatar utente
yupa80
Membro
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: sab mar 05, 2005 10:12 pm
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da yupa80 » mar mag 31, 2005 10:28 am

naushika ha scritto:Ursula non è stata anche autrice del bellissimo "la mano sinistra delle tenebre? :? "
[cut]
riguardo a Nausicaa è incredibilmente chiaro il "legame" con Dune con la figura di Sheaana anche lei domatrice dei vermi delle sabbie oltre alla classica figura al maschile di Paul Atreides.

non so invece se Kevin Kostner abbia visto Conan per il suo Waterwold ( chissà... )
Sheeana, non Sheaana :P
Scusa, ma è il nome della mia elfa guerriera a WorldOfWarcraft :)

Per quanto riguarda Waterword, non penso sia stato influenzato direttamente da Conan (e quindi "The incredible tide" di Alexander key), anche se è innegabile il tema di fondo in comune.

Cmq, confermo che "la mano sinistra delle tenebre" (come anche "i reietti dell'altro pianeta") è di Ursula Le Guin :)

Rispondi