Hōhokekyo Tonari no Yamada-kun - calorosamente in italiano

Discussioni su gli autori e gli anime Ghibli e Pre-Ghibli

Moderatore: Coordinatori

Penauts
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 200
Iscritto il: ven apr 03, 2009 12:47 am

Re: Hōhokekyo Tonari no Yamada-kun - calorosamente in italiano

Messaggio da Penauts »

è imbarazzante

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Hōhokekyo Tonari no Yamada-kun - calorosamente in italiano

Messaggio da Shito »

Quando si dice il dono della sintesi, eh?

A me la canzone di Hilda mette i brividi, btw. °_°

Invece Gauche in italiano com'è messo?
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Garion-Oh
Membro
Membro
Messaggi: 55
Iscritto il: mar apr 21, 2015 2:17 pm

Re: Hōhokekyo Tonari no Yamada-kun - calorosamente in italiano

Messaggio da Garion-Oh »

Gauche ha avuto una distribuzione molto limitata in Italia, per cui sono in pochi ad averlo visto.
planet earth is blue and there's nothing i can do

Haku91
Membro
Membro
Messaggi: 133
Iscritto il: mer ago 26, 2015 9:12 pm

Re: Hōhokekyo Tonari no Yamada-kun - calorosamente in italiano

Messaggio da Haku91 »

Hols credo fosse tradotto dall'inglese.

Penauts
Membro Senior
Membro Senior
Messaggi: 200
Iscritto il: ven apr 03, 2009 12:47 am

Re: Hōhokekyo Tonari no Yamada-kun - calorosamente in italiano

Messaggio da Penauts »

Gauche me lo ricordo meno indecente, ma lo vidi una sola volta e non mi piacque. Mi pare che gli animali avessero le vocette sceme tipo ridoppiaggi mediaset, ma non ci giurerei.

Haku91
Membro
Membro
Messaggi: 133
Iscritto il: mer ago 26, 2015 9:12 pm

Re: Hōhokekyo Tonari no Yamada-kun - calorosamente in italiano

Messaggio da Haku91 »

Penauts ha scritto:Gauche me lo ricordo meno indecente, ma lo vidi una sola volta e non mi piacque. Mi pare che gli animali avessero le vocette sceme tipo ridoppiaggi mediaset, ma non ci giurerei.
Più che altro credo che i doppiatori fossero quelli di certi anime trasmessi sulle reti locali, che peraltro erano la destinazione della maggior parte dei prodotti importati dalla ITB (come Goshu).

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Hōhokekyo Tonari no Yamada-kun - calorosamente in italiano

Messaggio da Shito »

Tornando ai cinguettanti vicini Yamada, certo gli haiku sono una difficoltà in più. :-(

Mi piacerebbe tradurli/adattarli tutti i metrica corretta, certo quelli di Santouku sono in verso sciolto quindi no problem, ma Bashou e Busou sono rigorosamente 5/7/5.

Per il primo, ci sono riuscito in modo abbastanza lineare.

Sera d'autunno
si vorrebbe a spezzarla
forse una storia

-Bashou


Ma è ancora tutto in fieri, e non va sempre così bene. :-/
(per esempio, mi sa che il conclusivo '-kana' corrisponde a un kanji interiettivo, e non al costrutto dubitativo moderno).

Gli haiku compaiono scritti e vengono letti da un narratore rakugo,

Stavo pensando quindi di fare due adattamenti per ciascuno: uno in metrica, per la lettura, e uno solo contenutico -più preciso- da scriversi.

Che ne dite?

Ah, già che ci sono, vi lascio anche un componimento mio di oggidì. XD

Era d'invero
tra le strade ingrigite
pioveva fine

-Shitarello

(nota: provate a leggere 'fine' come sostantivo - complemento oggetto, non come avverbio.)
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Hōhokekyo Tonari no Yamada-kun - calorosamente in italiano

Messaggio da Shito »

Giuro che non avrei il tempo di scrivere niente, ma ne ho l'assoluto, impellente bisogno.

Chissà quanti di voi hanno già visto questo film.

Forse tra di voi ci sono persone molto più svelte di me. Dico di cervello. Io sono tardo. Per capire qualcosa, per capirlo a un buon livello di profondità, mi ci vuole tanto tempo. Ci sono persone che vedono un film e alla prima visione colgono un sacco di cose. Ma di mio non sono così, perché sono tardo. Quindi per arrivare nel profondo di un film mi ci vuole tanto tempo, tante visioni.

Ootsuka Yasuo sostiene che finché non disegna una cosa, non capisce a fondo come sia fatta. Dice che solo dopo che l'ha disegnata, dopo 'essersela messa nella mano destra', allora la capisce. Chissà se anche per Michelangelo e il corpo umano era così.

Nel mio molto più umile caso, finché non scrivo il copione di un film, analizandone così il testo parola per parola, e le immagini scena per scena, smofia per smorfia, sguardo per sguardo, non credo di arrivare a capirlo davvero. Poi non so dove dentro di me tutto il testo si vada a collocare, forse nell'area sinistra del cervello, ma di fatto solo allora sento di averlo fatto mio.

Beh, certo ci sono film più complessi, più difficili, più ricchi di altri.

Questo film in particolare non è difficile, non è complesso, è MONUMENTALE.

Ora che sono arrivato alla fine delle PRIMA stesura del copione, e sono in lacrime, dopo aver passato le scorse notti a pensarci e ripensarci, dopo aver passato gli scorsi giorni a lavorarci e lavorarci -Natale e Capodanno in casa dei vicini Yamada, davvero- sono completamente a pezzi. Non distrutto. Smontato.

E' incredibile quanto questo film colpisca, colpisca duro e colpisca nel profondo.

Intendo a livello di rimettere in discussione tutta la propria vita.

Credo che Takahata abbia fatto questo film per fare due momenti in particolare: i due discorsi ai due matrimoni, in apertuira e chiusura. Azzarderei che quelli siano farina del suo sacco. Dubito fossero nell'originale, ma potrei essere smentito.

E poi, beh, le canzoni. Le collocazioni. Que sera sera aveva una traduzione giapponese, ma Takahata se l'è ritradotta da solo. E poi la scena dei purikura alla sera, con quei colori, quel tramonto.

E con ancora in testa le parole del discorso di congratulazioni nuziali di Takashi (se riesco ve lo posto), parte la ending "Ho smesso d'essere sola soletta".

E come se non bastasse, compare quell'ultimo haiku, l'unico che non viene recitaoto, solo scritto:

Mare placido
di primavera ondeggia
per tutto il giorno



Devo pensare ancora e molto di più.
O forse dovrei smettere di pensare e iniziare a vivere davvero.
Ultima modifica di Shito il gio gen 07, 2016 2:54 pm, modificato 1 volta in totale.
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
kaibutsu-kun
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 12
Iscritto il: gio ago 28, 2014 12:52 pm

Re: Hōhokekyo Tonari no Yamada-kun - calorosamente in italiano

Messaggio da kaibutsu-kun »

Mi hai commosso, Shito. Righe in piccolo comprese.

Questo è un film che fin dalla prima visione mi ha lasciato nudo davanti alle emozioni suscitate. La prima volta che l'ho visto non ero ancora sposato. La seconda e la terza non ero ancora genitore. Ogni volta ha fatto risuonare in me qualcosa di nuovo.

E' un film che interagisce fortemente con il vissuto dello spettatore. Chissà che effetto mi farà rivederlo ora che sono anche padre. Sono pronto ad offrire alla visione tutta la mia vulnerabilità. So che avrò molto in cambio.

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Hōhokekyo Tonari no Yamada-kun - calorosamente in italiano

Messaggio da Shito »

https://www.youtube.com/watch?v=_I825AWZ1Dg

Non era lo slogan del film, ma il trailer si apre con lo slogan:

"Simili strambe famiglie
in Giappone esistono ancora. Forse."

:-)
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Hōhokekyo Tonari no Yamada-kun - calorosamente in italiano

Messaggio da Shito »

Il discorso di congratulazioni nuziali di Takashi:
TAKASHI

Nella vita non si sa mai che può succedere.
Anche se ora, fino ad ora, potrebbe sembrarvi che le cose stiano come procedendo propizie… d’improvviso, capita anche di venire spinti nell’abisso! Per di più, per colmo d’ingiuria, dalle mani di quell’altra persona su cui più si contava!.

Tuttavia… caro Ichiro, signora Kazuko… nella vita la rassegnazione è essenziale!

Proprio il rassegnarsi, in quale che sia la situazione, è il segreto per non abbattersi… non spezzarsi… non esaurirsi… per evitare tutto ciò.

Per quanto male si venga trattati, fin quando questo non sia il risultato di intenti malevoli… rassegnandosi, si può perdonare.
Anzi… senza perdonarlo, vivere non è possibile!

“Non c’è alternativa”… “non c’è scelta”, questi detti non sono in alcun modo espressioni solo negative!
Sono cose assolutamente necessarie! Per andare a condurre una famiglia allegra e in buona salute.
E poi, per andare a fronteggiare la vita, attraversandola!

Per quanto duro sia quel che ci capita… “beh, ma non c’è scelta”, recitando come un incantesimo questa espressione, che a prima vista sembra pessimistica, non resta altro che rialzarsi in piedi, vero?
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
kaibutsu-kun
Nuovo Membro
Nuovo Membro
Messaggi: 12
Iscritto il: gio ago 28, 2014 12:52 pm

Re: Hōhokekyo Tonari no Yamada-kun - calorosamente in italiano

Messaggio da kaibutsu-kun »

Grazie per l'anteprima, Shito.

A riprova di quanto ho scritto sopra, neanche a farlo apposta, quelle parole sembrano scritte appositamente per scuotermi dalla fase che sto vivendo.

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Hōhokekyo Tonari no Yamada-kun - calorosamente in italiano

Messaggio da Shito »

Pensierino della sera... mmh, no, della notte. Del mattino, a breve.

Cavolo, siamo a gennaio 2016. Oggi ho fatto una cosa che fa Noboru (l'adolescente della famiglia Yamada) in questo film. Nel film, Noboru deve studiare (ancora cinque materie!) ma è già sera tarda e muore di sonno. Allora la madre gli consiglia di fare un bagno bollente, che così si sveglia. Il che accade e funziona - salvo che poi Noboru dopo due secondi si "rammolisce come il ramen" e crolla spossato. Io invece ho fatto alle 00:30 una doccia bollente, per svegliarmi e continuare il lavoro. Direi che ha funzionato meglio così che col bagno di Noboru, ma la cosa buffa è che questa azione mi ha ricollegato direttamente a quello che facevo dieci anni fa, esattamente dieci anni fa, quando lavorai per Square-Enix all'edizione italiana di Final Fantasy IV Advance. Anche lì, gennaio 2006, nella parte di lavoro che svolsi da casa, ogni notte facevo una doccia bollente per svegliarmi e continuare a lavorare fino all'alba e oltre. Poi, il mese dopo, sarei andato a completare il lavoro in Giappone, ed era per me la prima volta in Giappone. Ed era dieci anni fa, esattamente 10 anni fa. E 21 (ventuno [più tre][più uno]) film Ghibli fa - al tempo era uscito appena Howl.

Dunque il pensiero notturno di oggi è: こんな長い時間...いったいどこに行っちゃったのかなぁ? (Un così lungo tempo, ma dove diamine sarà andato a finire?)
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)

Avatar utente
Muska
Chibi Totoro
Chibi Totoro
Messaggi: 1702
Iscritto il: lun mag 17, 2004 10:16 pm
Località: La Città Eterna

Re: Hōhokekyo Tonari no Yamada-kun - calorosamente in italiano

Messaggio da Muska »

Shito ha scritto:Dunque il pensiero notturno di oggi è: こんな長い時間...いったいどこに行っちゃったのかなぁ? (Un così lungo tempo, ma dove diamine sarà andato a finire?)
Ars longa, vita brevis... :(
"Pur sprovvisto di soldati, e solo, combatteva il mondo e i suoi vizi in questo luogo". (Yasushi Inoue).

Avatar utente
Shito
Ohmu
Messaggi: 5408
Iscritto il: lun mag 31, 2004 12:36 pm
Località: Iblard

Re: Hōhokekyo Tonari no Yamada-kun - calorosamente in italiano

Messaggio da Shito »

Curiosamente, in questo film compare il detto:

Breve l'arte, lunga la vita.

E' proprio Takahata...
"La solitudine è il prezzo da pagare per essere nati in un'epoca così piena di libertà, di indipendenza e di egoistica affermazione individuale." (Natsume Souseki)